2.2 Diesel Olio 0W20 oppure 0W30

Testi di laboratorio!! Già dopo 7/8..
probabilmente era già stato detto, non ricordo tutta la discussione a mente... grazie Gigi. preoccupante comunque
 
Gli 0/20 non valgono niente 😅 Fate bene ad usarlo..... Voi 😅 stellantis è contenta di vendervi dei motori 😉
 
Gli 0/20 non valgono niente 😅
o meglio...
valgono SE cambiati ogni 10 mila km, SE non interrompi nemmeno mezza rigenerazione, SE non tiri il motore con 40 gradi al ombra, SE in quantità generosa per la dimensione motore (3.6 litri di olio per un 2.2 è una miseria)
usare un 0w30 mette una pezza a tutti questi difetti
 
  • Like
Reactions: ricc e stefano1980
- Informazione Pubblicitaria -
- Informazione Pubblicitaria -
Gli olii a bassa viscosità ad alto tenore di additivi sono pensati per garantire una buona protezione del motore, quindi, malgrado i gufi, quando sono stati appena versati in coppa sono perfettamente in grado di svolgere il loro lavoro.
Quando sono esposti a gli stress termici della vita in coppa motore rispondono degradando soprattutto la parte additiva e ne perdono tutti i vantaggi.
Si potrebbe pensare di usare un olio ad alta viscosità per proteggere meglio il motore, ma andando oltre un olio w30 si corre il rischio che il fluido lubrificante sia troppo denso per raggiungere le parti in movimento secondo le modalità previste dal progettista del motore, soprattutto considerando le sempre minori tolleranze di costruzione dei motori moderni.
Poi se qualcuno è un temerario può anche usare un olio 15w50 (lo trovate ancora!) che probabilmente non perde le sue caratteristiche, pessime già in origine, fino a 50000 km; comunque ho seri dubbi che questa soluzione consenta ad un motore attuale di sopravvivere.
Quando ero un poco più giovane si cercava per le motociclette honda l'olio 5w40 totalmente sintentico di mobil come alternativa un poco meno costosa all'originale giapponese ed il portafoglio sentiva bene che quell'olio mobil comunque non era un oliaccio qualsiasi.
Nell'evoluzione motoristica oggi abbiamo degli olii che all'epoca erano inimmaginabili, la verità è una sola: serve un olio con elevato contenuto tecnologico per girare su motori diesel da 100cv litro e il vecchio 5w40 fullsynth, che cercavamo come oro 20 anni orsono, ormai è proprio un olio storico.
Non è una vergona usare un olio a bassa viscosità, basta solo capire che dopo 10000km in un motore, dell'ottimo olio originale non è rimasto niente.
Personalmente voto per lo 0w30, ma non cercherei di andare oltre inseguendo i buoni olii di una volta, che appunto sono olii di una volta.
 
  • Like
Reactions: ciomauro
Gli olii a bassa viscosità ad alto tenore di additivi sono pensati per garantire una buona protezione del motore, quindi, malgrado i gufi, quando sono stati appena versati in coppa sono perfettamente in grado di svolgere il loro lavoro.
Quando sono esposti a gli stress termici della vita in coppa motore rispondono degradando soprattutto la parte additiva e ne perdono tutti i vantaggi.
Si potrebbe pensare di usare un olio ad alta viscosità per proteggere meglio il motore, ma andando oltre un olio w30 si corre il rischio che il fluido lubrificante sia troppo denso per raggiungere le parti in movimento secondo le modalità previste dal progettista del motore, soprattutto considerando le sempre minori tolleranze di costruzione dei motori moderni.
Poi se qualcuno è un temerario può anche usare un olio 15w50 (lo trovate ancora!) che probabilmente non perde le sue caratteristiche, pessime già in origine, fino a 50000 km; comunque ho seri dubbi che questa soluzione consenta ad un motore attuale di sopravvivere.
Quando ero un poco più giovane si cercava per le motociclette honda l'olio 5w40 totalmente sintentico di mobil come alternativa un poco meno costosa all'originale giapponese ed il portafoglio sentiva bene che quell'olio mobil comunque non era un oliaccio qualsiasi.
Nell'evoluzione motoristica oggi abbiamo degli olii che all'epoca erano inimmaginabili, la verità è una sola: serve un olio con elevato contenuto tecnologico per girare su motori diesel da 100cv litro e il vecchio 5w40 fullsynth, che cercavamo come oro 20 anni orsono, ormai è proprio un olio storico.
Non è una vergona usare un olio a bassa viscosità, basta solo capire che dopo 10000km in un motore, dell'ottimo olio originale non è rimasto niente.
Personalmente voto per lo 0w30, ma non cercherei di andare oltre inseguendo i buoni olii di una volta, che appunto sono olii di una volta.
Nella 500 Abarth uso un 10/50 e la macchina ha 3 anni di vita. Non credo abbia tolleranze diverse dal motore della Giulia e ti dirò di più , in caso di elaborazioni d obbligo si passa al 10/60 che non solo oli di una volta😅
 
