Esenzione Bollo. Quale Attestato ASI richiedere?

Discussione in 'ASI' iniziata da brambil, 15 Luglio 2011.

  1. Mi sto avvicinando all'ASI per conto di un'amica che vuole iscrivere la sua auto. Il primo passo riguarderà le sole esenzioni/riduzioni.
    Sono andato sul sito ASI ed ho visto che vengono prodotti 4 certificati, ho escluso la carta d'identità FIVA ed il certificato di Identità, rimangono dunque:
    Attestato di Storicità: 20 € (dal 1° luglio 2009) - € 10,33 per eventuali duplicati
    Certificato di rilevanza storica
    [...]
    Quale documento attestante la storicità del veicolo (ai sensi del D.M. 17/12/2009), ai fini della circolazione e per la revisione: € 20

    Hanno costo uguale ed un nome simile. L'unico riferimento nel sito ASI che ho trovato è quello all'attestato di storicità che serve per la riduzione dell'IPT.
    A mia memoria serve anche il certificato di rilevanza storica, quella dicitura "ai fini della circolazione e per la revisione", il rimando al DM 17/12/2009 che ha variato varie cose in termini di veicoli di interesse storico (es. revisione) che a suo tempo (grazie a Michele) lessi ed il fatto che sia proposto ad una cifra bassa proprio per i veicoli 20nnali mi fa supporre che serva anche quest'ultimo per la riduzione/esenzione del bollo, ma vorrei una conferma prima di dire castronerie.

    Nel topic "Iscrizione ASI" non ho trovato nulla di specifico in merito a questo mio dubbio.

    Ho provato a chiamare il club presso la mia amica si appoggerà (motivi logistici)... una tragedia. La persona con cui ho parlato usava i due nomi uno per l'altro facendomi ancora più confusione, quando ho osato chiedere se i due certificati non sono in realtà due cose diverse mi ha detto che forse stava facendo confusione, secondo lui basta l'attestato, e se non sono convinto sarebbe meglio che andassi una sera là quando c'è anche il tecnico di club e quello "che capisce" così mi spiegano loro la cosa... E dire che è anche un club abbastanza grosso e rinomato.

    Dopo questo LUNGOOOOO post... qualche buon'anima mi conferma se ci vogliono entrambi o ne basta uno solo?

    GRAZIE
     
  2. #2Miclanci,20 Luglio 2011
    Ultima modifica: 20 Luglio 2011
    -l'ATTESTATO di STORICITA' è l'unico che dà diritto all'esenzione del bollo ed all'IPT ridotta ( per passaggio di proprietà ) per veicoli tra 20 e 30 anni di età .
    I veicoli con oltre 30 anni hanno questo diritto in automatico .
    Inoltre anche se alla luce del nuovo Decreto DM 17/12/2009 tale attestato non ha più valore come "prova" di iscrizione del veicolo ad un Registro Storico , viene ancora accettato da tutte le Compagnie di assicurazione per ottenere polizze agevolate.
    Quanto sopra per gli attestati rilasciato dopo il 19.03.2010 , data dell'entrata in vigore del DM 17/12/2009.


    il C.R.S. (Certificato di Rilevanza Storica ) nato per reimmatricolare veicoli di provenienza estera, senza targhe , demoliti , radiati d'ufficio , d'origine sconosciuta , ecc.... in realtà ha un valore ben più elevato ( e qui secondo me l'ASI ed i Registri hanno "cannato " alla grande !!! ) è infatti l'unico documento riconosciuto dallo Stato che attesta la storicità di un veicolo .

    Ora dopo qualche mese di confusione generale , Circolari esplicative del Ministero dei Trasporti , la situazione è questa ; quindi l'ASI ha differenziato le tariffe per il C.R.S :

    - 105,00 € se richiesto per la reimmatricolazione .
    - 20,00 € se richiesto per veicoli regolarmente circolanti , già in possesso dunque di targhe e libretto .

    Nel secondo caso nella domanda di CRS non serve allegare la dichiarazione dell'officina e la Dichiarazione di Atto notorio del proprietario che si assume la responsabilità di dove ha tenuto il mezzo fino a quel momento , perchè se il veicolo ha le targhe non è considerato rifiuto speciale .

    Non voglio confondere oltre le idee perchè la materia è un po' complessa .....concludo quindi dicendo che per la vettura della tua amica , presumendo che sia "appena ventennale" , è importante fare per ora il solo ATTESTATO di STORICITA' (Modulo , copie documenti , 4 foto - 20,00 € da pagare al Club ASI dopo che hanno ispezionato il veicolo )

    Allego un articolo pubblicato su "La Manovella "di dicembre del 2010 del Presidente ASI a che già chiariva questi aspetti .
     

    Files Allegati:

    A brambil piace questo elemento.
  3. Grazie mille!