Chiarezza sui motori jts di Alfa 159, Brera e Spyder

Discussione in 'JTS' iniziata da ar:mdia94, 18 Ottobre 2013.

  1. Salve a tutti gli amici alfisti foto Chiarezza sui motori jts di Alfa 159, Brera e Spyder - {attachcounter}
    Vorrei avere informazioni dettagliate sui motori jts 1.9, 2.2 e 3.2 che equipaggiano le Alfa.
    Vorrei sapere dettagliatamente l'origine di questi tre motori e quali sono le loro caratteristiche tecniche incluse le soluzioni tecniche.

    Grazie in anticipo :)
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Olio motore per jts JTS 11 Giugno 2019
    Rumore strano motore 1.9 jts JTS 6 Luglio 2018
    Problemi GPL sui motori JTS JTS 8 Febbraio 2016

  3. sono di derivazione opel
    altronon so
     
  4. 1.9 jts, 2.2 jts, 3.2 jts
    Motori nati nell'epoca in cui esisteva la joint-venture fiat/GM.
    Il motore 2.2 jts, di cilindrata 2198cc, altro non è che il 2.2 montato da opel su vectra e frontera, nonche lo stesso motore che equipaggiava l'ultima fiat croma..
    I tecnici di Fiat-Alfa, hanno riprogettato la testata, e utilizzato il sistema jts, fino ad allora esclusiva del 2.0 italiano di 156/gt/gtv.
    Tale sistema di iniezione diretta, permette di aumentare potenza e coppia, rispetto ad un motore tradizionale.. L'iniettore spruzza direttamente in camera anziche nei collettori di aspirazione.. Una sorta di common rail nel benzina...
    Il 2.2 aveva 185 cv, 4 candele, e distribuzione a catena.. Ha avuto qualche caso di funzionamento irregolare (software) e qualche caso di problemi alla catena.... Motore che adora la benzina, probabilmente a causa della massa che si portava dietro...
    Il 1.9 jts è il fratellino, nel senso che la sua cilindrata di 1859 è stata prodotta andando a rimpicciolire il 2.2... Erogava 160 cv.
    Il 3.2 jts v6 è sempre di provenienza GM, cilindrata 3195cc, lo montava l'opel frontera.....
    In Italia hanno apportato le solite modifiche qua e la per rendere il suo carattere piu sportivo, rispetto alla versione GM. Erogava 260cv. Era prodotto in Australia, dalla Holden, marchio automobilistico di proprietà GM e veniva portato in Italia, già praticamente completo..
    Motore dal carattere meno sportivo del 3.2 Alfa Busso precedente, con un'erogazione piu lineare e meno brusca. Anche il sound, anche a detta delle riviste del settore, era ben diverso riapetto al vecchio Busso, che suonava come fosse un'orchestra sinfonica..

    Insomma 3 motori di derivazione Gm/Opel, con modifiche per cambiarne il carattere, iniezione diretta di benzina... Utilizzati per sfruttare la joint venture, e quindi risparmiando riapetto a progettarne nuovi da zero..
    In linea di massima affidabili, forse il loro temperamento è stato un po smorzato dalla massa delle vetture su cui erano messi... La caratteristica dei motori jts è la sfruttabilitá in un range di giri piu ampio. Ovvero, una coppia spalmata diversamente nell'arco dei giri motore rispetto ai predecessori, che permette di avere piu brio ai regimi medi.

    Erano tutti euro 4.. Quello meno venduto fu il 1.9 jts.
     
    A kormrider piace questo elemento.
  5. 1.9 jts, 2.2 jts, 3.2 jtsMotori nati nell'epoca in cui esisteva la joint-venture fiat/GM.Il motore 2.2 jts, di cilindrata 2198cc, altro non è che il 2.2 montato da opel su vectra e frontera, nonche lo stesso motore che equipaggiava l'ultima fiat croma..I tecnici di Fiat-Alfa, hanno riprogettato la testata, e utilizzato il sistema jts, fino ad allora esclusiva del 2.0 italiano di 156/gt/gtv.Tale sistema di iniezione diretta, permette di aumentare potenza e coppia, rispetto ad un motore tradizionale.. L'iniettore spruzza direttamente in camera anziche nei collettori di aspirazione.. Una sorta di common rail nel benzina...Il 2.2 aveva 185 cv, 4 candele, e distribuzione a catena.. Ha avuto qualche caso di funzionamento irregolare (software) e qualche caso di problemi alla catena.... Motore che adora la benzina, probabilmente a causa della massa che si portava dietro...Il 1.9 jts è il fratellino, nel senso che la sua cilindrata di 1859 è stata prodotta andando a rimpicciolire il 2.2... Erogava 160 cv.Il 3.2 jts v6 è sempre di provenienza GM, cilindrata 3195cc, lo montava l'opel frontera.....In Italia hanno apportato le solite modifiche qua e la per rendere il suo carattere piu sportivo, rispetto alla versione GM. Erogava 260cv. Era prodotto in Australia, dalla Holden, marchio automobilistico di proprietà GM e veniva portato in Italia, già praticamente completo..Motore dal carattere meno sportivo del 3.2 Alfa Busso precedente, con un'erogazione piu lineare e meno brusca. Anche il sound, anche a detta delle riviste del settore, era ben diverso riapetto al vecchio Busso, che suonava come fosse un'orchestra sinfonica..Insomma 3 motori di derivazione Gm/Opel, con modifiche per cambiarne il carattere, iniezione diretta di benzina... Utilizzati per sfruttare la joint venture, e quindi risparmiando riapetto a progettarne nuovi da zero..In linea di massima affidabili, forse il loro temperamento è stato un po smorzato dalla massa delle vetture su cui erano messi... La caratteristica dei motori jts è la sfruttabilitá in un range di giri piu ampio. Ovvero, una coppia spalmata diversamente nell'arco dei giri motore rispetto ai predecessori, che permette di avere piu brio ai regimi medi.*Erano tutti euro 4.. Quello meno venduto fu il 1.9 jts.
     
  6. #5ar:mdia94,18 Ottobre 2013
    Ultima modifica di un moderatore: 18 Ottobre 2013
    Grazie mille per la risposta, veramente esaustiva :D
    Quindi non sono in tutto e per tutto motori gm ma la testata è stata opportunamente modificati dai tecnici alfa per rendere il motore più adatto al carattere delle alfa? :) Almeno questo!
    Sapresti dirmi se le modifiche apportate dai tecnici alfa sono fatte una volta che i motori arrivano nei loro stabilimenti o se escono dalla gm già completi e con le prerogative dell'alfa implementate?
    E vorrei sapere anche se queste prerogative (jts ecc.) rimangono esclusive di alfa per distinguersi più sportivamente dagli altri o se vengono implementate anche sui motori destinati alle case della gm.

    Grazie in anticipo :D
     
  7. Nessuno sa rispondere alla mia domanda?! :fragend008:
     
  8. Allora per il discorso jts, era solo sulle AR. Il jts è nato nel 2002 con il 2.0 da 165cv, derivato dal 2.0 ts 16v pratola serra, ha fatto da "nave scuola" per lo sviluppo di questa tecnologia. Questa tecnologia ha poi ottenuto la "maturità" nei 1.9,2.2,3.2 di derivazione GM.
    Jts= Jet trust Stochiometric, ovvero iniezione diretta di tipo stechiometrico. Un'iniezione che lavora prevalentemente con rapporto aria/benzina stechiometrico pari a 14,7/1. Miscela magra in basso, per contenere i consumi, via via viene ingrassata con l'aumento dei giri per avere le prestazioni.
    Nessun altra auto Fiat e GM aveva tale sistema.

    Per quanto riguarda l'altro tuo quesito, so che il 3.2 arrivava direttamente via mare, da Port Melbourne, gia praticamente completo di tutto e assemblato. Qui veniva piazzato nei telai e venivano applicati gli "accessori" meccanici ed elettronici.
    Per il 1.9 e 2.2, non so se arrivassero pronti all'installazione come il 3.2 o se arrivasse solo il monoblocco e la testata venisse prodotta da noi....

    Inviato dal mio GT-I9070P con Tapatalk 2
     
  9. Nuovamente ottima risposta, grazie mille :D
    Sapere che almeno il jts è un'esclusiva dei motori montati sulle alfa, e che quindi si distinguono dagli stessi montati da gm, permette al marchio di non perdere del tutto il fascino grazie all'esclusività di alcune sue soluzioni tecniche. :D
    Alfa non si può permettere di non manifestare un'indole più sportiva anche delle altre case che montano gli stessi motori! Alfa è Alfa! :D
     
  10. Non è stata una decisione impeccabile usare motori derivati da GM sulle Alfa.... Una fetta di clienti hanno puntato ad altri marchi......... Però si sa, il fattore economico, anche nel mondo dell'auto ha il suo peso... E Fiat ha sicuramente fatto un affare in termini di risparmio in progettazione, nel proporre questa famiglia di motori... Ad esempio, il 3.2 Busso poteva essere portato ad euro 4.... Ma costruire il Busso comportava ben altri costi.... Invece il 3.2 GM gli costava una fesseria.... Fiat dava i 1.9 jtd alla GM, e GM gli dava sti motori a benzina... Per non parlare del telaio della 159/brera, che fu progettato per le Saab, ma il cui progetto venne accantonato.... Fiat se lo portò a casa, con la joint venture..... Un gran telaio in quanto a rigidità, ma col 3.2 sopra era ben oltre i 17 quintali... Telaio pesantino e motori di origine poco "reale" sono stati le pecche poco accettate da molti....

    Inviato dal mio GT-I9070P con Tapatalk 2
     
  11. Ti posso parlare del 6 cilindri 3.2 JTS di cui sono felice possessore!
    Il blocco motore in alluminio con disposizione a V di 60° è di derivazione Holden (marchio Australiano appartenente alla GM) e la distribuzione è a catena come sul motore di origine, per il resto testate, aspirazione e scarico sono dedicati e sviluppati da Alfa Romeo.

    Ti riporto un po' di dati da Wikipedia:

    Il motore
    HFV6 da 3.2 litri è stato realizzato dalla Holden sulla base dell'originaria versione da 3.6 litri, della quale è stato ridotto il diametro dei cilindri, sceso da 94 ad 89 mm. Invariata, invece, la corsa, rimasta ad 85.6 mm. La cilindrata totale è quindi di 3195 cc. Questo motore ha trovato impiego non solo su alcuni modelli del gruppo GM, ma anche, come già sottolineato in precedenza, su alcuni modelli Alfa Romeo di punta. Ciò è stato reso possibile da una collaborazione tra Gruppo GM e Gruppo Fiat, che si è avuta nei primissimi anni del XXI Secolo e che ha fruttato, tra l'altro, anche la possibilità per il Gruppo italiano di usufruire di tale motore. L'aspetto strano di ciò è che il Gruppo Fiat ha usufruito per primo di tale motore, mentre solo due anni dopo è comparso anche sotto il cofano di modelli del Gruppo GM, per giunta solamente due.
    In pratica vi sono due versioni principali del 3.2 HFV6: le caratteristiche di entrambe sono illustrate di seguito.

    [h=4]Alloytec 3.2[/h]Il nome Alloytec indica la gamma di motori HFV6 utilizzati dall'australiana Holden prevalentemente per i suoi veicoli. Tra questi motori troviamo il 3.2HFV6, derivato direttamente da una dealesatura del 3.6 HFV6. Caratterizzato da un rapporto di compressione di 10.3:1, questo motore eroga una potenza massima di 227 CV a 6600 giri/min, con un picco di coppia pari a 297 N·m a 3200 giri/min.
    Questo motore è stato però il meno utilizzato dal Gruppo GM, essendo stato montato solamente su due modelli. Tra l'altro, solo uno di essi ha il marchio Holden, mentre l'altro è una Opel. Presso la Casa tedesca questo motore è noto con la sigla Z32SE.
    [h=4]JTS V6[/h]Prima ancora che la Holden e la Opel introducessero il 3.2 Alloytec sui loro due SUV (Opel Antara ed Holden Captiva), il Gruppo Fiat ha acquisito i diritti di utilizzo di questo motore. Il V6 Alloytec è così giunto anche nel nostro Paese dove avrebbe trovato posto sui modelli di punta dell'Alfa Romeo. I tecnici della Casa milanese, però, non hanno inserito il 3.2 Holden così com'era, ma hanno apportato alcune modifiche di rilievo. Prima di tutto la distribuzione monta un doppio variatore di fase continuo sia su aspirazione sia su scarico. In secondo luogo, è stato adottato un nuovo tipo di alimentazione brevettato dalla Casa e noto come Jet Thrust Stoichiometric (JTS, da cui il nome con cui questo motore è noto nel Gruppo Fiat), una tecnologia di iniezione diretta di benzina ad alta pressione che permette una maggior efficienza del motore stesso. Inoltre, sono state rilavorate le testate ed i condotti di aspirazione (ora a geometria variabile), così da permettere un'opportuna turbolenza dell'aria immessa nei cilindri, nonché un innalzamento del rapporto di compressione da 10.3 ad 11.25:1.
    Anche il sistema di scarico ha subito modifiche, con un collettore di scarico più prestante e un nuovo sistema di catalizzatori appositamente progettati per ridurre le emissioni inquinanti anche a motore freddo.
    La potenza massima di questo motore è di 260 CV a 6200 giri/min, con coppia massima di 322 N·m a 4500 giri/min.


    Il risultato è un bel V6 aspirato molto raffinato, ricco di coppia sia ai bassi che agli alti giri (merito dei variatori di fase e dei collettori di aspirazione a geometria variabile) in cui per contro il cambio di passo ai regimi intermedi risulta meno evidente che sul vecchio Busso (più povero di coppia in basso) ma sicuramente più a suo agio del precedente 6 cilindri a spingere la massa importante di 159 e derivate (Brera e Spider).
    Per il discorso sound il Busso è una leggenda ma anche sul JTS hanno fatto un lavoro niente male!
    Ho recentemente postato un video nel mio garage a riguardo:
    https://forum.clubalfa.it/alfa-brer...-2-v6-q4-260cv-bianco-ghiaccio-2010-ra-7.html