Gli olii a bassa viscosità ad alto tenore di additivi sono pensati per garantire una buona protezione del motore, quindi, malgrado i gufi, quando sono stati appena versati in coppa sono perfettamente in grado di svolgere il loro lavoro.
Quando sono esposti a gli stress termici della vita in coppa motore rispondono degradando soprattutto la parte additiva e ne perdono tutti i vantaggi.
Si potrebbe pensare di usare un olio ad alta viscosità per proteggere meglio il motore, ma andando oltre un olio w30 si corre il rischio che il fluido lubrificante sia troppo denso per raggiungere le parti in movimento secondo le modalità previste dal progettista del motore, soprattutto considerando le sempre minori tolleranze di costruzione dei motori moderni.
Poi se qualcuno è un temerario può anche usare un olio 15w50 (lo trovate ancora!) che probabilmente non perde le sue caratteristiche, pessime già in origine, fino a 50000 km; comunque ho seri dubbi che questa soluzione consenta ad un motore attuale di sopravvivere.
Quando ero un poco più giovane si cercava per le motociclette honda l'olio 5w40 totalmente sintentico di mobil come alternativa un poco meno costosa all'originale giapponese ed il portafoglio sentiva bene che quell'olio mobil comunque non era un oliaccio qualsiasi.
Nell'evoluzione motoristica oggi abbiamo degli olii che all'epoca erano inimmaginabili, la verità è una sola: serve un olio con elevato contenuto tecnologico per girare su motori diesel da 100cv litro e il vecchio 5w40 fullsynth, che cercavamo come oro 20 anni orsono, ormai è proprio un olio storico.
Non è una vergona usare un olio a bassa viscosità, basta solo capire che dopo 10000km in un motore, dell'ottimo olio originale non è rimasto niente.
Personalmente voto per lo 0w30, ma non cercherei di andare oltre inseguendo i buoni olii di una volta, che appunto sono olii di una volta.
E poi non passare dalle stelle alle stalle, qui nessuno vuole usare il 15/50 ma si parla di gradazioni solo appena dopo quella prescritta e oli €6 , quindi con lo stesso pacchetto additivi . Comunque puoi mettere tutti gli additivi che vuoi ma alla fine Lo 0/20 sempre un olio " sottile " resta
 
  • Like
Reactions: gigivicenza
- Informazione Pubblicitaria -
ma andando oltre un olio w30 si corre il rischio che il fluido lubrificante sia troppo denso per raggiungere le parti in movimento secondo le modalità previste dal progettista del motore, soprattutto considerando le sempre minori tolleranze di costruzione dei motori moderni.
infatti non ho assolutamente mai consigliato oli più densi di 0w30 per il 2.2

essere 0 a freddo aiuta a lubrificare tutto, bene e subito con tolleranze ridotte
essere 30 a caldo significa mantenere una maggiore tenacità sotto elevati livelli di stress e temperatura

nessuno, perlomeno non io, dice che lo 0w20 fa esplodere il motore a freddo, il problema è a caldo in estate, magari anche sotto sforzo e soprattutto dopo parecchi migliaia di km
Nella 500 Abarth uso un 10/50 e la macchina ha 3 anni di vita
il 1.4 tjet è un motore molto più rustico del 2.2 jtdm

basta solo capire che dopo 10000km in un motore, dell'ottimo olio originale non è rimasto niente.
già, nonostante non abbia mai interrotto nemmeno mezza rigenerazione, nonostante non faccia il cosiddetto uso gravoso ossia percorsi brevi e motore che gira al minimo in folle frequentemente, prima che cambiassi l' olio, il rumore delle punterie si sentiva eccome a certi giri e giulia una certa isolazione dal rumore ce l' ha...
non oso immaginare i folli che aspettano 30 mila km per far cambiare l' olio, quando esce la spia "cambiare olio"

Quando ero un poco più giovane si cercava per le motociclette honda l'olio 5w40 totalmente sintentico di mobil come alternativa un poco meno costosa all'originale giapponese ed il portafoglio sentiva bene che quell'olio mobil comunque non era un oliaccio qualsiasi.
la mia moto honda nuova usa il 10w30, però non è assolutamente un motore spinto
però si, credo proprio sia semi sintetico
invece ktm usa il full sintetico anche sui modelli entry level

comunque piccolo aneddoto sul 1.3 mjet

quando è nato euro 3 usata il 10w40
quando era euro 4 e 5 usava il 5w30

quando è diventato euro 6b usava lo 0w30
con il passaggio ad euro 6d, gli hanno messo lo 0w20!

povera catena...

oppure stesso 1.3 mjet euro 5, venduto a marchio fiat i tagliandi erano ufficialmente ogni 30 mila, stesso identico motore venduto a marchio suzuki tagliandi ogni 15 mila... che strano... sembra quasi che fiat preferisse pubblicizzare gli intervalli lunghi mentre suzuki preferiva una maggiore longevità a lungo termine...
 
X