Regolazione carburatori con i vacuometri

Discussione in 'Boxer Carburatori' iniziata da Gabriele76, 5 Novembre 2014.

  1. Ciao a tutti mi sto accingendo a regolare/equilibrare i carburatori della mia alfa 33 con l'ausilio di 4 vacuometri ma proprio non so da dove cominciare.

    foto Regolazione carburatori con i vacuometri - 1

    Innanzitutto dove si collegano i tubi dei vacuometri?
    e inoltre su quali regolazioni devo agire per equilibrarli?
    Grazie per le cortesi risposte..
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    33 boxer a carburatori -probblemi minimo/giri alti Boxer Carburatori 20 Agosto 2019
    Boxer carburatori e benzina verde E5/E10: additivi sì o no? Boxer Carburatori 27 Marzo 2019
    Carburazione 33 vl Boxer Carburatori 7 Gennaio 2017

  3. il vacuometro serve per vedere la depressione in ogni cilindro, piu depressione cè e piu è chiusa la farfalla, quindi il vacuometro serve per sincronizzare due corpi rispetto gli altri due corpi
    i carburatori molto vecchi hanno la vite di compensazione per aumentere l aria al minimo in ogni cilindro, la tua penso che non ce l abbia
    quindi sincronizzi un carburatore verso l altro
    poi devi regolare le viti di regolazione benzina al minimo per ogni corpo, questo per fare in modo che ogni corpo collabori nella stessa misura a tenere il minimo
    per fare questo devi scollegare un cavo candela alla volta e vedere quanti giri cala il minimo per ogni candela e regoli le viti per fare cio
    solitamente svitando si apre il condotto e passa benzina
    generalmente come punto di partenza si serrano le viti e si poi svitano di due giri per avere un punto di partenza potenzialmente equilibrato
    tieni conto che se un cilindro rende meno avra bisogno di piu benzina, quindi puo capitare che una vite svitata di un giro va bene in un corpo e in un altro bisogna svitare di due
    comunque alla fine per vedere se il motore gira bene, il motore stesso deve vibrare il meno possibile quando è al minimo

    quando stacchi i fili delle candele usa delle apposite pinze isolate o qualcosa di simile, in quanto quando stacchi il cavo, la scarica puo avvenire anche attraverso l isolante stesso
     
  4. Ok...io vorrei ottenere questo risultato:

    [video=youtube;VksZMdBCwHg]https://www.youtube.com/watch?v=VksZMdBCwHg[/video]

    una 33 con gli stessi carburatori della mia.
    Forse è perchè sono proprio "digiuno" di queste cose ma questi vacuometri dove vanno collegati nel carburatore?
     
  5. Approvo in pieno la spiegazione che ti ha dato Paolo, veramente dettagliata. Ma personalmente ti consiglierei di rivolgerti ad un meccanico Alfa alla vecchia maniera, perché se la regolazione non viene fatta a regola d'arte, potresti andare incontro a grossi vuoti di carburazione, e quindi peggiorando la situazione. Inoltre ricordo che il mio meccanico di fiducia con 50 anni d'esperienza, per avere la massima regolarità di carburazione, fece una modifica ai galleggianti dei carburatori, e modifico anche la scatola del filtro dell'aria, bloccando la valvola che apre l'aria dalla parte degli scarichi, in modo da non fare entrare aria calda che rende più difficili gli avvii a freddo. Così facendo sono circa 6 anni che non faccio più toccare la carburazione. Nello specifico, la mia 33 è un 1.3 Vl del 1992.
     
  6. Grazie per il consiglio, lo seguirò perché non vorrei peggiorare le cose. Grazie anche per le spiegazioni dettagliate. Comunque, so di essere ripetitivo, visto che risposta non ne ho avuto e vorrei saperlo almeno come beneficio di inventario...ma dove vanno collegati questi vacuometri?
     
  7. #6bobkelso,6 Novembre 2014
    Ultima modifica: 6 Novembre 2014
    Ciao, la spiegazione che ha dato Paolo è davvero bella per la capacità di sintesi,
    considera che l'argomento è complicato da spiattellare tramite forum,
    ci sono molte regolazioni da fare sui carburatori che si influenzano una con l'altra;
    aggiungo quello che ci ho capito di specifico per la 33:

    - gli attacchi per il vacuometro sono quei tubini color bronzo che sporgono
    ai lati esterni delle viti segnate 1 nella foto (che sarebbero invece le viti per regolare
    l'arricchimento della miscela ai giri minimi e bassi); si svitano questi tubini
    che fanno fa tappo ed hai una presa filettata libera dove avvitare i tubini forati
    e con presa filettata e oring di tenuta del kit del vacuometro (se nel tuo kit
    non ci fossero devi adattare qualcosa di filettato e forato oppure inserire
    i beccucci / adattatori generici forati in plastica sperando che facciano tenuta
    ma poi con quelli non sai se la lettura è affidabile).

    - in fotografia tra le prese per il vacuometro e le viti arricchimento si vedono dei tappini
    a pressione leggermente bombati in alluminio, nascondono le viti per fare la regolazione
    fine che bilancia le due farfalle di una stessa bancata in caso di presenza di qualche
    asimmetria anomala (e anche perchè un cilindro su 4 ha la presa per la depressione
    spinterogeno che ne falsa un po' i valori al minimo); per agire sulle viti bisogna forare
    i tappini ma per uso stradale non serve (danno un effetto minimo rilevabile solo se tutto
    il resto è in ottimo stato senza giochi meccanici e regolato alla perfezione e anche i cilindri
    sono in buono stato), lascia i tappini e la regolazione di fabbrica, che dovrebbe
    ancora essere vicina all'ottimale, e agisci sul resto.

