Autolimitare la velocità

Discussione in 'Alfa Romeo News' iniziata da victor, 29 Ottobre 2007.

  1. Ho letto per caso quest'articolo su Repubblica:

    Ma davvero è tutta colpa della velocità? In estrema sintesi si. Il mondo dell'auto si divide, ci sono lettori che protestano ed altri che invece plaudono alle tante iniziative della polizia stradale. Ma c'è di più. In ambienti ministeriali si comincia a parlare con una certa insistenza di un progetto di legge per l'autolimitazione della velocità massima delle auto: si parte dal fatto che molte auto sono già bloccate a 250 orari e si tenderebbe a portare questo limite massimo a 200. Con una certezza: nessuno costruttore o associazione di automobilisti oserà mai protestare perché la velocità massima è bloccata a "miserabili" 200 orari...

    che ne pensate? :aktion060:
    tutto l'aricolo: http://www.repubblica.it/2007/10/mo...ocita/motori-caos-velocita.html?ref=mothpstr1
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche:
    1. MikyBrera
      Risposte:
      56
      Visite:
      4,318

  3. Io penso che dovrebbero evitare di continuare a rompere i cojoni con ste leggi del caxxo. Basterebbe che ad ognuno venisse fatto un corso di guida sicura a livelli per poter avere l'abilitazione all'acquisto di certe tipologie di auto, a volte anche di potenza spropositata..
     
    A lybra piace questo elemento.
  4. Penso che non capisco il senso...
    a che serve autolimitare a 200 all'ora quando i limiti sono già molto più in basso???
    quando siamo invasi di autovelox e di telelaser e di tutor???
    e quando il traffico su strada è talmente alto che manco riesci a stare nei limiti???
    Settimana scorsa ho fatto padova bologna in autostrada andata e ritorno... Praticamente sempre in corsia di sorpasso perchè la prima corsia è invasa dai tir e praticamente sempre in fila indiana...
    Velocità media inferiore a 120 all'ora.... Che me ne faccio di una autolimitazione a 200????
    ciao
     
  5. Autolimitare la velocità. Il ministro dà il primo ok
    "Non è una cosa facile da far passare - ha spiegato Bianchi - ma molte auto hanno già la programmazione del limite di velocità. Perchè produrre macchine che vanno a 250 all'ora, se poi c'è un limite di velocità inferiore?"

    Qualcosa si muove: il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi è il primo ad uscire allo scoperto e a dichiararsi favorevole a limitare elettronicamente la velocità massima delle auto.

    Come avevamo anticipato nei giorni scorsi infatti, c'è grande fermento sul tema e proprio la Ue sembra stia spingendo non poco per mandare in porto questo rivoluzionario progetto che bloccherebbe automaticamente la velocità massima delle auto.

    "Basta volerlo", ha affermato infatti Bianchi, riconoscendo che "non è una cosa facile da far passare" ma rilevando che "molte auto hanno già la programmazione del limite di velocità. Perchè produrre macchine che vanno a 250 all'ora, se poi c'è un limite di velocità inferiore?".

    Il ministro ha inoltre annunciato che nel pacchetto di strumenti previsti in Finanziaria per arginare gli incidenti stradali provocati dalla guida pericolosa "sono previsti anche 800 etilometri per fare controlli specifici. Ottocento pattuglie andranno in giro di notte con a disposizione l'etilometro".

    Ma torniamo all'autolimitazione: tutto nasce dal fatto che ormai (e proprio grazie a noi italiani inventori del Tutor) si è riusciti a dimostrare che dove la velocità media scende, diminuiscono drasticamente incidenti, morti e feriti. Un solo dato: il tasso di mortalità dove è montato il Tutor è diminuito del 50% e quello relativo ai feriti del 34%. Mai successo nella storia della sicurezza stradale. In più, visto anche che la linea dura sulla repressione delle infrazioni sta ottenendo altri risultati clamorosi, si avvicina a passi da gigante la possibile rivoluzione che bloccherà elettronicamente la velocità massima delle auto.

