Problema con olio che entra nel collettore

Discussione in 'Turbo' iniziata da alfettone85, 22 Novembre 2014.

  1. secondo me l'olio non c'entra molto , è un problema congenito delle 75 turbo , ovviamente dopo anni di utilizzo . la mia e quelle di 2 miei amici hanno lo stesso problema ( forse in misura minore ) di alfettone . in pratica quando il motore sta un po fermo l'olio trafila dalle guide valvola di scarico , che ripeto essere senza cortechi nelle turbo , ed arriva nel collettore di scarico . poi quando si accende la vettura l'olio brucia e provoca il fumo bianco . probabilmente la turbo di alfettone presenta le guide valvola con un giuoco maggiore rispetto al normale quindi trafila più olio mentre da nuove il gioco era minimo ed il problema non c'era , probabilmente la cosa era voluta dalla stessa alfa romeo per far si che le valvole di scarico , soggette ad elevate temperature sulle turbo , avessero più lubrificazione .

    p.s. quando ho fatto revisionare la testata della mia avevo fatto cambiare le guida valvole senza cortechi che sembravano lasche per cercare di sistemare sto "problema" ma si ripresenta anche con le guida valvola nuove , perchè penso le facciano con gioco maggiore degli aspirati per il problema delle temperature / dilatazioni
     
  2. però controllerei comunque sia il decantatore olio se con l'emulsione si è otturato tutto e se il turbo ha le bronzine abbastanza consumate, parte dipende anche da lui
     
  3. ok ragazzi vi aggiorno la situazione. ho ripreso la macchina ierisera dal mio amico / meccanico di fiducia e il problema sono le guida valvole che hanno preso gioco. Difatti smontando il collettore di scarico che tra l'altro è da far saldare perchè ha delle piccole crepette ma nulla di serio, si vedevano bene le valvole del 2° e 3° cilindro e quando la macchina viene parcheggiata nei modi che vi ho descritto e cioè in salita o in pendenza verso il collettore tempo 10 - 15 minuti e si vede l'olio che comincia a colare sugli steli e conseguentemente si riversa nel collettore e produce il fumo di chernobil... Detto questo si passa alle note dolenti e cioè i soldi e mi ha detto che si parte (solo per la lavorazione della testata) da un minimo di 200 - 250 € se bisogna sostituire solo le due guida valvola in questione. Se invece la rifarei ricostruire interamente con sostituzione di tutte le parti parliamo di 500 - 700 € (non ha saputo essere più precisa la rettifica perchè non aveva la testata smontata davanti e quindi non ha idea della situazione). e il mio meccanico si prenderebbe 300 € per il smontaggio e rimontaggio di tutte le parti... per il momento l'ho fatta rimontare e l'ho ripresa in quanto il mio amico ha detto che la macchina va perfetta non ha nessun problema (apparte questo) e purtroppo colpa anche di questa crisi di m...a che l'azienda dove lavoro sta mettendo le persone in cassa integrazione e da gennaio già si parla di mobilità, non ho i soldi al momento necessari quando riesco a mettere da parte tutti i soldi si procederà. grazie a tutti per la collaborazione che mi avete dato finora.
     
