RC auto - Non più obbligatoria ?

Discussione in 'Assicurazioni' iniziata da Tibe, 23 Aprile 2006.

  1. Dieci milioni di automobilisti rischiano di rimanere senza assicurazione RC auto se l'Italia sarà obbligata dall'Unione Europea a eliminare l'obbligo a contrarre. Sarebbero a rischio, tra gli altri, i giovani sino a 25 anni, quelli che vivono in zone ad alto tasso di sinistrosità (per esempio, Napoli, Bari o Bologna) e quelli che percorrono decine di migliaia di chilometri l'anno.

    L'allarme arriva dall'Adiconsum: la Ue ha ritenuto carenti le motivazioni fornite dal governo italiano a giustificazione della normativa vigente, che prevede per le Compagnie l'obbligo di stipulare una polizza a chiunque ne faccia richiesta. Quindi, è scattato il periodo di 60 giorni previsto per il deferimento alla corte di Giustizia europea entro cui il Governo deve fornire risposte più esaustive, pena l'avvio della procedura d'infrazione.

    Il rischio di essere bacchettati da Bruxelles è più che alto. E le conseguenze non devono essere sottovalutate: le assicurazioni, avendo la possibilità di scegliersi i clienti, lascerebbero senza polizza milioni di automobilisti. Questi ultimi, in mancanza di alternative, avrebbero due possibilità: lasciare ferma l'auto oppure circolare senza copertura (alternativa davvero preoccupante) aggiungerei io...
    Oggi, invece, chiunque voglia stipulare una polizza non può vedersela rifiutare, in virtù dell'obbligo a contrarre che esiste per le Compagnie.

    "Occorre che anche da noi s'inizi a parlare di una Compagnia che tuteli gli automobilisti che non vorrebbe nessuno", avverte Fabrizio Premuti, responsabile del settore assicurativo dell'Adiconsum, "una sorta di 'Bad Company' sul modello francese, il cui onere ricada non solo sullo Stato, ma anche sulle assicurazioni che respingono i clienti. Si eviterebbe così che gli assicuratori scarichino sulla collettività i costi che non vogliono assumersi. Il pericolo c'è e sarebbe opportuno che il Governo, prima di formulare l'ennesimo parere, sentisse consumatori, Compagnie e Isvap".

    Fonte 4R
     
  2. Sto caricando...


  3. L'Unione europea si e' fottuta il cervello. :aktion071:
     
  4. sono tutti pazzi! :aktion060: :aktion060:
     
  5. Non hanno nulla di meglio da fare?
    Per una volta che in Italia qualcosa di buono c'è...al massimo dovrebbero convincere le assicurazioni ad abbassare i costi delle polizze, che se non sbaglio sono tra le più alte in Europa.
     
  6. a posto stiamo....così ci saranno premi elevatissimi per alcune fascie d'italia.....
     
  7. questa è una questione abbastanza vekkia...sen era già parlato anke l anno scorso ma senza soluzione come tutti abbiamo potuto vedere...noi italiani, o meglio il geverno, siamo sempre quelli + arretrati e ke pagano di + su tutto a partire dalla benzina alle polizze appunto...noi poveri comuni mortali, mentre loro non pagano nulla e dico nulla (se trovo una mail la posto) negli altri paesi fanno leggi x aiutare i cittadini di fascia economica medio bassa in italia le fanno x la fascia alta vedi lo sconto sulla seconda casa, le gratuità ke pratono da un certo reddito in su etc....allora mi kiedo: MA LO STATO ITALIANO VA X KI è AL GOVERNO O DAVVERO X I CITTADINI??? :fragend013:
     
  8. Quoto e concordo al 100% con il mio compaesano... certo che viviamo proprio in un paese bello ma assurdo grazie a chi ci governa, a prescindere dal partito... E' TUTTO UN MAGNA MAGNA! E poi dicono andate a votare... e cosa cambia? Che invece di farsi le leggi Berlusconi si fà i soldi Prodi??? :Vomito::
     
  9. ... non è la sede giusta per divagare, però sono sempre più convinto che gli ideali (politici) non esistono più: appena presa una sedia ... "chi sè visto, sè visto ..." :decoccio:
     
  10. Pienamente d'accordo!
    Purtroppo è così!