Regolazione precisa attuatore variatore di fase su TwinSpark

Alfa_75

Alfista principiante
20 Novembre 2010
14
4
21
PS
Regione
Marche
Alfa
75
Motore
2.0 TwinSpark 89 Non Cat
Altre Auto
Renault 19
Ciao a tutti,
volevo fare una domanda su variatore di fase TwinSpark:
Sto revisionando il motore e nel rimontare l’attuatore elettrico del variatore di fase sulla testa, ho notato che va a premere di un paio di millimetri abbondanti il pistoncino del variatore di fase già a riposo.
Da manuale alfa viene prescritto invece uno spazio da 0.1 a 0.4mm.
Il mio dubbio nasce dal fatto che prima di operare il motore, girava già perfetto al minimo e alimentando manualmente con dei fili volanti l’attuatore, il motore iniziava a zoppicare, quindi il variatore mi sembra che già lavorasse correttamente.
Non vorrei che fosse stato riadattato da chi ha messo le mani prima di me..
Qualcuno sa di quanti mm deve sporgere il perno dell’attuatore elettrico una volta alimentato? E quanti mm invece sporge il pistoncino del variatore di fase a riposo?
(Magari per qualche motivo sul mio albero a cammes i primi millimetri di corsa del pistoncino vanno a vuoto e quindi fu regolato da qualche "meccanico" prima di me l’attuatore così “vicino”)
Dalle foto si vede anche quanto sia incavato il pernetto dell’attuatore a riposo
Grazie!
 

Allegati

  • IMG_0510.JPG
    IMG_0510.JPG
    1.2 MB · Visualizzazioni: 227
  • IMG_0508.mp4
    14.6 MB
Nessuno ha idea? o_O
 
Meccanicamente non ci sono grandi differenze se regoli le quote,il variatore in questo caso ha solo due posizioni,elettronagnete attivato o elettromagnete disattivato,quindi a riposo o a massima estensione,non ci sono posizioni intermedie in funzione del regime di rotazione,la centralina alimenta l'attuatore attorno ai 2.000 giria salire e lo disattiva in rilascio intorno ai 1500 giri.
 
  • Like
Reactions: bobkelso e Alfa_75
Ciao @mauretto, grazie per la risposta 😁
sisi questo lo so, il dubbio più che altro è: non è che per caso essendo che lo preme quei 2mm già a riposo, rischio che il variatore possa iniziare a girare di fase già da subito? o che comunque sia sempre "in tiro" con quel filo d'olio che potrebbe circolargli dentro?

grazie!🤓
 
  • Like
Reactions: bobkelso
Pubblicità - Continua a leggere sotto
La prova la hai fatta,alimentando l'attuatore al minimo cambia il modo di girare zoppicando ,togliendo l'alimentazione riprende a girare correttamente ,
 
  • Like
Reactions: bobkelso e M@urizio
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Ciao, non conosco abastanza questi componenti, per cui fai affidamento ai commenti sopra di persone esperte del mezzo

dalle foto fatte da te con ottimo dettaglio di immagine si nota che i 2 mm di precarico che si vedono nel tuo video sono dovuti all'astina del variatore che viene premuta dal diametro esterno della punta fissa dell'attuatore, mentre il pistoncino mobile dell'attuatore ha un diametro più piccolo e si vede in foto che è più arretrato, lasciando vari mm di gioco (questi invece non influenti vista la modalità on-off),

non ho idea se sia corretto il ricambio (magari ne esistono di leggermente diversi per annate/motori) e/ho il settaggio della distanza fatto con regolazione della filettatura esterna all'attuatore, ma come te in effetti avrei avuto il tuo stesso dubbio che possa non essere un settaggio corretto

dopodichè come hanno scritto i conoscitori del mezzo è un on-off, per cui almeno quando l'attuatore si attiva e va in estensione penso a prescindere dalla regolazione iniziale raggiunge comunque il fine corsa del variatore, rimane un pizzico di dubbio su quei 2mm di precarico della posizione "scarica",
magari sono innocui, anzi probabilmente sono una finezza del meccanico precedente fatta per annulare un po' di gioco iniziale del variatore (potresti accorgertene tu facendo delle prove a mano se quei 2 mm sono di gioco libero o già muovono l'ingranaggio?) ed avere meno rumori sulla distribuzione; o magari non sarà settaggio perfetto, ma in ogni caso come dicevano dalle prove che hai fatte risultava abbastanza valido, nel dubbio penso puoi richiudere com'era

giusto per curiosità, qualcuno ha sottomano un disegno del manuale in cui si veda la forma e la distanza dei pezzi quando regolati ? la distanza viene misurata lato attuatore sulla punta conica fissa o sul cilindretto mobile interno ?
giusto per scrupolo, è corretto che nell'attuatore il centro vuoto della punta conica e il cilindretto interno abbiano un diametro più piccolo delll'astina sul variatore di fase?
 
Ultima modifica: