Il ciclo di ricarica della batteria di un'auto

Discussione in 'Schede Tecniche' iniziata da andrea-cesenat, 4 Giugno 2013.

  1. #1andrea-cesenat,4 Giugno 2013
    Ultima modifica: 6 Giugno 2016
    L'impianto elettrico di un'auto si regge grazie ad una batteria che standar sta sui 12V circa a corrente continua e dispone di uno spunto ed alimentazione di continuità.
    Lo spunto serve per il motorino d'avviamento dove serve forza per avviare il motore, di continuità perchè una volta acceso il motore la batteria deve fare una sorta di condensatore per l'alternatore.
    foto Il ciclo di ricarica della batteria di un'auto - 1foto Il ciclo di ricarica della batteria di un'auto - 4
    però non basta solo la batteria, per gestire il motore e l'intero impianto occorre una tensione continua e stabile per tenere acceso le varie centraline oltre al radiatorino e quant'altro...
    foto Il ciclo di ricarica della batteria di un'auto - 2foto Il ciclo di ricarica della batteria di un'auto - 3
    Con l'alternatore si chiude un ciclo tra uso della batteria e ricarica di essa tramite l'alternatore, può sembrare banale, ma in seguito ci sono varie spegazioni....
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Pedale della frizione Schede Tecniche 30 Agosto 2016
    salve ragaa ho trovato una vite volante sotto i pedali della mia alfa 156 Schede Tecniche 16 Novembre 2015
    rete CAN - BUS delle nostre auto Schede Tecniche 12 Ottobre 2014

  3. #2turbodiesel,14 Agosto 2013
    Ultima modifica di un moderatore: 16 Agosto 2013
    re: Quale batteria su Alfa 156 JTD 115cv?

    Io ti consiglio di acquistare una batteria un po' più potente di quella originale da 60Ah e 540A, piuttosto sottodimensionata per il motore.
    Sì sà, costa meno mettere il minimo sindacale in catena di montaggio e questo hanno fatto.
    l'alternatore di una 156 JTD non ha problemi a ricaricare batterie fino a 80Ah.
    Solo se fa avvii molto frequenti e tragitti molto brevi allora potresti incorrere in qualche problema di durata e ricarica.
    Io ti consiglio una da 70 per contenere le spese o al massimo da 75Ah ed uno spunto minimo di 640A.
    Ci stanno anche batterie più grandi come dimensione, ma per montarle si deve smontare il manicotto superiore dell'intercooler e non mi pare il caso, visto che già devi togliere la scatola dei fusibili; sarebbe un'ulteriore perdita di tempo.
    Si può, prendere la batteria con la spia di verifica: è molto comoda per controllarne l'efficienza.
    Ciao! :decoccio:
     
  4. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    Per essere precisi, l'alternatore dev'essere del 20% almeno superiore alla corrente nominale oraria della batteria.

    Ossia: batteria da 100Ah > alternatore da 120A.

    Per cortesia non fate il ragionamento "oddio, e perché devo caricare una batteria da 100Ah con 120A? Non si rovina?", perché è un ragionamento completamente sbagliato.

    :D

    Un conto è la CAPACITA' di un accumulatore (in Ah), un altro è la corrente di ricarica (in A).

    Se l'alternatore è "piccolo" rispetto la batteria, la bassa resistenza interna di questa può affaticarlo, ma di solito non succede perché i cavi "ammortizzano la botta".

    In poche parole, un alternatore da 60A su una batteria da 100Ah si fa un mazzo notevole e può crepare prima del tempo.

    Saluti elettrici

    :Joker:

    IA
     
  5. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    Temo non sia proprio così.... l'alternatore ai fini della sicurezza di funzionamento e durata poco ci "azzecca" con la capacità della batteria ed un elettrotecnico (non elettronico) lo dovrebbe saper bene... :grinser002:

    Mi piacciono i quiz tecnici... chi mi sà dire perchè un alternatore per auto non si può sovracaricare?
    Premetto che non si vince nulla, solo un pò di cultura elettrica. :lachen001:



    Per dimostrare che la capacità della batteria è indipendente dalla corrente di erogazione dell'alternatore porto ad esempio la mitica 33, meglio se prima versione...
    In origine montava un alternatore che erogava 33 A e una batteria variabile tra i 45 e i 50 Ah, qulcuno ha notizia di morti premature dell'alternatore dovute alla differenza tra erogazione e capacità?

    Anzi, la batteria di capacità elevata consente una minor usura dell'alternatore in quanto nel caso venissero accesi diversi accessori (lunotto termico, clima, fari supplementari, tergicristalli, etc.etc) riuscirebbe ad erogare quella corrente che "solleva" l'alternatore da carichi di "punta"..

