i cv dell'alfa

Discussione in 'Sondaggi e Statistiche' iniziata da streetfox, 30 Luglio 2008.

  1. ragazzi qual'è stata l'alfa piu potente mai prodotta nella storia del biscione??
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche:
    1. mostronero
      Risposte:
      232
      Visite:
      29,928

  3. credo la 166 quella rossa che c è al museo....166procar?mi pare......
     
  4. foto i cv dell'alfa - 1 [/URL]

    Vedi l'allegato 126406 http://www.mitoalfaromeo.com/html/i...TACH] Alfa Romeo 164 3,5lt V10 con 600cv [/B]
     
  5. forse la più potente da originale...non prototipi come nelle foto è stata la alfa romeo 33 stradale...sia a cv totali che cv litro che ripartizioni del peso,baricentro e ciclistica in generale...


    vediamo se trovo foto :)
     

    Files Allegati:

  6. No e l'8c la piu potente mai creata.. cmq ce ne una bella lista di bolidi k puo vantare l'alfa romeo!!!
     
  7. non so quanti cv\l abbia la 8c,oltre al fatto che la 33 è l'ispiratrice della 8c ;) ...ma la 33 stradale era davvero un mostro...e penso lo sia ancora oggi dopo tutti questi anni ;)

    ecco la scheda tecnica e tutto quello che riguarda quest'auto trovato su wikipedia...
    io cito solo 2000cc...230cv...10.000rpm...800kg...
    il resto è scritto qui:

    L'Alfa Romeo 33 Stradale è una fuoriserie prodotta dall'Alfa Romeo a fine anni '60 estremamente rara, infatti pare che siano stati prodotti solo 18 esemplari.

    La prima 33 Stradale realizzata era basata sulla omonima versione da competizione, la Tipo 33. Questa autovettura, presentata nel 1967 al Motorshow di Torino, venne disegnata da Franco Scaglione e costruita dalla Carrozzeria Marazzi; è spesso ricordata per essere la prima vettura prodotta ad avere le portiere ad apertura verticale, e l'estetica non risente assolutamente dei 40 anni trascorsi, a tal punto che la nuova Alfa 8C Competizione ricorda moltissimo questa vettura. È considerata, da molti esperti, la più bella auto di tutti i tempi.

    Il motore, posto in posizione centrale, lo stesso della Tipo 33 da competizione, non aveva praticamente nulla in comune con le unità destinate ad equipaggiare le auto di serie; era un 1995cc V8 progettato dall'ing. Carlo Chiti, fondatore e responsabile della squadra corse Autodelta, il reparto corse dell'Alfa Romeo. Autentico gioiello tecnologico, costruito interamente in alluminio, disponeva di impianto di iniezione meccanica indiretta "Spica", lubrificazione a carter secco, quattro alberi a camme in testa, cambio a 6 rapporti e sedici candele (2 per cilindro); poteva raggiungere il regime di 10.000 giri al minuto, un record per l'epoca ma anche oggi elevatissimo per un'auto da strada; la potenza di 230cv fa di questo motore uno dei 2.000cc aspirati più potenti mai realizzati. Una potenza strabiliante per un'autovettura stradale, ancor di più se si considera che è ottenuta con la sola tecnologia meccanica e senza l'ausilio di strumenti elettronici, onnipresenti su tutte le auto moderne. La ben più recente autovettura giapponese Honda S2000, che monta anch'essa un 2000cc aspirato particolarmente potente, pur disponendo di testata plurivalvole, di iniezione elettronica, di accensione elettronica e di variatore elettronico di fase, si ferma a 240cv, oltretutto ottenendo questo risultato 30 anni dopo.

    Anche per il ridotto peso del telaio, realizzato grazie all'impiego di tecnologie aeronautiche, di appena 800 Kg in ordine di marcia, costruito con elementi tubolari in acciaio e fusioni in lega di magnesio, allungando di 10 cm quello della 33 da competizione costruita sempre da Autodelta, la 33 Stradale raggiungeva prestazioni inimmaginabili per il tempo come per oggi da un 2 litri, infatti la velocità massima era di quasi 260 Km/h e l'accelerazione da 0 a 100 km/h era compiuta in 5,6 sec.

    Tra i 18 esemplari prodotti vi sono lievi differenze estetiche, la più evidente delle quali è rappresentata dalla presenza di due soli fari anteriori in luogo di quattro fari.

    Uno dei 18 esemplari di questa autovettura (versione con quattro fari) è conservato presso il Museo Storico dell'Alfa Romeo di Arese.

    La 33 Stradale quando fu venduta (figurava regolarmente a listino presso i concessionari) era una delle auto più costose sul mercato, ben 9.750.000 lire; per fare un esempio l'Alfa Romeo Giulia TI costava 1.570.000 lire; per una Jaguar si spendevano circa 5 milioni, mentre per una Ferrari occorrevano 6 milioni.

    Nel 1970 una vettura della versione da competizione, denominata Tipo 33/3, venne utilizzata nel film di Steve McQueen, Le 24 Ore di Le Mans.
     
  8. WOW cosa darei per farci un giro...
     
  9. scusate se intervengo solo ora ma il lavoro.....
    io intendevo come auto di serie...
     
  10. la 33stradale è un auto di serie omologata per la circolazione ;) se leggi quello che ho riportato lo dice :) purtroppo ne han venduti solo 18esemplari...peccato...e comunque è la mamma della 8c ;)