Giulia Quadrifoglio MY2020

RGS1000

Super Alfista
1 Giugno 2020
700
675
149
Regione
Toscana
Alfa
Giulia
Motore
2,2 160 CV
Vi consiglio di leggervi la prova su 4R di ottobre della nuova Giulia Quadrifoglio.
A fronte dello stile normalmente (ed apprezzabilmente) compassato della rivista, questa volta l'autore si è lasciato andare ad una lettera d'amore commovente per questa bella automobile, icona di auto come forse non potranno farne più a causa di normative idiote.
Bell'articolo e grande macchina.

Tecnicamente, di rilievo l'adozione della doppia iniezione diretta e indiretta per ridurre particolato e NOx; sarebbe interessante capire i vantaggi rispetto al filtro, perché il costo è maggiore e quindi si può ipotizzare che venga scelta per le migliori prestazioni.

Viene inoltre riportata una presunta alzata variabile delle valvole di aspirazione: ma siamo sicuri? Qualcuno ne sa qualcosa?

Saluti
 
  • Like
Reactions: Swordsman
Mi sembra che la fasatura variabile sia presente anche sul vecchio modello della Quadrifoglio…
Ho notato che rispetto alla prova di un paio di anni fa (sempre con l'automatico) l'accelerazione è migliorata di qualche decimo sul km da fermo, mentre è peggiorato il giro in pista…
Probabilmente i fattori che condizionano le prove, come le condizioni atmosferiche e non ultimo il pilota, si fanno sentire...
Concordo con l'articolo….leggere quelle parole ti da un senso di benessere...
 
Mi avete fatto venire voglia di comprare Quattroroute di Ottobre.

Coi miei amici "addetti ai lavori" spesso me ne esco dicendo "vorrei la mia Giulia fosse una persona in carne ed ossa per poterla abbracciare e darle una pacca sulla spalla dicendole, Brava!"
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Mi sembra che la fasatura variabile sia presente anche sul vecchio modello della Quadrifoglio…
Ho notato che rispetto alla prova di un paio di anni fa (sempre con l'automatico) l'accelerazione è migliorata di qualche decimo sul km da fermo, mentre è peggiorato il giro in pista…
Probabilmente i fattori che condizionano le prove, come le condizioni atmosferiche e non ultimo il pilota, si fanno sentire...
Concordo con l'articolo….leggere quelle parole ti da un senso di benessere...

Veramente non parlano di fasatura ma di alzata variabile, che comporterebbe una distribuzione tutta diversa.