alfa 75 turbo non si accende

Discussione in 'Turbo' iniziata da fransiscos, 17 Settembre 2014.

  1. salve a tutti.
    sono tre settimane che mi sto dannando e le sto provando tutte ma non accenna a partire.
    qualcuno puo' aiutarmi?
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    ALFA 75 TURBO AMERICA PROBLEMA PRESSIONE TURBO Turbo 22 Aprile 2017
    Ricerca valvole di scarico e aspirazione Alfa 75 Turbo America Turbo 21 Dicembre 2015
    Volano motore Alfa 75 turbo Turbo 18 Aprile 2015

  3. La benzina c'è?
     
  4. si la benzina c'e' , la pompa gira, si sente che dal regolatore pressione torna al serbatoio
     
  5. In linea di massima un motore per funzionare ha bisogno di tensione AT alle candele, benzina alla pressione, corretta messa in fase.

    Evidentemente ti manca qualcosa di tuttociò....

    .:grinser002:
     
  6. controllero' se arriva alta tensione alle candele.
     
  7. Naturalmente la tensione alle candele non si misura con un banale tester... usa il metodo che hai indicato all'inizio post


    Occhio che l'alta tensione è pericolosa, adotta tutte le precauzioni....

    .:ernaehrung004:
     
  8. ho provato ma non scintilla niente.
    che posso fare?
     
  9. Lo hai fisicamente eliminato o bipassato sto benedetto antifurto?
    Se gira la pompa benzina le centraline sono alimentate ,a meno che qualche topolino non ti abbia rosicchiato il cablaggio...........
     
  10. quando provo a mettere in moto alla pompa arriva corrente, ma quando giro il quadro la pompa per il precarico degli iniettori non gira piu' e quindi non scatta piu' il contatto del rele' tachimetrico.
    questo non scatta piu' dopo aver fatto questo:
    non vedendo scoccare scintilla , ho levato dalla bobina il cavo che va al distributore, ne ho messo uno di una candela con relativa candela ,muovendo la candela con le mani ho sentito una scossa e subito dopo un tic dalle parti della bobina.
    potrebbe la tensione dare un contraccolpo indietro fulminando qualcosa?
    ripeto il tachimetrico dopo questo episodio non ha piu' scattato.
    per qunto riguarda l'antifurto non so dove sia collegato e non ne conosco il cablaggio .
    potreste aiutarmi indicandomi passo passo come bypassarlo ve ne sarai grato
     
  11. Secondo la fisica e le regole conclamate dell'elettromagnetismo odierne solo i liquidi danno contraccolpi gli elettroni per il momento non lo fanno e gli spike,ai quali probabilmente ti riferisci,rientrano in altre casistiche elettriche,che la pompa giri o meno caricando il circuito del carburante non causa l'eccitamento della bobina del relè tachimetrico,semmai la chiusura dei contatti del relè tachimetrico alimenta la pompa della benzina e le centraline di iniezione e accensione,il relè tachimetrico in questo impianto viene alimentato dal contatto sotto chiave del quadro e eccitato dal segnale del sensore Hall che si trova nel distributore (Spinterogeno),ora un controllo all'interno di quest'ultimo fugherebbe parecchie perplessità,un gioco eccessivo potrebbe causare il contatto fisico tra spazzola rotante e contatti della calotta,il che è assai negativo e potrebbe,sempre il gioco eccessivo dell'alberino,causare contatti anomali anche sul sensore di Hall che deve lavorare solo a livello magnetico e non in contatto fisico,inoltre se il circuito del carburante è carico e le membrane di regolatore pressione benzina e smorzatore che si trovano alle estremità del tubo al quale sono attaccati gli iniettori sono in buone condizioni,una pompa paricolarmente silenziosa diventa difficile da percepire,quello che di solito si sente è lo scatto dei contatti del relè tachimetrico che al rilascio della chiave del quadro generalmente lavorano ancora per ben 3 secondi.
    No hall-= no tachimetrico =no alimentazione pompa/e carburante=no motore in moto.
    Per quanto riguarda invece l'antifurto........... ricordo che esistevano queste centraline ma non ne ho mai aperto uno e di solito interrompevano un filo del cablaggio di serie,che sia + o - non è dato di sapere poichè la scelta andava all'estro dell'installatore,
    Quindi,sempre con le dovute cautele se dopo aver verificato che il distributore e i suoi componenti sono Ok e alla bobina non arriva il positivo puoi alimentare direttamente questa con un filo positivo dalla batteria protetto da un fusibile dopo aver staccato il filo positivo dell'impianto di serie,ma qui se non sei sicuro di quello che si deve fare è meglio che trovi un elettrauto.