PROBLEMA: principio d'incendio marmitta

Discussione in 'Boxer Iniezione' iniziata da canon60, 28 Giugno 2015.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. Salve a tutti, la mia 33 ferma in garage dal febbraio scorso (l'avevo adoperata una settimana che ero in ferie e andava benissimo) l'ho tirata fuori il mese scorso ed andava a 3 cilindri, qualche accelerata ed ha ripreso a funzionare normalmente.
    Giorni fa l'ho ritirata fuori da garage ed andava ancora a 3 cilindri e mi sono detto: portiamola all'officina dove mi servo vicino casa mia (3 km circa) e facciamogli cambiare le candele. Ho fatto appena in tempo ad arrivare a questa benedetta officina che stava uscendo fumo dal mobiletto leva freno a mano e gran puzza di bruciato! Scendo guardo sotto e vedo i gommini della marmitta che stanno prendendo fuoco (quelli del pezzo centrale vicinissimi al serbatoio benzina). Panico! Non avendo a portata di mano un estintore ho spento il principio d'incendio a secchiate d'acqua. Il terminale di scarico che è di acciaio inox della csc è diventato color viola addirittura... Il meccanico il giorno dopo mi ha sostituito le candele e il motore gira regolarmente se non che sembra dare dei colpi ogni tanto. Il titolare dell'autosalone/officina un ometto anziano mi ha detto che ai tempi sapeva di un problema ricorrente alla 33 di questo tipo ma non si ricordava più...il meccanico un ragazzo giovane ne sapeva meno di me. La causa può essere stata benzina non bruciata da una candela passata nel catalizzatore? La mia domanda è: da cosa può dipendere? Bobine sulle candele(se ne ha)? Catalizzatore intasato? Il problema è che adesso io non mi fido più a salirci su questa macchina tanto è stato lo spavento almeno fino a quando non saprò la causa e di conseguenza risolto il problema. Grazie per chi vorrà aiutarmi.
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Problema iniezione 33 1.5ie jetronic Boxer Iniezione 31 Marzo 2018
    Problemi con l'impianto gpl Boxer Iniezione 5 Novembre 2016
    Problemi sulla 33 Imola 1.3 IE del 1994 che fatica ad avviarsi Boxer Iniezione 29 Marzo 2015

  3. #2bobkelso,29 Giugno 2015
    Ultima modifica di un moderatore: 2 Giugno 2016
    Ciao, mi spiace per il fattaccio..ti è capitato un malfunzionamento così raro
    che penso nessuno qui abbia esperienza analoga ( capitano invece principi
    di incendi per tubi benzina che perdono nel vano motore..),
    in rete di simile ho trovato questo, vedi la parte finale dell'articolo:
    Ticinonline - Quando l'auto prende fuoco

    in pratica sostiene che se arriva benzina incombusta al catalizzatore
    (aggiungo io parecchia benzina, non quattro gocce di un mancato avviamento)
    le sue temperature, già alte, possono crescere ancora..

    Tornando al brutto episodio, se può confortarti è probabile che la combustione dei
    gommini portamarmitta si sarebbe fermata ad essi dopo averli tagliati/consumati
    (e avresti sentiti la marmitta sballottolare un po' sotto l'auto, magari toccando
    la sospensione posteriore o i lati del tunnel) senza innescare un incendio dell'auto,
    il serbatoio nelle auto è testato per non infiammarsi facilmente con fiamma libera esterna,
    ma al limite con una fiamma molto grande e presente a lungo, e i tubi benzina sono stati
    appositamente posizionati sul lato dell'auto opposto al lato dove la marmitta passa,
    di solito gli incendi da fiamma libera sotto l'auto crescono piuttosto se invece
    poi prende fuoco il materiale degli interni, moquette/fonoassorbente,
    ma hai perfettamente ragione a non voler correre rischi perchè non si può mai dire;
    ..per propria serenità potresti anche dotarti di un piccolo estintore da auto
    (utile per vano motore e per gli interni, es se tenta di prender fuoco la moquette vicino
    al vano console/leva cambio), mentre non sò se sia facilmente usabile per i sottoscocca,
    andrebbe chiesto ad un esperto se l'estintore funziona anche utilizzandolo in posizione sdraiata.


    Possibili controlli (ti faccio una lista di cose più o meno probabili, poi speriamo in anche altri pareri):

    - non è detto si tratti di candele o bobine, visto che dopo un po' il motore andava a 4, ma
    puoi fare un'ispezione visiva alle candele (e all'interno dei cappucci dei cavi, magari molto ossidati);
    se vuoi toglierti il dubbio sulle bobine si potrebbe vedere facendo una diagnosi elettronica,
    in caso di malfunzionamento nella centralina rimane l'errore; nella sezione "33->elettronica"
    c'è un guida su come far da sè, ma un elettrauto un po' fornito o un'officina alfa possono far loro.

    - se l'andamento a 3 si verifica accendendo l'auto al mattino dopo condensa notturna nel vano motore
    (che poi asciuga quando il motore si scalda) puoi sospettare una grossa dispersione
    da un cavo candele con l'isolamento rovinato, nel caso spesso non si vedono screpolature
    a occhio nudo ma puoi scoprire eventuali dispesrioni con il motore al minimo in folle
    e cofano aperto in una notte/zona completamente buia, zona senza luci o luna, vaporizzando
    goccioline d'acqua sul vano motore rende poi il fenomeno più evidente, vedrai scintille blu/arancio
    lungo l'esterno del cavo incriminato..altro controllo sui cavi è la loro continuità interna
    (che non c'e ne sia uno spezzato che a volte va altre no), lo puoi fare con un tester,
    un cavo buono ha una resistenza di poche migliaia di ohm, uno cattivo molto di più..

    - altra cosa utile sarebbe quando l'auto parte a 3 provare a staccare un cavo candela
    alla volta (occhio a non prendere scosse) per capire su qyle dei 4 cilindri hai il problema,
    in pratica il cilindro è quello dove staccando il cavo il motore non diventa ancora più traballante
    (girando a 2 cilindri) ma rimane uguale (irregolare perchè gira a 3 cilindri)

    - verificare se non hai un iniettore che perde benzina, tanto da bagnare una candela (partenza a 3)
    e i collettori di benzina; è la prima cosa che mi è venuta in mente ma siccome è più difficile da verificare
    la ho messa dopo altri controli più facili; un metodo è seguire il manuale di officina, in pratica bisogna
    collegare un manometro nel rail iniettori e verificare che a vettura spenta la pressione rimanga circa 2,5 atm
    per ore, (costo 1-2 ore di manodopera dal meccanico); altro metodo (più costoso), si smontano
    gli iniettori (1 ora mano d'opera+ 1 ora rimontaggio) e si fanno pulire a ultrasuoni e testare a banco
    tutti i regimi di funzionamento e che chiudano bene da specialista (90-150e circa)

    - un tentativo economico potrebbe essere mettere un prodotto pulitore nel serbatoio per vedere
    se non avevi un iniettore sporco ce chiudeva male e se per colpo di fortuna riuscisse
    a pulirsi già solo con il prodotto nel serbatoio, ma significa usare su strada l'auto per almeno
    mezzo serbatoio (magari su extraurbano così ventili meglio il sottoscocca che in cttà)
    e poi verificare che le partenze tornano a 4 cilindri

    - altro tentativo senza costi è staccare e riattaccare i connettori elettrici degli iniettori
    (bisogna prima sollevare con un cacciavitino una molletta di sicurezza in metallo)
    per disossidarli nel caso uno avesse un cattivo contatto (in tal caso avresti un cilindro che gira
    magro o ha mancate accensioni e surriscalda i gas di scarico per abbondanza di calore o di
    ossigeno ancora da bruciare, ma non penso sia sufficente ad arroventare tanto il catalizzatore,
    è più probabile che gli sia arrivata benzina incombusta in eccesso)

    - qui sul forum è appena capitato che una 33 avesse il regolatore di pressione che perdeva benzina
    direttamente nel ragno in alluminio dei condotti di aspirazione, non penso sia il tuo caso ma
    puoi leggere il dettagli nella discussione recente, in pratica aveva visibili ingolfamenti nelle ripartenze
    a motore caldo e motore un po' scarburtato; come indizi visibili, smontando il ragno
    ( i collettori di apsirazione in alluminio in blocco unico) si trovava abbondante benzina,
    e la stessa benzina penso potesse essere trovata direttamente nel tubicino che collega
    il regolatore al ragno (in quel tubicino normalmente deve esserci solo aria)

    - al limite un lavoro che potresti fare è anche smontare e far pulire il catalizzare
    (banalmente lavandolo con canna dell'acqua nelle due direzioni) , magari era così pieno
    di residui incombusti da effettuare una "pulizia" spontanea approfittando di un po'
    di benzina a fare da innesco..oppure si è già "pulito" da solo..
    ..di sicuro controllare che il lamierino di protezione dal calore del sottoscocca
    sia ancora al suo posto (per non surriscaldare il pavimento dell'auto)..

    ..il guasto del motore che va a 3/oerde benzina va risolto a prescindere, dopodichè se non
    ti senti ancora tranquillo a causa dell'episodio avvenuto piuttosto che rinunciare all'auto
    puoi ricorrere ad una soluzione estrema: appena superata la revisione monti un finto catalizzatore
    con la presa per la sonda lamda (mi pare la csc ne faccia ancora o ne ho visti su ibay) che in pratica
    è solo un silenziatore con la stesa forma del catalizzatore, o fai modificare un silenziatore della versione
    VL a carburatori (50e il pezzo più il lavoro per saldare la flangia anteriore e la presa per la sonda lambda);
    ti sconsiglio invece la sostituzione con il solo tubo dritto "sportivo", il rumore dell'auto aumenta parecchio.
    Un'altra opzione che invece non crea problemi con la revisione sono i catalizzatori sportivi
    (vaghi ricordi si chiamano "200 celle"?) con reticolatura interna in metallo invece che in ceramica,
    sono più efficienti, tappano meno il motore (+1/+2cv) e probabilmente si intoppano e quindi incendiano
    più difficilmente di quelli ceramici di primo equipaggiamento, bisogna vedere se si trova qualcosa
    a buon prezzo, magari la stessa csc? sennò su ibay ne avevo visti di abbordabili.

    Catalizzatore metallico 200 celle vs catalizzatore ceramico:

    http://i51.tinypic.com/205wdic.jpg

    Catalizzatore 200 celle (scorrevole e passi la revisione) vs 100 celle (scorrevole ma non passi la revisione):

    dopo
     
    A kormrider piace questo elemento.
  4. grazie bob come sempre molto esaustivo! l'estintore è stata la prima cosa che ho acquistato il giorno dopo il fattaccio (22 euro in autoricambi). accidenti una miriade di controlli e chissá se ne verrò a capo... all'officina generica dove si trova l'auto giá da una settimana non ne capiscono molto e portarla in officina alfa (a firenze) col carro attrezzi mi costerá una fortuna più la manodopera ed eventuali pezzi di ricambio...penso che getterò la spugna o mia moglie questa volta getta me! un vero peccato rottamare una 33 come nuova per una panda a metano...ancora mi prendo tempo per decidere ma penso la triste fine sará inevitalmente questa... grazie
     
  5. #4bobkelso,29 Giugno 2015
    Ultima modifica: 29 Giugno 2015
    Vedi come ti senti più tranquillo, alcuni controlli sono facili,
    altri sono da meccanici, poi ti direi valuta se piuttosto che portarla
    a firenze con il caro attrezzi, che parti con una spesa più probabile
    altra spesa non economica dell'offina alfa (loro per garantirsi
    e per non perdere troppo tempo come prima cosa potrebbero montare e fatturarti
    una serie di pezzi nuovi a prescindere che fossero tutti da cambiare o meno),
    se credi possiamo tentare di aiutare una officina locale con consigli
    e guide reperibili online, es. il test per la tenuta iniettori è questo:
    http://alfaimola.free.fr/technique/carburant/pression/index.html
    e i meccanici dovrebbero conoscerlo e avere i raccordi e il manometro già pronti;

    ..alla peggio anche comprare un set usato o nuovo di iniettori e
    un catalizzatore nuovo (circa 120e in rete) o modificare un silenziatore VL
    e montarli al posto dei tuoi potrebbe costarti meno della spedizione dell'auto..

    Considera che con un paio di gommini nuovi e tenendo d'occhio il sottoscocca
    (es pausa ogni 2 km, visto che a 3km è andata male, e se vedi i gommini che si stanno
    rovinando per troppo calore allora fai una pausa per far raffreddare) ed evitando orari
    congestionati (auto bloccata nel traffico a bassa velocità) e molto caldi secondo me
    puoi spostare l'auto da un officina all'altra senza fare il bis della grigliata..

