2.2 Diesel Sostituito debimetro 3 volte in 1 anno e 1/2

Ciao a tutti,
io tutte ste cose non le concepisco, sono d'accordo sulle emissioni zero, dato che gia ne stiamo pagando le conseguenze con il clima, però davvero con ste cose non si può diventare matti!!!! io ho pulito per l'ennesima volta il debimetro e non voglio piu cambiare il sensore, che cmq non è lui, sostituito filtro blu by che era pure gia modificato tra l'altro!!!!! effettuato lavaggio ad idrogeno, EGR perfetta, tagliando, filtri nuovi, nonostante tutto, con il debimetro pulito più del pavimento di casa, senza una goccia di olio in aspirazione, ieri mattina, per l'ennesima volta P0100......sensore maf air flow.
La macchina va in protezione però ho acquistato su amazon un lettore OBDII per non pagare più reset di diagnosi ed ormai me lo faccio da solo.
BOHHHHHH andiamo avanti e vediamo !!!!!!!!!
 
  • Like
Reactions: jabibi
Negli ultimi tempi oltretutto sto litigando anche con l'errore P14D1, rigenerazione FAP e SCR Bank sonda collettore PM 10.
Ma questo non mi preoccupa, Torino - Roma e sparisce.
Non torna piu per tutto il periodo di permanenza in centro Italia, anche per lunghi periodi.
Risalgo a Torino e .........PUFFFFF .......P14D1 dopo qualche giorno.
 
Anch'io sto diventando matto con il p0100 sulla mia stelvio ho sostituito sia il filtro ed il map....ma appena supero i 70/80 km orari....ritorna l'errore 😡
Secondo me, hai cominciato dal sensore sbagliato..... magari segui le prassi standard, vedi se c'e olio nell'aspirazione, motivo principale se c'è filtro blue By nuovo e pulizia ad idrogeno. poi vai avanti e vedi se l'EGR si muove regolarmente in rapporto col debimetro ed in senso opposto tipo all'apertura del gas lei si deve chiudere e viceversa quando rilasci.
Insomma addestrati e vai avanti , sti motori sono così.
 
- Informazione Pubblicitaria 2 -
Dai sintomi e dalla parziale risoluzione con un viaggio autostradale potrebbe trattarsi di accumulo di residui carboniosi nel collettore di aspirazione.
Potresti provare a sostituire il sensore map o sensore di pressione nel collettore di aspirazione che interagisce con il debimetro per stabilire la quantità di carburante da iniettare, magari li debimetro va bene ed il map, per i flussi misurati dal debimetro, và completamente fuori dai parametri in mappa.
Lo trovi subito dietro la pompa ad alta pressione infilato con laparte sensore nel collettore di aspirazione e fissato con una vite torx (vite che si perde facilmente smontandolo).
Il suo codice è Bosch 0281006102 e lo trovi su amazon per soli 30 euro.
Se non sei esperto ti consiglio di fartelo sostituire dal meccanico (non serve il meccatronico), probabilmente lo troverai imbrattatissimo.
Ulteriore consiglio che posso darti è quello di provare a far fare dal meccanico una pulizia dell'aspirazione con un prodotto chimico (es. liquimoly intake cleaner o syntoflon dsc) in quanto la pulizia con l'idrogeno (più probabile sia gas hho) non ha alcun effetto sulle valvole parzializzatrici e sul condotto di aspirazione dove peraltro aggetta il sensore map in questione e purtroppo si scarica la valvola egr high press.
Ti consiglio di effettuare la pulizia iniettando il prodotto subito dopo il debimetro aprendo il tubo di gomma corrugato subito a valle dell'airbox. L'intera procedura è delicata e deve essere effettuata in due perchè uno deve mantenere il motore intorno ai 2000 giri intervenendo sul'accelleratore mentre l'altro fà delle brevi spruzzate intervallate da pause (vedi istruzioni). Al termine dell'operazione un rapido giro in autostrada o simili permetterà di togliere almeno una parte delle morchie nel collettore.
il sintoflon dsc consente anche di effettuare la pulizia più profonda mentre sei in marcia utilizzando apposito tubicino di due metri, anche in questo caso bisogna essere in due ed uno si deve preoccupare solo di guidare in superstrada autostrada mentre l'altro esegue le brevi spruzzate.
Subito dopo in entrambi i casi conviene far cambiare l'olio motore ed il filtro olio.
Infine per completare l'opera potresti usare questo prodotto francese che trovi sempre su amazon: facom additivo decarbonizzante diesel. da immettere nel serbatoio prima di un viaggetto milano roma.
Purtroppo questo tipo di operazioni di decarbonizzazione del motore andrebbero effettuate almeno una volta l'anno per evitare accumuli eccessvi che poi risultano difficili da eliminare.
Riguardo il trattamento con hh0 od idrogeno ecc, malgrado siano molto spinti da meccanici "moderni" e meccatronici che non amano sporcarsi le mani ma piuttosto spingere i pulsanti sul macchinario, risultano efficaci solo per innalzare le temperature in camera di scoppio (dove peraltro le incrostazioni carboniose si autolimitano) ed eliminare incrostazioni sulla volta dei pistoni. Non sono utili per la pulizia del collettore di aspirazione nè per quella del DPF dove invece è necessario utilizzare appositi additivi del carburante.
Se si arriva ad incrostazioni tali che la egr high risulta quasi chiusa ed inefficace per abbassare le temperature di combustione (funzione per cui hanno installato la egr), per eliminare gli errori l'unico modo è smontare la egr high ed i condotti e pulirli meccanicamente.
Se hai anche la egr low (190cv eco o 210cv) questa non necessita mai di procedure di pulizia perchè prende i gas da riciclare oltre il dpf e quindi già filtrati e privi di residui carboniosi, anzi contribuisce non poco a ritardare gli imbrattamenti da egr high.
Non pensare di risolvere eseguendo procedure di eliminazione delle egr o del dpf perchè sono motori troppo sofisticati perchè un rimappatore possa averne ragione, è più probabile che ti combini solo guai a cui è poi difficile porre rimendio
 
Ultima modifica:
Dai sintomi e dalla parziale risoluzione con un viaggio autostradale potrebbe trattarsi di accumulo di residui carboniosi nel collettore di aspirazione.
Potresti provare a sostituire il sensore map o sensore di pressione nel collettore di aspirazione.
Lo trovi subito dietro la pompa ad alta pressione fissato con una vite (vite che si perde facilmente smontandolo).
Il suo codice è Bosch 0281006102 e lo trovi su amazon per soli 30 euro.
Se non sei esperto ti consiglio di fartelo sostituire dal meccanico (non serve il meccatronico), probabilmente lo troverai imbrattatissimo.
Ulteriore consiglio che posso darti è quello di provare a far fare dal meccanico una pulizia dell'aspirazione con un prodotto chimico (es. liquimoly intake cleaner o syntoflon dsc) in quanto la pulizia con l'idrogeno (più probabile sia gas hho) non ha alcun effetto sulle valvole parzializzatrici e sul condotto di aspirazione dove peraltro aggetta il sensore map in questione e purtroppo si scarica la valvola egr high press.
Ti consiglio di effettuare la pulizia iniettando il prodotto subito dopo il debimetro aprendo il tubo di gomma corrugato subito a valle dell'airbox. L'intera procedura è delicata e deve essere effettuata in due perchè uno deve mantenere il motore intorno ai 2000 giri intervenendo sul'accelleratore mentre l'altro fà delle brevi spruzzate intervallate da pause (vedi istruzioni). Al termine dell'operazione un rapido giro in autostrada o simili permetterà di togliere almeno una parte delle morchie nel collettore.
Subito dopo conviene far cambiare l'olio motore ed il filtro olio.
Infine per completare l'opera potresti usare questo prodotto he trovi sempre su amazon: facom additivo decarbonizzante diesel. da immettere nel serbatoio prima di un viaggetto milano roma.
Purtroppo questo tipo di operazioni di decarbonizzazione del motore andrebbero effettuate almeno una volta l'anno per evitare accumuli eccessvi che poi risultano difficili da eliminare.
Riguardo il trattamento con hh0 od idrogeno ecc risultano efficaci solo per innalzare le temperature in camera di scoppio (dove peraltro le incrostazioni carboniose si autolimitano) ed eliminare incrostazioni sulla volta dei pistoni. Non sono utili per la pulizia del collettore di aspirazione nè per quella del DPF dove invece è necessario utilizzare appositi additivi del carburante.
Se si arriva ad incrostaio tali che la egr high risulta quasi chiusa ed inefficace per abbassare le temperature di combustione (funzione per cui hanno installato la egr), per eliminare gli errori l'unico modo è smontare la egr high ed i condotti e pulirli meccanicamente.
Se hai anche la egr low questa non necessita mai di procedure di pulizia perchè prende i gas da riciclare oltre il dpf e quindi già filtrati e privi di residui carboniosi
Ciao
Ti ringrazio per le delucidazioni!!! Il sensore Map ha 6 mesi ed è abbastanza pulito, per la de carbonizzazione, mi è stata consigliata, proverò anche ad effettuare questa con spruzzate in Aspirazione, naturalmente lo faccio fare!!! Io potrei solo dare supporto !!! Per l’additivo gasolio dammi una dritta e posso provare, comunque hai ragione sarà dpf imbrattato molto, sti viaggi lunghi aiutano ma non bastano e le rigenerazioni forzate non le concepisco tanto!!!, raggiungono temperature troppo alte…
 
La rigenerazione forzata evitala assolutamente perchè mette a dura prova il motore e rischi cedimenti delle valvole di scarico e della turbina.
Per a pulizia del DPF ti consiglierei i prodotti della protec tedesca, su amazon trovi: 3 x 375 ml detergente ad alte prestazioni per filtro antiparticolato diesel DPF P6171 DPFSC. altri prodotti eccellenti sono quelli della exced, molto più rari da trovare perchè mirati ad uso professionale, tra cui trovi un pulitore fap dpf.
I prodottti di pulizia dpf devono essere usati con parsimonia, in assenza di problemi due o tre volte l'anno perchè contengono catalizzatori della combustione simili ad ossido di cerio e producono ceneri che, in uso smodato, possono intasare il DPF. quindi nel tuo caso proverei un flacone ed un viaggetto, poi un altro flacone ed un'altro viaggetto.
Se non ottieni il risultato sperato fai pulire meccanicamente il dpf da una ditta specializzata, sembra complesso, ma normalmente ti consegnano subito un dpf già perfettamente pulito di rotazione e ritirano il tuo intasato.
Esiste anche la possibilità di seguire le indicazioni di alcuni motori marini catalizzati come i prestigiosi Cummins made in USA, che consigliano di smontare delicatamente il blocco filtrante ceramico, ruotarlo di 180 gradi e rimontarlo richiudendo il tutto (anzi loro costruiscono il filtro dpf con il guscio metallico perfettamente simmetrico per agevolare l'operazione senza aggredire direttamente il filtro ceramico).
Non è una soluzione propriamente ecologica, ma posso assicurarti che il risultato finale è perfetto proprio per la struttura simmetrica del fitro ceramico dpf. Magari appena fatto il servizietto al dpf bisognerebbe scegiere una superstrada od autostrada poco frequentata

da percorrere in orario notturno per evitare di regalare le simpatiche inevitabili fumate al poverino che ci segue.
Consiglierei anche di scegliere un carburante di qualità come l'Eni od IP ed eventualmente additivarlo con 2-ehn, si tratta di un notissimo cetane booster che purtroppo stà diventando abbastanza raro in italia. Lo trovi su ebay in confezioni da 5 litri, magari mandi un messaggio all'inserzionista per avere uno sconto.
 
Ultima modifica:
- Informazione Pubblicitaria 5 -
La rigenerazione forzata evitala assolutamente perchè mette a dura prova il motore e rischi cedimenti delle valvole di scarico e della turbina.
Per a pulizia del DPF ti consiglierei i prodotti della protec tedesca, su amazon trovi: 3 x 375 ml detergente ad alte prestazioni per filtro antiparticolato diesel DPF P6171 DPFSC. altri prodotti eccellenti sono quelli della exced, molto più rari da trovare perchè mirati ad uso professionale, tra cui trovi un pulitore fap dpf.
I prodottti di pulizia dpf devono essere usati con parsimonia, in assenza di problemi due o tre volte l'anno perchè contengono catalizzatori della combustione simili ad ossido di cerio e producono ceneri che, in uso smodato, possono intasare il DPF. quindi nel tuo caso proverei un flacone ed un viaggetto, poi un altro flacone ed un'altro viaggetto.
Se non ottieni il risultato sperato fai pulire meccanicamente il dpf da una ditta specializzata, sembra complesso, ma normalmente ti consegnano subito un dpf già perfettamente pulito di rotazione e ritirano il tuo intasato.
Esiste anche la possibilità di seguire le indicazioni di alcuni motori marini catalizzati come i prestigiosi Cummins made in USA, che consigliano di smontare delicatamente il blocco filtrante ceramico, ruotarlo di 180 gradi e rimontarlo richiudendo il tutto (anzi loro costruiscono il filtro dpf con il guscio metallico perfettamente simmetrico per agevolare l'operazione senza aggredire direttamente il filtro ceramico).
Non è una soluzione propriamente ecologica, ma posso assicurarti che il risultato finale è perfetto proprio per la struttura simmetrica del fitro ceramico dpf. Magari appena fatto il servizietto al dpf bisognerebbe scegiere una superstrada od autostrada poco frequentata

