164 2.0 l Twin Spark Turbo 1987 1991

Discussione in 'Curiosità - Informazioni Generali' iniziata da Sognandoilbusso, 19 Aprile 2007.

  1. Morta per via delle normative euro 1

    era un 2 litri twin spark 8 valvole decompresso e turbizzato...

    non ne avevo mai sentito parlare... eppure ecco una piccola conferma

    http://it.wikipedia.org/wiki/Alfa_Romeo_164


    voi ne sapete qualcosa?
     
  2. Sto caricando...


  3. :fragend008:.... .: sgrat :....mai sentito...io so che il quattro cilindri turbo era lo stesso blocco in ghisa della Thema Turbo 8V....c'erano un po di differenze al coprivalvole..tutto qua... :fragend013:
     
  4. sandro diamoci da fare voglio torvare gli spaccati di questo motore mi sono incuriosito voglio analizzarne la tecnica! :smiley_004: :smiley_004:
     
  5. Era un 2.0 Turbo 4 cilindri, ma non twin spark, bensì un classico monocandela per cilindro. Il motore come giustamente già detto, era di di diretta derivazione LAncia. Nontava una turbina T3 ed era dotato di overbost e grazie a questo riusciva ad avere prestazioni migliori del 3.0 V6 12v da 192cv. Aveva 175 cv costanti, una velocità massima di 225km/h (alcune prove del tempo la davano anche per prossimità dei 230) e sul 0-100 segnava i 7.2 secondi dichiarati.
     
  6. Esatto... : good . :
    l'avevo qualche anno fa ed era di derivazione Lancia Delta Integrale portata a 196cv. Era un 8v con una candela per cilindro.
    La 164 prima serie non era molto sicura in strada, ne sulla tenuta (anche se avevo fatto ,'assetto), ne sulla stabilita'. Venni a sapere in seguito che si trattava di un errore tecnico dell'Alfa perche' non aveva messo una staffa tra corpo del telaio e asse dove si trovano i semiassi, in questo modo l'auto si miglioro' di non poco.
    Gran macchina la 164 V6 turbo, dava filo da torcere a tutte le straniere, peccato che per "esigenze" di mercato fu tolto dal mercato, uno dei piu' bei motori ALfa.
     
  7. il 2.0 turbo era praticamente il predecessore del mitico V6 Turbo motore che reputo magnifico
     
  8. #7 DELTAFORCE, 6 Dicembre 2008
    Ultima modifica: 6 Dicembre 2008
    :decoccio:Ciao a tutti, é la mia prima entrata fra Voi...

    Alla 164 Turbo sono particolarmente legato, in ambo le versioni, che ho posseduto in successione. Giova qualche piacevole considerazione.
    La Turbo 4 cilindri, fu invero il frutto di un ripiego "produttivo" da parte della Casa, a causa dei tempi (ancora18/24 mesi, rispetto al lancio della 164), previsti dalla Bosch per deliberare il sistema di alimentazione/accensione destinato alla V6, dunque per non uscire scoperti (castrati fu il termine esatto, c'era ancora l'IVA pesante) si mise il motore Thema a bordo, leggermente modificato, attraverso l'eliminazione dei contralberi. Ma altrettanto indubbio é (dal mio punto di vista) che, per quanto possa stocersi il naso di fronte ad un motore non-Alfa sulla 164, le prestazioni erano Degne e come del Nome. Anzi, complice anche un vantaggio di peso nell'ordine dei 140/150 Kg. rispetto alla V6 Turbo, nonché le cilindrate unitarie maggiori determinate dal minor frazionamento, sul corto era imprendibile anche dalla più nobile sorella successiva la quale, pur a fronte di una maggior potenza, aveva un rapporto al ponte più corto! Inoltre, il minor peso gravante su un avantreno già tanto costituzionalmente martoriato, le donava un'agilità sul misto superiore alla V6, complice anche la già citata maggior prontezza in basso del motore, con la quale dunque si veniva fuori dalle curve in modo fulmineo (salvo inchiodarsi allo sterzo che, nella primissima serie '88/89, faceva...danza classica fra le mani). La V6 Turbo, dal canto suo e, sia ben chiaro, nella versione non catalizzata da 210 CV (non che la Super non andasse, ma era diversa la turbina ed il rapporto della prima, al di la dei 10 cv in meno), volava agli alti regimi, dove il maggior frazionamento (a parità di "spinta distributiva") localizzava proprio in alto un maggior rendimento volumetrico, donde la maggior potenza. A testimonianza di ciò, é sufficiente confrontare le velocità nelle singole marce realizzate dalla 4 e dalla 6 cilindri. Certo, va detto, la morbidezza e l'armonia (oltre il rombo fantastico) del 6 cilindri di Arese é ben altra cosa rispetto al ronfetto del (cattivissimo) 4 cilindri made in Turin!
    Termino con un piccolo inciso sul confronto prestazionale (di cui ho letto in questo topic) fra la Turbo 4 cilindri e la 3.0 V6. In realtà, la cosa va ben al di la del semplice confronto numerico fra le potenze. 175 contro 192 teoricamente non lascerebbe storia. Invece la storia c'é eccome, essendo il tre litri un'atmosferico ed il T4C un sovralimentato: su quest'ultimo, la curva di coppia schizza in alto e resta praticamente costante fino alla soglia dei 5000 giri, mentre sul tre litri sale gradualmente e con un valor medio inferiore (che, però, mantenuto ancora per alcune centinaia di giri superiori al campo della T4C, determina la maggior potenza finale). Ciò si traduce in uno spunto transitorio superiomente favorevole alla T4C (ma anche alla V6T) rispetto alla 3 litri. In altre parole, affondare l'acceleratore in V^ da 80 a 200/210 km/h da più birra (e più piacere) sulle T4C/V6T che sulla 3000...

    Deltaforce:decoccio:
     
  9. DELTAFORCE grazie davvero per queste informazioni, in rete si trova abbastanza poco sulla 164 Lampredi...
     
  10. ... malsana idea... portare qualcosa di questo motorino sul twin spark 8v della 75??? :)