Rottura cavo apertura bagagliaio: sblocco baule e sostituzione

AlexPrandini

Alfista principiante
16 Dicembre 2021
135
48
39
Regione
Lombardia
Alfa
75
Motore
1.6 Carbs
Salve a tutti, non molto tempo fa mi si è rotto il cavo per aprire il bagagliaio della mia 75 e, dato che i sedili non sono abbattibili, non c’era più modo di accedere al bagagliaio. Scrivo questa guida per spiegarvi come ho risolto io, le strade alternative che ho trovato e tentativi che ho fatto per evitare che, trovandovi nella mia stessa situazione, non facciate i miei stessi errori.

Nel mio caso, quando agivo sulla leva dedicata, essa lavorava a vuoto. Ho provato dunque a tirare il cavo con una pinza (lo si riesce a prendere facilmente sollevando la leva) sperando in un malfunzionamento della stessa, ma la cordina tendeva a sfilarsi.

SOLUZIONI:

  • CAVO DI EMERGENZA: si trova annegato nel sedile posteriore lato guidatore: è un cavo di nylon con un anello nero che fa da terminale e, tirandolo, apre il bagagliaio. Nel mio caso per trovarlo è stato necessario rimuovere la panca posteriore (va a incastro ed è sufficiente sollevarla) ma, tirandolo, non apriva il bagagliaio. Dopo aver rotto l’anello ed eseguito gli altri tentativi che descriverò, l’ho attaccato con un cappio a due cacciaviti in modo da creare una sorta di maniglia e poter esercitare il massimo della forza. Nonostante si rischi di spezzare il cavo consiglio comunque di tentare prima di intraprendere una delle altre soluzioni; sconsiglio comunque di usare una pinza proprio per diminuire tale probabilità. Rimuovere anche lo schienale (si sfila sollevandolo) potrebbe diminuire l’attrito del cavo favorendone lo scorrimento. Una volta aperto il bagagliaio ho notato come il cavo agisca sul meccanismo di apertura in un punto particolarmente spiacevole (v. foto) e segue le curve della carrozzeria senza nessuna guida. Se a ciò si aggiunge la naturale elasticità del nylon è più che giustificata la difficoltà di utilizzo. Ho infatti provveduto a inserire una guida all’interno del bagagliaio all’altezza del faro sinistro in modo da scongiurare tale problema, cosa che consiglio a tutti di fare.
  • BUCO DIETRO LA TARGA: osservando il meccanismo di apertura ho notato come sarebbe sufficiente bucare il pannello dietro alla targa per poter agire sul meccanismo di apertura con un cacciavite o un altro strumento simile. Chiaramente è necessario sapere dove bucare, ovvero partendo dal centro circa ……. e conoscere come è fatto il meccanismo di apertura. Dato che il foro sarebbe coperto dalla targa sull’esterno e dalla tappezzeria all’interno potrebbe essere anche riparato con un po’ di mastice alla buona
  • TAGLIO DELLA GUIDA: il cavo principale scorre all’interno di un tubo metallico (un po’ come i freni della bici) che fa da guida. Tale metodo può essere usato solo se il cavo si è spezzato nel primo metro/metro e mezzo perché consiste nell’intercettare la guida a metà strada, tagliarla e tirare il cavo con una pinza (nel mio caso si è spezzato pochi cm prima della fine). Il punto più comodo è sotto il battitacco del passeggero posteriore sinistro: per raggiungere il tubo è necessario rimuovere la panca, staccare il battitacco (può bastare la parte posteriore) e rimuovere la tappezzeria (è sufficiente spostarla con le mani dato che è tenuta dal battitacco) per trovare la guida che dovrebbe scorrere parallela a tutti i cavi elettrici che vanno nella zona posteriore.
  • ROTTURA FARO: come mi aveva suggerito un appassionato inoltrandomi un video, l’extrema ratio è quella di rompere il faro sinistro posteriore in modo da recuperare il cavo di emergenza che passa proprio dietro, scavalcando così le curve della carrozzeria che causano i problemi già descritti. Chiaramente bisogna essere certi che il cavo funzioni e sia collegato correttamente e mettere in conto i 300 euro di ricambi.
  • RIMUOVERE LE CASSE POSTERIORI: non posso dare la certezza che tale metodo funzioni ma, togliendo una delle due casse posteriori (potrebbe essere necessario romperla dato che sono avvitate da sotto) si potrebbe raggiungere il gancio del bagagliaio.
  • TAGLIARE LO “SCHIENALE”: rimuovendo lo schienale dei sedili posteriori si può notare come dietro di essi c’è uno scheletro in lamiera sul quale poggiano e dove sono avvitati i bulloni che fissano gli ammortizzatori. Una soluzione potrebbe essere tagliare la lamiera a forma di croce di croce di Sant’Andrea e bucare la tappezzeria fino a raggiungere il meccanismo di apertura. Chiaramente sarà poi necessario sostituire la moquette del baule e saldare la lamiera.
È inutile cercare di rimuovere la cappelliera o le coperture laterali in quanto non si riuscirebbe comunque ad accedere al baule e potrebbe essere necessario danneggiarle per rimuoverle.

