Guarnizione testata AR Imola 1.3 i.e suggerimenti e consigli

Discussione in 'Boxer Iniezione' iniziata da nipper, 29 Giugno 2015.

  1. Dopo varie peripezie sulla mia Alfa Imola sto valutando di rifare insieme ad amico meccanico la guarnizione della testata. L' auto ha quasi 150000km non sono il proprietario dall' inizio e non so se sia mai stata sostituita. Per quello che riguarda l' approvigionamento della guarnizione ho pensato al sito inglese qui suggerito da Bob qualche tempo fa ma vorrei sapere da qualcuno che lo ha già fatto come procedere riguardo alla "spianatura" e al nuovo serraggio. C' è un ordine da seguire in quest' ultimo e con la dinamometrica qual' è il valore esatto da impostare?
    Grazie a tutti
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Grattacapo: battito in testa Boxer Iniezione 19 Maggio 2018
    Testate della 33 IE Boxer Iniezione 8 Novembre 2013
    alfa 33 - tipi di guarnizioni testate e serraggio testate Boxer Iniezione 25 Agosto 2013

  3. #2bobkelso,30 Giugno 2015
    Ultima modifica: 30 Giugno 2015
    Ciao, per le istruzioni sul montaggio sono sul manuale officina alfa:
    http://www.alfa-restoration.co.uk/manuals/AR_Editions/AlfaRomeo33WorkshopManual33Nuova.pdf
    pagine 498 e seguenti trovi i serraggi, ma una lettura anche della atre parti precedenti
    riguardanti le testate è utile, ci sono anche i controlli di planarità e i valori massima
    usura tollerabili nelle varie parti.


    Al solito ci metto intorno un po' di notizie varie, da valutare insieme al tuo meccanico,
    ma che spero possano aiutare a ridurre gli imprevisti durante il lavoro.

    ..le teste si possono smontare anche senza calare o abbassare parzialmente
    il motore, si sfilano i prigionieri solo di pochi cm (non c'è spazio per estrarli completamente)
    e poi si può scollare la testa dal blocco motore (ad es. con colpetti con una mazzetta
    di gomma o un blocco di legno, non usare cacciaviti tra i piani perche si segnano,
    e appena si scolla un lato per es di 1-2 mm bisogna fermarsi da quel lato e scollare
    anche quello opposto della stessa distanza, perchè ci sono 2 spine metalliche
    di collegamento/centraggio metalliche tra piano motore e testata incassate per circa 5 mm
    per parte che sforzano slargando la loro sede se la testata viene sfilata non in piano)
    e si può togliere la testata dal vano motore; lavorando con il motore montato nell'auto
    sarà un pò più complicato pulire bene prima del rimontaggio e servirà un kit di bussole
    di lunghezza giusta (una bussola corta normale più un adattatore da quadro 1/2 pollice
    a quadro altra misura, il cui unico scopo e aggiungere 2-3cm) o se la trovi al brico
    direttamente una bussola lunga, ho visto che da un annetto sono in vendita, questo
    per far entrare la chiave dinamometrica nel poco spazio in fianco alle testate e raggiungere
    tutti i bulloni senza comprare l'apposita prolunga marchiata alfa dal costo di circa 30e..

    ..se invece non hai fretta puoi invece abbassare in parte o del tutto il motore
    e approfittare per fare altre manutenzioni (frizione? rimandi cambio?)..

    ..anche se le teste in alluminio fossero in piano alla fine per prudenza la testata
    si fa sempre spianare in rettifica (e al limite lavare e assemplare nelle sue parti
    lasciando all'interno del grasso antiattrito specifico per il primo riavvio che avverrà
    senza olio in pressione) fosse anche di solo di 1 decimo di mm, spesa circa 20e
    spianatura ognuna o per la coppia visto che sono piccole, ora non ricordo;
    dopodichè i piani vanno protetti fino al montaggio da graffi accidentali durante gli spostamenti;
    invece il lato motore in ghisa sarebbe troppo costoso rettifiarlo al banco e essendo in ghisa
    si deforma meno negli anni rispetto all'alluminio delle teste,
    va pulito con un raschietto, stando attenti a tenerlo inclinato per non fare graffi,
    oppure si può tentare di pulirlo con un raschietto in plastica dura invece che in metallo
    (se si fanno graffi poi ci fa un meccanico con esperienza e mano "artistica" o strumenti
    professionali per carteggiarlo "in piano", oppure ci si affida ai collanti da aggiungere
    alla guarnizione) e prima di mettere le guarnizioni entrambi i piani motore
    e testa vanno puliti molto bene ad alcool..idem le guarnizioni non devono
    impolverarsi prima di essere usate sennò poi terranno un filo meno
    (dovrebbero avere un sottile quasi invisibile strato di colla termosensibile
    che aiuta a far tenuta; su quelle del 16v c'è anche un bordino in rilievo
    aggiuntivo di collante da motori ben visibile)

