147 JTD Intercooler Sprayer FAI DA TE

Discussione in 'Jtd - Jtdm' iniziata da headhole, 17 Gennaio 2008.

  1. Ho già fatto una ricerca sul forum, ma su questo capitolo non ho trovato nulla.
    In questi giorni stò valutando alcune modifiche DIY (Do It Yourself) per la mia nasona e mi sono interessato allo spruzzatore per l'intercooler. A fronte di varie soluzioni, mi sono imbattuto in un forum della Dodge che parla dell'impiego di bombole di CO2 per raffreddare l'intercooler (molto interessante) ed in impianti classici ad acqua.
    Ho provato a verificare la fattibilità della modifica con bombola CO2:
    Sicuramente la bombola deve essere stipata in un punto distante da sorgenti di calore (i costruttori dichiarano una temperatura massima di 50°C) e quindi l'unico punto è il bagagliaio. Le tubature... in teflon (spero) con buon isolante esterno per evitare condensa/congelamento di qualsiasi cosa vada a contatto.
    Riduttore di pressione ed elettrovalvola: entrambe specifiche per il tipo di impiego ovviamente.
    Il comando di erogazione? Semplice ed efficacie: un interruttore sull'acceleratore.
    Quello ad acqua è più semplice, ma richiede comunque un luogo riparato per il contenitore dell'acqua da spruzzare sull'intercooler. Serve poi una buona pompa.

    Il bello è che in entrambi i casi è possibile informarsi sui siti di acquari...

    Per gli spruzzatori il sistema più semplice è quello degli iniettori benzina, facilmente reperibili e costruttivamente solidi.

    Che mi dite? Sogno o son desto? O pazzo...
     
  2. Sto caricando...


  3. non è un sogno.
    su elaborare di 3 anni fa circa, era stato adottato il metodo da te indicato su una alfa gt 1.9 jtd da 150cv. avevano fatto la prova al banco, e avevano riscontrato che quando veniva spruzzato l'N2O a raffreddare l'intercooler, c'era un incremento sensibile delle prestazioni, al banco frenato circa 18 cv in più.... nn sono poki ma utilizzavano l'N2O.... non so se la CO2 sia la stessa cosa, ma la teoria è quella.... ed è fattibilissima....
     
  4. Già, penso anche io che sia fattibile. Ho letto, ma non ricordo la fonte probabilmente una pagina wiki, che ogni 10°C di abbassamento termico equivale a 3CV guadagnati. Ovviamente entro certi limiti.
    Per quanto riguarda le tubazioni, per gli acquari utilizzano un semplice tubo in gomma, probabilmente rinforzato con una calza internamente. Quindi penso che un tubetto in teflon che normalmente impiego in fabbrica sia più che idoneo.
    Fai conto che un kit completo per acquario è sul centinaio di euro e comprende bombola da 1Kg (tipo usa e getta), ridurrori, manometri, tubi, elettrovalvola e raccorderia varia.
    L'idea è quella di predisporre il tutto passando intanto un tubicino (dia.6mm esterno e dia.4mm interno) dal bagagliaio all'intercooler. Pensavo anche di mettere un raccordo a "T" nelle prossimità del cruscotto per poterci collegare un manometro da mettere in plancia. Come diffusore sull'intercooler invece non so ancora come realizzarlo: forse perchè non ne conosco le dimensioni meccaniche.
     
  5. Secondo me è un po' una cavolata!
    La bombola del CO2 quanto puo' durare in fase di raffreddamento?
    5, 10 minuti al massimo?
    Fare un mega impianto per 10 minuti di (forse) 10cv in piu mi pare un po' una cavolata!
    E' vero che aiuta...ma solo a fare i "numeri" sul banco prova!
    (su di un numero di Auto hanno testato una Audi TT doppiomotore con intercooler raffreddati a ghiaccio secco...800cv per 30minuti!).
    A questo punto meglio il NOS!
     
  6. Ossignore! :confused:
    Non ti so dire per quanto tempo possa durare. Mi sono informato poco fà e per un sistema ad erogazione continua e controllata, una bombola da mezzo chilo dura 3/4 mesi... l'applicazione ovviamente si riferisce ad un acquario. E' vero che l'erogazione dovrà essere massiccia sul pannello dell'intercooler, ma conto anche di gestire l'erogazione con un interruttore posto sotto l'acceleratore. Una erogazione continua non è utile. Quando mi interessa affondare l'acceleratore allora deve intervenire lo spruzzatore. E se non voglio fare lo sborone tutto resta fermo.
    Io ci provo.
    Con calma.
    Alla fine cosa ci posso perdere? Un centinaio di euri? Una ultro centinaio di ore di prove?
    Sarò pazzo, ma "...al cuore non si comanda...".
     
  7. Io mi ero fatto una cosa del genere per raffreddare il radiatore dell'acqua quando andavo a fare "le tirate" su per i monti!
    5 litri d'acqua duravano circa 25-30 minuti.
     
  8. La durata dipende molto dalla quantità erogata e dalla frequenza di erogazione.
    Ovviamente se il getto di acqua è continuo e senza uno spruzzatore, il tutto dipende dalla portata della pompa.
    Per una applicazione con l'acqua pensavo di utilizzare una pompa per acquario (perchè? perchè funzionano a 12V, sono a tenuta stagna, hanno portate anche dell'ordine di 1000litri/ora e fanno egregiamente il loro lavoro), contenitore dell'acqua con protezione dal calore (poi dipende da dove lo metti...), tubazioni in silicone (flessibili, facili da posizionare, resistenti al calore), spruzzatore.
    In questo caso, preferirei avere un termostato che faccia partire la pompa quando la temperatura del radiatore supera un certo valore.
    Supponiamo di avere un contenitore da 5 litri di acqua ed una pompa da 500litri/ora: in erogazione continua avresti circa 36 secondi di autonomia.
    Un pò scarso direi!
    Per questo uno spruzzatore che permette di ridurre la quantità di acqua erogata e di direzionare il flusso è altamente consigliato. Anche perchè in questo caso l'acqua non arriva giù a "cascatella", ma viene nebulizzata con un rendimento nettamente migliore poichè investe una supericie maggiore.

    Medesimo discorso per il sistema a CO2...
     
  9. :WC: Impianto a CO2 definitivamente abbandonato :WC:

    Mi sono informato sulla pressione e sulle temperature. In giro si parla di un centinaio di bar e di temperature dell'ordine dei 150 gradi sotto zero...
    Questo comporta:
    - tubazioni rigide;:smiley_001:
    - far esplodere l'intercooler... a causa dello shock termico;:smiley_001:

    Provvedo a cambiare strategia e, come già fatto da Schuzzer, passo alla nebulizzazione di acqua (più semplice e meno pericoloso).
     
  10. Io avevo usato una pompa della benzina di un'Alfa 6 cilindri (Alfa 6 2.0) con 2 nebulizzatori (quelli che si usano nelle serre).Unico neo...motore imbrattato di acqua e acqua dapertutto..e se per sbaglio c'è un po l'aria polverosa...auguri!!!
    Ci sarebbe anche la soluzione dell'intercooler raffreddato ad acqua.Per capirsi: una specie di "boiler" in cui dentro viene messo l'intercooler e immerso nell'acqua, la quale viene "reffreddata" da un secondo raditore. (mi scuso per il mio linguaggio poco tecnico e alquanto zotico!)
    L'ho visto su di una Renault 5 Turbo (quella con il motore posteriore).Mi pare che venga chiamato Intercoole aria-acqua (o una cosa del genere)
     
  11. Per il problema dell'imbrattamento non mi farei particolari problemi: l'intercooler è racchiuso in un contenitore (plastico) posto sul lato sinistro della vettura che pesca l'aria dal basso [correggetemi se sbaglio], quindi approfitterei della struttura già esistente praticando un foro sul contenitore nella parte alta dove fisso il nebulizzatore e potrei impiegare una soluzione di acqua + ??? per evitare che il pannello dell'IC si sporchi.
    Per i "???" devo ancora trovare una soluzione.

    Allego l'unica immagine che ho trovato dove si vede bene il contenitore dell'IC.

    Mi manca un dato importante: a che temperatura posso arrivare sull'IC?
     

    Files Allegati:

    • foto 147 JTD Intercooler Sprayer  FAI DA TE - 1
      icdown.jpg
      Dimensione del file:
      22.1 KB
      Visite:
      362
    • foto 147 JTD Intercooler Sprayer  FAI DA TE - 2
      icup.jpg
      Dimensione del file:
      22 KB
      Visite:
      359