    - qui ci sono altre informazioni, magari inizia a ragionarci un po' sopra:
    https://forum.clubalfa.it/boxer-car...uratori-minimo-rendimento-da-controllare.html
    ..ti direi di non iniziare a metterci mano finché non hai chiare le varie regolazioni possibili, poi vedi tu,
    magari sbattendoci la testa dopo un po' riesci a regolare il tutto, puoi anche girare con l'auto scarburata
    mentre fai le prove, l'importante è con non sia esageratamente smagrita ai bassi giri
    (vedi discussione nel link sopra) dopodiché danni non se ne fanno,
    alla peggio la fai risistemare da un meccanico purchè se ne intenda un minimo;

    - viti/regolini orizzontali su leveraggi carburatori:
    bilanciatura portata aria tra bancata sx e dx, qui è utile il vacuometro anche se non indispensabile,
    c'è chi guarda se trafila luce tra farfalle e condotti, chi usa lo spessometro sui leveraggi esterni
    per mandare a battuta (tutto chiuso) le farfalle di dx e di sx allo stesso momento,
    chi osserva ad occhio ed orecchio se il motore traballa o ha un' esitazione a prender giri, etc..;
    come diceva Paolo sulla 33 su ogni lato hai due farfalle montate su stesso asse che in pratica danno
    quasi la stessa identica lettura sul vacuometro, per cui potresti considerare ogni carburatore
    come una singola variabile e basterebbe un vacuometro con 2 sensori invece di 4,
    un sensore legge un cilindro della bancata dx e uno legge un cilindro bancata sx,
    è per questo motivo che al contrario di una moto a 4 cilindri, sulla 33 si riesce abbastanza
    bene anche senza vacuometro a bilanciare i carburatori, hai 2 leveraggi da sincronizzare e non 4;
    NB: il cilindro con il tubicino aggiuntivo collegato al depressore dello spinterogeno potrebbe avere
    una lettura leggermente falsata al minimo, per bilanciare i leveraggi dx e sx fai affidamento sulla pressione
    letta sull'altro cilindro di quella bancata o verifica i valori anche a giri un po' più alti del minimo;
    in teoria si potrebbe equalizzare in modo fine anche le portate aria due cilindri vicini per compensare
    magari un'usura leggermente diversa delle valvole o fascie, usando le viti nascoste dai tappini
    ma come detto sopra non vale la pena ( e inoltre ci si va a incasinare tra regolazione migliore
    ai bassi giri e quella ad alti giri andando a ritoccare anche la regolazione principale fatta
    sulle viti orizzontali dei leveraggi dei carburatori)

    - viti/regolini verticali su leveraggi carburatori:
    regolazione dei giri del minimo dopo (anzi lo regoli prima E lo poi lo riregoli anche dopo)
    aver regolato le viti arricchimento miscele, e eventuale regolazione del finecorsa acceleratore,
    ma che si fa insieme alla vite posta sotto al pedale acceleratore, insomma
    l'importante è che le farfalle possano arrivare alla apertura massima)

    - viti arricchimento miscela: (vedi spiegazione allo stesso link di cui sopra)
    https://forum.clubalfa.it/boxer-car...uratori-minimo-rendimento-da-controllare.html
    regialzione miscela grassa/magra regolandole tutte uguali che è già una regolazione vicina all'ottimale;
    + eventuale e sconsigliata (se non sei già pratico e se i carburatori non sono privi di giochi)
    correzione specifica fatta cilindro per cilindro regolando poi in modo fine le viti una ad una,
    con il metodo di ad orecchio di Paolo, o anche ascoltando salire i giri motore mentre agisci
    su una vite alla volta senza togliere la candela, o con sonda CO2 collegata ai singoli
    collettori di scarico come da manuale officina alfa; onestamente non so se qui si riesca
    a sfruttare in qualche modo il vacuometro, ad occhio mi pare di no, però devi aver
    già fatto la regolazione portata aria tra le bancate Dx e Sx in cui usi il vacuometro)

    Ps.: se l'auto avesse qualche problema..
    ..es.: di valvole o fasce, con motore che non gira rotondo di suo, cioè c'è
    una asimmetria meccanica importante (in pratica un guasto da riparare)
    tra un cilindrio egli altri, o se da revisionare fossero i carburatori stessi
    (cuscinetti assi farfalle con gioco o trafilamenti aria, membrane pompe ripresa
    crepate, depositi nei condotti, spillo e galleggiante da regolare, etc),
    o ci fossero trafilamenti aria (controlla che non siano screpolati ad es il tubino
    depressione che va allo spinterogeno (lato sx?) e il tubo più grosso che va al servofreno (lato dx?),
    poi il servofreno stesso che non sia danneggiato e oltre a frenare poco aspira aria in continuazione,
    e magari anche i 4 tubini in gomma neri fanno parte del sistema recupero
    vapori olio e che si vedono bene se smolti la scatola filtro dal vano motore,
    in pratica corrono appoggiati sopra al blocco motore nello spazio tra i due carburatori
    e negli anni vengono cotti dal calore, già dopo 15 anni di solito erano da cambiare)..

    ..in tal caso regolare bene i carburatori risulta praticamente inutile/impossibile, in pratica
    andrebbe fatto come ultima cosa come quando imbianchi in casa dopo i lavori :)

    Se nella foga mi è scappata qualche castroneria o dimenticanza
    spero qualcuno si aggiunga e corregga, ciao!
     
  8. Perfetto! grazie Bobkelso mi hai tolto un grosso dubbio! E grazie a tutti per le utilissime risposte e indicazioni!