75 1.8 i.e. incurabilmente fuori fase - sensore giri

Discussione in 'Ad Iniezione' iniziata da cenzo06, 6 Ottobre 2010.

  1. Un saluto a tutti.
    La mia 75 1.8 ie del 1990 ha bisogno di aiuto. Dopo 214.000 km in quasi ventuno anni di onoratissimo servizio, mentre rientravo a casa mi è sembrato che qualcosa non andasse.
    Poi, sceso per aprire la porta del garage, ho sentito che il minimo non era tanto regolare. Rimettendo in moto il mattino successivo, il motore sbatacchiava con violenza e solo a gas sono riuscito a metterlo in moto.
    A stento ho raggiunto un’officina Alfa Romeo distante un chilometro perché il motore andava a singhiozzo, impossibile tenerlo al minimo senza pigiare sull’acceleratore.
    Il contagiri faceva violenti scatti verso lo zero e segnava 3.000 giri benchè fosse appena al di sopra del minimo.
    La diagnosi: il motore “punta”, ovvero non è in fase e l’accensione di una candela fuori tempo provoca la difficoltà della batteria a far girare il motore. Infatti, togliendo dalla bobina il cavo che va alla calotta, il motore chiaramente non si accendeva ma il motorino di avviamento lo faceva girare regolarmente.
    L’officina non aveva un elettrauto e dopo inutili tentativi dopo i quali la 75 non partiva più per niente, ho chiamato un carro attrezzi e l’ho portata da un elettrauto.
    Rimessa in fase, controllati i cavi delle candele, la calotta e tutto lo spinterogeno, le candele, il sensore della centralina (ma qui ho qualche dubbio), sostituita la bobina, la centralina di iniezione e perfino il debimetro.... eravamo al punto di prima. La 75 ripartiva solo a gas con il motore che sbatacchiava, il contagiri per i fatti suoi e l’elettrauto che diceva di non sapere più cosa fare.
    A stento sono arrivato ad un’altra officina dove il meccanico era invecchiato nella filiale Alfa Romeo prima di mettersi in proprio. Niente da fare.
    Ancora a stento ho riportato la 75 a casa.
    Bene, mi son detto, è arrivato il momento di comperare una macchina nuova. Mi sono accorto così di non aver mai pensato prima ad una simile eventualità e subito dopo che non mi piaceva nessun’altra macchina.
    La 75 è come il mio guscio ed è tenuta così bene che sembra appena uscita dalla fabbrica.
    Spero che qualcuno possa darmi l’indicazione giusta per farla rivivere.
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Spillo variatore di fase che si blocca - 75 1.8 I.E. Ad Iniezione 20 Maggio 2019
    Variatore di fase Ad Iniezione 14 Maggio 2014

  3. Riferimento: Aiuto! Alfa 75 1.8 i.e. incurabilmente fuori fase.

    Io la 75 TS rossa l'ho batezzata " la signora ", credo di averti detto tutto..............
    Dunque non serve sostituire anche la centralina (se ho capito bene, perchè hai ricordato l'iniezzione), ti spiego, te hai una gestione del motore elettronica, cioè un sensore giri "legge" una tacca nella puleggia dell'albero motore e sente quando il motore è in posizione 1 e 3 (non è importante questo per te, ma c'è), manda dei segnali alla centralina, lei deve elaborare quindi un dato ricevuto dalla puleggia e deve decidere quando dare il segnale d'accensione e quale iniettore aprire, poi man mano che sale di regime ti attiva il variatore di fase in aspirazione, seguendo delle mappe "ascoltando" il debimetro, sensore giri e vari bulbi sparsi per il motore.
    Il segnale che da alla bobina è ogni 180° di rotazione e solo su un canale, quindi lo spinterogeno è solo un distributore meccanico, che indirizza la tensione a candela per candela, quì devi avere l'accortezza che la spazzola del distributore sia davanti lo spillo della calotta (puliscilo con un panno se ci sono delle impurità, anche i spilli) specialmente al minimo, perchè l'albero non si sposta come lo spinterogeno per regolare un anticipo, ma arriva la tensione "anticipata" già dalla bobina che a sua volta la presa dalla centralina, infatti il rame presente nel distributore è più largo da cosentire lo "spostamento" di anticipo durante la distribuzione (la spazzola gira in senso orario).
    Per avere il contagiri che inizia ad andare oltre il minimo, provabilmente era il segnale che a volte era in ritardo, ma lo vedeva in anticipo, perchè gli veniva dal sensore giri alla centralina il segnale "matto" tra quelli giusti da vedere a volte il motore veloce a volte lento, quindi deduco che oltre all'accensione a benzina non avevi gli iniettori in fase come l'accensione e non è detto che aprivano davanti alla valvola aperta.
    Se andavi a gpl, anche se a stento è perchè hai l'impianto a depressione col diffusore e non servono degli iniettori commutando quelli della benzina chiudendoli.
    io opterei più per il sensore giri, perchè lavora tra delle forze magnetiche e i campi magnetici non li freghi nemmeno a mollo nel fango, quindi se hai dei problemi di fasamento è lui (sensore giri), tutt'al più quarda anche i fili se sono scottati, tipo dietro il casettino lato paseggero, c'è uno verde-nero che parte dal cilindro chiave, che se non da il segnale la centralina non si accende anche se il motorino gira.
    Le masse ( i cavi del - ) tipo dietro il motorino d'avviamento che arriva vicino alla ruota SX (se guardi dal davanti) un filo nero grossino che parte vicino la pompa dell'acqua e va alla carrozeria, i fili ossidati nella testata sx, servono per chiudere il giro della corrente per fare funzionare oltre a varie cose.........iniettori e bobina.
    ;)
     