  4. Ciao a tutti ragazzi scusate la mia sparizione ma sono riuscito ora a collegarmi e aggiornarvi sulla situazione. Ho fatto sistemare la testata alla rettifica ed è risultato che erano partiti cammes scarico, bicchierini scarico, valvole scarico e le relative guide valvola, di cui 2 erano praticamente maciullate. Sostituito tutto quanto per la modica cifra di € 350. Non vi dico la difficoltà per trovare le valvole dello scarico giuste per la mia alfettona perché le originali dell'alfa romeo costavano 156,00 euro senza iva (quindi circa 180 euro a valvola) in quanto erano ripiene all'interno di sodio per smaltire il calore in quanto la turbo soffre di alte temperature. Fortunatamente ho trovato un ricambista onesto a Torino il quale stava vendendo via tutto il blocco delle valvole sia di aspirazione che di scarico a 150,00 euro in quanto erano rimanenze di magazzino e sono proprio quelle ripiene al sodio. Ora è tornata più velenosa di prima. C'è stato solo un problema dopo il rimontaggio della testata sul motore che ora vi descrivo. Una volta rimontato tutto abbiamo provato ad accendere il motore ma non si accendeva neanche a minacciarlo, abbiamo controllato tutto di nuovo e il cablaggio e relative masse erano tutte in ordine, però non si capiva perché non partiva. abbiamo controllato il cablaggio relativo agli iniettori e non gli arrivava nessun impulso di corrente, (in quel momento ve lo giuro mi è preso un colpo perché ho pensato che si fosse bruciata la centralina motore, ipotesi poi supportata anche dal mio meccanico). Abbiamo staccato tutte le spine e tutti i cablaggi e li ho ripuliti e disossidati tutti quanti ma niente da fare gli iniettori non spruzzavano la benzina e pertanto era morta. dopo due giorni passati a fare tutte le prove possibili e immaginabili di punto in bianco gli iniettori hanno ripreso a funzionare e il motore ha cantato come la bestia che è. Che cavolo sia successo non lo so anche il mio meccanico non riesce a capacitarsi. Io per sicurezza ho acquistato tramite una persona di fiducia entrambe le centraline così se mi rigioca lo stesso scherzo almeno ho un'alternativa da giocarmi. Ora devo risolvere gli ultimi due problemini e cioè il primo è che se gli do una stiracchiatina alle gambe mi sembra come se sia legata, trattenuta, non mi sembra sciolta come lo era prima, e la seconda è la temperatura dell'acqua del motore, in pratica volevo chiedere se è possibile che lo strumento della temperatura sul quadro si può starare perché il motore è stato controllato con uno strumento a infrarossi e la temperatura non ha mai sorpassato i 90° gradi mentre invece il quadro mi segnala che la temperatura era alla tacca prima dei 120 gradi ed è strano perché la ventola attacca e stacca regolarmente, poi, ad esempio dopo che ho girato con la macchina per 2 - 3 ore mi fermo e parcheggio 5 minuti, la riaccendo e poco dopo la riaccensione, il quadro mi segnala la temperatura che si alza e va velocemente verso i 120 come se si fosse guastata la pompa dell'acqua, e altrettanto velocemente torna sui 80 - 85 gradi. A questo punto le soluzioni possibili credo siano 3. o il bulbo dell'elettroventola che è partito o è il sensore sulla testata che ha sbroccato, oppure è il quadro che non funziona come si deve... secondo voi che potrebbe essere grazie a tutti in anticipo.
     
  5. Si deve eseguire lo spurgo del circuito di raffreddamento facendo arrivare il liquido alla temperatura di accensione della ventola senza il tappo sulla vaschetta,altrimenti è concreto il rischio di una bolla di aria o vapore intrappolata proprio nei paraggi della valvola termostatica e del sensore della temperatura che trasmette il segnale alla strumentazione,mentre per il fatto che non partiva,valuterei la possibilità che la pompa della benzina o il relè tachimetrico possano essere rimasti bloccati,quest'ultimo alimenta le centraline e la pompa benzina.
     
  6. Ciao Mauretto, grazie per l'info, eseguirò di nuovo lo spurgo anche se l'ho già fatto, per quanto riguarda l'accensione della macchina il problema era relativo solo agli iniettori perchè la pompa benzina funzionava benissimo ogni volta che davo il quadro, la benzina arrivava agli iniettori ma non si aprivano, perchè non so per quale motivo non gli arrivava alcun impulso elettrico. Qualè poi il relè tachimetrico? Come lo riconosco, dov'è posizionato?

    Grazie
     
  7. Lato batteria su lamierato interno parafango a seconda della versione ci possono essere uno o due relè classici e uno più alto,quello è il tachimetrico.
     
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
ALFA 75 TURBO AMERICA PROBLEMA PRESSIONE TURBO Turbo 22 Aprile 2017
Problema con la potenza Turbo 31 Ottobre 2016
alfa 75 turbo problemi alimentazione Turbo 1 Luglio 2013