da percorrere in orario notturno per evitare di regalare le simpatiche inevitabili fumate al poverino che ci segue.
Consiglierei anche di scegliere un carburante di qualità come l'Eni od IP ed eventualmente additivarlo con 2-ehn, si tratta di un notissimo cetane booster che purtroppo stà diventando abbastanza raro in italia. Lo trovi su ebay in confezioni da 5 litri, magari mandi un messaggio all'inserzionista per avere uno sconto.
Trovato ProTec su Amazon come da tua descrizione …. Ma pensi sia il caso possa farlo io ???? Li si deve smontare sensore sul filtro e sparare dentro lo spray. Ma le quantità ??? Tutta la bomboletta ??
 
Il prodotto che ti ho segnalato è un additivo per il carburante.
Lo spray, della stessa linea, che descrivi, serve solo in caso di intasamento grave con recovery motore nel tentativo di non smontare i catalizzatore,
Purtroppo è un detegente per prodotti carboniosi che lascia molti residui nel dpf e viene sconsigliato dai professionisti se non quando sia indispensabile ripristinare la vettura in emergenza, ad esempio per tornare a casa, perchè si corre il rischio di nuovi intasamenti successivi.
E' il classico prodotto da acquistare e lasciare nel sottobagagliaio da usare solo in emergenza per tornare a casa senza lasciare l'auto a molti km da casa.

Usa invece l'additivo per il carburante che vedi in foto, l'effetto del prodotto è una riduzione della temperatura di combustione del particolato catturato nel filtro dpf, con un paio di centinaia di km in autostrada avrai l'effetto di riportare alle normali condizioni il dpf sovraccarico di particolato, non proprio come nuovo, ma come un dpf che rigenera bene.
L'effetto si prolungherà nel tempo perchè il prodotto catalizzatore resta nel dpf e continua a lavorare per un migliaio di km ed oltre aggredendo in profondità il particolato che si trova nelle microporosità del filtro.
Per capirsi: se alla prima rigenerazione migliora l'efficacia della rigenerazione di un fattore 10 alla quinta rigenerazione migliora di un fattore 100 e così via, fino a quando riesce ad attraversare completamente il filtro facilitando la combustione del particolato e si disperde nello scarico.
Come ti dicevo puoi usarlo una volta prima di un viaggio ed anche una successiva prima di un secondo viaggio,
ma se non ottieni i risultati sperati, è inutile insistere:
o fai fare lo scambio con un dpf rigenerato con il tuo in reso, oppure fai aprire in officina il tuo box metallico e fai girare di 180 gradi il filtro ceramico all'interno.
Non farti prendere in giro da chi promette di effettuare la pulizia con i detergenti senza smontare il dpf, magari su momento funziona pure (come peraltro con la bomboletta spray), ma corri il rischio di rientrare presto in officina con le spie nuovamente accese.
 

Allegati

  • image_2024-04-26_164107640.png
    image_2024-04-26_164107640.png
    48.9 KB · Visualizzazioni: 23
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Emimaglio76 e Cris1
Il prodotto che ti ho segnalato è un additivo per il carburante.
Lo spray, della stessa linea, che descrivi, serve solo in caso di intasamento grave con recovery motore nel tentativo di non smontare i catalizzatore,
Purtroppo è un detegente per prodotti carboniosi che lascia molti residui nel dpf e viene sconsigliato dai professionisti se non quando sia indispensabile ripristinare la vettura in emergenza, ad esempio per tornare a casa, perchè si corre il rischio di nuovi intasamenti successivi.
E' il classico prodotto da acquistare e lasciare nel sottobagagliaio da usare solo in emergenza per tornare a casa senza lasciare l'auto a molti km da casa.

