Candele Bosch Super Plus Yttrium

Discussione in 'A Carburatori' iniziata da cico98, 14 Gennaio 2009.

  1. Il meccanico ha sostituito le mie care Lodge 2HL con delle Bosch Super Plus Yttrium electrode ad una punta.
    Visto che io non la prendo molto spesso mi ha detto che con queste candele la macchina va anche meglio e si imbrattano molto meno e che sono fatte per l'Alfa 75.
    Sul sito Bosch infatti c'è scritto che sono adatte anche alla mia Alfa 75 1600.. voi che dite le lascio o le tolgo subito ???
    Le lodge le avevo messe circa 300 km fà, sono ancora nuove solo che si sono imbrattate tutte.
    Un altro meccanico mi ha detto che con le Bosch dopo un po rischio di bucare i pistoni..
    Ciao e grazie:decoccio:
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche:
    1. raffaele75
      Risposte:
      50
      Visite:
      10,538

  3. Se le Bosch sono studiate anche per la tua Alfa 75 allora non c'è motivo di toglierle (anche se di norma è preferibile orientarsi sul ricambio indicato nel libretto uso e manutenzione).
    Bisognerebbe verificare il motivo per il quale le candele si sono imbrattate in così poco tempo. Miscela aria-benzina non ottimale? Grado termico non adatto al motore della tua auto? Problemi all'impianto di raffreddamento? :confused:
    Anche questo dipende dal tipo e dal grado termico della candela, ma se sono adatte al motore dell'Alfa 75 allora il problema non dovrebbe verificarsi.

    Facci sapere :decoccio:
     
  4. se la Bosh dice che sono adatte alla 75 non vedo problemi anche se il ricambio originale è sempre il migliore .:blink:.
     
  5. le bosch per i motori a carburatori da 1.3 a 2.0 sono le w6dc oppure fr56 super 4
    le ngk le bp6es
    le lodge se non sono originali dell'epoca non compratele,la lodge è chiusa da una vita(assorbita dalla bosch) e le candele nuove sono una vera schifezza.
     
  6. Premesso che non conosco le candele Bosch, il problema con le candele per il bialbero non e' solo il grado termico ma anche la geometria della candela stessa.
    Infatti la distanza tra la candela stessa e il cielo del pistone al PMS e' molto ridotta: Le candele originali hanno gli elettrodi laterali e non frontali proprio per non essere troppo vicino al cilindro, con il rischio che la scintilla scocchi tra la candela e il pistone, con conseguente fusione del relativo cielo
     
  7. piccolo errore : le candele originali hanno gli elettrodi laterali e non frontali per non essere troppo vicino al cielo del pistone (non al cilindro!)
     
  8. #7 mauretto, 3 Febbraio 2009
    Ultima modifica: 3 Febbraio 2009
    :confused: Ne sei proprio sicuro di quanto affermi? :smiley_001:
    in base alla tecnologia e ai materiali dell'epoca,e si parla di oltre quaranta anni orsono,
    le candele con i quattro elettrodi sono state studiate ed adottate per ottimizzare il rendimento della combustione,data la particolarità della forma della camera di scoppio emisferica e del relativo Squish ,infatti per meglio distribuire il fronte di fiamma all'atto dell'innesco sono indispensabili le quattro scintille,nota poi che la scintilla scocca quando il pistone ha già iniziato la fase di discesa,quindi il rischio,in condizioni normali,di sfiammata tra elettrodo e pistone è inesistente anche con la candela con il/gli elettrodi di massa classici
    personalmente su di un motore pesantemente elaborato di una Giulietta proprio 1,6,ho utilizzato le candele della uno turbo con i tre elettrodi di massa classici e il centrale al titanio :rolleyes: ,120.000 km senza problemi,smontato per sostituire la guarnizione della testa e nessun segno di scarica sul cielo dei pistoni,e nota che il rapporto di compressione era stato aumentato a 11,5/1 :eek:,quindi col cielo del pistone ancora più vicino alla candela.

    Al giorno d'oggi la tecnologia delle accensioni e delle candele è cambiata parecchio e le candele a due e a uno elettrodi hanno prestazioni molto elevate paragonabili alle vecchie Golden Lodge.
    Ad ogni modo tra le sostitute possibili delle Lodge 2HL si possono considerare anche le NGK - B7ES oltre alle BP6ES nominate da Sklerotik che guarda caso hanno l'elettrodo di massa classico e singolo
     
  9. Diciamo che
    1) sicuramente la motivazione e' plausibile , nel senso che effettivamente le 2HL sono le candele che garantiscono la massima "luce" con il cielo del pistone

    2) Almeno un motore Alfa con il pistone bucato l'ho visto (ma questo accade anche agli altri motori....)

    3) il motore indubbiamente e' nato 40 e passa anni fa', ma e' anche vero che e' rimasto in produzione almeno fino al 1992, quando la tecnologia avrebbe dovuto superare eventuali limiti di scintilla : che senso avrebbe avuto una candela praticamente "unica" se la sua geometria non avesse risposto ad una necessita'?

    4) Questa giustificazione l'ho sentita da almeno 3 persone "autorevoli" , tra cui anche un ex motorista Alfa

    D'altro canto, mi sembra anche plausibile che i miglioramenti tecnologici oggi riescano ad evitare il problema della scintilla "indesiderata"
     
  10. :rolleyes: Le stesse candele erano montate con le varianti delle sigle anche su tutti i motori Alfa Sud 8 e 16 valvole,con uno o due carburatori e a iniezione,i boxer avevano pistoni piatti,la Lodge era per scelta politica ed economica legata al gruppo Alfa/Iri,ed era giocoforza il discorso di applicare tecnologie vecchie per Alfa e ancora all'avanguardia per tutti gli altri da fine anni '70 al '92,poichè negli ultimi anni di gestione Iri la situazione economica era tutt'altro che florida,e dopo il passaggio alla Fiat,:liebe076::liebe076: quest'ultima non aveva il minimo interesse a sviluppare ulteriormente motori e sistemi ereditati dall'Iri,basta vedere sulle 75 l'utilizzo di tecnologie obsolete già all'epoca,vedi Bosch LE2 e Motronic ML quando sulle coeve Fiat/Lancia si installavano sistemi IAW Marelli molto più avanzati.
    Pistoni ne ho bucati anche io per colpa di candele sbagliate,ma si trattava di un motore bicilindrico con elevate trasudazioni di olio,i motori alfa ,e anche gli altri tra le cause delle forature dei pistoni possono annoverare,tanto per citarne alcune,scelte di base di materiali di bassa qualità,rapporto stechiometrico completamente sbagliato,iniettori che perdono benzina alla chiusura,battiti in testa causati ,oltre che da smagrimenti eccessivi,anche errori esagerati di fasatura e trafilamenti di acqua nei cilindri, .: sgrat :. ma mai ho sentito dire che la causa fosse la ridotta distanza tra elettrodi e cielo del pistone.
    La mia non vuole essere una giustificazione autorevole,anzi :smiley_001: ma solo una testimonianza di esperienze personali.