Alfa 147 - Barra duomi

Discussione in 'Sospensioni - Assetto - Sterzo' iniziata da ANTO88, 27 Gennaio 2010.

  1. Salve a tutti!! vorrei sapere se è possibile montare la barra a duomi se si ha l impianto del gpl...:D:D
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Assetto alfa 147 Blackline Sospensioni - Assetto - Sterzo 11 Giugno 2020
    Ammortizzatori per Alfa Romeo 147 1.6 T.S. Sospensioni - Assetto - Sterzo 14 Aprile 2020
    Alfa 147 1.6 Che "balla" :-( Sospensioni - Assetto - Sterzo 19 Febbraio 2020

  3. re: Alfa 147 - Barra duomi

    cosa centra il gpl??? certo che la puoi montare
     
  4. re: Alfa 147 - Barra duomi

    La barra duomi serve per conferire più rigidità al telaio?
    Serve anche per ridurro il rollio?
     
  5. re: Alfa 147 - Barra duomi

    la barra duomi serve ha:
    -tenere costante e uniforme la rigidità sui due duomi
    -evitare lo spostamento dei duomi per colpa delle deformazioni stradali
    -favorisce l'inserimento in curva

    il lato negativo è che in caso di impatto laterale puo essere danneggiato anche il lato non coinvolto......
     
  6. re: Alfa 147 - Barra duomi

    io con l'impianto gpl ho lo stesso la barra duomi,può dipendere forse da dove sono posizionati gli iniettori del gas,infatti io me li sono fatti montare un pò più in basso.
     

    Files Allegati:

  7. Barra Duomi su 147... qualche domanda a riguardo:

    1) Conviene comprarla? Miglioramenti?

    2) Probabilmente riesco ad ottenerla da un amico che la smonta dalla sua GTV (deve vederla).
    Quella della GTV può essere montata anche su 147?

    3) Scusate, sicuramente ho sbagliato "luogo" in cui aprire il topic :D:confused:
     
  8. Re: Barra Duomi su 147... qualche domanda a riguardo:

    Guarda ho trovato un articolo per te....leggi un po...Q
    uesto particolare accessorio costituisce una sorta di "primo passo" nel campo della elaborazione e ottimizzazione dell'assetto di un veicolo sportivo e non (ma usato con una certa grinta durante la guida) poichè contribuisce appunto a migliorare la tenuta di strada ; le strutture delle autovetture di serie, contrariamente ai veicoli "da gara" , sono di tipo deformabile, cioè in grado di assorbire durante un eventuale urto una parte dell' energia cinetica trasformandola appunto in meccanica di deformazione e salvaguardando l'incolumità degli occupanti. Tuttavia questo tipo di struttura , con parti incollate o saldate solo parzialmente e non con continuità, se da un lato è stato un passo notevole nel campo della sicurezza, dall'altro ha penalizzato in parte il comportamento del veicolo, soprattutto di quelle autovetture che non sono proprio concepite esclusivamente per l'uso sportivo e che di serie non prevedono questo utile accessorio; in tal caso è quindi consigliabile il montaggio della barra di collegamento dei duomi delle sospensioni ( duomo = parte della struttura ove è ancorata la parte superore del gruppo molla-smorzatore) specialmente se si ha in programma un miglioramento radicale del comportamento della propria "bambina" sostituendo successivamente le molle con componenti ribassati e irrigiditi abbinati a smorzatori adatti (vedi altra sezione).
    La prima domanda che probabilmente ci si pone è appunto sulla legalità di tale accessorio, inquanto irrigidendo la struttura potrebbe compromettere la sicurezza del veicolo in caso di impatto frontale; il montaggio della barra perpendicolarmente rispetto al senso di marcia e il suo fissaggio non permanente alla struttura, giustifica il fatto che non incide significativamente sulla sicurezza degli occupanti ed oltretutto è legale secondo il codice della strada (vedere l'apposita circolare nella sezione omologazioni). Tanto per chiarire le idee ad esempio il roll-bar in Italia non è applicabile senza una successiva visita di prova presso una sede della Motorizzazione dall'esito dubbio inquanto è appunto classificata come struttura solidale al veicolo.

    La barra duomi ha la funzione principale di mantenere costante, entro certi limiti essendo comunque un elemento dotato di una certa elasticità, i valori degli angoli caratteristici della geometria delle sospensioni e distribuendo in modo ottimale le sollecitazioni trasmesse dagli ostacoli e sconnessioni stradali alla telaistica. E' consigliabile scegliere un modello dotato di regolazione in lunghezza per poterlo adattare al proprio veicolo (che essendo appunto "di serie" presenterà tolleranze di dimensione a volte non indifferenti) e facilitare quindi il montaggio anche su autovetture con un certo kilometraggio, la cui struttura potrebbe avere subito dei lievi scostamenti rispetto alle quote standard a causa dell'accumularsi delle sollecitazioni ; di solito la barra è fissata sui duomi alle due estremità, costituite da due piattelli o semi-piattelli, attraverso i bulloni di fissaggio del gruppo ammortizzante anteriore. Il suo montaggio non presenta particolari difficoltà, a patto che il modello sia dedicato a quel tipo specifico di auto , non escludendo tuttavia eventuali piccole modifiche come lo spostamento di qualche accessorio, indicate comunque nei documenti che accompagnano il prodotto.

    Il montaggio della barra duomi è comunque consigliabile, per non dire indispensabile, in caso di utilizzo di componenti elastici più rigidi della sospensione per salvaguardare appunto l'integrità della struttura e la sicurezza di guida.

    Solitamente i materiali usati per i modelli stradali si limitano al ferro e all'alluminio , tuttavia la differenza tra i due modelli è limitata esclusivamente al risparmio di peso e all'impatto estetico ; le prestazioni tuttosommato si equivalgono a scapito di un prezzo però , per il modello in alluminio, decisamente superiore. In campo agonistico si sono viste alcune realizzazioni in materiali compositi che tuttavia non hanno trovato sboco commerciale ; i modelli cosidetti in simil-carbonio quindi non sono altro che identici al prodotto in ferro ma ricoperti da una pellicola che dona la trama del carbonio.....Magari potrà sembrare banale questa precisazione ma questa sezione è dedicata anche ai neofiti.

    Il montaggio della barra duomi è solitamente facile e non richiede una esperienza meccanica elevata; come prima operazione è consigliabile, con l'ausilio di un normalissimo cric da officina, stabilizzare il veicolo, cioè porre il cric stesso a contatto con l'appoggio previsto per sollevare l'intera parte anteriore (di solito è un supporto di qualche genere ) ma ovviamente senza sollevare il veicolo stesso se non di 10mm al massimo. Tale procedura ha lo scopo di non creare problemi dopo avere asportato i bulloni che fissano al duomo la coppia di ammortizzatori : è possibile che il carico statico della vettura stessa porti a uno spostamento dalla sede ottimale dell'ammortizzatore e quindi come prevenzione è bene operare in tal modo. Fatto ciò si possono svitare i bulloni che fissano il complesso molla-smorzatore al duomo e ,dopo avere allentato il registro della barra, sistemare il componente in modo da fare coincidere i fori dei piattelli con le filettature su cui erano avvitati i bulloni. Può capitare alcune volte che sia necessario spostare alcuni componenti, quali la vaschetta del liquido lavavetro o più semplicemente qualche tubazione in gomma, ma solitamente tale evenienza è ben evidenziata all'interno dei documenti che accompagnano il prodotto. Dopo avere sistemato la barra , che ovviamente non deve essere forzata nel montaggio se non in modo lieve qualora vada a contatto con qualche parte della scocca ( può capitare nei veicoli precedentemente sinistrati...) , si possono risistemare i bulloni e avvitare progressivamente alternando ciclicamente l'applicazione della coppia fino al completo serraggio ( possibilmente rispettando il valore di coppia indicato dalla casa e usando una chiave dinamometrica....). Successivamente si può procedere al serraggio del registro della barra duomi in modo che sia stabile e non presenti movimenti ; in pratica si opera un lieve "precarico" di compressione in modo che mantenga appunto la distanza tra i duomi in caso di sollecitazione. Può capitare a volte di osservare barre duomi il cui precarico è in trazione e quindi funzionanti come elemento sottoposto a estensione e non a compressione ; questo tipo di precarico è, dinamicamente parlando, scorretto inquanto l'elemento in questione è nato appunto per mantenere inalterata una quota telaistica prestabilita impedendo la flessione verso l'interno del vano motore del duomo a causa delle sollecitazioni dinamiche. Se la barra è in trazione, ovviamente svolgerà il suo compito ma in una configurazione di forze cinematicamente scorretta.

    Ovviamente in tale sede si è accennato brevemente a spiegare "cos'è" una barra duomi riferendosi esclusivamente al modello anteriore superiore , ma in commercio esistono modelli adatti al collegamento dei duomi posteriori (barra superiore posteriore con stessa funzione) oppure della parte inferiore della sospensione (barra inferiore anteriore) che tuttavia sono meno usate; specialmente il secondo modello citato crea un ingombro non indifferente nella parte sottostante il motore (se la vettura è ovviamente a motore anteriore) e non regala nell'uso stradale benefici tali da giustificarne l'uso.

    Per la seconda domanda non saprei darti un aiuto...attendi i miei fratellini che ti aiuteranno...

    Dimenticavo l'articolo è tratto La barra duomi
     
    A Simons47 piace questo elemento.
  9. Re: Barra Duomi su 147... qualche domanda a riguardo:

    Grazie mille, me lo son letto... mi ha schiarito le idee.

    Qualcuno sa rispondere alla seconda domanda??
     
  10. Re: Barra Duomi su 147... qualche domanda a riguardo:

    io penso che se si tratti di una di quelle regolabili possa essere montata sulla tua
     
  11. Re: Barra Duomi su 147... qualche domanda a riguardo:

    Non credo sia regolabile questa.