Impianto GPL Landi Renzo e Alfa Romeo 147: da evitare per pessimo servizio

erotavlas

Nuovo Alfista
29 Ottobre 2014
19
4
4
SI
Regione
Toscana
Alfa
147
Motore
1.6 TwinSpark 105 CV
Sto scrivendo questo messaggio sui maggiori siti di auto per riportare la mia esperienza con un impianto GPL Landi Renzo al fine di rendere più consapevole le scelte future di utenti che si troveranno a scegliere un impianto a GPL.

Prima di comprare e installare un impianto Landi Renzo mi ero documentato sul web e tramite meccanici a proposito della qualità e dell'affidabilità: l'impianto sembrava non avere problemi con la mia auto e i pareri degli utenti e meccanici erano positivi.

Sintesi: vi sconsiglio l’acquisto di un impianto GPL Landi Renzo poiché l’azienda si è comportata in modo non professionale e non serio.

Nonostante l’impianto fosse stato acquistato direttamente da Landi Renzo dal sito web e nonostante l’impianto fosse ancora in garanzia di altri 14 mesi, si sono rifiutati di rimborsarmi la riparazione (anche parziale) in seguito alla rottura di una valvola del motore. Secondo il parere di diversi meccanici di mia fiducia, la rottura era imputabile all’impianto a GPL. Landi Renzo ha un’assicurazione per fronteggiare tali eventi.

La mancanza di serietà è dovuta al fatto che i diversi soggetti chiamati in causa, assistenza clienti, ingegnere e installatore hanno giocato a rimbalzarsi la responsabilità e mi sono sentito preso in giro anche perché per attendere le loro risposte sono stato due mesi senza auto.


Descrizione dettagliata: sono proprietario di un Alfa Romeo 147 1.6 16 V twin sparks 105 CV codice 1471616VTS [16000 4c 77kW AR37203] del 2002.
Ho comprato un impianto GPL Landi Renzo modello omega gas plus direttamente dal sito web landi.it (1515 €) per avere 3 anni di garanzia anziché 2 anni nonostante l'installatore autorizzato più vicino si trovasse abbastanza lontano da casa mia (circa 80 km).
L'acquisto è stato fatto in data 22/12/2014, l'installazione in data 16/01/2015 e il collaudo in data 11/02/2015.
L'auto al momento dell'installazione dell'impianto aveva 78751 km. Da allora, ho percorso circa 44800 km consumando 3714 litri di GPL e fino al 24/11/2016 ero felicissimo in quanto risparmiavo molto denaro rispetto a un auto a benzina senza notare perdita di potenza al motore.
L'unico "problema" che ho sempre avuto dal momento dell'installazione dell'impianto a GPL è l'accensione della spia gialla del motore. Ho fatto il cambio della cinghia di distribuzione, pompa acqua etc. a 77700 km. Tengo un registro dettagliato della manutenzione e degli interventi all'auto e quindi conosco esattamente data e km di ogni intervento.
Il mio meccanico di fiducia ha sempre detto che la spia del motore accesa era un problema dovuto all'impianto a GPL e concordo con questo in quanto in precedenza non avevo mai avuto problemi.
Ho fatto il primo tagliando dell'impianto a GPL in data 27/01/2016 a 101170 km presso l'installatore dell'impianto il quale dopo aver cambiato il filtro GPL, mi ha detto che l'auto era molto fuori carburazione. Gli avevo chiesto di correggere il problema e mi aveva suggerito di cambiare la sonda lambda dicendomi che non era un problema grave e che potevo ignorare la spia accesa.
Con il mio meccanico di fiducia ho anche cambiato la sonda lambda in data 14/04/2016 a 107543 km senza risolvere il problema.
Vengo al problema attuale, in data 24/11/2016 sono andato in città e dopo circa 30 minuti di coda in auto, quando ho accelerato nuovamente ho sentito un calo di potenza, l'auto non riusciva ad andare oltre 60 km/h sembrava usasse solamente alcuni cilindri.
In data 25/11/2016 sono andato dal mio meccanico di fiducia ed erano risultate rotte le valvole almeno quelle di un cilindro che non aveva più compressione. Il mio meccanico aveva detto che per avere un preventivo più preciso occorreva aprire la testata del motore. Molto probabilmente la spesa sarebbe stata compresa tra 1000-1500 € considerando che il motore è 16 valvole e che una valvola costa 30 €.

L'auto non era in grado di viaggiare bene e non potevo portarla dall’installatore dell’impianto che si trova a circa 80 km di distanza (non volevo pagare il carro attrezzi).
Prima di poter intervenire con la diagnosi esatta del danno e la riparazione dell’auto, ho dovuto attendere i loro “comodi” (circa 2 mesi).

Inizialmente mi hanno detto che il veicolo non ha nessuna controindicazione con il loro impianto ed era anomala la rottura di una valvola di scarico su di un motore di circa 123000 km di cui circa 48000 km a GPL (impianto installato a 75000 km).

Successivamente, mi hanno chiesto di inviare delle foto con la testata e i cilindri per evidenziare il danno 20/12/2016. Il servizio clienti ha detto di non poter contattare il mio meccanico al telefono 12/12/2016, 29/12/2016. Infine, mi hanno detto di contattare direttamente un loro ingegnere e il quale ha chiesto ulteriori informazioni, primi giorni di gennaio 2017 (non ho la data esatta).
In seguito, ho avuto l’ok dall’ingegnere nel procedere con la riparazione.

Durante la riparazione ho dovuto sostituire la valvola rotta oltre a rettificare le sedi delle valvole. Per stare tranquillo ho cambiato tutte le valvole di scarico con valvole di acciaio speciale per auto a GPL e ho dovuto cambiare altre parti come bulloni del motore, cinghia di distribuzione, etc. visto che avevo aperto il motore ho cambiato anche le fasce. Totale della spesa circa 1200 €

Dopo la riparazione ho contattato nuovamente il servizio clienti 20/01/2017, l’ingegnere e sono stato dall’installatore dell’impianto 08/12/2016. Nessuno mi ha saputo dare un risposta soddisfacente alle mie domande.

Inoltre, sia il servizio clienti sia l’ingegnere hanno detto di non aver ricevuto mai le foto e di non aver mai parlato con il mio meccanico quando in realtà ho i messaggi di posta elettronica a testimoniare questo fatto e le telefonate con il mio meccanico sono avvenute in mia presenza.

Per concludere, ripeto che il loro comportamento è stato non professionale e non serio. Non ho mai preteso che mi riparassero completamente il danno, ma che almeno si assumessero la responsabilità e partecipassero si. In realtà, si sono lavati le mani affermando che il problema della rottura non fosse da imputare al loro impianto e di non aver avuto la possibilità di un contraddittorio con il mio meccanico (giudicate voi la serietà).
 

goblin62

Alfista Intermedio
27 Novembre 2016
143
119
44
58
provincia Monza e Brianza
Regione
Lombardia
Alfa
Giulietta
Motore
1.4 multiair 170 tct
Altre Auto
Lancia Ypslon 1.2
Personalmente non sono compatibile con gpl, metano e quant'altro, ma se qualcuno me lo avesse chiesto gli avrei consigliato proprio loro. Disonestà e fama vanno di pari passo. Mi dispiace...
 

kormrider

ALFISTA BALILLA.
18 Gennaio 2012
18,905
12,666
164
Land of Cugghiuna Vairus
Mappa
A mappa do pilu
Regione
No Italy
Alfa
156
Motore
2.0 TwinSpark 16V
Altre Auto
Alfa 75 1.6 IE (1992-Battesimo con Alfa); 145 1.6 Boxer; Ford Ranger LIMITED 3.2 TDCi
Scrivo solamente per dare maggiore visibilità a questo post.

Che pagliacci sta "landi renzi"

E chi si ostina a difendere il gpl e i loro "impianti miracolosi".

Con 1500 euro di danni quanta benzina avresti messo??

Risparmiare da una parte per poi spenderli da un'altra..

L'Alfa è sinonimo di motori prestazionali a benzina e stop. Chi vuole il gpl che si compri una panda a metano...

C'è stato un altro caso dovuto alla rottura di una valvola a causa del gpl su una giulietta che esce già così di fabbrica:

Addio valvola dopo appena 30000 KM

IL GPL è dannoso per le valvole visto che in fase di combustione raggiunge temperature elevate e spacca le testate. Oltre a non avere mai e poi mai le prestazioni della benzina.. ah voglia che dicano che abbia più potere anti-detonane dato il maggior numero di ottani...



Lo avrò ripetuto in lungo e in largo nel forum che Forse e DICO FORSE l'unico sistema a "gas di petrolio liquefatti" che è risultato abbastanza valido sulle vetture Alfa Romeo a BENZINA è il BRC.



E mi ero quasi deciso ad installare un impianto sulla mia 156 2.0 Twin Spark ma dato i risultati..

che sia lodata la Benzina..

 

bianconero

Super Alfista
14 Novembre 2007
501
275
116
38
MS
Regione
Toscana
Alfa
147
Motore
T.S. 1.6 105cv
Rispondo per chiarire che gli impianti Landi renzo sono ottimi impianti e che i motori Alfa Romeo da sempre sono motori perfetti per la trasformazione a GPL e Metano in quanto di serie avevano gia negli anni 50 60 sedi valvola in acciaio e valvole al sodio quindi resistentissime, ci sono motori alfa romeo che hanno percorso a metano centinaia di migliaia di km senza alcun problema, e anche il discorso di aumento di temperatura è una diceria senza senso, comprovata da prove strumentali con sonde di temperatura su collettori da me personalmente.
Io ho un Impianto Metano Landi Renzo sulla mia 147 1.6 che attualmente ha 130.000 km e ne ha percorsi a metano 100.000 senza alcun problema al motore che resta brillante come il primo giorno sia a metano che a benzina.
Per l'uso quotidiano è una spesa pressoche inutile quella della costosissima benzina quando puoi spendere un terzo e anche meno circolando a metano.
Ovviamente quando è necessario un poco piu di brio posso sempre utilizzare la benzina, ma in questi anni ho risparmiato veramente tanto.
Certamente la cosa piu importante negli impianti gpl/metano non è tanto la marca dell'impianto quanto la capacità dell'installatore a prendere i dovuti accorgimenti e le attenzioni per avere una messa a punto della carburazione e di tutto il resto fatta a regola d'arte.
Il tuo caso di valvola rotta potrebbe essere stato causato da tanti fattori, come per esempio valvola difettosa, oppure una carburazione non adeguada che influisce moltissimo sulle temperature, ma caro amico, non puoi certamente affermare che la colpa è dell'impianto a gpl in se stesso, magari può essere colpa dell'installatore o di un po' di sfortuna per un componente difettoso ma non certo dell'impianto Landi.
Io dopo essere passato al metano, e ti dico in modo onesto non senza qualche tentennamento iniziale non cambierei mai piu questa scelta e se prendessi un'altra auto non esiterei minimamente alla trasformazione immediata a metano.
Io ho un amico meccanico e installatore di impianti che ha fatto diverse vetture Elaborate, con impianto a metano che consente di utilizzare la vettura ogni giorno con spese irrisorie per il carburante con prestazioni che seppur inferiori rispetto all'uso a benzina sono di tutto rispetto.
Gli impianti brc per riprendere il post precedente costano meno di Landi ma valgono anche meno di Landi, specialmente in fase di carburazione e specialmente con gli impianti piu datati che lavoravano aspirati.
Sempre il mio meccanico negli anni ha "perso" qualche cliente per quanto riguarda le trasformazioni perche ovviamente chi aveva preventivi Brc spendeva meno, ma molti di questi tornavano dopo poco tempo per chiedergli i risolvere i problemi alle vetture derivanti dal funzionamento non perfetto dei suddetti impianti (pr carità, erano risolvibili con alcuni accorgimenti, ma il risparmio iniziale nell'istallazione era ben presto vanificato per gli interventi successivi necessari a far funzionare bene la macchina).
 

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente