Alfa Romeo Junior ( Ex Milano )

C'è lho davanti agli occhi, la guardo e la riguardo e chissà qnt di voi si pentiranno di aver dato fiato alle trombe a vanvera. È una Peugeot ? Va bene, ma non è una Peugeot? È Francese? Va bene, ma non è francese, ha il 1.2 ? Va bene, ma ha la catena e non la cinghia...e così via. I confronti si fanno se avete avuto modo di toccare con mano quello di cui parlate da una parte o dall'altra, ma 3/4 di voi non lo ha fatto, legge qualcosa, capisce qualcosa ed è pronta a fare il Mister su tutto. Per fortuna qualcuno si riserva di dare un giudizio dopo aver toccato con mano, perché capisce che il rischio di dover accettare il cambiamento è grosso.
Direi che bisognerebbe cambiare il titolo alla discussione, qua non si parla della Milano perché nessuno di voi l'ha vista veramente, provata, confrontata. Il Titolo ideale sarebbe "Alfisti allo sbaraglio" la serie
 
Se Alfa Romeo intende divenire e/o permanere tra i marchi cosiddetti " premium" dovrà necessariamente produrre modelli in grado di superare la concorrenza per le caratteristiche implicite del marchio.
Obbiettivi pienamente raggiunti con Giulia e Stelvio, a prescindere dai volumi di vendita.

Questo prodotto, la Milano, che possiamo ben affiancare alla nuova Y, lascia intravedere una direzione molto diversa.
Per carità: una scelta rispettabilissima dal punto di vista industriale e , forse, commerciale; ma, certamente, non segue la linea di tendenza tanto predicata negli ultimi tempi dai suoi manager.

Quindi, nessun problema , basta capirsi: che auto si vogliono fare ? Le repliche della 146 e della 155 ? Molto bene, troveranno certamente mercato ed estimatori.

Ma coloro che, tra i presenti nel forum, hanno scelto Alfa Romeo al posto dei soliti blasoni tedeschi e inglesi ( come recitava la bellissima pubblicità della Giulia mentre sfilava elegante davanti al duomo ) dovranno necessariamente orientare le loro scelte oltre confine.

La responsabilità di tutto questo è della giovane età degli Elkann ( e dei loro " consiglieri " ) i quali, a suo tempo spaventati dal teorico incedere delle auto elettriche, hanno in fretta e furia cercato una partnership con i marchi che già erano avanti con l' elettrificazione; questo senza realmente riflettere sulle oggettive potenzialità di questo settore, che ha fallito 100 anni fa e che fallirà di nuovo.

Peccato.
Ma cosa c'è di diverso oltre confine? Dai sù....ma cerchiamo di stare con i piedi per terra, nessuno si inventa l'acqua calda, perché abbiamo la presunzione di poterlo fare noi?!
 
Caro None, non credo sia necessario fare un' analisi così approfondita per esprimere un giudizio su un' auto altrimenti passeremmo le giornate a vagare per le concessionarie toccando, studiando e analizzando.
L' occhio vuole la sua parte e qui , a mio parere , delude al pari della Y.

Sbagliamo ? Può darsi, cambieremo idea.

Ma ricordo che noi siamo clienti, non azionisti o abbonati.
Dobbiamo essere persuasi, non convinti.

Le critiche di questo forum, pur se costruttive, non devono essere recepite dal management come sterili guaiti ma mi auguro vengano recepite come stimoli per orientare le scelte in funzione del mantenimento e della crescita del più grande patrimonio già posseduto ( e testimoniato dal Forum ) da un' azienda: i propri clienti.

E, in questo senso, io non smetterò mai di esprimermi, così come mi conforta il " calore " della tua risposta.
 
  • Like
Reactions: gigalfa e erik74
credo che al netto di "vera Alfa" o "copia Peugeot", il punto sia che se venderà farà bene al marchio, marchio che nel bene e nel male fa ormai parte di un gruppo che deve guardare al profitto facendo sinergia con le piattaforme che ha in casa, a tutti noi (credo) piacerebbe che Alfa fosse il marchio premium del gruppo e facesse tutti modelli con caratteristiche proprie e votate alla sportività storica del marchio, ma purtroppo, oggi, è una strada non percorribile per nessun produttore "generalista".
Se addirittura i modelli top avranno come anticipato piattaforme condivise, non dobbiamo stupirci che il modello di accesso "derivi" da altri... comunque mi riservo di vederla dal vivo prima di esprimere un'opinione definitiva sulla linea, e se hanno lavorato per darle una caratterizzazione più sportiva, come hanno fatto per Tonale (che deriva da Compass ma a guidarle sono il giorno e la notte...) direi che poi tanto male non sarà...
 
  • Like
Reactions: Ale1975 e ciomauro
credo che al netto di "vera Alfa" o "copia Peugeot", il punto sia che se venderà farà bene al marchio, marchio che nel bene e nel male fa ormai parte di un gruppo che deve guardare al profitto facendo sinergia con le piattaforme che ha in casa, a tutti noi (credo) piacerebbe che Alfa fosse il marchio premium del gruppo e facesse tutti modelli con caratteristiche proprie e votate alla sportività storica del marchio, ma purtroppo, oggi, è una strada non percorribile per nessun produttore "generalista".
Se addirittura i modelli top avranno come anticipato piattaforme condivise, non dobbiamo stupirci che il modello di accesso "derivi" da altri... comunque mi riservo di vederla dal vivo prima di esprimere un'opinione definitiva sulla linea, e se hanno lavorato per darle una caratterizzazione più sportiva, come hanno fatto per Tonale (che deriva da Compass ma a guidarle sono il giorno e la notte...) direi che poi tanto male non sarà...
Premesso che sono Alfista da generazioni (Nonno, Padre, Zii da vecchia Giulia in poi le ho guidate tutte tranne l'Arna e l'Alfa 90), scendo ad un livello terra terra. Questa Milano vi piace o no? Io, al momento, la trovo brutta brutta brutta come anteriore e bruttina come posteriore. Poi sul lato tecnico, considerando che è un B-Suv può anche starci, direi
 
  • Like
Reactions: AR-Tonale
Caro None, non credo sia necessario fare un' analisi così approfondita per esprimere un giudizio su un' auto altrimenti passeremmo le giornate a vagare per le concessionarie toccando, studiando e analizzando.
L' occhio vuole la sua parte e qui , a mio parere , delude al pari della Y.

Sbagliamo ? Può darsi, cambieremo idea.

Ma ricordo che noi siamo clienti, non azionisti o abbonati.
Dobbiamo essere persuasi, non convinti.

Le critiche di questo forum, pur se costruttive, non devono essere recepite dal management come sterili guaiti ma mi auguro vengano recepite come stimoli per orientare le scelte in funzione del mantenimento e della crescita del più grande patrimonio già posseduto ( e testimoniato dal Forum ) da un' azienda: i propri clienti.

E, in questo senso, io non smetterò mai di esprimermi, così come mi conforta il " calore " della tua risposta.
Ma l'analisi approfondita è imprescindibile, se devi fare un confronto.
Non sono pochi partecipanti ad un forum i propri clienti, i clienti sono quelli che compreranno. Giulia, doveva essere per quelli che chiami i PROPRI CLIENTI, ma non andava bene lo stesso, mancava l'infotainement e poi ci voleva la SW e poi ci voleva la coupè e poi ci voleva la 3.2 col V6 busso e poi ci voleva ibrida per entrare in città e poi ci non ci voleva lo Stelvio perché non si è mai visto un Suv Alfa e poi costa troppo e poi e poi....ma quali propri clienti. Si forse meglio affiliarsi a quei brand dove tutto quello che ti propongono va bene, basta cambiare una virgola, perché cmq è un marchio Top affidabile etc etc, tanto noi i forum degli altri non li frequentiamo e.....vissero felici e contenti.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Gatto4
Scrivere che la DS é un cesso dimostra che assolutamente non capisci niente di auto, ma proprio niente.
Lo stesso Da Silva ha detto che la DS è l’auto più bella mai costruita (forse perché disegnata da un architetto Italiano 😊

Diciamo che tu molto gentilmente quindi, se una vettura incontra i tuoi gusti, sei uno che capisce molto di auto e io invece, solo perchè ritengo una vettura un cesso, non capisco niente ?
Come approccio alle idee altrui, sei fantastico...
Detto poi da uno che dichiara che non gli piacciono i suv ma che farebbe cambio della sua Giulia con la Tonale del figlio, la dice lunga ...
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Neanche io mi sono mai fidato dei rendering che circolano mesi prima dei lanci ufficiali. Tra l'altro, nonostante i progressi della grafica 3d, molti sono a dir poco agghiaccianti e questo di Motor1, a mio avviso, è tra quelli.
La la linea di cinta delle porte posteriori è praticamente quella della 2008 cosa che conferma la pressapochezza del rendering stesso perchè non credo che la Milano rientri già tra le auto sviluppate in sinergia totale con la parte francese di Stellantis e anche se fosse non credo che si limiterebbero a un ribadging di un modello Peugeot vecchio di qualche anno.
Personalmente non lo trovo gradevole. Il particolare del logo scomposto, poi, spero rientri in un esercizio di stile dei minchioni che hanno ipotizzato il disegno e non venga riprodotto nella realtà perchè quelle cose richiamano modelli gloriosi (SZ/RZ per esempio) che non mi sembra il caso di scomodare.

Detto ciò, mi trovo perfettamente d'accordo con chi dice che questi modelli siano fondamentali alla sopravvivenza del marchio, tanto nessuno è costretto a comprarli. Certo non mi fanno impazzire, ma se per avere una gamma un po' più corposa (con una cxxxxo di coupè decente a listino) devo assistere al lancio di 6 SUV a marchio Alfa.... che dirvi ragazzi.... sticazzi, fateli pure, ma ogni tanto ricordatevi delle ammiraglie e delle gtv!!!

Piuttosto, una cosa che mi rattrista molto è il primato che questo modello dovrebbe avere: il primo modello Alfa prodotto fuori Italia. Anche qui si apre una discussione infinita ma a me spiace moltissimo che anche l'ennesimo tabù Marchionniano debba decadere. 😔
Già non verrà prodotta in Italia quindi la fine è vicina. Così gli Italiani saranno contenti tanto comprano sempre straniero perché l'erba del vicino è sempre la migliore