    ..le guarnizioni di norma non richiedono aggiunta di collante nero da motori,
    con il calore si assestano e incollano da sole, ma il rettificatore suggerisce
    di metterne eventualmente un filo molto sottile intorno al foro della mandata olio
    (è l'unico che lavora ad alta pressione, fino a 6(?) bar) su ambo i lati guarnizione;
    chi ha esperienza o corre in pista a volte aggiunge oppure no un filo di collante
    anche sul perimetro esterno (un po' stile la guarnizione del 16v) ma è un rischio,
    se si esagera o si fa male l'effetto può essere controproducente,
    dimenticati che te lo ho accennato e non corriamo rischi..

    ..una raffinatezza è invece fare il riseraggio (v. pag 499) dopo il primo ciclo termico
    di assestamento, in pratica si allenta (mi pare di mezzo giro ma domani controllo,
    ma l'importante è svitare quel minimo che basta a superare l'atrito statico del serraggio)
    e poi ristringe con la dinamometrica al valore di serraggio, sviti e stringi un bullone alla volta
    e in sequenza di serraggio; per fare questo bisogna per forza assemblare il kit di bussole
    di lunghezza giusta da montare sulla dinamometrica, sennò non c'è spazio
    nel vano motore a meno di non riabbassare il motore dalla scocca..

    ..il riserraggio garantisce più durata/affidabilità della nuova guarnizione
    ma non è considerato indispensabile, molti non lo fanno più, anche
    perchè le guarnizioni se di fattura più recente lo richiedono meno;
    > in teoria e solo se fatto a regola d'arte sarebbe utile anche su altri motori,
    sia dopo il primo ciclo termico, che dopo i primi 30.000 km, prevenendo
    futuri trafilaggi e sostituzione di questo tipo di guarnizioni di vecchia concezione
    (in fibra), che in pratica con il tempo tendono a schiacciarsi un po'..
    > in pratica lo spessore e posizione laterale della guarnizione e la tensione
    dei serraggi potrebbe non essere variata in modo apprezzabile dopo il primo
    ciclo termico per cui il riserraggio non essere utile ma solo un piccolo rischio aggiuntivo..

    ..quello che invece è tassativo e non eccedere di molto i valori di serraggio,
    perchè l'alluminio potrebbe schiacciarsi oltre il limite elastico e quella
    testata poi tenderà sempre a trafilare acqua se non anche l'olio
    anche se la fai rettificare di nuovo..

    ..sui boxer i bulloni che fanno da prigionieri invece si possono riusare più volte,
    sono dimensionati in modo tale da essere lontani dal loro limite di snervamento
    (su altri motori invece si cambiano ogni volta che si fa la guarnizione testa)..

    --------------------------------
    A proposito del kit guarnizioni

    per questi motori le guarnizioni standard come detto sono del vecchio tipo in fibra;
    hanno uno spessore da smontate di 1,6mm, è uno valore abbastanza elevato,
    adatto a compensare le diverse dilatazioni termiche laterali del lato in ghisa
    e del lato in alluminio senza rovinarsi prematuramente ed eventualmente
    di perdonare (se molto piccole) non planarità dei pezzi montati;
    quelle di spessore 1,3 mm sono invece per modifiche tuning (aumento del RC)
    e richiedono maggiore cura nelle preparazione e assemblaggio

    le guarnizioni del kit del noto sito inglese che vende su ibay le ha collaudate un utente
    qui del forum è vanno benone, dopo un anno di collaudo nessun trafilamento
    acqua/olio sulle guarnizioni teste, ma è venuto il dubbio che i gommini stelo
    valvole fossero meno buoni di quelli marcati alfa perchè capita che passi qualche
    goccia d'olio a motore spento con un po' di fumo solo al primo avviamento;
    dico dubbio perchè nel rifare le teste non erano stati rifatti i guida valvole in ottone
    che erano in discreto stato ma lasciavano agli steli un po' di gioco, idem le fasce pistoni,
    per cui non si sa se quel poco d'olio che passa sia colpa dei gommini, oppure dei guida steli,
    o magari delle fasce dei pistoni; i gommini del kit erano comunque migliori di quelli vecchi
    originali smontati oramai consumati e induriti dal calore del motore.

