166 serie 0 Confronto restyling

Discussione in 'Schede Tecniche e Manuali' iniziata da J.Kay, 19 Luglio 2006.

  1. #1 J.Kay, 19 Luglio 2006
    Ultima modifica: 27 Settembre 2008
    L’ammiraglia 166 Alfa Romeo nasce nel lontano 1998, dove andrà a sostituire 164.
    166 è diretta concorrente di Mercedes Classe E e BMW Serie 5. Il design è opera del Centro Stile Alfa Romeo e viene definito "Low Style" per il basso profilo della parte anteriore della carrozzeria. Tutta la vettura è caratterizzata da una linea a cuneo che converge fino alla coda massiccia. nel Settembre del 2003 viene attuato il primo profondo restyling soprattutto nella parte anteriore integrandosi meglio nella gamma con un design che richiama il nuovo “family feeling” della 147 e della 156.
    _________________________________________________
    Esterni
    Gli interventi di maggior carattere si rilevano, come accennato sulla parte anteriore che è stata completamente ridisegnata senza rinunciare però agli stilemi classici della Casa.
    Nel frontale, la nuova calandra triangolare è il fulcro attorno al quale si sviluppano due nervature che si allargano a suggerire la potenza del motore e, salendo morbide e continue, abbracciano l’intera vettura. L’insieme caratterizza maggiormente il marchio del Biscione, ora evidenziato da una discreta cromatura.
    Il Centro Stile ha saputo, ancora una volta, trovare quell’equilibrio stilistico che ancora oggi rende attualissimo il modello Alfa 166. Come dimostra una linea nella quale superfici tonde e spigoli risolvono le loro naturali tensioni trovando il giusto punto di equilibrio. Poi il richiamo, sobrio e in chiave moderna, agli stilemi storici del Marchio. Nonché la rielaborazione, secondo la personalità della vettura, dei segni grafici delle vetture più recenti, ormai apprezzati e riconosciuti dal pubblico come distintivi di Alfa Romeo.
    Novità importanti nei gruppi ottici, veri e propri oggetti di design, dall'impronta molto tecnica, sono compatti e costruiti con vetri tersi e senza prismature, attraverso i quali si vedono le parabole calcolate sottostanti più grandi ed arrotondati dei precedenti, in vetro trasparente, le freccie ora sono integrate nelle parabole. Sempre a filo della carrozzeria i nuovi paraurti che alloggiano i fari fendinebbia di forma circolare.
    La fiancata della Nuova Alfa 166, ripropone cromature già presenti sul modello precedente, una carrozzeria priva di spigoli, con maniglie e lampeggiatori laterali a filo della scocca, nuovo disegno anche per gli specchietti laterali.
    La coda, nonostante le dimensioni da grande berlina, dà l’impressione di un “centometrista” ai blocchi di partenza: una sensazione di grande agilità dominata dal marchio Alfa Romeo sulla parte alta del bagagliaio. I gruppi ottici posteriori sono anch’essi incastonati nella carrozzeria.
    Rivedute e corrette in profondità anche le regolazioni delle sospensioni.

    foto 166 serie 0 Confronto restyling - 1 Qui era presente un link corrotto ed è stato eliminato.
    foto 166 serie 0 Confronto restyling - 2 Qui era presente un link corrotto ed è stato eliminato.
    foto 166 serie 0 Confronto restyling - 3 Qui era presente un link corrotto ed è stato eliminato.​

    Interni
    La plancia rimane invece uguale nella impostazione ma migliora nei materiali e cambia nei colori per rendere più luminoso l’abitacolo. Lo stile della plancia, tuttora moderno e originale, con un tocco di sportività Alfa Romeo che non fa male.
    Per il nuovo modello il Centro Stile ha preparato una tavolozza di undici tinte di carrozzeria che esaltano le forme e i volumi della vettura. Divisi tra pastelli, metallizzati e iridescenti, appartengono al primo gruppo: Rosso Alfa e Nero Kyalami. Mentre è possibile scegliere tra otto metallizzati (i primi quattro sono inediti): Verde Cernobbio, Rosso Siena, Grigio Spoleto, Grigio Dolceacqua, Blu Lampedusa, Grigio Rialto, Grigio Marostica, Nero Pergusa. Conclude l’offerta cromatica l’esclusivo colore iridescente Azzurro Nuvola. Insomma, la Nuova 166 propone quella "bellezza stilistica" che appartiene alla grande tradizione Alfa Romeo, reinterpretata alla luce della sensibilità e del gusto estetico di oggi. Una bellezza riproposta all'interno, dove l'ampia disponibilità di spazio si combina con un eccellente comfort, con la raffinatezza di rivestimenti e imbottiture e con la cura dei dettagli. Innanzitutto le linee che corrono all'interno dell'abitacolo della Nuova Alfa 166 riprendono con continuità quelle esterne. Il design è fluido e armonioso. Tra la parte anteriore e quella posteriore, tra il mobiletto centrale e i sedili, tra la plancia e i pannelli trapuntati delle porte non esistono curve spezzate
    In particolare, è disponibile come optional una selleria esclusiva di grande pregio. Si tratta del "pieno fiore" della pelle offerta in tre tinte diverse (nera, grigia e beige) abbinata alla plancia, anch’essa in pelle e nelle stesse tre tonalità ma con sfumature più scure. Rifinita in maniera artigianale con cuciture a contrasto rispetto alla tinta dei rivestimenti.

