Fiat acquisisce il 35% di Chrysler

Discussione in 'Notizie Panorama Automobilistico' iniziata da Auriga, 20 Gennaio 2009.

  1. Allora, Fiat entra in Chrysler, bella notizia. mi piace proprio.. e la 300C mi piace un sacco.... Ma ragioniamo.
    tra le altre cose l'accordo permetterà a Chrysler di produrre vetture piccole a basso costo grazie alle sinergie con Fiat.
    Se ciò è vero, è anche vero che Fiat potrà accedere a componenti di Chrysler in almeno 2 segmenti: SUV e berline medie-grandi, posto che questi siano moderni.
    Forse i progetti per la nuova 159 a TP, per la 169 e per la Suv Alfa iniziano a divenire concreti??

    A
     
  2. Sto caricando...


  3. io spero che il suv alfa non esca mai e poi mai...

    comunque entrando in topic ormai la fiat è una realtà e fa bene ad acquisire parte di chrysler credo che ne guadagnerà in immagine e anche nella parte monetaria...oltre sicuramente a qualche vantaggio di"produzione"

    potrebbe usare i vari pianali e trasmissioni per ritornare alla TP...almeno è quello che spero io

    l'unica cosa che spero è che non faccia fare a chrysler la stessa fine della bmw con la rover...speriamo siano più intelligenti ;)


    beh...io auguro al gruppo fiat di riuscire a collaborare ottimamente con la casa americana penso che potrebbero lavorare molto bene...e oltretutto forse la fiat avrebbe qualche agevolazione per quanto riguarda le esportazioni dei vari modelli negli stati uniti e compagnia bella no?
     
  4. L'accordo a fiat serve per avere le concessionarie e le fabbriche per lo sbarco negli USA di fiat 500 e Alfaromeo, non per ottenere componenti americane. Mentre a chrysler servono delle macchine a misura umana per ottenere incentivi dal governo e per poter competere con la concorrenza delle auto giapponesi.
     
  5. beh io non ero informato su questo...ma per quanto riguarda la possibilità d'esportazione c'ho azzeccato hihihihi :D
     
  6. Ci sono aspetti assai interessanti nell'accordo a cominciare dal fatto che l'acquisizione è senza "cash" ma con la fornitura di pianali e motori, inoltre si mettono le mani sulle fabbriche in USA che ultimamente non sono certo oberate di lavoro.
    Se si pensa che Chrysler, per quanto assai ridimensionata, dispone di un ampia rete di vendita, la base per il famoso "sbarco" negli Stati Uniti è pronta, adesso bisogna solo fornire modelli appetibili per il mercato americano.

    Tra l'altro Chrysler non ha modelli in reale concorrenza con quelli del gruppo Fiat ma anzi si porta in dote il marchio Jeep.

    Come si è detto da più parti il futuro dell'auto è in pochi "megagruppi" con buona pace di chi rimpiange l'Alfa sola soletta, semmai è sorprendente che la prima mossa di grande livello sia di Fiat, visto che fino ad un paio di anni fà era data per prossima al fallimento.

    :decoccio:
     
  7. ma io lo vedo come un mezzo suicidio.... la Daimler ha venduto la chrysler perchè ha visto che era un settore che non rendeva....... non credo la abbiano venduta per spasso....mah.: sgrat :.
    però lo vedo anche una mossa per fare un bel gruppo che in una futura ripresa economica si ritrova in una situazione florida , posizionata su tutti i segmenti e in tutti i continenti... magari ci portano anche una bella TP tanto acclamata :rolleyes: vediamo che ne esce fuori :decoccio:
     
  8. Per completezza vi riporto il link del comunicato stampa di fiat:

    COMUNICATO CONGIUNTO - Fiat Group, Chrysler LLC e Cerberus Capital Management L.P. annunciano piani per una alleanza strategica globale - Comunicati Stampa - Fiat Group Automobiles Press

    Cerco di focalizzare bene questa allenza.
    Lo scambio tecnico mi sembra a senso unico, con il suo know how fiat paga le quote di un'azienda sull'orlo del fallimento.
    Lo scambio commerciale a livello di rete di vendita invece mi sembra bilaterale e con ottime prospettive vista la non sovrapponiblità dei prodotti.
    La parte più interessante è forse quella finanziaria nella quale Marchionne si è fatto forte del suo successo nella ristrutturazione di Fiat per proporre le sua ricette anche per Chrysler così da creare il ritorno economico dell'investimento della tecnologia del gruppo.
    Speriamo che tutto questo renda il gruppo più forte e in grado di fare gli investimenti necessari al costante sviluppo dei modelli a cominciare come ovvio dal marchio Alfa più bisognoso di tutti di tecnologia di alto livello.
     
