Detergenti senza alcool

Venom Snake

Alfista principiante
31 Ottobre 2021
31
22
9
Regione
Calabria
Alfa
Giulietta
Buongiorno Alfisti.

Come da titolo sono alla ricerca di consigli su prodotti per la pulizia di interni (plastiche e tessuti) senza alcool, necessità dovuta ad una persona cara allergica all'alcool che ha avuto reazioni per colpa dei prodotti con la quale avevo pulito gli interni della mia auto (ma-fra).

Cercando su internet ne trovo di diversi maero alla ricerca di qualche feedback prima dell'acquisto.

Grazie e buona navigazione a tutti.
 

bobkelso

Super Alfista
20 Marzo 2008
1,838
315
136
Mi
Regione
Lombardia
Alfa
33
Motore
1.3 v.l. GPL
Ciao, un aggiunta e un dubbio:

- molte plastiche plastiche si rovinano se le passi con un prodotto
che abbia alcool, se non in percentuali molto basse,
magari giusto come mix in uno spray per trasportare le altre sostanze;
in ambito industriale e magari anche tra i prodotti per auto
ci sono sostituti più delicati su plastiche e circuiti,
uno classico è l'alcool isopropilitico, che si trova anche da solo;

Ps: è più delicato sui materiali ma anche questo non va inalato
in eccesso durante l'uso, non è dannoso in se, il corpo lo smaltisce,
ma dannoso se assorbito in picchi momentanei elevati, come ogni alcool;
in pratica bisogna ventilare finche non evapora

- rispetto alle persone, la componente di alcool o equivalenti eventualmente nel mix
di un prodotto per pulizia evapora completamente se dopo aspetti diciamo
da 20 minuti a 2 ore a seconda di temperatura e quanto hai bagnato i tessuti
e nel frattempo ventili l'abitacolo (tieni finestrini o portiere aperte),
in teoria questo povrebbe risolvere la situazione allergia/sensibilità se dovuta proprio all'alcool,
cioè ventilarte a lungo l'abitacolo (l'alcool evapora completamente) prima di far avvicinare la persona sensibile,
più che cambiare brand di prodotti, se poi la tipologia di prodotti con cui li sostituisci è simile,

- se invece fossero altre componenti a dare l'allergia ogni persona è diversa si va a tentativi,
cioè mi porrei il dubbio se non siano le altre componenti dei prodotti per pulizia,
quelle che non evaporano e quindi rimangono sulle superfici,
a causare problemi di allergia, ma li si va a tentativi,
alla peggio sipuò provare a pulire gli interni con meno chimica possibile,
usare prodotti/sostanze semplici invece di prodotti commerciali
dove il mix di ingredienti è numeroso e non è indicato in modo chiaro

..un classico di parte dei prodotti commerciali, spray o creme, è che lasciano
su cruscotti e interni una patina lucidante che però è potenziale nutrimento per le muffe,
( le muffe per svilupparsi necessitano di "cibo" e umidità, se manca uno dei due non crescono,
per cibo basta un accumulo di vapori o sostanze sulle superfici, specialmente molecole organiche)
se lasci l'auto a finestrini chiusi in garage o ambienti non più che asciutti con queste patine
negli interni date dai prodotti "rinnovanti" senza ripulirle spesso può comparire la muffa..
..poca, non visibile, o anche visibile ad occhio;
questa poi può creare allergie e da togliere è faticosa, gli spray commerciali antimuffa
sono una bufala, più che altro coprono momemtaneamente solo l'odore senza rimuoverla;
..il grosso si rimuove, dove non si fa danno, con panni di candeggina diluita in acqua, che la stronca,
sennò anche meccanicamente con panni ad aqua e detergenti (o i macchinari professionali vapore+ aspirazione),
meccanicamente però non elimini tutte le spore, perchi è allergico il problema in parte rimane,
pero almeno rimuovi lo sporco organico che ne fa da nutrimento;
un passo in più si riesce a fare se poi aggiungi una passata con un ozonizzatore,
che se si raggiunge per un certo intervallo di minutaggio una buona concentrazione nell'abitacolo
riesce a fare una certa pulizia