    foto 166 serie 0 Confronto restyling - 4 Qui era presente un link corrotto ed è stato eliminato.​

    Motorizzazioni
    Quattro le motorizzazioni benzina iniziali ed una diesel :
    2.0 Twin Spark da 155 cv,2.0 turbo da 205 cv,2.5 V6 da 190 cv ,3.0 V6 da 226 cv,2.4 JTD da 136 cv .
    In concomitanza del restyling del 2003 i motori subirono un aggiornamento sostanzioso, l’attuale ammiraglia viene dotata di propulsori Euro4, 2 diesel il 2.4 M-Jtd 20v da 175 CV ed il 2.4 Jtd 10V da 150Cv e ben 4 motorizzazioni benzina il 2.0 Twin Spark da 150Cv, il 2.5 V6 24v da 188Cv, il 3.0 V6 24v da 220Cv, ed il 3.2 V6 24v da 240Cv, tutti abbinati ad un nuovo cambio meccanico con 6 marce, ad eccezione del 3.0 V6 da 220 CV che è proposto con il solo cambio automatico autoadattativo, (cambio automatico Sportronic a 5 marce) che è anche un vero sequenziale - manuale: selezionando l'opzione "Sport", passa al rapporto superiore solo quando il guidatore lo richiede. (disponibile su 2.4 jtd)
    Fiori all’occhiello della nuova 166 sono certamente i due nuovi motori: il 2.4 Multijet a gasolio ed il 3.2 a benzina. Il primo è un’evoluzione della generazione dei propulsori Jtd; il secondo invece sviluppa quella potenza (240 cavalli) che si addice ad un’ammiraglia ai vertici per abitabilità, comfort e naturalmente prestazioni. Il Multijet unisce alle doti di potenza e di sprint (222 km/h, da 0 a 100 km/h 8,9 secondi, 385 Nm come coppia massima) quelle dei consumi ridotti: i dati della casa lo accreditano di più di 10 chilometri con un litro in città, di 16 km/l nei percorsi extraurbani e di 13 nel cosiddetto ciclo misto.

    Gli allestimenti
    Gli allestimenti, Impression, Progression, Distintive e Luxury, e la rinnovata gamma di 11 colori, sono stati studiati per soddisfare il gusto moderno e raffinato di chi sa apprezzare l’eleganza sportiva nella sua massima espressione automobilistica.
    Inoltre, è disponibile l’optional pack TI della Nuova Alfa 166, caratterizzata da un assetto ribassato che garantisce maggiore divertimento di guida e più "handling". All’esterno, poi, la particolare versione propone una sigla specifica e i cerchi in lega da 18". All’interno, invece, l’ambiente TI si riconosce per i sedili rivestiti in pelle sui quali è ricamato il logo TI di colore rosso.
     
  2. Sto caricando...


  3. Sicuramente la fecelift haguadagnato punti.......ha un carattere molto più aggressivo della prima serie!!!
     
  4. a me personalmente la 166 non piace. Certo il primo modello fu un grande salto di qualità per l'alfa (si veniva dalla 155) ma adesso ha proprio bisogno di un modello tutto nuovo
     
  5. La linea e' molto imponente come piace a me sono d'accordo con te che e' il momento che venga sostituita visto i volumi di vendita non incoraggianti
     
  6. oltretutto è grande quanto la 159 quindi non si può più considerare la berlina grande del marchio
     
  7. inefetti
     
  8. a me personalmente piace molto di più il primo modello,la restiling vista da 3/4 ha dei fanali anteriori che mi ricordano parecchio l'audi!!
    comunque ammetto che un nuovo modello di ammiraglia non stonerebbe in casa alfa....
     
  9. A mio parere il restyling ha migliorato l'aspetto dell'ammiraglia.. ma anche io sono del parere che per lei la carriera sia giunta al termine e che ci sia bisogno di un nuovo modello.
     
  10. le immagini della 169 sono incoraggianti certo i prezzi sono poco popolari...
     
  11. Personalmente trovo la 166 una buona auto comoda e prestazionale certo con l'avvento della 159 il suo ruolo di ammiraglia si è praticamente annullato ciò non toglie che con il restyling abbia acquistato molto più fascino e forse se l'alfa ne avesse mantenuto per qualche tempo la gamma i volumi di vendita sarebbero stati migliori ora o comperi il 2.4 da 175cv oppure il 3.0 v6...chissà forse lo scontano a tal punto che diventa piùconveniente di una 159 1.8 :lachen001:
    tornando al topic il restyling le ha giovato sicuramente con la vecchia non la cambierei

    :decoccio: