Semafori truccati e appalti viziati - 4 arresti dalla GdF

Discussione in 'Notizie Panorama Automobilistico' iniziata da Deltaoscar, 19 Settembre 2008.

  1. #1 Deltaoscar, 19 Settembre 2008
    Ultima modifica: 19 Settembre 2008
    L'inchiesta sulle multe facili era partita un anno fa, per appurare la presenza di semafori truccati in modo da multare più guidatori possibile, facendo scattare il rosso in anticipo rispetto al solito.
    Ora, però, è emerso il filone legato a presunte irregolarità nell'appalto per gli apparecchi di controllo delle infrazioni a quei semafori. E la Guardia di Finanza di Milano ha fatto scattare quattro arresti (di cui tre domiciliari) e altre 17 denunce. Le accuse sono associazione per delinquere e turbativa di commesse pubbliche.
    In carcere è finito Raoul Cairoli, amministratore della Ci.Ti.Esse di Rovellasca (Como), attiva da una ventina d'anni e una delle principali aziende italiane che forniscono ai Comuni apparecchi di controllo sul traffico (principalmente per velocità e semafori) e servizi connessi (manutenzione, assicurazione, verbalizzazione). Ai domiciliari altri tre imprenditori del settore: Giuseppe Astorri (Scae), Simone Zari (Centro Servizi) e Antonino Tysserand (Tecnico Traffico). I 17 denunciati sono pubblici ufficiali responsabili delle gare di appalto nei rispettivi Comuni, tra cui Paullo (Milano), Spino d'Adda (Cremona), Invorio (Novara), Albese con Cassano e Vertemate (Como), Lendinara (Rovigo), Portoferraio (Livorno), Vetralla (Viterbo), Tora e Piccilli (Caserta), Gazzada Schianno (Varese), Redondesco (Mantova), Castellina Marittima (Pisa), Castelnuovo Rangone e Campolongo Maggiore (Modena), Certaldo (Firenze), Cologna ai Colli (Verona) e Larciano e Lari (Pistoia). Complessivamente i finanzieri hanno riscontrato irregolarità in 29 Comuni sui 130 controllati. In 16 hanno anche sequestrato apparecchiature (T-Red per i semafori e Autovelox per la velocità) e installazioni (Autobox, che "ospita" gli Autovelox fissi).
    In sostanza, i denunciati avrebbero stilato i bandi privilegiando le apparecchiature fornite dagli imprenditori arrestati: sono state richieste caratteristiche che solo tali apparecchiature hanno. Si sospetta che dietro a queste scelte ci sia stata la corruzione e per questo l'indagine prosegue. Va comunque detto che, nel caso del T-Red, è possibile che effettivamente all'epoca dei fatti non ci fossero altri rilevatori in grado di soddisfare le stesse esigenze: ancora oggi, la maggior parte degli apparecchi è in grado di scattare solo foto (due per ciascun trasgressore è il minimo previsto dai decreti ministeriali di omologazione), mentre il T-Red filma tutti i passaggi, eliminando ogni dubbio sulla sussistenza dell'infrazione, facendo emergere eventuali giustificazioni per i multati (per esempio, la necessità di far passare un'ambulanza) e consentendo un controllo continuo (gli altri modelli si disattivano negli istanti in cui attendono di scattare la seconda foto al trasgressore).


    Fonte Il Sole 24Ore
    --------------------------
    E' una vergogna!!!! Oramai non si sa più come cercare di fregare il cittadino. :mad::mad::mad:
    Non ci si è mai potuti fidare di nessuno e la storia continua!!!
     
  2. Dal tuo articolo sembra più un caso di appalti "pilotati" che altro (tipo giallo che dura 5 nanosecondi), si fanno persino nelle grosse aziende private figurati nel pubblico dove il "magna magna" è prassi consolidata.

    :decoccio:
     
  3. solito pensiero di fare cassa sulle spalle dei contribuenti:mad:
     
  4. #4 Deltaoscar, 19 Settembre 2008
    Ultima modifica: 20 Settembre 2008
    A prescindere gli appalti truccati, ma manomettere i semafori, autovelox ecc ecc per fregarsi i soldi da noi poveri cittadini e togliere punti dalla patente, mi pare troppo disonesto e al limite.
    Oramai noi cittadini siamo considerati come un pollo da spennare lentamente!!!!
    E basta non se ne può + e allora è normale che la mentalità dell'italiano è diventata: fregare il prossimo. :mad:
     
  5. Come non darti ragione, in italia ci sono i contribuenti onesti e quelli che si fanno la bella vita sulle nostre spalle, c'è chi lavora e chi sfrutta il lavoro degli altri per campare...LOL.....Stiamo davvero andando indietro....Purtroppo il nostro è un paese che ormai sta toccando il fondo....
     
  6. #6 Deltaoscar, 20 Settembre 2008
    Ultima modifica: 20 Settembre 2008
    Concordo in pieno!!!
    Purtroppo sto maledetto fondo lo abbiamo già toccato da anni e anni ma non si riesce o si vuole vedere una via d'uscita..... purtroppo è la mentalità degli italiani che andrebbe cambiata in primis
    Comunque hanno ragione all'estero a considerarci male, l'unica bellezza è rappresentata solo dai momumenti, per il resto tabula rasa... peccato che questi nostri sfoghi sono solo parole che vanno a vento...
     
  7. #7 devilpassion, 20 Settembre 2008
    Ultima modifica di un moderatore: 20 Settembre 2008
    Infatti, ormai siamo un pease perso, ma guarda non solo in generale ma nache nello specifico,ormai la mentalità italiana è nel senso " Io lavoro, quindi sudo per vivere facendo sacrifici ? Nah meglio fargli fare ai poveri fessi, troviamo qualke modo ( vedi impiego ) per vivere e fare soldi con il minor sforzo"
    E' questa la mentalità.In paesi come l'inghilterra, questo non avviene, o almeno non come in italia....

    Siamo sì il bel paese, ma se togli davvero i monumenti ci rimane solo da vergognarci per come siamo messi, e sopratutto da CHI CI GESTISCE, dall'alto fino alle P.A.
     
  8. Concordo con voi raga, questo è un paese che va allo sfascio....
     
  9. ...questi mi sembrano davvero discorsi qualunquistici e mi sembra che questa discussione stia andando un pò troppo OT. Ci manca una frase del tipo "non esistono più le mezze stagioni" e abbiamo finito.

    Come in ogni settore ci sono le pecore nere, chi sbaglia deve pagare, basta, non credo sia corretto fare di tutta un'erba un fascio, e non credo neanche sia così visto che sono oltre 11 anni che lavoro per questo Stato con Onore, sacrificio e scrupolosa dedizione.
    Detto ciò resta il fatto che chi ha sbagliato deve pagare poichè a norma del Codice Penale che,qualche omino dello Stato, per fortuna ha scritto per la civile convivenza del suo popolo.
     
  10. #10 Deltaoscar, 20 Settembre 2008
    Ultima modifica: 20 Settembre 2008
    Bravo Audax .: Clap :. un applauso!!!

    In riferimento al discorso che fai tu, il vero problema purtroppo e che nella stanza dei bottoni, cioè ai vertici dirigenziali dello Stato ci vorrebbero persone oneste come te al posto di gente........
    I semplici impiegati e funzionari nulla possono sulle decisioni che riguardano tutti noi, purtroppo!!!!

    I soldi fanno venire la vista ai ciechi!!!
    Audax docet .:blink:.