2.2 Diesel Olio 0W20 oppure 0W30

i folli che ancora credono ai famosi olii longlife 🤣 e la cosa ridicola è che le nostre alfa con il 2.2 hanno pure il countdown sostituzione olio impostato a 30 mila come tutte le altre auto diesel di fca tra l' altro

io lo cambierò (o lo farò cambiare) a 15 mila, assolutamente non oltre, preferibilmente con 0w30
Io lo cambio ogni10.000....ma non con olio "acqua "
 
  • Like
Reactions: gigivicenza
Non solo le rigenerazione ma e la temperatura che influisce molto sul degrado.. se parti con auto fredda olio avrà umidità al suo interno ovviamente e ne assorbirà ancora i primi minuti che il motore non è in. Temperatura.. perché un motore freddo gira molto più arricchito di carburante che molto probabilmente non verrà bruciato bene visto i metalli del motore non in temperatura.. infatti sui motori fissi tipo muletti ecc c’è un conta ore che scandisce il tagliando e credo che le ore non sono molte.. le variabili sono infinite ma da esperienza e tt i motori che ho visto chi ha sempre sostituito olio molto ravvicinato perché conosce meccanica e sa bene che è fondamentale ha motori che a km elevati vanno ancora molto bene mentre chi lo fa dopo ha sicuramente avuto più problemi nel tempo e km.. utilizzo ideale del motore termico che sia diesel o benzina e portarlo sempre in temperatura ideale e farlo stare lì quindi un motore sempre acceso degrada olio molto meno di uno che fa cicli termici… inoltre quando si spegne auto la temperatura i primi minuti sale olio non circola perché il motore e fermo e la temperatura sale per poi scendere lentamente.. con start stop sale poi quando riparte motore cala di colpo.. che è peggio ancora!! Ci sarebbe da dire parecchio sul degrado olio ma ho già scritto parecchio e verrebbe un post infinito
 
  • Like
Reactions: Alex777
Chiaramente l'avviamento a freddo è un momento molto difficile per un olio motore ed anche lo start e stop a motore caldo, non aiuta a conservare le caratteristiche dell'olio.
Potete dimenticarvi che l'algoritmo del degrado olio riesca a tenere conto dei parametri di usura reale dell'olio. Quando io cambio l'olio lo trovo con un 70% residuo, eppure quello che esce dalla coppa non è proprio rassicurante.
Chiaramente 10000km sono un buon compromesso tra l'esigenza di evitare di essere sempre in officina a cambiare l'olio e quella di non girare con un fluido informe che forse lubrifica il motore.
Chi fà molta autostrada potrebbe allungare gli intervalli, ma dipende anche molto da come si guida la vettura.
Una guida mirata a sfruttare il motore prevalentemente al regime di coppia massina aiuta molto a non usurare il motore, una guida risparmiosa a bassi regimi sotto quelli di erogazione del compressore non aiuta e la ricerca della potenza massima al limite della zona rossa sicuramente non contribuisce a limitare l'usura complessiva ed il degrado dell'olio.
Si potrebbe anche discutere su alcuni prodotti quali olio speciali ad alta adesività, olii additivati con micromolecole di carbonio o solfato di boro, che cercano di riempire le microporosità dei metalli (soluzione ineludibile sui motori ibridi che tendono a fermare il motore quando ci sono risorse elettriche per la propulsione), ma in definitiva un buon olio cambiato spesso e non forzare il motore nella fase di riscaldamento fanno la differenza.
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Cris1 e gigivicenza
Potete dimenticarvi che l'algoritmo del degrado olio riesca a tenere conto dei parametri di usura reale dell'olio.
certo che no, è semplicemente un conteggio km percorsi e con un leggero aggiustamento per le rigenerazioni
 
Tanto le case si parano il culo con in caso di uso gravoso che e praticamente uso che fanno il 90% se non di più dei clienti!! Uso non gravoso li fa il rappresentante che ha 2 clienti a parecchi km di distanza magari fa 500 /1000 km e spegne auto 2 volte!! Li e uso non gravoso ma chi lo fa …
 
La definizione di uso gravoso è quanto di legalmente più difficilmente dimostrabile in sede di contenzioso.
In assoluto una vettura dotata di gancio di traino e che concretamente traina un rimorchio viene chiamata a fare un uso gravoso, su questo non vi è alcun dubbio. Ma potrebbe essere stato montato il gancio nella prospettiva di un traino mai effettuato concretamente.
Una vettura a pieno carico e magari con il bagaglaio ausiliario sul tetto è chiamata ad un uso gravoso, ma si potrebbe anche organizzare tutto per una trasferta in montagna con tutta la famiglia e poi non concretizzarla mai.
Dunque tutto questo deve essere dimostrato con prove documentali d'uso e non con le chiacchere di un ispettore di casa costruttrice.
in definitiva un conducente dotato di patente che circola su strade aperte al traffico non stà effettuando un uso gravoso della vettura, dimostrare il contrario è impossibile , ne possono essere utilizzate come prove perizie sull'usura dell'impianto frenante o sullo stato dei pneumatici in quanto soggetti a troppe variabili per poter essere concludenti riguardo l'uso della vettura. Lo stesso discorso, a maggior ragione, per l'olio presente in coppa.
Si ipotizzi la rottura della cinghia di distribuzione ad 80000 km, la domanda sarebbe se la rottura precoce debba essere ascritta all'uso gravoso, ebbene l'uso gravoso dovrebbe essere dimostrato inconfutabilmente con registrazioni dei percorsi effettuati con relativi picchi di carico del motore, picchi di accellerazione ai semafori o curve affrontate al limite ecc.
Forse l'unico modo per dimostrare cose simili potrebbero essere le black box che talune compagnie assicurative proprongono ai clienti in cambio di modesti sconti e per le quali richiedono liberatoria dell'uso dei dati raccolti.
Sicuramente una perizia sui dati del server dell'antifurto satellitare, finalizzato ad altro scopo e privo di liberatoria per l'uso dei dati raccolti a fine diverso da quello di antifurto, potrebbe essere disposta solo dal giudice ed una simile eventualità è molto molto remota.
la classica affermazione "ma lei fà un uso gravoso della macchina", è priva di ogni concretezza se non è accompagnata da prove inconfutabili dell'uso gravoso... ed a quel punto come gesto di sfida usciamo dall'officina con un accellerazione bruciante al limite del fuorigiri
 
Ultima modifica:
certo che no, è semplicemente un conteggio km percorsi e con un leggero aggiustamento per le rigenerazioni
Non solo per le rigenerazioni, tiene conto anche dell'uso del veicolo
 
Non solo per le rigenerazioni, tiene conto anche dell'uso del veicolo
su 4 auto diesel che ho avuto in casa, 2 mie e due di familiari, il conteggio km residui olio andava sempre di pari passo ai km percorsi, centinaio di km più o meno
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
su 4 auto diesel che ho avuto in casa, 2 mie e due di familiari, il conteggio km residui olio andava sempre di pari passo ai km percorsi, centinaio di km più o meno
Non sto parlando di altre auto parlo di Giulia. La mia è una benzina e non ha rigenerazioni. Il calcolo dei km per il cambio olio è diverso a seconda dell'utilizzo dell'auto (e meno male)
 
X