Impianti a GPL liquido JTG

Discussione in 'GPL' iniziata da J.Kay, 15 Aprile 2008.

  1. #1 J.Kay, 15 Aprile 2008
    Ultima modifica: 15 Aprile 2008
    Ciao ragazzi,
    Contro il caro benzina, sto pensando di farmi un bel impiato a gas, l'ultima trovata tecnologica in merito si chiama JTG, L'impianto di alimentazione a GPL liquido JTG utilizza un impianto di nuova concezione che inietta il gas allo stato liquido attraverso degli elettroiniettori collegati assieme in un Common Rail nel momento in cui i 4 iniettori si aprono il gpl gassifica nei collettori a 50 gradi sotto zero abbassando la temperatura delle camere da scoppio che si arrichiscono di ossigeno ottenendo un effetto Intercooler che oltre a compensare il maggior potere calorifero del gas dovrebbe far guadagnare qualche cv foto Impianti a GPL liquido JTG - 3 ......
    Quindi non più “polmoni ” o distributori per il passaggio del gas dallo stato liquido a quello gassoso, con incerta e variabile quantità molecolare di alimentazione (determinata dalle differenti condizioni di pressione e temperatura) ma un impianto che dosa con la massima precisione il combustibile allo stato liquido. Anzi,la quantità di gas iniettato è determinata dalla stessa centralina elettronica che gestisce l ’impianto a benzina. Questo consente di poter avere un impianto estremamente affidabile,preciso,controllato dalla stessa diagnosi elettronica di bordo.
    In definitiva l ’high tech anche nell ’alimentazione a GPL:l ’impianto JTG.
    Questa soluzione si presenta particolarmente interessante anche dal punto di vista prestazionale perché il GPL, pur avendo un potere calorifico inferiore, e quindi un rendimento termodinamico ridotto rispetto alla benzina, ha un potere detonante maggiore.
    Il GPL, essendo meno inquinante a livello di CO, HC e Nox, può essere iniettato con una quantità molecolare superiore.Questo comporta che,pur rimanendo abbondantemente all ’interno delle prescrizioni EU4, la resa a gas risulta essere praticamente identica a quella a benzina se non,in alcune situazioni di ripresa e di massima potenza,addirittura migliore.
    In pratica quello che si perde per la minore resa del gas rispetto alla benzina, viene recuperato per una maggiore quantità molecolare iniettata.

    Funzionamento dell ’impianto di iniezione GPL liquido:

    Il funzionamento del sistema di alimentazione JTG si basa essenzialmente sull ’immissione di carburante GPL allo stato gassoso direttamente all ’interno dei collettori di aspirazione dei motori a ciclo Otto a quattro tempi.
    L ’immissione del carburante avviene per mezzo di un elettroiniettore che inietta il GPL davanti alla valvola di aspirazione di ogni singolo cilindro,di conseguenza il numero degli iniettori corrisponde al numero dei cilindri del motore.
    Gli elettroiniettori sono comandati dallo stesso impianto di iniezione elettronica originale del veicolo,pertanto il sistema JTG non necessita di alcuna centralina aggiuntiva a quella che equipaggia il veicolo sul quale viene installato l ’impianto .
    Il circuito di alimentazione del GPL viene tenuto in pressione di esercizio grazie ad una pompa carburante ad alta pressione montata direttamente all’interno del serbatoio GPL.Questa pompa alimenta costantemente il rail degli elettroiniettori per mezzo di una linea di mandata ed una di ritorno,pertanto il GPL in eccesso che non viene utilizzato torna direttamente all’interno del serbatoio così come accade con il sistema di alimentazione del carburante benzina.

    In sostanza il veicolo sarà munito di due sistemi di alimentazione, benzina e GPL, entrambi gestiti dal solo impianto di iniezione elettronica di cui il veicolo è dotato.

    Le commutazioni da benzina a GPL,e viceversa,sono gestite da un’unità di scambio elettronica. Tali commutazioni possono essere comandate dal guidatore premendo l’apposito pulsante di scambio connesso con l’unità di scambio stessa e/o avvengono in maniera automatica solamente da GPL a benzina qualora il livello carburante GPL scenda sotto il valore minimo in grado di garantire il corretto funzionamento della pompa carburante. Tale valore corrisponde mediamente (in funzione delle varie misure di serbatoi) a 2 litri circa di carburante.
    Tutti i dispositivi che compongono l’impianto JTG sono connessi elettricamente tra loro grazie ad un unico e semplice cablaggio elettrico progettato e realizzato secondo standard produttivi di qualità e controllo di tipo automobilistico.
    La tubazione per la carica del GPL e quella di alimentazione degli elettroiniettori sono realizzate utilizzando tubazioni di teflon e nailon di derivazione aeronautica

    il prezzo si aggira dai 1.600€uri in su praticamente come un classico sequenziale che però non permette guadagni in termini di prestazioni dato che il sequenziale prima di iniettare il gas nei colletore lo espande e riscalda in un polmone perdendo l'effetto intercooler....