    ..oppure al posto dei gommini fai mettere in officina usando il ponte sollevatore
    provvisoriamente del fil di ferro spesso che fa più giri della stessa forma dei gommini
    per sostenere il catalizzatore, il fil di ferro di sicuro non prende fuoco..

    ..idem se invece conosci un marmittaro potresti intanto far preparare
    e montare un finto cat provvisorio o un silenziatore privo di cat..

    ..mha..pensaci su un po'..in base a quanto ti ispirano o meno le officine /risorse che hai in zona..

    ..se poi il cambio d'auto lo consideri anche per altri fattori (auto più comoda / climatizzata/ alimentata a gas)
    allora ti capisco e non ti freno, mentre se vuoi tenerla penso si può provare a sistemarla senza carro attrezzi..

    -------------------------------------------
    EDIT: vista anche questa pagina, qui sostengono che dopo surriscaldamento
    il catalizzatore potrebbe anche essere più attappato di prima:
    parere tecnico - Malfunzionamenti - OmniAuto.it - Forum

    la soluzione che propongono è in effetti la più veloce, senza bisogno di far
    arrivare ricambi: lo fai smontare, aprire, rimuovere il blocco ceramico, richiudere
    con saldatura e rimontare, a quel punto anche se ci arriva della benzina o
    dei gas di scarico troppo caldi non succede più niente, così usi l'auto
    in sicurezza intanto che si cerca il guasto che fa partire l'auto a 3..
     
  6. ..mha..come soluzione provvisoria per poter spostare/usare l'auto,
    2-3 ore di lavoro tra smonta/taglia/cuci /rimonta per il meccanico/saldatore,
    qui uno dei possibili metodi per tagliare:

    Svuotamento catalizzatore - Ducatinside my Nick mi Life

    ..se il meccanico vuole farla anche più semplice (1-2 ore)
    come soluzione provvisoria si può anche saldare un tratto
    di tubo dritto al posto del barilotto, farà un po' più di rumore,
    ma considerando che c'è chi fa la modifica apposta...

    ..poi risolto il guasto si valuta se rimettere un catalizzatore
    anche preso di recupero in demolizione o adattare un
    silenziatore del modello a carburatori (a prova di incendi)
     
  7. No bob non è questione di auto più comoda, io ho già una giulietta jtdm come auto per tutti i giorni della quale sono ultra soddisfatto, era solo per il fatto di recuperarci 2500 euro di rottamazione anziché niente (in giugno alla fiat c'era questa promozione e a breve la riproporranno come di solito) e che poi adopererebbe mia moglie, sulla 33 non è mai voluta salirci (non vado in giro con quel vecchiume dice lei...ora poi dopo quello che è successo non vuole che ci vada più neanche io...) comunque se vuotando il catalizzatore mi dici che non corro più il rischio di andare arrosto domani stesso do ordine all'officina di fare il lavoro poi con calma usandola vedrò di risolvere il problema che causa questo surriscaldamento della marmitta. Ti farò sapere in seguito. Ciao grazie!
     
  8. Capito, si avete ragione, non è auto comoda per una donna,
    la frizione è pesante, il comando del cambio difficile, l'angolo
    di sterzo è poco e la visibilità dietro e in altezza e poca,
    rispetto ad una utilitaria moderna c'è un abisso come facilità d'uso,
    lo capii perfino io che son patito del modello che non è adatta
    in tal senso quando feci un po' di scuola guida alla compagna..

    Comunque delle poche certezze questa te la posso dare,
    senza catalizzatore e con un semplice silenziatore
    il motore può avere tutti malfunzionamenti che vuoi
    ma le marmitte non si possono incendiare
    (cioè puoi anche avere fiammate e scoppiettii all'interno
    nei casi peggiori ma non puoi arrivare a temperature
    da incendiare l'auto come con un catalizzatore!),
    ho girato con auto con motori in pessime condizioni
    (prese e poi sistemate da mio padre), senza qualche
    valvola o qualche candela o con perdite d'olio dai cilindri
    o in ebollizione e la marmitta non è mai stata una preoccupazione :)

    Per le rottamazioni fai due conti se non ti danno 1500 euro
    di sconto senza rottamazione, e la 33 la vendi, con quei pochi km
    a venderla per 1000 euro penso non avresti problemi nonostrante
    la normativa sui bolli attuale, in teoria ne vale di più,
    è seminuova di motore, cambio, interni e carrozzeria..
     
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.