SOSTITUZIONE CAVO

È molto intuitiva:

  • Rimuovere la copertura in plastica che nasconde il meccanismo: è unita alla carrozzeria con dei rivetti in plastica a testa quadrata particolarmente antipatici da rimuovere: andrebbero ruotati di ¼ e sfilati, ma data l’età anche sagomando una brugola non sono riuscito. Ho optato per tirare la plastica fino a romperli (stando ben attento a non danneggiare la copertura). Si trovano a pochi euro dai cinesi.
  • Verificare che il cavo sia spezzato e non si sia sganciato dalla sede posteriore, in tal caso è sufficiente riavvitarlo come in foto. Altrimenti:
  • Sfilare il cavo vecchio dalla parte della leva di apertura
  • Procurarsi un cavo in acciaio di circa 4 metri della stessa sezione (lo si trova in una qualunque ferramenta)
  • Fissare un finecorsa sul nuovo cavo che servirà a bloccarlo sulla leva di apertura (come si può vedere sul cavo rimosso)
  • Infilare il cavo nella guida dalla parte anteriore finché non si blocchi grazie al finecorsa. Nel mio caso scorreva molto bene ma potrebbe essere necessario lubrificare l’interno della guida
  • Tagliare il cavo in eccesso e fissarlo come nella foto
N.B. Nell’immagine il cavo superiore annodato è l’emergenza mentre quello inferiore fissato con la vite è quello principale da fissare

Spero che la guida sia stata utile, buon lavoro amici 😉
 

Allegati

  • WhatsApp Image 2023-12-10 at 19.05.04.jpeg
    WhatsApp Image 2023-12-10 at 19.05.04.jpeg
    303.9 KB · Visualizzazioni: 112
Eccellente. Queste sono soddisfazioni.
Il segreto è Tenere curate le guide dei cavi con silicone spray. Certo che dopo quarant'anni non tutte le 75 ci arrivano in perfetta salute.
 
  • Like
Reactions: AlexPrandini
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Salve a tutti, non molto tempo fa mi si è rotto il cavo per aprire il bagagliaio della mia 75 e, dato che i sedili non sono abbattibili, non c’era più modo di accedere al bagagliaio. Scrivo questa guida per spiegarvi come ho risolto io, le strade alternative che ho trovato e tentativi che ho fatto per evitare che, trovandovi nella mia stessa situazione, non facciate i miei stessi errori.

Nel mio caso, quando agivo sulla leva dedicata, essa lavorava a vuoto. Ho provato dunque a tirare il cavo con una pinza (lo si riesce a prendere facilmente sollevando la leva) sperando in un malfunzionamento della stessa, ma la cordina tendeva a sfilarsi.

SOLUZIONI:

  • CAVO DI EMERGENZA: si trova annegato nel sedile posteriore lato guidatore: è un cavo di nylon con un anello nero che fa da terminale e, tirandolo, apre il bagagliaio. Nel mio caso per trovarlo è stato necessario rimuovere la panca posteriore (va a incastro ed è sufficiente sollevarla) ma, tirandolo, non apriva il bagagliaio. Dopo aver rotto l’anello ed eseguito gli altri tentativi che descriverò, l’ho attaccato con un cappio a due cacciaviti in modo da creare una sorta di maniglia e poter esercitare il massimo della forza. Nonostante si rischi di spezzare il cavo consiglio comunque di tentare prima di intraprendere una delle altre soluzioni; sconsiglio comunque di usare una pinza proprio per diminuire tale probabilità. Rimuovere anche lo schienale (si sfila sollevandolo) potrebbe diminuire l’attrito del cavo favorendone lo scorrimento. Una volta aperto il bagagliaio ho notato come il cavo agisca sul meccanismo di apertura in un punto particolarmente spiacevole (v. foto) e segue le curve della carrozzeria senza nessuna guida. Se a ciò si aggiunge la naturale elasticità del nylon è più che giustificata la difficoltà di utilizzo. Ho infatti provveduto a inserire una guida all’interno del bagagliaio all’altezza del faro sinistro in modo da scongiurare tale problema, cosa che consiglio a tutti di fare.
  • BUCO DIETRO LA TARGA: osservando il meccanismo di apertura ho notato come sarebbe sufficiente bucare il pannello dietro alla targa per poter agire sul meccanismo di apertura con un cacciavite o un altro strumento simile. Chiaramente è necessario sapere dove bucare, ovvero partendo dal centro circa ……. e conoscere come è fatto il meccanismo di apertura. Dato che il foro sarebbe coperto dalla targa sull’esterno e dalla tappezzeria all’interno potrebbe essere anche riparato con un po’ di mastice alla buona
  • TAGLIO DELLA GUIDA: il cavo principale scorre all’interno di un tubo metallico (un po’ come i freni della bici) che fa da guida. Tale metodo può essere usato solo se il cavo si è spezzato nel primo metro/metro e mezzo perché consiste nell’intercettare la guida a metà strada, tagliarla e tirare il cavo con una pinza (nel mio caso si è spezzato pochi cm prima della fine). Il punto più comodo è sotto il battitacco del passeggero posteriore sinistro: per raggiungere il tubo è necessario rimuovere la panca, staccare il battitacco (può bastare la parte posteriore) e rimuovere la tappezzeria (è sufficiente spostarla con le mani dato che è tenuta dal battitacco) per trovare la guida che dovrebbe scorrere parallela a tutti i cavi elettrici che vanno nella zona posteriore.
  • ROTTURA FARO: come mi aveva suggerito un appassionato inoltrandomi un video, l’extrema ratio è quella di rompere il faro sinistro posteriore in modo da recuperare il cavo di emergenza che passa proprio dietro, scavalcando così le curve della carrozzeria che causano i problemi già descritti. Chiaramente bisogna essere certi che il cavo funzioni e sia collegato correttamente e mettere in conto i 300 euro di ricambi.
  • RIMUOVERE LE CASSE POSTERIORI: non posso dare la certezza che tale metodo funzioni ma, togliendo una delle due casse posteriori (potrebbe essere necessario romperla dato che sono avvitate da sotto) si potrebbe raggiungere il gancio del bagagliaio.
  • TAGLIARE LO “SCHIENALE”: rimuovendo lo schienale dei sedili posteriori si può notare come dietro di essi c’è uno scheletro in lamiera sul quale poggiano e dove sono avvitati i bulloni che fissano gli ammortizzatori. Una soluzione potrebbe essere tagliare la lamiera a forma di croce di croce di Sant’Andrea e bucare la tappezzeria fino a raggiungere il meccanismo di apertura. Chiaramente sarà poi necessario sostituire la moquette del baule e saldare la lamiera.
È inutile cercare di rimuovere la cappelliera o le coperture laterali in quanto non si riuscirebbe comunque ad accedere al baule e potrebbe essere necessario danneggiarle per rimuoverle.

SOSTITUZIONE CAVO

È molto intuitiva:

  • Rimuovere la copertura in plastica che nasconde il meccanismo: è unita alla carrozzeria con dei rivetti in plastica a testa quadrata particolarmente antipatici da rimuovere: andrebbero ruotati di ¼ e sfilati, ma data l’età anche sagomando una brugola non sono riuscito. Ho optato per tirare la plastica fino a romperli (stando ben attento a non danneggiare la copertura). Si trovano a pochi euro dai cinesi.
  • Verificare che il cavo sia spezzato e non si sia sganciato dalla sede posteriore, in tal caso è sufficiente riavvitarlo come in foto. Altrimenti:
  • Sfilare il cavo vecchio dalla parte della leva di apertura
  • Procurarsi un cavo in acciaio di circa 4 metri della stessa sezione (lo si trova in una qualunque ferramenta)
  • Fissare un finecorsa sul nuovo cavo che servirà a bloccarlo sulla leva di apertura (come si può vedere sul cavo rimosso)
  • Infilare il cavo nella guida dalla parte anteriore finché non si blocchi grazie al finecorsa. Nel mio caso scorreva molto bene ma potrebbe essere necessario lubrificare l’interno della guida
  • Tagliare il cavo in eccesso e fissarlo come nella foto
N.B. Nell’immagine il cavo superiore annodato è l’emergenza mentre quello inferiore fissato con la vite è quello principale da fissare

Spero che la guida sia stata utile, buon lavoro amici 😉
Non so come mai nella sezione "buco dietro alla targa" ci sono dei puntini. Correggo dicendo che il foto andrebbe fatto a circa 10 cm in basso e 5 verso dx partendo dal centro.