Usa invece l'additivo per il carburante che vedi in foto, l'effetto del prodotto è una riduzione della temperatura di combustione del particolato catturato nel filtro dpf, con un paio di centinaia di km in autostrada avrai l'effetto di riportare alle normali condizioni il dpf sovraccarico di particolato, non proprio come nuovo, ma come un dpf che rigenera bene.
L'effetto si prolungherà nel tempo perchè il prodotto catalizzatore resta nel dpf e continua a lavorare per un migliaio di km ed oltre aggredendo in profondità il particolato che si trova nelle microporosità del filtro.
Per capirsi: se alla prima rigenerazione migliora l'efficacia della rigenerazione di un fattore 10 alla quinta rigenerazione migliora di un fattore 100 e così via, fino a quando riesce ad attraversare completamente il filtro facilitando la combustione del particolato e si disperde nello scarico.
Come ti dicevo puoi usarlo una volta prima di un viaggio ed anche una successiva prima di un secondo viaggio,
ma se non ottieni i risultati sperati, è inutile insistere:
o fai fare lo scambio con un dpf rigenerato con il tuo in reso, oppure fai aprire in officina il tuo box metallico e fai girare di 180 gradi il filtro ceramico all'interno.
Non farti prendere in giro da chi promette di effettuare la pulizia con i detergenti senza smontare il dpf, magari su momento funziona pure (come peraltro con la bomboletta spray), ma corri il rischio di rientrare presto in officina con le spie nuovamente accese
Il prodotto che ti ho segnalato è un additivo per il carburante.
Lo spray, della stessa linea, che descrivi, serve solo in caso di intasamento grave con recovery motore nel tentativo di non smontare i catalizzatore,
Purtroppo è un detegente per prodotti carboniosi che lascia molti residui nel dpf e viene sconsigliato dai professionisti se non quando sia indispensabile ripristinare la vettura in emergenza, ad esempio per tornare a casa, perchè si corre il rischio di nuovi intasamenti successivi.
E' il classico prodotto da acquistare e lasciare nel sottobagagliaio da usare solo in emergenza per tornare a casa senza lasciare l'auto a molti km da casa.

Usa invece l'additivo per il carburante che vedi in foto, l'effetto del prodotto è una riduzione della temperatura di combustione del particolato catturato nel filtro dpf, con un paio di centinaia di km in autostrada avrai l'effetto di riportare alle normali condizioni il dpf sovraccarico di particolato, non proprio come nuovo, ma come un dpf che rigenera bene.
L'effetto si prolungherà nel tempo perchè il prodotto catalizzatore resta nel dpf e continua a lavorare per un migliaio di km ed oltre aggredendo in profondità il particolato che si trova nelle microporosità del filtro.
Per capirsi: se alla prima rigenerazione migliora l'efficacia della rigenerazione di un fattore 10 alla quinta rigenerazione migliora di un fattore 100 e così via, fino a quando riesce ad attraversare completamente il filtro facilitando la combustione del particolato e si disperde nello scarico.
Come ti dicevo puoi usarlo una volta prima di un viaggio ed anche una successiva prima di un secondo viaggio,
ma se non ottieni i risultati sperati, è inutile insistere:
o fai fare lo scambio con un dpf rigenerato con il tuo in reso, oppure fai aprire in officina il tuo box metallico e fai girare di 180 gradi il filtro ceramico all'interno.
Non farti prendere in giro da chi promette di effettuare la pulizia con i detergenti senza smontare il dpf, magari su momento funziona pure (come peraltro con la bomboletta spray), ma corri il rischio di rientrare presto in officina con le spie nuovamente accese.
Ciao Ricc,
Ti ringrazio per il tuo generoso supporto, ho acquistato quanto da te suggerito, spero funzioni, arriverà venerdì giù da me, dato che partirò Martedì, il viaggio di andata lo farò come sempre, magari metterò del blu diesel se lo trovo !!!!😅 quando poi ripartirò per Torino inietterò una bomboletta di additivo e poi farò il pieno e……vediamo cosa succede!!!! Ti ringrazio ancora e ti invio screen di quanto acquistato 👋👋
 

Allegati

  • IMG_2288.png
    IMG_2288.png
    172 KB · Visualizzazioni: 27
- Informazione Pubblicitaria -
Ciao a tutti
Solo per aggiornamento, fatto il pieno 1500 km fa e unisco una bomboletta di DPFSC e la spia P14D1 non è più uscita, non ho più anomalie di rigenerazioni o PM 10 e quant’altro !!!! Tutto ok da ormai un mese, prima usciva tutti i giorni.
Grazie Ricc👍👍👍👍👍
 
X