    Per onestà ti dico anche che le guarnizioni della testata del kit
    esaminate in dettaglio (ne ho preso un kit anche io) sono di qualità
    inferiore a quelle vendute in confezione originale alfa:

    - una sulle 4 ordinate aveva un po' di ruggine sul bordino metallico,
    si poteva usare lo stesso ma l'ho fatto presente al venditore
    e me ne ha spedita un'altra (anzi 2) perfetta senza aggravio di spese;
    diciamo anche che però le guarnizioni originali standard neanche
    loro hanno il bordino intorno al cilindro in acciaio inossidabile
    (per quello bisogna spendere di più)

    - non hanno indicazione di essere amianto free, poi potrebbero anche esserlo;
    comunque anche le guarnizioni alfa originali fabbricate prima del 92 non hanno
    il bollino amianto free e sono ancora vendute on line; rispetto alle pastiglie dei freni
    qui comunque il problema amianto è pressoche teorico, è diffile ridurle in polvere
    sottile e respirarsele anche quando le si raschia via dalle testate, al massimo
    si spezzano in più trucioli ancoera macroscopici, e a volte si smontano intere
    senza neanche rompersi..

    - la guarnizione del castelletto punterie del kit è del tipo "di carta", invece quella
    fornita da alfa negli ultimi anni era di plastica trasparente, differenza minima,
    a me piaceva quella di plastica, mentre il rettificatore sosteneva che quella di carta
    faceva più tenuta contro trasudamenti di olio perchè la finitura superficiale
    dei castelletti punterie di questi motori è un po' grezza (si vedono rigature
    di lavorazione anche ad ad occhio, i castelletti non sono stati spianati in rettifica)
    e la plastica anche con il calore non arrivava a modellarsi bene nelle rigature
    (in pratica necesiterebbero di una sottilissima striscia di collante)

    - probabilmente non dureranno 20 anni come le originali, però fanno il loro lavoro;
    la differenza è il costo, con circa 40e hai tutto il kit spedito,
    se si sta facendo un lavoro cercando di bilanciare i costi è allettante;

    - al limite si possono comprare a parte i gommini steli valvole,
    sono ancora reperibili in fiat e costano poco

    - come riferimento, le guarnizioni originali costano circa 40-60 euro per le sole
    2 guarnizioni principali del piano testate, il kit completo penso circa il doppio,
    (il kit completo per le teste comunque costa qualcosa meno di comprare
    le singole guarnizioni separatamente)

    - guarnizioni alternative di buona qualità per il piano testate mi diceva il rettificatore
    sono anche le "goetze" (purchè conservate correttamente, senza graffi o pieghe),
    marca ora assorbita da un altra ditta che non ricordo, ma su ibay si trovano ancora
    (sottocosto quelle senza il bollino amianto free); per qualità ancora più elevate
    poi si va in prodotti da gara (bordini inox e materiali più resistenti)


    ---------------------

    Ps: se apri le teste ti direi fallo solo se hai una indicazione certa di
    un consumo di acqua /olio, sennò aprendole ti trovi davanti a piccoli dilemmi:
    "già che sono smontate faccio solo le guarnizioni testate o faccio altro?"
    "quanto terrò ancora questa auto? " che può portare ad un aggravio di costi..

    ..di sicuro conviene sostituire almeno i gommini steli valvole, i cortechi albero a camme,
    la guarnizione del castelletto punterie (li trovi tutti nel kit),
    mentre di fronte a dei bicchierini punterie leggermente consumati dove sono
    a contatto con l'albero a camme hai il dubbio se cambiarli
    e idem per le guide degli steli valvole, se hanno un gioco entro i limiti
    accettati dal manuale ma hanno comunque un po' di km, se li metti nuovi il motore
    guadagna un paio di cavalli e le valvole dureranno più km, ma le spese salgono
    (sostituendo i guida valvole poi c'è anche da rirodare le valvole sulle sedi)..
    ..invece per le valvole e sedi valvole parto dell'idea che a 150.000 siano
    ancora sfruttabili, ma lo valuterai insieme al meccanico esaminandole..

