Autoapprendimento farfalla 2.0 Twin Spark - Euro 2

Discussione in 'Twin Spark' iniziata da toro1982, 1 Gennaio 2013.

  1. Premetto che stiamo parlando di un 2.0 Twin Spark 155cv del 2000, quindi Euro 2 e con la farfalla controllata dal filo dell'accelleratore e non elettronica.
    Detto questo, ho fatto molte ricerche in giro, ma la procedura descritta è sempre diversa, vorrei sapere se qualcuno conosce quella giusta!
    Praticamente voglio effettuare una pulizia completa del corpo farfallato, ho letto che l'autoapprendimento si fa in questo modo:
    30 secondi quadro acceso - 30 secondi quadro spento, riaccendo il quadro per 3 secondi e metto in moto... E' quella giusta? Grazie! :decoccio:

    PS: Buon 2013 a tutti!!!! :ernaehrung004:
     
    A kormrider piace questo elemento.
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Twin Spark 16V - Capire se il variatore funziona o no Twin Spark 28 Febbraio 2016
    Compatibilità del corpo farfallato 166 2.0 TS del '99 Twin Spark 1 Agosto 2013
    Motorino d'avviamento 166 2.0 Twin Spark 16V Twin Spark 23 Dicembre 2012

  3. E' quella corretta per tutto il gruppo FIAT degli anni '90....Considera che è un pò difficile da attuare per via del fatto di azzeccare i secondi....

    Ma come mai devi fare questo autoapprendimento???
     
  4. Perchè ho staccato un connettore del motorino non volendo, nel senso che volevo vedere solo come funzionava lo sgancio - aggancio dello stesso, alla riaccensione la macchina era irriconoscibile, anche a motore caldo, adesso ho fatto la procedura col cronometro e non so se si è trattato di cuxxo, ma si è rimessa a posto... Mah!?
     
  5. Sui forum si leggono diverse procedure più o meno appartenenti alla stregoneria, come quella che hai descritto...

    In realtà la centralina autoapprende continuamente per adattarsi all'usura dei vari componenti. Per la 166 con comando acceleratore a "filo" è necessario utilizzare un apparecchio diagnostico meglio se l'originale "Examiner", entrare in ambiente "Diagnosi attiva", quindi selezionare "Reset parametri autoadattativi" e "Attuatore minimo".

    I 30 secondi più o meno distribuiti nella prova servono per verificare che le varie sonde funzionino correttamente, non per resettare la centralina.

    Si tratta comunque di operazioni da effettuare con avvertenze ben precise quali ad esempio avviare il motore al minimo senza accelerare, non premere nessun pedale etc.

    Dopo aver scollegato lo strumento è necessario percorrere alcuni chilometri di prova quindi, a motore regimato, verificare il corretto funzionamento del minimo.

    Questa è la procedura ufficiale.... :grinser002:


    PS probabilmente quel connettore era ossidato o non ben innestato.


    :ernaehrung004:
     
    A kormrider piace questo elemento.
  6. Ok, perfetto!
     
  7. puoi anche lasciare la batteria staccata per qualche ora, la mattina la riattacchi così la centralina riavvia la procedura di autoapprendimento.
     
  8. Ci ho provato, ma nulla, domani la porto dal meccanico e vediamo che mi dice...
     
  9. Giusto per chiudere, era esattamente come aveva detto M@urizio, il meccanico ha resettato i parametri e l'auto è tornata "normale", a parte il minimo irregolare da fredda e soprattutto a GPL, ma quello dovrebbe essere il motorino del minimo da sostituire...