    Costruttore: impianto JTG
     

    Files Allegati:

  2. Sto caricando...


  3. Tutto giusto, da notare pero' che i primi impianti JTG hanno avuto un sacco di problemi che ora sono in via di risoluzione.
    Molto meglio secondo me e secondo la maggior parte degli utenti europei e' l'impiano
    Vialle LPi
     
  4. il gpl sarà il futuro bravo Presidente...chissà se l'alfa penserà a dotare qualche modello di serie tipi 149/159 e Mi.to..potrebbe essere una idea non del tutto da buttare visto che lo stanno facendo in molti
     
  5. c'è da dire che forse gli impianti ICOm come teoria sono la migliore soluzione...sò che stanno facendo ancora modifiche perchè hanno avuto problemi mica da ridere...il suo problema più grande è stato la pompa benzina che andava a farsi benedire dopo poco tempo...
    infatti 2 anni fà quando montai il mio scelsi Tartarini anche se ero tentato dalla ICOM visto che come idea di impianto mi era sembrata ottimale...
    comunque J.Kay spiegazione perfetta dell'impianto gpl!!!!!!!!!complimenti
     
  6. Io so che Subaru Italia dopo le legacy con impianto uscito dalla casa della icom Jtl e in brutti rapporti con loro, un sacco di clienti hanno avuto problemi di pompa serbatoio del gas. Forse ora risolti con la nuova versione maggiorata..
     
  7. : good . :: good . :: good . : ESATTO!!! ho avuto le stesse informazioni da un produttore di impianti GPL e METANO.
    Ritengo comunque che considerato il continuo aumento del costo del petrolio il GPL e il METANO siano una alternativa sempre più allettante e di conseguenza (vista la richiesta) ci saranno sviluppi interessanti per il fututo, le aziende del settore stanno investendo in nuove soluzioni anche per l'iniezione diretta ma, per ora, secondo me bisogna attendere i risultati di queste nuove tecnologie soprattutto in termini di affidabilità, per ora sono convinto che un buon impianto sequenziale sia la miglior soluzione, la prova???

    YouTube - Alfa romeo 156 gta sporwagon doppia alimentazione gpl -lpg

    Ciao alfisti
     
  8. a me il gas affascina tanto, perchè coniuga i vantaggi "goduriosi" del benzina con i vantaggi economici del diesel; ma... quello che mi lascia titubante è lo stravolgimento termico/meccanico che il passaggio da aimentazione a ignezione diretta di benzina a ignezione indiretta di gas comporta... insomma in un motore progettato per funzionare per avere nei collettori solo aria gli si ignetta già un miscela di gas e arie... boh... ripeto, mi lascia titubante...
     
  9. SAlve. Ma questo impianto GPL JTG potrebbe andare sula mia GT 2.0 JTS con sonda lambda non stechiometrica? La BRC ha l'impianto, ma me lo ha bocciato proprio per il tipo di valori che esprime la sonda lambda (appunto non essendo di tipo stechiometrico). Grazie.
     
  10. Nessun impianto liquido per i JTS.
    BRC gasa dal 2.2 JTS in su, se esistono altri impianti compatibili non so.
     
  11. @ VDC
    ciao,tieni presente che i nuovi impianti a gpl sono progettati in modo tale da salvaguardare gli inniettori e il resto...
    ti faccio un piccolo esempio pratico...con i vecchi impianti a polmone,quando accendevi l'auto e davi un pò di gas l'auto da fredda passava subito a gpl con grande rischio x gli inniettori e tutte le tubature varie...difatti prima si diceva che ogni tanto bisognava andare un pò a benzina x non fare seccare tutto...
    oggi con i nuovi impianti tutto è stato risolto difatti a fredda l'auto và a benzina fino a che non raggiunge i 50 gradi....
    Ti dico solo che mio zio con un vecchio impianto a gpl sulla sua ford ghia,presa a 54000 km l'ha gassificata e l'ha data via funzionante senza mai un problema a 288000km...oggi gli impianti sono molto migliorati e con meno problemi ,quindi se vuoi il gas fallo pure e in più ti dico provare x credere...finchè non lo fai non puoi sapere ciaooooo