    Comunque dopo le risposte al quiz si capirà meglio ciò che affermo...

    PS e pensare che sono vissuto in mezzo alle dinamo, regolatori di tensione, corrente e di minima elettromeccanici... :lol2:


    :ernaehrung004:
     
  6. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    L'alternatore è limitato in TENSIONE.

    Quando alla sua uscita "legge" 14,4V, allora smette di erogare corrente.

    Tale valore non dipende dal numero di giri (insomma, entro certi limiti...un regime minimo ci vuole), e nemmeno dalla corrente.

    Una batteria di elevata capacità ha una resistenza interna molto bassa, tanto più bassa quanto maggiore è la sua corrente di spunto.

    Se la resistenza è bassa, essa assorbe, in ricarica, una corrente maggiore, a parità di tensione.

    Ergo, una batteria "grossa" può mettere in difficoltà l'alternatore perché lo costringerebbe a carichi di corrente elevati per molto tempo (perché ci mette di più a ricaricarsi, avendo maggiore capacità).

    Con le vecchie auto questo non era un grosso problema per due motivi:

    - cavi di minore sezione (resistenza serie tra alternatore a batteria=minore corrente)

    - batterie con elevate resistenze interne.

    Le tecnologie costruttive, infatti, hanno permesso con gli anni di aumentare, più che la capacità nominale, la corrente di SPUNTO.

    Una 33Ah di 20 anni fa aveva correnti di spunto anche la metà di quelle odierne, e tutto questo significa resistenze interne maggiori (per le vecchie batterie).

    Oggi, montare una batteria di grande capacità, è più a rischio di una volta.

    :D

    IA

    PS: sui "carichi di punta" hai ragione.
     
  7. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    La discussione devo riconoscere è molto tecnica quì.....io consiglio sempre una batteria leggermente superiore come Ampere proprio per la partenza del motore e soppravivenza sia dell'alternatore che la batteria che non la si spreme mai...
     
  8. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    Sono d'accordo... ma chi limita la corrente?

    Non è proprio così, il regolatore di tensione limita la tensione il più simile a quella prevista dal costruttore (diciamo pure 14,4V anche se dipende dallatemperatura) ma il generatore continua ad erogare corrente altrimenti come farebbe ad alimentare fari, motore, etc. etc.?


    Si va bene ma la somma degli utilizzatori equivale sicuramente ad una resistenza inferiore a quella dell'accumulatore...

    Cerca cosa limita la corrente di un alternatore e capirai, ti aiuterei ma vorrei sentire qualcun altro... :Joker:

    Anche qui mi sento di smentirti... il rame in passato costava meno e se confronti i cavi di una vecchia Giulia o anche più recentemente di una 33-75 ti accorgerai di quanto il costruttore ha lucrato sulle sezioni dei conduttori...



    Anche qui non sono d'accordo e qualcuno in un post precedente ha accennato la ragione per la quale non è consigliabile eccedere con la capacità.



    :ernaehrung004:
     
  9. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    limita la tensione il regolatore andando a regolare la bobina esterna (statore) dove arriva corrente dalla batteria, altrimenti all'albero (rotore) si alza troppo la f.e.m. da rischiare di far saltare la batteria (ne ho vista una friggere per eccessso di tensione d'uscita all'I.T.I.S.), andando a regolare la bobina esterna riuscendo comunque ad eccitare al rotore anche se questo è un metodo, ma ne esistono altri per stabilizzare una tensione...

    mi sono sentito invitato.: lol :.
    E' limitato da quanto flusso magnetico offre la bobina nella carcassa dell'alternatore e la rotazione dell'albero, da lì si stabilisce quanti Ampere riesce a dare l'alternatore

    Purtroppo è vero, le auto di oggi non sono più come quelle di una volta...
     
  10. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    Io sono limitato e conosco un solo e unico metodo, magari se ti sforzi e ti esprimi con un linguaggio un pò più tecnico ne vieni a capo... dai puoi farcela! :musik009:

    Forza prima che qualcun altro ti passi avanti!


    :decoccio:
     
  11. Re: Quale batteria per Alfa 156 JTD?

    mi metti fretta?:rolleyes:

    Il vantaggio dell'alternatore che con il 1,5% di induzione riesce ad eccitare ed è costretta a fluire attraverso il sistema costituito dalle spazzole e dagli anelli, però in condizioni normali avere una batteria più grossa nel momento di bisogno se non prolungato non chiede troppo dall'alternatore, diciamo fa da spugna temporanea, però dopo l'alternatore deve erogare fino a quando la caricata, il problema sarà solamente quando l'hai spremuta forse per fatica ad avvira il motore e l'alternatore deve carica anche il supplemento...ma di regola vedo che anche a me mi durano di più anziche avere tutto come prescritto...