    ..per i bicchierini punterie se sono consumati entro un paio di decimi di millimetro,
    il rettificatore aveva trovato una soluzione, li ha rettificati asportando 2/3 decimi,
    questo considerando che lo strato di indurimento superficiale vecchio stile dovrebbe
    essere di almeno 7 decimi, e tolti i primi 2 ha ancora valori buoni di resistenza..

    ..altra possibilità sono punterie idrauliche nuove marca "INA"di buona qualità
    destinate a motori vw moderni, costo 70e kit da 8 punterie spedito,
    (per gli amanti del tuning c'è anche la versione ultraleggera a circa 100e,
    in pratica sono punterie idrauliche così leggere da non temere il confronto
    con quelle meccaniche e da non temere il fuori giri oltre i 7500);
    le punteri idrauliche nuove originali alfa non sono proponibili, costano 20e l'una,
    si fa prima a comprare un motore boxer usato intero con pochi km..

    ..anche se trovi gli alberi a camme danneggiati, la spesa minore è cercare
    2 teste complete smontate da auto demolita con pochi km (alfa 33 o 145
    qualsiasi cilindrata 8v tra 1.3, 1.5 e 1.6; al limite anche il 1,7 scambiando
    l'involucro (l'altezza della camera scoppio è forse leggermente diversa sul 1,7)
    e utilizzando le parti meccaniche interne che sono invece uguali,
    con 150/200e una coppia di teste in buono stato di camme/punterie /valvole
    (perchè ha non troppi km alle spalle) si può trovare..

    -----

    ..per la messa in fase c'è una discussione nella sezione alfasud/sprint
    dove abbiamo sviscerato un metodo a prova di errori..rimontare la distribuzione
    è facile se il motore è fuori dal vano motore ma è abbastanza facile anche
    se è nel vano motore e si smonta il radiatore e magari anche il paraurti,
    poi volendo si può fare anche senza smontare niente di tutto ciò..

    ..se poi vuoi cambiare anche le cinghie (20+20e) e i tendicinghia (40+40e)
    considera che se prendi un kit completo ina/bosch/dayco (70e?)
    spendi quasi la metà che prendere i pezzi singoli e vai più
    sul sicuro come qualità..

    ..pompa dell'acqua (circa 35e) dipende se la hai già cambiata
    o è ancora la sua originale..considera che su questo motore
    per cambiarla bisogna rismontare le cinghie distribuzione..

    ----

    ..bestia che papiro! :) :) :) è che l'argomento è tosto..

    vabbè speriamo si capisca e non ci siano errori, nel caso spero qualcuno
    che di questi motori ne ha rifatti un po' intervenga a correggere
     
  4. Come sempre super esaustivo Bob! Diciamo che l' idea è di fare un restauro, non totale ma sostanziale, sia meccanico che della carrozzeria e ho la possibilità di farlo grazie ad amici meccanico e carrozziere ognuno con belle officine e ci possiamo mettere d' accordo sul prezzo dato che almeno per la carrozzeria posso dare una mano nel carteggio, stuccatura e verniciatura. La carrozza non è messa male ma ci sono parecchi piccoli ritocchi da fare e l 'auto ahimè è all' aperto da 13 anni. Grazie a questi amici (purtroppo non qui a Milano, è per questo che ho insistito nel recuperarla almeno per fare un viaggio di 600 km senza noie) spenderei molto meno ma devo tenere in conto anche di giocarmi io almeno 7-10gg di lavoro vista la collaborazione diretta. A Milano per una guarnizione testata mi hanno chiesto 1000 euro che onestamente sono uno sproposito, si fa prima a comprare un' alfa con meno km, ma almeno quest' auto la conosco. Poi naturalmente possono esserci delle sorprese si sa che fino a quando non si apre un motore nei punti critici non si sa mai cosa si può trovarci dentro, magari è da buttare!!!
    Però un tentativo lo farò e sarà tutto documentato qui!
    :):):)
     
  5. #4bobkelso,30 Giugno 2015
    Ultima modifica: 30 Giugno 2015
    Capito, se vuoi tenere l'auto e la carrozzeria riesci a farla a spese ridotte
    ti dico che può essere una cosa simpatica e che ha un senso anche
    per l'affezionamento nonostante prendendo un'altra 33 con 70.000km
    già in ordine e destinata a demolizione probabilmente risparmieresti.