..in famiglia ci siamo procurati un ozonizzatore abbastanza potente
( tra i 5000-10.000 mg/h sono abbastanza per trattare l'abitacolo auto in tempi brevi,
poter usare tempi brevi semplifica la procedura nel caso dell'auto, es se si lascia
in funzione il ricircolo aria per pulire anche il sistema di climatizzazione;
e volendo allungandoun po i tempi possono anche togliere odori da una stanza di casa,
da qualche anno costano molto poco, prima erano oggetti esotici più costosi per ambiti professionali ),
per ridurre al minimo ogni residuo di odori e anche di muffa in punti non visibili nell'abitacolo e dei cruscotti
va comunque usato con alcune accortezze ( ci sono tutorial abbastanza chiari, non bisogna esporre la persona
quando si esegue e anche dopo lasciare ventilarel'auto prima di avcvicinarsi;
poi non fa fatto troppo spesso o troppo a lungo perché l'ozono è un ossidante,
appunto sminuzza ogni molecola organica (muffe e sporco) ma in modo più lieve
è un poco ossidante anche sui materiali inorganici,
per capirsi 1-2 volte l'anno per l'auto è ok, ogni settimana no

..te lo ho scritto perchè l'ozonizzazione in caso di allergie può avere il suo perchè..
es 1 volta l'anno dopo l'estate, dopo l'auto effettivamente "odora di pulito/di buono" o meglio,
non odora, se non dei suoi materiali originali..
volendo l'ozonizzazione (che tecnicamente è effettivamente un po complicata da fare,
se la concentrazione è bassa non è efficace , se è esageratamente eccessiva e magari fatta in ambiente umido
è invece un po aggressiva anche sui contatti elettrici) la fanno anche negli autolavaggi più attrezzati
 
Ultima modifica:
  • Like
Reactions: Venom Snake

Venom Snake

Alfista principiante
31 Ottobre 2021
31
22
9
Regione
Calabria
Alfa
Giulietta
Ciao, un aggiunta e un dubbio:

- molte plastiche plastiche si rovinano se le passi con un prodotto
che abbia alcool, se non in percentuali molto basse,
magari giusto come mix in uno spray per trasportare le altre sostanze;
in ambito industriale e magari anche tra i prodotti per auto
ci sono sostituti più delicati su plastiche e circuiti,
uno classico è l'alcool isopropilitico, che si trova anche da solo;

Ps: è più delicato sui materiali ma anche questo non va inalato
in eccesso durante l'uso, non è dannoso in se, il corpo lo smaltisce,
ma dannoso se assorbito in picchi momentanei elevati, come ogni alcool;
in pratica bisogna ventilare finche non evapora

- rispetto alle persone, la componente di alcool o equivalenti eventualmente nel mix
di un prodotto per pulizia evapora completamente se dopo aspetti diciamo
da 20 minuti a 2 ore a seconda di temperatura e quanto hai bagnato i tessuti
e nel frattempo ventili l'abitacolo (tieni finestrini o portiere aperte),
in teoria questo povrebbe risolvere la situazione allergia/sensibilità se dovuta proprio all'alcool,
cioè ventilarte a lungo l'abitacolo (l'alcool evapora completamente) prima di far avvicinare la persona sensibile,
più che cambiare brand di prodotti, se poi la tipologia di prodotti con cui li sostituisci è simile,

- se invece fossero altre componenti a dare l'allergia ogni persona è diversa si va a tentativi,
cioè mi porrei il dubbio se non siano le altre componenti dei prodotti per pulizia,
quelle che non evaporano e quindi rimangono sulle superfici,
a causare problemi di allergia, ma li si va a tentativi,
alla peggio sipuò provare a pulire gli interni con meno chimica possibile,
usare prodotti/sostanze semplici invece di prodotti commerciali
dove il mix di ingredienti è numeroso e non è indicato in modo chiaro

..un classico di parte dei prodotti commerciali, spray o creme, è che lasciano
su cruscotti e interni una patina lucidante che però è potenziale nutrimento per le muffe,
( le muffe per svilupparsi necessitano di "cibo" e umidità, se manca uno dei due non crescono,
per cibo basta un accumulo di vapori o sostanze sulle superfici, specialmente molecole organiche)
se lasci l'auto a finestrini chiusi in garage o ambienti non più che asciutti con queste patine
negli interni date dai prodotti "rinnovanti" senza ripulirle spesso può comparire la muffa..
..poca, non visibile, o anche visibile ad occhio;
questa poi può creare allergie e da togliere è faticosa, gli spray commerciali antimuffa
sono una bufala, più che altro coprono momemtaneamente solo l'odore senza rimuoverla;
..il grosso si rimuove, dove non si fa danno, con panni di candeggina diluita in acqua, che la stronca,
sennò anche meccanicamente con panni ad aqua e detergenti (o i macchinari professionali vapore+ aspirazione),
meccanicamente però non elimini tutte le spore, perchi è allergico il problema in parte rimane,
pero almeno rimuovi lo sporco organico che ne fa da nutrimento;
un passo in più si riesce a fare se poi aggiungi una passata con un ozonizzatore,
che se si raggiunge per un certo intervallo di minutaggio una buona concentrazione nell'abitacolo
riesce a fare una certa pulizia

..in famiglia ci siamo procurati un ozonizzatore abbastanza potente
( tra i 5000-10.000 mg/h sono abbastanza per trattare l'abitacolo auto in tempi brevi,
poter usare tempi brevi semplifica la procedura nel caso dell'auto, es se si lascia
in funzione il ricircolo aria per pulire anche il sistema di climatizzazione;
e volendo allungandoun po i tempi possono anche togliere odori da una stanza di casa,
da qualche anno costano molto poco, prima erano oggetti esotici più costosi per ambiti professionali ),
per ridurre al minimo ogni residuo di odori e anche di muffa in punti non visibili nell'abitacolo e dei cruscotti
va comunque usato con alcune accortezze ( ci sono tutorial abbastanza chiari, non bisogna esporre la persona
quando si esegue e anche dopo lasciare ventilarel'auto prima di avcvicinarsi;
poi non fa fatto troppo spesso o troppo a lungo perché l'ozono è un ossidante,
appunto sminuzza ogni molecola organica (muffe e sporco) ma in modo più lieve
è un poco ossidante anche sui materiali inorganici,
per capirsi 1-2 volte l'anno per l'auto è ok, ogni settimana no

..te lo ho scritto perchè l'ozonizzazione in caso di allergie può avere il suo perchè..
es 1 volta l'anno dopo l'estate, dopo l'auto effettivamente "odora di pulito/di buono" o meglio,
non odora, se non dei suoi materiali originali..
volendo l'ozonizzazione (che tecnicamente è effettivamente un po complicata da fare,
se la concentrazione è bassa non è efficace , se è esageratamente eccessiva e magari fatta in ambiente umido
è invece un po aggressiva anche sui contatti elettrici) la fanno anche negli autolavaggi più attrezzati

Ciao, grazie per la risposta esaustiva, per il discorso allergia è proprio una persona alla quale è stata diagnosticata, ed effettivamente non ha avuto altre reazioni da quando ho smesso di usare i prodotti contenenti alcool (mi son limitato a pulire con panno umido e aspirapolvere).
Ho anche valutato la ventilazione dell'abitacolo, ma se esistono prodotti alternativi che mi tolgono questo pensiero tanto vale provare
 
  • Like
Reactions: bobkelso

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente