Comitato Tuning

Discussione in 'Omologazioni' iniziata da GNA, 14 Marzo 2007.

  1. Segnaliamo un'iniziativa molto interessante promossa da Elaborare, che avrà il fine di migliorare la vita a tutti i tuner.
    Se siete interessati aderite all'iniziativa più siamo e più possibilità avremo di ottenere qualcosa di Concreto!

    Ecco di che si tratta:


    Comitato Tuning (questo link)

    COORDINATORI
    Ing Giovanni Mancini (ELABORARE) - Prof. Ing. Lorella Montrasio (Università di Parma)


    E' nato il COMITATO TUNING (Via Della Bufalotta, 378 - 00139 ROMA Tel 06/45231502 – fax 0645231598).

    Un gruppo di lavoro di persone qualificate ma soprattutto appassionate che in team risolveranno le problematiche del settore.

    Se sei interessato a far parte del team manca una mail a comitato-tuning@elaborare.org

    Abbiamo bisogno di persone attive.



    COME è NATO IL COMITATO -TUNING?
    Il COMITATO TUNING è stato creato da Giovanni Mancini e Lorella Montrasio una mattina del dicembre 2006.
    Perché?
    Perché entrambi avevano, senza conoscersi o essersi incontrati prima, maturato convinzioni uguali sulla ‘passione tuning’, sulle problematiche del tuning e sulla loro possibile soluzione.
    Giovanni Mancini grazie ad una vita vissuta da appassionato di auto, di motori e di elaborazione.
    Lorella Montrasio grazie all’aiuto donato ad un amico che, anche al tuning, deve il brillante superamento dei postumi di un incidente stradale. Il contatto con questo mondo le ha permesso di conoscerlo ed apprezzarne bellezza e positività per i giovani. Ma di constatare, altresì, quali e quante fossero le problematiche del coltivare una passione che nel nostro Paese si è sviluppata in fretta, disordinatamente e senza alcuna legge che ne permetta,di fatto, il regolare ’espletamento.
    La necessità di una legge che lo approvi, la necessità di rendere visibile positivamente il tuning agli occhi dell’opinione pubblica e dei media (mediamente è visto con sospetto all’esterno) e la necessità di migliorare le condizioni ‘interne’ di espletamento della passione tuning (grazie a clubs e regolamentazione delle gare), ha portato alla fondazione del COMITATO TUNING, che lavora assiduamente, e senza interessi economici, alla promozione del tuning, E’ ospitato da ELABORARE, l’organo di stampa che gli dà voce).
    Tutti possono entrare nel comitato come componenti attivi, facendone richiesta, e cooperare a mandare avanti le quattro iniziative del comitato per la promozione del tuning (elaborare marzo).
    iL COMITATO TUNING lavora gratis e senza fine di lucro al SOLO SCOPO di migliorare lo sviluppo della passione tuning PER GLI APPASSIONATI.

    LE PROBLEMATICHE ATTUALI DEL TUNING IN 4 PUNTI

    1. il tuning è una passione costruttiva e, come tale, da promuovere; ed è buona cosa che i giovani vi si accostino numerosi, a patto che tutti siano consapevoli di ciò che è loro permesso di fare per rimanere nell’ambito della legalità ;
    2. questo sport-hobby-passione, anche se si è diffuso rapidamente, è molto recente e, proprio per questo, non sono mai esistiti, a livello legislativo, né il riconoscimento della sua esistenza, né una legge che ne permetta l'espletamento (chi si fosse imbattuto in tentativi 'puliti' di omologazione di pezzi vari per la propria auto se ne sarebbe reso conto perfettamente). Proprio per questo esiste una forte esigenza, non solo da parte degli appassionati, ma anche di motorizzazioni, di cpa, di legislatori e delle FdO che nascano delle leggi che regolino questo sport senza demonizzarlo, riconoscendolo come un qualunque altro sport;
    3 esistono un mare di clubs, che raccolgono gli appassionati, che purtroppo non hanno modo (salvo che alcuni rari esempi) di confrontarsi tra di loro e di proporsi in modo autorevole e compatto alle autorità competenti per promuovere le loro iniziative;
    4 vengono organizzati ovunque moltissimi raduni che sono occasioni di incontro per gli sappassionati e in quei contesti vengono espletate gare nei diversi settori, anima di questo sport (motoristica , estetica, spl ecc,) che non sempre sono regolate da criteri oggettivi di valutazione (soprattutto quelle estetiche).