    Quindi OK carrozzeria (non aggiungi il costo IPT di
    un altro aquisto e riparti con una vernice con 0 anni)

    Per il motore (ed eventualmente il cambio) ci metto comunque
    un preavviso in base alla mia esperienza:

    ad aprire/rifare un motore con 150.000km, se non stai intervenendo
    per un guasto specifico (es una guarnizione testa che sai non tiene più)
    che giustifica l'urgenza, c'è il rischio di trovare vari lavori da fare
    e spendere più che sostituirlo (magari inisieme ad un cambio)
    con uno meno chilometrato..

    ..anche io il primo motore della mia 33 lo ho riparato e ririparato,
    c'era molto entusiamo di imparare e fare ed è stato istruttivo..
    ..però il secondo lo ho sostituito in blocco :) :) :) :) perchè
    mi è capitato per caso un buon motore al momento che serviva

    ..poi non è regola generale, alcuni motori tenuti bene a 150.000
    sono ancora in buono stato, ed è anche vero a volte negli aquisti
    si viene ingannati, motori venduti come seminuovi e che invece
    hanno problemi e per prudenza vanno poi comunque aperti per
    ispezione almeno nelle teste e nella coppa olio..

    ..comunque seguire/partecipare ai lavori di restauro sul motore
    e carrozzeria che si è deciso di sistemare sarà dispendioso ma anche
    istruttivo e (tempo permettendo) divertente, forse nella valutazione dei costi
    e delle opzioni si potrebbe mettere anche questo fattore "hobby"..

    ..sul preventivo dei 1000 euro dipende, se dovevano solo cambiare il set guarnizioni
    delle testate e fare una spianata in rettifica hai ragione è uno sproposito,

    ..se invece pensavano di revisionare completamente le testate (sedi valvole, guidavalvole,
    sostituire qualche punteria o valvola, etc..) per riporarle al nuovo e magari anche calare
    a terra il motore per lavorare più comodi, diciamo che era ancora caro ma nel "range"
    di prezzi di un'officina che ha alle spalle una serie di costi notevoli da ammortizzare
    e magari non è esperta del boxer (più imprevisiti durante il lavoro rispetto a rifare un motore fire)..

    ..se riesci a fare il lavoro collaborando con qualcuno meno esoso
    in quella cifra ci starebbero anche frizione nuova (il kit 3 pezzi completo
    costa 130e e con il motore a terra si monta in meno di un'ora) le fasce pistoni nuove
    e ad esagerare le bronzine, oppure spendi il minimo e per ora rinfreschi giusto le teste..

    ------
    sulle testate ieri mi sono scordato un paio di dettagli:

    - le teste hanno 6 prigioneri (i bulloni grandi, che sono
    quelli eventualmente su cui fare il riserraggio) e 4 bulloni
    più piccoli che tengono il castelletto punterie idrauliche
    attaccato alle teste; durante lo smontaggio delle teste
    dal motore i 4 bulloni piccoli conviene aspettare a svitarli
    (a limite se credi puoi allentarli leggermente per portarsi avanti)
    anche per evitare che entri polvere /sporcizia all'interno

    - quando si smontano dal motore le testate si portano dietro i lamierini
    neri del carter distribuzione; per separare i lamierini dalle testate
    occorre sbullonare le pulegge degli alberi a camme
    (i valori di serraggio di questo bullone per il rimontaggio li trovi sul manuale)
    questo può essere fatto:

    1) usando una pistola pneumatica che sviti "ad impulso" il bullone
    al centro della puleggia (l'inerzia della puleggia consente di non usare altre chiavi)

    2) con l'apposita chiave alfa romeo ad uncino che tiene ferma la puleggia dai denti
    esterni mentre si svita il bullone centrale (occhio a non rigare vistosamente i denti
    sennò poi consumerà le cinghie in quel punto); la chiave è utile anche al rimontaggio
    cinghie distribuzione per bloccare le pulegge ma non è indispensabile

    3) costruendosi una chiave artigianale o un altro sistema per tenere ferme
    le pulegge bloccandole utilizzando i loro 6 fori circolari di alleggerimento
    mentre si svita il bullone centrale

