Duetto non parte da motore caldo

Discussione in 'Iv Serie' iniziata da alfaspider4, 20 Maggio 2010.

  1. Ciao a tutti,

    io posseggo un duetto 1.6 del 92' e ho un problema quando il motore è caldo non parte come mai??:confused:
    E poi la pinza del freno non si sgancia quando tolgo il piede dal freno della ruota posteriore destra.:fragend013::fragend013:

    Grazia a tutti in anticipo x le vostre future risposte.
    :decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio::decoccio:
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Mio Duetto 1.6 doppi carburatori 1991 Iv Serie 3 Giugno 2018
    Dubbi ruote/borchie Duetto IV serie 1600 Iv Serie 19 Maggio 2013
    Motore duetto Iv Serie 7 Aprile 2013

  3. Se è a carburatori, il motore è su per giù quello che avevo nella Giulietta 1.6: se era a posto di carburazione, etc., non aveva problemi, ma con le auto a carburatori la procedura a caldo ed a freddo è diversa (a caldo niente starter, e pompando col pedale le pompe di ripresa possono far ingolfare il motore).
    Per la pinza probabile sia da revisionare (si possono cambiare solo i gommini di tenuta). Se fosse solo sporca, ossidata perché è usata poco, si può provare a sbloccare meccanicamente la pinza.
     
  4. Immagino che abbia il motore ad iniezione...

    Potrebbe derivare dal carburante che evapora e crea delle bolle di vapore...

    Spiega meglio, fatica a partire ma insistendo con il motorino si avvia o proprio devi aspettare che si raffreddi? :confused:

    :decoccio:

    :decoccio:
     
  5. A me risulta che il 1.6 IV serie del '90 avesse 2 Weber doppio corpo 40 DCOH.
    Non mi risulta l'iniezione su nessun 1.6 in nessuna serie dei Duetto.
    L'iniezione Bosch era sugli Spider 2.0i IV serie.
    Mi pare che delle serie precedenti solo le versioni America (1750 prima e 2000 poi) avevano l'iniezione, che inizialmente era Spica.
     
    A Rosario M piace questo elemento.
  6. Ciao a tutti.

    Il mio duetto era del 91, 1.6 a carburatori.

    Quando facevo 100 km o più, specialmente in autostrada e mi fermavo matematicamente si bloccava il motorino di avviamento. Quindi giri la chiave ma non si muove niente e si risolveva da solo dopo qualche minuto o a volte dopo 30 minuti.
    per ripartire subito davo un colpetto con un martello o chiave inglese al motorino di avviamento che si sbloccava. (mi raccomando, ho detto colpetto)
    ho sentito dire che era un problema comune a quella serie.
    ciao
     
  7. E' un difetto abbastanza frequente e dipende dalle spazzole che non fanno temporaneamente contatto con il collettore...



    :decoccio:
     
  8. ciao a tutti ho avuto lo stesso problema con il mio e dopo avere cambiato batterie,candele ,cavi alta tensione ecc....
    ho trovato il problema bronzina del motorino di avviamento rotta di conseguenza il motorino sforzava sempre di piu', per ruotare doveva vincere la sua forza di attrito piu' quella del motore.
    Montato motorino revisionato e i problemi sono scomparsi adesso mi sembra di avere un altra macchina,prima quando partivo era un pensiero.
    ciao
     
  9. premessa: 1.6 è solo a carburatori! e meno male direi!
    seconda cosa: classico problema di alfa da quando è nata; a caldo tutte le alfa dalla giulia che aveva mio padre all'alfetta 2.0 a carburatori stentano a partire!
    in minima parte influiscono i carburatori, a caldo si crea ilfenomeno del vapor lock!
    ma il vero problema è il motorino d'avviamento!
    sottodimensionato per tutto quello che deve muovere!
    una mano estremamente importante la da un bel relè che allo spunto della messa in moto permette di assorbire al motorino la corrente necessaria a spingere forte!
    un elettrauto con 10 minuti risolve il problema!
    sperimentato dalla giulia 1.3 in poi con risultati praticamente perfetti!

    Alexbiagini
     
  10. #9Miclanci,15 Agosto 2012
    Ultima modifica: 15 Agosto 2012
    non penso cheTu conosca bene l'impianto elettrico di queste auto e come funziona un motorino d'avviamento ......mi posso permettere di spiegartelo da figlio di elettrauto per oltre 40 anni ??

    Il motorino avviamento ha già un relè incorporato denominato elettromagnete o elettrocalamita alla quale arriva un filo "sottile" dal quadro avviamento che la "eccita " ed oltre a chiudere il contatto per far girare il motorino avviamento provvede a far avanzare il pignone del mot. avviamento che va ad ingranare sulla corona dentata del volano.

    La corrente al motorino arriva direttamente dalla batteria attraverso un cavo diretto di circa 10mm di diametro : è il cavo più grosso che vedi "uscire" dal morsetto + della batteria .

    Quindi a meno che nel relè "miracoloso " che hanno installato sulle macchine di Tuo padre non ci sia incorporata un'altra batteria , non fai girare più forte e/o meglio il motorino avviamento con quella modifica .

    L'aggiunta di un relè supplementare serve solo se hai il quadro avviamento ( bloccasterzo ) che ha dei falsi contatti e non manda tensione all'elettrocalamita del motorino , perchè se il contatto arriva ed il motorino parte lo stesso gira correttamente , altrimenti non gira affatto perchè l'elettrocalamita non viene eccitata e non si chiude il contatto ( immagina un interruttore ) che collega la batteria al motorino .
     
  11. Grazie a tutti per e vostre risposte sono state molto utili:D.
    Ho risolto i problemi : era la carburazione :mad: e per quanto riguarda la pinza del freno aveva un sassolino tra la pinza e il disco rettificato il tutto:auto003::auto003:.
    é un altra macchina.
    THANKS