Alfa Storiche acquistate all'estero: che fare?

Discussione in 'ASI' iniziata da CB625, 8 Dicembre 2008.

  1. Qualche giorno fa ho trovato su e-bay una inserzione che offriva una Duetto del 1979, incidentata sul lato posteriore, ad un prezzo assai conveniente. La partenza della base d'asta era di meno di 2000 euri. La vettura si trovava in Belgio e la cosa mi stuzzicava perchè in Belgio ci vado spesso per lavoro. Ho desistito, non avendo le idee molto chiare su che fare nell'eventualità di una reimmatricolazione anche perchè il proprietario, interpellato via e-mail, non è stato per nulla chiaro circa l'esistenza dei documenti originali. Ora i miei quesiti sono:
    1. Che fare in un caso del genere?
    2. Che fare quando si trova un'auto in Italia radiata e senza targhe?
    3. Che fare se la si trova sempre in Italia radiata ma con le targhe?
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche:
    1. Vise
      Risposte:
      9
      Visite:
      1,291
    2. dasty90
      Risposte:
      2
      Visite:
      607
    3. sonnycrockett
      Risposte:
      3
      Visite:
      1,143

  3. il mio consiglio è quello di desistere. Si trova di tutto con provenienza dall'estero. Se fosse vero non penso chein Belgio si farebbero sfuggire l'affare.
    Poi permettimi ma pur essendo uno dei siti da me preferiti, ebay non è il posto ideale dove individuare una macchina a distanza.
     
  4. quoto gargamella, ebay non è il posto ideale per auto d'epoca. se poi ci aggiungiamo straniere
     
  5. apprezzo moltissimo i vostri suggerimenti e nella realtà dei fatti, come si evince dal mio post originale, mi sono defilato senza impegnarmi in maniera alcuna. Il merito della questione è però di più largo respiro: sarebbe utile avere indicazioni, e questo penso sia utile anche per molti altri che possono ipotizzare di prendersi una vettura da restaurare, su che fare e quanto costi in termini economici e di pratiche burocratiche quando ci si porti a casa una vettura radiata. :decoccio:
     
  6. #5 Miclanci, 10 Dicembre 2008
    Ultima modifica: 10 Dicembre 2008
    La cosa è abbastanza complessa , cercherò di spiegarla in maniera sintetica e semplice ..

    Nei casi 1 e 2 bisogna richiedere il Certificato Sostitutivo delle Caratteristiche Tecniche rilasciato dall' ASI oppure per noi Alfisti anche dal RIAR. Quello dell'ASI costa 105,00 EUR

    Nei casi 3 e 4 bisogna richiedere l' Attestato di storicità e datazione rilasciato dall' ASI oppure per noi Alfisti dal RIAR. , di solito è gratuito.

    1- Auto di provenienza estera.

    - Acquistando la macchina , farsi rilasciare sempre una fattura e/o dichiarazione di vendita , specialmente se non ci sono i documenti e/o è un rottame da restaurare , specificare bene i dati del veicolo : n°telaio- n° motore .

    - Certificato Sostitutivo delle Caratteristiche Tecniche ( ASI o RIAR)

    - Poi solo se la macchina proviene da un Paese della Comunità Europea ed ha i documenti e la revisione ancora valida , si può reimmatricolare senza andare al Collaudo alla Motorizzazione.

    - In caso contrario è necesario sempre il collaudo in Motorizzazione.

    2- Auto in Italia senza targhe oppure senza targhe e senza documenti

    - Stessa prassi delle auto estere , ma il Collaudo sarà obbligatorio
    Anche in questo caso ricordarsi sempre della fattura o dichiarazione di vendita.

    NON si possono reimmatricolare veicoli che sono stati radiati per ottenere gli incentivi statali alla rottamazione.

    3- Auto in Italia radiata ma ancora con targhe e libretto e quindi cancellata d'ufficio dal PRA per il non pagamento dei bolli

    - Sempre fattura e dichiarazione di vendita
    - Richiedere tramite ASI o RIAR il Certificato di storicità e datazione che prova l'iscrizione al registro ( questo documento è gratuito )
    - Si pagano i bolli degli ultimi 3 anni maggiorati del 50%
    - Si iscrive la macchina al PRA e si richiede alla Motorizzazione la targhetta adesiva per il passaggio di proprietà
    - NON c'è bisogno di Collaudo in Motorizzazione , ma basta fare la Revisione , anche presso una officina privata , prima di circolare .

    4- Auto in Italia radiata con solo le targhe

    Tutto come sopra , ma bisogna anche richiedere un duplicato della carta di circolazione , quindi avremo libretto nuovo e targhe vecchie.


    _____________________________________________________


    Ho cercato di semplificare al massimo e di analizzare tutte le casistiche possibili , spero possa essere d'aiuto.

    Consiglio comunque di affidarsi ad un'agenzia di pratiche automobilistiche se non volete perdere giornate di lavoro nei vari uffici pubblici.

    Purtroppo poi c'è anche un'altra nota negativa ....e cioè in Italia non tutti gli Uffici della Motorizzazione si comportano in maniera omogenea.

    Molti non vogliono proprio saperne di reimmatricolare i veicoli storici ed alcuni altri invece lo fanno senza problemi : spesso è il direttore a decidere.
     
  7. Ragazzi io mi accingo a comprare dalla germania un alfa 75,che procedura mi consigliate di seguire,quali documenti per immatricolare l'auto in italia e poi iscriverla asi?
     
  8. Il problema non è l'iscrizione all'ASI che devi fare dopo aver avuto le targhe italiane ...ma l'immatricolazione .

    Ti consiglio di far effettuare la revisione in Germania prima di portare la macchina in Italia : con la revisione ancora valida , infatti , la nazionalizzazione ed immatricolazione in Italia avviene solamente per via " cartacea" e senza dover portare la macchina al collaudo presso la Motorizzazione .
     
  9. #8 catullo, 7 Novembre 2009
    Ultima modifica di un moderatore: 8 Novembre 2009
    grazie miclanci,se l'mmatricolazione dell'auto è ancora valida quindi non ci sono problemi?

    Ragazzi ma posso iscrivere l'auto all'asi prima d fare il bollo?
     

  10. ...di quale Alfa Romeo stai parlando?
    ...quano scade il bollo?
    ...regione di appartenenza? (...presumo Puglia...)

    ...con questi dettagli potremo esserti più di aiuto...: good . :
     
  11. allora l'auto è una 75 3.0 v6 provenienza germania,io abito a bari(puglia)
    il bollo non so quanso scada ma quello tedesco va bene uguale?