Alfa Romeo Spider - 3.2 V6 jts 260cv - Q4 - Bianco Ghiaccio - 2010 - RA

. Qualcuno si è preso la briga di forare la roccia per farci passare dentro la strada ma la cosa più incredibile è che una volta attraversato l'arco il panorama cambia drasticamente: la valle si restringe e dove poco prima il verde degli alberi faceva da padrone ora c’è solo grigia pietra vestita di qualche rado arbusto. Qui la Route mantiene le sue due corsie ma strizzate fra la parete rocciosa alla nostra sinistra ed un piccolo muretto in pietra sulla destra a dividerci dalla scarpata.La sensazione di cambiamento del paesaggio è quasi surreale ma quel che è ancora più incredibile è che dopo poche
c'era mica un fortilizio della prima guerra su quei monti?
 
c'era mica un fortilizio della prima guerra su quei monti?

Lungo la Route Napoleon non ho notato fortificazioni, sulla Bonette e sulla Lombarde invece c'erano diversi bunker ma dovrebbero risalire al secondo conflitto mondiale... Non fossi stato così di fretta mi sarei preso il tempo per andare a curiosare.
 
  • Like
Reactions: kormrider e ziopalm
Lungo la Route Napoleon non ho notato fortificazioni, sulla Bonette e sulla Lombarde invece c'erano diversi bunker ma dovrebbero risalire al secondo conflitto mondiale... Non fossi stato così di fretta mi sarei preso il tempo per andare a curiosare.
l'ho chiesto perchè tempo fa facevano un programma in tv che racconta alcune battaglie della prima e seconda guerra e quel passaggio sotto la roccia più la descrizione della strada dopo mi ha ricordato una puntata che ho visto
 
Dopo la breve fuga in Francia speravo di avere la possibilità di sfruttare la spiderona ancora un pochino prima di rimetterla a riposo per l'inverno ma tra impegni lavorativi e familiari, pandemie ed eventi annullati ad inizio ottobre mi sono arreso ed ho sospeso l'assicurazione.
La Q4 resterà tranquilla in garage con il contachilometri fermo a 44269km circa 2200 in più di quanti ne segnava a maggio quando è tornata in strada: pochi chilometri ma ottima qualità, in fondo è questo quello che si merita.
Route Napoleon 9.JPG

Per il resto se ne riparla a primavera 2021.
 
BTC4.PNG

Buone notizie, la quarta edizione del Brera Touring Cup ha da poco aperto le iscrizioni!
L'itinerario, che ricalca in buona parte quello dell'evento programmato per il 2020 ed annullato per la pandemia, include tratti di strada meravigliosi tra i quali il Col de Turini ed una porzione della Route des Grandes Alpes.
Itinerario2021.PNG

Da "veterano" di tutte le precedenti edizioni devo ammettere di non vedere l'ora di riappiccicare gli adesivi sulla Q4 e macinare un po' di sani km in compagnia di amici da un po' tutta Europa.
livrea 2019.jpg

Il costo di iscrizione all'evento è sensibile ma a conti fatti include alberghi e ristoranti oltre ad un'organizzazione veramente di buon livello, quindi mi sento di consigliarla a tutti i possessori di Brera e Spider 939 che siano in vena di una mini vacanza al volante. Il limite di vetture ammesso quest'anno è 60 e la spiderona ha già il posto prenotato.
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Sarà che l'anno scorso è saltata e che quindi se ne sentiva ancor di più la mancanza, sarà che il percorso scelto è stato quanto di più azzeccato si potesse fare, sarà che comunque (con i tempi che corrono e tutte le complicazioni legate alla pandemia) riunire 40 equipaggi da diversi paesi su auto che stanno diventando sempre più difficili da scovare in strada è già un'ottima premessa ma la quarta edizione della Brera Touring Cup è stata molto probabilmente la più riuscita di sempre!
Col de l'Iseran climb up 10.07.2021-4800.jpg

Ci sarebbe tanto da dire e da raccontare sia sull'evento che sulla Q4 che, ancora una volta, si è rivelata una fantastica GT a cielo aperto.
Appena riesco ad avere un paio d'ore per sistemare le foto e riordinare le idee vedo di buttare giù un'altra pagina del diario della spiderona.
 
Alfa Romeo Spider Q4 - BTC IV - Col de l'Iseran 10.07.2021.jpg

Sarà che ci faccio poca strada e che, soprattutto ultimamente, non metto la Spiderona fuori dal garage così spesso come si meriterebbe ma ogni volta che usciamo all'aria aperta è sempre un'emozione. Se poi nel bagagliaio ci sono un po' di borse ed i programmi includono qualche giorno fuori porta su belle strade allora il quadro si completa e si avverte quel senso un po' solenne dell'evento, dell'occasione speciale... Non so se sia per la Q4 in sé o per qualche sinapsi impazzita nella mia testa, fatto sta che mi piace e che è meraviglioso che questa magia funzioni da ormai più di dieci anni.
BTC IV percorso.pngBTC IV Saint Vincent 09.07.2021.jpgBTC IV Col du Galiber 10.07.2021.jpgBTC IV Route de la Vesubie 11.07.2021.jpg
La Brera Touring Cup è sempre una buona scusa per tenere la Spider fuori casa per qualche giorno. Quest'anno siamo partiti nella tarda mattinata di giovedì alla volta di Saint Vincent nei pressi di Aosta trovandoci nell'ultima ora di viaggio sotto piogge quasi monsoniche (per fortuna niente grandine che aveva invece colpito pochi giorni prima) e rientrati domenica notte dopo un non troppo gradevole tour dei cantieri autostradali dell'Italia nordoccidentale... Per fortuna tutto quello che c'è stato tra il trasferimento di andata e quello di ritorno è stato quasi perfetto.
Alfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Piccolo San Bernardo 09.07.2021.jpgAlfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Col de l'Iseran 10.07.2021.jpgAlfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Col du Galibier 10.07.2021.jpgAlfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Route de la Vesubie 11.07.2021.jpg
E non poteva essere altrimenti: ottima organizzazione, buona compagnia, strade e paesaggi da favola tra le vette alpine ed il blu del mare.
Il bello della Cup, soprattutto quest'anno con un percorso difficilmente migliorabile, è che permette di alternare momenti in gruppo con guida più rilassata e turistica ad altri più solitari con un piglio decisamente più impegnato.
Tra i miei momenti da incorniciare sicuramente la salita alla Bonette in solitaria e l'assalto al Col de Vars con strada quasi deserta.
Alfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Col de la Bonette 10.07.2021.jpg

Alfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Col de Vars 10.07.2021.jpg

La Spider si è comportata, come sempre, in maniera esemplare con il V6 a fare da protagonista sia a passeggio che nelle fasi di "bollitura" ed il sistema Q4 si è confermato impagabile tra le curve.
A dire il vero l'unico difetto l'ho trovato nella scelta della scalatura del cambio. Che la marce siano lunghe è risaputo ma c'è davvero un gap troppo marcato tra il primo ed il secondo rapporto e se in condizioni normali non è che un piccolo neo, anche grazie all'ottima elasticità del 6 cilindri, su di un passo alpino ad oltre 2000 metri di quota il problema è esacerbato dalla perdita di potenza del motore (per la Spiderona ci si trova con oltre 50 cavalli evaporati con la quota). Ora, fintanto che la strada è libera e si mantiene un buon ritmo il problema non esiste, ma quando ci si imbatte in un mezzo lento e si vuole sfruttare un breve rettilineo per disfarsene la situazione si fa più antipatica: ci si trova spesso costretti a scalare in prima, tirarla a limitatore e passare in seconda trovandosi con 3500 giri in meno e la progressione notevolmente smorzata. In tutto il tour sarà capitato due o tre volte ma è davvero qualcosa di fastidioso a cui non è possibile sopperire a meno di tirare giù il cambio ed inventarsi dei nuovi rapporti (e non credo che mi imbarcherò mai in una simile impresa).
Per il resto belle strade, sole, montagne, mare e buon cibo! Cosa chiedere di più?
Alfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Col de l'Iseran 36-34 10.07.2021.jpg

Alfa Romeo Spider Q4 - BTC IV -  Piccolo San Bernardo climb up 09.07.2021.jpg
 
Complimenti, io da "Brerista" non ho mai partecipato, chissà magari in futuro…..
 
Complimenti, io da "Brerista" non ho mai partecipato, chissà magari in futuro…..
Non posso che consigliartelo e, potendo, opta per l'iscrizione "racer" (ti servirà un accompagnatore per leggere le note del roadbook e raccogliere i check point lungo il percorso con l'apposita app sullo smartphone) invece di quella "tourer" per avere un'esperienza più completa dell'evento!
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Siamo nel periodo in cui la Q4 se ne sta rintanata in garage attaccata al mantenitore di carica in attesa della primavera. Quest'anno il conta chilometri si è fermato a 46310 (+2041km rispetto all'anno scorso, speravo in qualcosa di più ma ancora una volta ci dovremo accontentare).
Normalmente arrivati a questo punto avrei sospeso anche l'assicurazione ma in realtà con la fine dell'estate mi è partito l'embolo e mi sono finalmente deciso a fare quello che rimando già da un po' di anni: aggiungiamo un po' di brio alla Spider!
Probabilmente è la crisi dei quaranta e sicuramente sarebbe stato meglio se mi fossi inventato qualche più salutare traguardo sportivo (tipo prepararmi a correre una maratona o roba del genere, ma poi con l'inverno alle porte chi ci va a correre al freddo e al gelo?) ma in fondo è da sempre che sogno di cucirmi la spiderona addosso e finalmente è arrivato il momento.
A scanso di equivoci chiariamo subito che sono già più che contento della Q4 e non andrò a stravolgere nulla ma solo ad eseguire alcuni interventi mirati: vorrei un assetto leggermente più controllato ed una spinta più energica soprattutto agli alti regimi così da rendere ancor più soddisfacente il salire di giri.
Ma andiamo per punti, questa è la situazione delle Pirelli PZ4 dopo circa 16000km:
PZ4 +16000-3600.jpg

PZ4 2021-2017-3600.jpg

Performanti, versatili e persino comode, in questi anni si sono comportate in maniera esemplare e ad oggi non credo ci siano alternative migliori sui 18" (tra l'altro sono risultate vincenti nei test di evo uk sia nel 2019 che nel 2021 nella misura 18" e si sono aggiudicate il 3° posto nel test 2020 nella misura 19"). Purtroppo il mio gommista non è riuscito a trovare disponibili le 235/45 ZR18 98Y dai suoi fornitori abituali (c'era però una buona disponibilità di 94Y per Porsche) e c'era persino il dubbio se sarebbero state disponibili entro primavera, così dopo una breve ricerca su Google mi sono aggiudicato un nuovo treno (con DOT 2021) a circa 550 euro su Gomme Planet puntualmente consegnate pochi giorni dopo ed attualmente in bella mostra nel garage in attesa di un set di Bilstein B6 per poi procedere al montaggio ed alle regolazioni degli angoli.
garage PZ4-3600.jpg

Capitolo motore: scartata per il momento l'ipotesi collettori liberi e catalizzatore sportivo per non rischiare di compromettere le tonalità di scarico di cui sono assolutamente innamorato (in fondo il tutto fu accordato dai tecnici Ferrari), ho fatto un ordine alla Colombo&Bariani in tempo utile per accomodare quattro bei pezzi di acciaio sotto l'albero di Natale. Purtroppo pochi giorni fa ho ricevuto una mail in cui mi informavano che a causa di indisponibilità di materiale di qualità per la lavorazione la consegna non sarà effettuata prima di gennaio 2022.
Per una volta, fortuna che l'inverno è ancora lungo...