    LA SOLUZIONE IN 4 PUNTI

    1 Una proposta di legge che regolamenti il tuning
    Punto fondamentale è la proposta di una legge che finalmente introduca il riconoscimento del ‘tuning’ e che lo regolamenti senza essere proibizionista, così che possa essere praticato legalmente da tutti gli appassionati;
    Ora (dal 25 gennaio è stato emesso il comunicato stampa) il disegno di legge Bersani (questo link) offre un'opportunità importantissima al tuning con la proposta di liberalizzazione dell'elaborazione delle auto
    Il comitato andrà a colloquio col ministro per riuscire a far si che la legge (che è ancora un comunicato stampa del ministero per lo sviluppo economico) ..
    date il vostro parere seguendo il forum di elaborare su tutti gli aspetti che riguardano la legalizzazione del tuning partecipando alle discussioni del comitato tuning (http://www.elaborare.info/forum/vbulletin/forumdisplay.php?f=86)
    in particolare le discussioni sull'abolizione del nullaosta e sulle richieste degli appassionati

    http://www.elaborare.info/forum/vbulletin/showthread.php?t=191670
    http://www.elaborare.info/forum/vbulletin/showthread.php?t=189847

    a brevissimo verrà chiesto a tutti di ISCRIVERSI AL COMITATO TUNING (STIAMO ORGANIZZANDO IL DATABASE PRESSO ELABORARE) PER ANDARE DA BERSANI CON LA FORZA DEL NUMERO DI APPASSIONATI CHE RAPPRESENTIAMO

    2. La creazione di un’associazione nazionale di appassionati di tuning

    L’associazione deve dare forza agli appassionati ed ai clubs allo scopo di:
    • fungere da interlocutore coi legislatori;
    • confrontarsi con le aziende e gli operatori del settore;
    • essere riferimento nella eventuale regolamentazione di molte questioni che riguardano il tuning e che spesso sono oggetto di dispute e disaccordi: ad esempio le gare;
    • potenzialmente potrebbe essere il riferimento per la creazione di un campionato nazionale di tuning,

    3. LA CREAZIONE DI UN'ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI CLUBS SERI, DOTATI DI TUTTE LE CARTE IN REGOLA PER POTER ESSERE RIFERIMENTI LOCALI DEGLI APPASSIONATI che sviluppano in modo corretto e LEGALE la loro passione

    4. la regolamentazione a livello nazionale delle gare (soprattutto di estetica) attraverso l'impiego di giudici che abbiano una formazione che permetta loro di fornire un giudizio 'imparziale'


    COSA SI RENDE NECESSARIO DA PARTE DI TUTTI GLI APPASSIONATI?

    A) PARLARE A TUTTI DEL COMITATO E FORNIRE IL MATERIALE ILLUSTRATIVO CHE SERVA A FARLO CONOSCERE
    Le iniziative, rivolte a risolvere le problematiche attuali del tuning possono essere portate avanti solo attraverso la massiccia partecipazione degli appassionati di tuning, che cooperino attivamente nel portarle avanti, seriamente ed in modo costruttivo, nella consapevolezza che solo così potranno sviluppare nella completa legalità questo sport.
    Prima importante cosa necessaria da parte tutti quelli che hanno letto e condiviso con noi questo messaggio: DIFFONDERE A TUTTI (AMICI E CONOSCENTI -anche ai non appassionati-) L’IMPORTANZA DELL’INIZIATIVA.

    B) SEGUIRE IL FORUM DI ELABORARE E PARTECIPARE ALLE DISCUSSIONI DEL COMITATO RIMANENDO AGGIORNATI SULLE INIZIATIVE INTRAPRESE
    in particolare la discussione sul disegno di legge Bersani (potete dare la vostra idea che gli sottoporremo quando siederemo al tavolo di confronto),
    http://www.elaborare.info/forum/vbulletin/showthread.php?t=191670
    votando per L'ABOLIZIONE DEL nullaosta
    http://www.elaborare.info/forum/vbulletin/showthread.php?t=189847

    C) ENTRARE NEL COMITATO TUNING

    VI ASPETTIAMO


    Lorella Montrasio e Giovanni Mancini
     
  2. Sto caricando...


  3. Il discorso toccato è interessante e infatti affascina pure me che abito a un tiro di schioppo ( detto romagnolo :D ) da l'ex circuito Santa Monica di Cattolica e c'è a dei giorni precisi un ritrovo di macchine con tunning etestetico, chi meccanico e altro e fanno vedere le loro auto...
    Molti efettuano il tunning che preferiscono e preferiscono oggi andare all'estero per abbreviare i passaggi, in Italia è problematico e credo abbastanza costoso però esiste un'agenzia TUV, quello che mi domando perchè in Italia non esiste uno standar per come procedere su una qualsiasi modifica senza dover omologarla fuori...