    4) lasciando fare in rettifica: gli porti le teste con il castelletto punterie,
    i lamierini e le pulegge ancora attaccati, il sacchetto con il kit guarnizioni nuove,
    volendo (se non si offendono) anche una fotocopia delle pagine del manuale
    con i valori di usura tollerabili dei pezzi (può essere utile perchè sono motori non standard),
    e lasci fare tutto a loro, pulizia accurata (hanno delle attrezzature comode),
    smontaggio, controllo usura pezzi, spianatura piano, rimontaggio
    con cortechi e guarnizioni nuove, apposito grasso, il tutto per modica cifra,
    poi torni a riprendere le teste ricomposte e devi solo riattaccarle al motore;
    il meglio è se il rettificatore è un tipo un po' alla mano (non so sei di zona,
    se credi ti segnalo un'offina rettifica a sud di milano che ha già avuto
    a che fare con questi motori) e ti lascia passare a metà lavoro per visionare
    lo stato dei pezzi interni, così ti fai un'idea diretta dell'usura o meno di ognuno
    (guida valvole, sedi valvole, gommini valvole vecchi, bicchierini punterie)
    e se necessario decidete di sostituire qualche componente

    ..se invece le teste le disassemblate tu e il meccanico e in rettifica fate solo la spianatura
    dai un 'occhio a numerare valvole e bicchierini delle punterie e non scambiarli di posto,
    ora poi non ricordo se anche le molle valvole hanno un verso di montaggio da rispettare
    (più leggere all'estremo verso il camme) come sul 16v o sono simmetriche, comunque
    si da un'occhiata che nessuna sia snervata (più bassa delle altre)..
    ..un lavoro aggiuntivo è anche ripulire le punterie idrauliche internamente da eventuali
    morchie ma è complicato da spiegare e da fare, diciamo che se ora funzionano bene
    puoi anche rimontarle cosi' come sono (penso sia la prassi dei meccanici)..
     
  6. Ciao, io feci lo stesso lavoro 1 anno e mezzo fa in box. Che dire: spesi 200e di rettifica teste (con i controlli e lavorazioni che cita Bob in quanto parla del mio caso) e 40 (rocordo bene Bob?)euro di guarnizioni e, nel mio caso avendo percorso solo 5000km dal cambio precedente di cinghie, cuscinetti, tenditori e pompa acqua, 35e di cinghie. Come manodopera ho iniziato alle 11 di mattina ed alle 21 di sera il boxer era in strada a rodare le teste (conta che l'ho fatto con un amico quindi nel lasso di tempo aggiungi distrazioni/perdite di tempo varie "a cazzeggio", verniciatura blocco, sistemazione di fino dei cablaggi e pausa pranzo). Il lavoro è fattibilissimo in casa senza abbassare il motore ma va amontato praticamente tutto nel vano incluso il muso della macchina. Se ti serve una mano...

    Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
     
    A bobkelso piace questo elemento.
  7. #6bobkelso,2 Settembre 2015
    Ultima modifica: 2 Settembre 2015
    Ciao, quello è stato un lavoro partito bene anche perchè
    il rettificatore cui abbiamo chiesto oltre che essere molto alla mano
    (ci ha spiegato / mostrato i lavori di rettifica) ha fatto prezzi abbordabili, in più
    i tempi di realizzazione di Vins sono veloci, opposti ai miei che sono biblici.

    Ps.: Vins, la prossima volta che con la 33 capitasse una sostituzione motore
    o una sostituzione frizione "in (mezza) giornata", sarebbe divertente un video in time-lapse..
    (unz.. motore via...zvai.. motore torna... :grinser005:)
     
  8. Allora Vins lo dobbiamo eleggere SuperMeccanico, io ho visto rifare le teste di una Fiesta da due meccanici :Bash: qui di Milano senza livellarle con passata di carta abrasiva da 280, mentre uno diceva: "ma così ci farà si e no 15000 km"! E l' altro "si ma che ci frega!" Totale: 1000 euro e lavoro fatto in...una settimana!!! Infatti passando 6 gg dopo l' auto era ancora lì sul ponte. Pensar male si fa peccato ma non si sbaglia, oddio da chi sono andato...
    Comunque ti invio P.M.
     
  9. Beh non mi scandalizzerei molto: se la testa dopo averla verificata con la barra rettificata e spessimetro risulta piana basta una semplice pulitura delle superfici e via. Chiaro poi non chiedi 1000e di lavoro ma li è una questione di correttezza...

    Inviato dal mio GT-I9505 utilizzando Tapatalk
     
  10. Si ma guardandola era piena di buchi non era proprio in buone condizioni...e poi fare solo 15000 Km (a detta loro) dopo??? Io mi rendo conto delle spese enormi in tasse che tutti gli artigiani devono sostenere in questo paese e non mi scandalizzo della cifra (anche se non ho mai visto fare una fattura almeno per lavori più piccoli e sono tanti in un' officina) ma sicuramente tutto questo è quanto meno poco o affatto professionale.