  9. beh di poasitivo c'è sicuramente che fiat e alfa quindi Brand Made in italy si potranno diffondere anche negli states il che gioverà di certo anche alla ripresa economica visto che qui è crisi profonda per quanto riguarda settore auto in particolare...e secondo me alfa in usa,ove vanta già moltissimi estimatori,potrà dire certamente la sua se saprà esportare prodotti degni del suo blasone...e poi....visot che stati uniti per me è sinonimo anche di T.P.....che sia veramente la volta buona che la ripropongano????speriam in bene!!
     
  10. #9 rossolandon, 21 Gennaio 2009
    Ultima modifica: 21 Gennaio 2009
    allora..che dire..

    L'acquisizione di Fiat del 35% del pacchetto azionario di Chrysler ( come già è stato detto) avverà a costo zero per la casa torinese...in cambio gli americani avranno accesso alle tecnologie fiat in materia di pianali ma sopratutto i piccoli ed ecologici motori ( che in questo momento servono come il pane per la sopravvivenza della casa americana). A detta dello stesso Marchionne l'accordo servirà a Fiat di ritornare in USA con le piccole 500 e ( udite udite) la nostra cara Mi.to, automobili che andranno a mettersi in competizione con le mini e le smart , auto che in questo momento, dove gli americani stanno scoprendo l'ecologia e il costo del petrolio, stanno avendo sempre più successo (Marchionne non è tanto ingenuo da lasciare una fetta di mercato dove Fiat "ha da insegnare":eclipsee_Victoria:)..e questo è stato il momento giusto anche perchè con questo accordo si possono produrre ( ed è questo il vero scopo dell'accordo e il perchè è stato cosi a lungo rimandato il "ritorno in USA") in loco le vetture andando a utilizare gli stabilimenti sparsi per tutti gli states (con felicità degli stessi operai statunitensi) e quindi a risparmiare e a semplificare il tutto......con la felicità di tutti...

    Per quanto riguarda l'utilizzo di piattaforme "made in USA" si potrebbe fare ( Fiat ha l'opzione di acquisire la maggioranza di chrysler e se alla lunga le cose andranno bene penso che non si lascerà scappare l'occasione), ma non la vedo come una cosa buona...certo tutti noi alfisti abbiamo visto questa come l'occasione di ritornare alla "tanto amata e voluta" trazione posteriore,..si ma quale? ci sono si progetti riguardanti nuove cose ma non per le berline (cosa che veramente ci interessa ) e per quelli in produzione il pianale della sebring penso che non vada bene (è anteriore) e quello della 300C , il pianale chrysler LX (o LE per alcune motorizzazioni di 300c in vendita in europa e costruite in Austria), vorrei ricordare che è stato sviluppato della mercedes classe E e non quella ora in listino ma il modello W210 ( in pratica quello in commercio dal 1996 fino al 2002:eek:) quindi un pianale vecchio ma sopratutto "pensante" ( e c'è chi si lamenta della 159:rolleyes:)...Per quanto riguarda i SUV non penso che questi siano tempi , magari potra esserci qualche cosa con l'Ulysse e il Voyager..mah...

    Quindi in conclusione (chiedo scusa a tutti per l'essere stato troppo lungo) l'accordo con Chrysler penso che sia si positivo, ma bisogna andarci "con i piedi di piombo" (la situazione finanziaria non è affatto rosea). Per noi alfisti spero che questa sia l'occasione di riportare l'Alfa agli "onori" di una volta ma anche di spronare i "colletti bianchi" a Torino di investire per lo sviluppo di un pianale a trazione posteriore ( ricordo che in USA l'alfa conserva ancora un bel ricordo e per far breccia nel cuore negli alfisti d'oltreoceano ci vuole una trazione posteriore!!!)

    P.s....VIVA L'ALFA!!!!
     
  11. Beh nel mio cuore e nel vostro ha già fatto breccia..ma se la trazione posteriore ci fosse anche qui in europa sarebbe ancora meglio...e farebbe breccia anche nelCXXX delle tedesche finalmente se fosse acompagnata anche da motori e pianali all'altezza!
    ax ma che ci vuole..!!!!ASCOLTATECIIIIIIIII!!!ah..già...i soldi....!;)
    beh...spero tanto che la mia prossima Alfa (tra 4-5anni quando vorrò cambiar la Brera..)sia a trazione posteriore ,il che potrebbe voler dire soltanto 2 cose o le nuove alfa saranno prodotte così oppure che mi sarò preso la 8C...in entrambi i casi..sarei felice...!;)