    Fra l'altro, se in un primo momento si parlava di bloccare la velocità a un limite piuttosto alto (200 orari), ora la tendenza sembra quella di puntare a 160/170 Km/h. E non è casuale: nessun governo europeo (a parte forse quello francese) riuscirà a rientrare nell'obiettivo prefissato di dimezzare il numero di morti per incidenti stradali entro il 2010. Da qui una ricerca forsennata di soluzioni drastiche.

    E c'è di più: su questo fronte nessun costruttore automobilistico (per ovvie ragioni) fin qui ha preso una netta posizione, mentre è forte la pressione dal mondo degli ambientalisti: è dimostrato infatti che quando un motore viaggia spremuto al massimo, sia i consumi che i livelli di emissioni inquinanti vanno alle stelle. Così com'é forte la pressione delle associazioni di consumatori, di quelle delle vittime della strada, e delle varie Polizie Stradali.

    "Siamo favorevoli - spiega infatti Carmelo Lentino, portavoce della campagna nazionale sulla sicurezza stradale e contro le stragi del sabato sera BastaUnAttimo - alla limitazione della velocità delle auto. Le parole del Ministro Bianchi sono un buon auspicio perché si adottino provvedimenti immediati. Bene se si arriva addirittura ad una limitazione di 160 km/h. Penso che una legge che limiti la velocità massima degli autoveicoli, e la possibilità dunque di salvare moltissime vite umane, debba trovare il massimo consenso in parlamento".

    La partita, insomma, è iniziata. Il ministro ha spiegato che "Non è una legge facile da far passare". Ma forse, lo è meno di quanto lui pensi. Vedremo...


    Repubblica motori
     
  6. io penso che nn serva a niente tanto si trova il modo per eliminare l'autolimitazione......
     
  7. oltre a questo inoltre se vengono prodotte auto che hanno 300 cv che serve tutto ciò ????
     
  8. Appunto...il mercato dell'auto verrebbe distrutto in quella fascia.....Sta vedere compro un Brera 3.2 che si ferma a 170?ma figurati.....
    Pensa che gente che compra le tedesche quelle autolimitate a 250 e fa eliminare la liimitazione elettronica....figuratise fossero a 160 170....
     
  9. un ministro dei trasporti senza patente.. barzelletta? no , italia
     
  10. Dico la mia con un paradosso... se accorciassero le pallottole delle rivoltelle da 25 a 20 millimetri un aspirante suicida avrebbe minor probabilità di ammazzarsi sparandosi? Lo stesso, obbligando il limite di velocità di certe auto da 250 a 200 km/ora ci si ammazzerebbe" di meno? Ogni tanto qualche politichello in cerca di facile e gratuita visibilità spara la sua... non diamogli retta. Le statistiche "velate", ossia, quelle non di completo pubblico dominio parlano chiaro: ci si ammazza più con macchinette da max 150 ed in giovane età perchè si circola bevuti e impasticcati, altro che auto veloci! Per autolimitare la velocità è un altro discorso, ha ragione Pietro. E dove mai riesci a passare i 130 in autostrada, sulla Luna? Siamo costretti a file indiane estenuanti tutti i giorni, ci venga il ministro o il sottosegretario sulle autostrade, anzichè filare a 100 all'ora sulle strade di Roma mettendo a repentaglio la vita degli altri... Per arrivare in tempo si alzi alle 6:30 del mattino come facciamo noi comuni mortali.
    Saluti a tutti :decoccio:
    Len
     
  11. Len ti straquoto....Comunque non ti preoccupare che i nostri politici quando mettono piede in autostrada con le loro belle Thesis Blu con tanto di lampeggiante sul tetto si aprono la strada a 200 e piu....tanto che una volta mi stavano per tamponare...ma perche non se le autolimitano loro??dato che loro i 200 e piu li fanno spesso.....:aktion043: