Revisone impianto frenante 75

Discussione in 'Impianto Frenante' iniziata da GTman, 12 Maggio 2009.

  1. Salve a tutti, vorrei rimettere in strada una 75 1.6 carburatori ferma da tempo.
    Sto sistemando diverse cose, tra le quali l'impianto frenante, visto che è di fondamentale importanza, vorrei fare le cose come si deve.
    I freni funzionano, ma rimangono un po' frenati, a mio avviso non tornano bene indietro i pistoncini delle pinze, in particolare il posteriore.
    Vorrei procedere ad una revisone completa, smontaggio pinze con relativa pulizia e sostituzione delle relative tenute ecc ecc...

    Vorrei da voi esperti qualche consiglio sullo smontaggio, su come effettuare lo spurgo e se ci sono cose particolari da guardare o eventuali procedure.

    P.S. Non c'è nessuna anima buona che magari può postare le 2-3 pagine del mauale di officina dove è descritta la procedura??:cool001:
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Problemi con impianto frenante Impianto Frenante 24 Luglio 2017
    Problema impianto frenante e cilindretto Impianto Frenante 26 Luglio 2013
    Impianto frenante 75 TS con ABS Impianto Frenante 3 Maggio 2009

  3. Lascia perdere la revisione "fai da te" delle pinze posteriori ....

    Con circa 70/80 EUR l'una ne prendi 2 revisionate come nuove dando in permuta le tue usate .

    IO ho fatto così per la mia Alfetta GTV, dietro consiglio del mio meccanico .
     
  4. :DCiao,ho letto mp,appena riesco procedo ;)
    il consiglio di Miclanci è da tenere in considerazione,in quanto se conteggi il tempo e il materiale necessario per svolgere l'operazione sfori di sicuro da questa cifra,ovviamente col massimo rispetto per le tue capacità manuali :rolleyes:
     
  5. Prima di attribuire responsabilità alla componente idraulica dei freni, hai verificato che non siano le corde del freno a mano che non scorrono bene o che lo stesso non sia registarto male? ;) :decoccio:
     
  6. Boh,
    io non trovo diffilcoltà nel cambiare le pasticche, dietro poi si usano delle viti sulle pinze per cavare e mettere le pasticche, una volta cavato due fermi per evitare che non si spostano le pasticche.
    Il ritardo dei freni dipende anche dai flessibili che si strozzano e quindi non circola l'olio.
    ciao
     
  7. Quoto anche io il consiglio di Miclanci! Ho fatto la stessa cosa sia per gli anteriori che per i posteriori con una spesa relativamente modesta. Consigliato!
     
  8. Dopo varie prove e smontaggi ecco il responso.
    Per capire bene cosa rimanesse bloccato ho alzato una ruota alla volta e poi la facevo girare, premendo anche il freno per vedere che al suo rilascio tornasse a girare bene, idem con il freno a mano.
    Il posteriore è ok, il freno a mano funziona bene e anche il freno di servizio.
    Il problema era all'anteriore, le ruote erano veramente molto frenate.
    Allora ho smontato le ruote anteriori, ho provato a togliere le pastiglie, ma niente, non si allargavano neppure i pistoncini.
    Dopo aver tribolato parecchio, sono riuscito a smontare tutte e due le pinze, e relative condotte. Al banco di lavoro le ho aperte, e ho notato che al loro interno erano piene di morchia nera "cremosa" che otturava compeltamente i piccoli passaggi.
    Ci ho messo mezza giornata a levare i pistoncini dalle sedi delle pinze, e una volta pulito tutto accuratamente, sono tornate come nuove.
    Tanto per completare l'opera ho smontato anche la vaschetta del liquido dei freni, e ho lavato pure quella.
    Appena potrò procederò al rimontaggio e relativo spurgo dell'aria.

    Alla fine penso che il problema sia nato dal lungo fermo e dal liquido ormai troppo vecchio il quale non circolando più, ha iniziato a sedimentarsi.

    Questa non è la prima volta che faccio dei lavori del genere, e quindi so quello che faccio.

    Ma vorrei dare un consiglio valido per tutte le auto, ed è una cosa che non fa mai nessuno (o quasi) ogni 3-4 anni (la casa dice anche meno) cambiate integralmente il liquido dei freni, ne va della vostra salute!!!
    Oltre ad evitare i miei problemi, il guaio più grosso è che con il tempo il liquido perde le sue proprietà e si abbassa il punto di ebollizione ed essendo pure igroscopico, trattiene micro particelle di acqua, le quali, se l'impianto viene sollecitato per bene (come in montagna), col calore diventano vapore, formando bolle d'aria (comprimibili) nell'impianto frenante, con la conseguenza di spingere il pedale, e quando più serve, vederlo andare giù a vuoto....

    Prossime news a rimontaggio avvenuto.....
     
  9. Complimenti per la descrizione delle operazioni e soprattutto per il risultato ottenuto... .:blink:.
    Io aggiungerei un altro motivo per sostituire periodicamente il liquido dei freni... l'umidità accumulata nel liquido, con il tempo può "inacidirsi" e causare gravi corrosioni al cilindro maestro e ai pompanti dei freni... :eek: :decoccio:
     
  10. Eccome!!!!

    Penso che l'impianto frenante di un'auto debba essere la cosa più scrupolosamente controllata, se si rompe un cuscinetto, un pistone, una pompa, si rimane a piedi, ma se si va a frenare e no si frena, tanti saluti!!!!

    E invece, penso che al di la' del cambiare le pastiglie di tanto in tanto, sia la cosa più trascurata, tanto si dice: "frena pure".....
    In condizione normali forse, ma se sollecitatò un po' di più sono guai... cosa che non succederebbe se tutto fosse in ordine, liquido incluso.

    Io mi sono fissato su qyuesta cosa, dopo averl letto su un giornale di moto, che in occasione di no so quale manifestazione, a chi voleva facevano un controllo gratuito del liquido dei freni, verificando il punto di ebollizione, risultato, nel 90% delle moto testate sarebbe stato da cambiare!!! Penso sia un dato allarmante che si possa trasporre anche sulle auto...