progressione / ingolfamento - mura sui 5.000rpm - Debimetro

Discussione in 'Twin spark' iniziata da marcomarchetto, 28 Marzo 2008.


  1. aggiornamento:
    Stamattina l'ho riaccesa, ho tirato una sgasata fino a 3000 giri e ha smesso di farlo. Restano i problemi di ingolfamento vari (ho su le candele vecchie).
    Poteva essere che togliendo le candele si è tolto l'olio dalle punterie / ho toccato qualcosa che poi, rimontando, si è messo a sbattere da qualche parte? Dici comunque di portarla dal meccanico o rimettere le candele nuove e provare?

    Angelo
     
  2. Mah.. Togliere e rimontare delle candele non centra nulla... Hai provato a guidarla? A rimetterla in moto a caldo e a freddo?
    P.S: che gradazione di olio usi?
     
  3. se la macchina mura a un certo numero di giri, la colpa è del debimetro solitamente.
    se ha problemi a tenere il minimo e ai bassi giri potrebbe essere anche il corpo farfallato sporco.

    le candele del 105 cv durano meno, credo 60000 km, quindi è facile fossero finite.

    io rimonterei le candele nuove e pulirei il corpo farfallato. poi farei una diagnosi per escludere problemi elettronici.
     
  4. motore murato a 5000 giri

    buongiorno e piacere di conoscervi.

    ho acquistato alla mia ragazza una 147 1.6 16v 120cv, la macchina va sostanzialmente bene, ma ho notatato alcune anomalie che spero voi mi chiariate:
    premetto che l'auto era di una persona anziana, tanto è vero ha fatto 85000 km in 14 anni (2001) quindi ho notato una forte potenza ai bassi regimi , ma nessuna sensazione di coppia sui 3000/3500 giri, l'auto sembra addormentata, ma questo credo sia solo un problema di "ginnastica".
    i veri problemi sono:

    - si è accesa la spia di avaria motore, leggendo una vostra discussione ho capito, almeno credo, che possa dipendere da 3 fattori. dall'accensione che escluderei perche l'auto non da quel tipo di problema, dagli ignettori, ma anche quello lo escluderei perche come detto l'auto va bene o dalla marmitta catalitica che tra le tre, sembra la piu sospettata per via dello stile di guida del precedente proprietario.

    - il problema piu grave, come da titolo, è che mura a 5000 giri.mentre sotto tali giri l'auto non ha problemi salvo quelli sopra descritti (risponde bene al pedale accelleratore per tutto il suo range e la macchina risponde bene) quando arriva alla soglia dei 5000, non c'è modo di farla andare oltre, il gas non risponde piu, si sente un gran vuoto in pratica. sono riuscito con fatica a farla salire a quasi 6000 giri massimo. ho letto qua è la che puo dipendere dal dibimetro o dal regolatore di fase.

    sapete aiutarmi?

    grazie in anticipo e di nuovo piacere di conoscerci.

    claudio
     
  5. Re: motore murato a 5000 giri

    Hai fatto fare una diagnosi elettronica?
     
  6. Re: motore murato a 5000 giri

    no, o meglio, un meccanico non ci ha capito niente e si limitato solo a resettarmi solamente la spia che mi si è regolarmente accesa dopo poco.
     
  7. Re: motore murato a 5000 giri

    Come pensavo. :Bash:

    Rivolgiti ad uno specialista prima di qualsiasi intervento "fai da te".
     
  8. Re: motore murato a 5000 giri

    Debimetro da sostituire....Fai intanto una diagnosi....
     
  9. Re: motore murato a 5000 giri

    rivolgersi ad uno specialista...
    io abito a siena, la mia ragazza in un paesino a 100km, quando ho acquistato la macchina, a siena, l'ho provata unicamente nel tragitto per portargliela e nel periodo che sono stato a casa sua. il suo meccanico ha il tester, ma come ti ho detto mi ha solo resttato la spia, l'officina alfa dista 50km. posso istruire tale meccanico se riesco a capire IO come testare o come sapere cosa ha.
    come va effettuato il test? credo che a motore spento o acceso da fermo si veda poco.
    ribadisco che non mi interessa spegnere la spia dell'avaria motore, ma il fatto che muri a 5000 giri
     
  10. Re: motore murato a 5000 giri

    mura a 5 mila giri perchè va in protezione motore, quindi l auto avvertendo l errore dato dalla spia rossa taglia la potenza al motore per limitare i danni