    A mauretto piace questo elemento.
  4. Riferimento: Aiuto! Alfa 75 1.8 i.e. incurabilmente fuori fase.

    Ciao Andrea e grazie mille,
    faccio tesoro di quanto mi hai detto ed appena torno a casa farò i controlli che suggerisci.
    Se ti viene in mente ancora qualcosa sarà sempre molto gradito.
    Una riflessione: a questo punto sembra normale che il contagiri faccia schizzare l'ago da 3 a 1000 giri ogni pochi decimi. No? Segnala l'anomalia di funzionamento nel pilotaggio della bobina da parte della centralina di iniezione che non riceve i segnali giusti.
    Ho capito bene?
     
  5. Riferimento: Aiuto! Alfa 75 1.8 i.e. incurabilmente fuori fase.

    Sì hai capito bene, a volte il segnale manca e a volte arriva intermittente, uno dei 3 fili rotti?
    forse.....controllali allimite, sono 3, anche lo spinotto che sta penso nel lato delle marmitte.
    Beh per ora magari prima di fare delle spese sul sensore giri, guarda se hai dei fili scottati. le masse se sono tutte a posto, cioè la corrente la scarica.
    :decoccio:
     
  6. Riferimento: Aiuto! Alfa 75 1.8 i.e. incurabilmente fuori fase.

    A quanto pare sto motore girava bene finchè di punto in bianco,ha cominciato a zoppicare in maniera anomala.Io escluderei problemi di fase elettrica a meno che il distributore di accenzione non fosse lento e, come dice andrea-cesenat, controllerei il sensore numero giri e fase.Se neanche dovesse andar bene visti i km che hai percorso,ti consiglierei di dare un'occhita alla tensione della catena ed eventualmente ripristinare il tiro.A dire il vero penso che dopo certe percorrenze sia il caso di sostituire catena e galoppino(sono elementi robusti ma non durano in eterno).Dico questo perchè in base alle tue indicazioni la macchina va male sia a gas che a benzina,per cui escluderei anche difetti di alimentazione.
     
  7. Riferimento: Aiuto! Alfa 75 1.8 i.e. incurabilmente fuori fase.

    Grazie ad entrambi gli Andrea per i preziosi suggerimenti che spero di poter utilizzare presto.
    Mi è stato anche suggerito da un esperto di verificare il cavo che mette a massa il motore.
     
  8. Comè andata poi..........?
     
  9. Perdonami, io vengo da un TRAVAGLIATISSIMO twin spark, e mi permetto di azzardare anche io qualche ipotesi: te nel basamento del motore hai il sensore di giri?? Collega da li allo spinotto di un cablaggio dietro la batteria, più precisamente dove sta la vaschetta acqua tergi. Sonda labda? Credo tu non ce l'hai e me lo auguro per te, ma se è presente metti in corto i cavi e vedi come si comporta. Oltre alla motronic poi non mi viene in mente altro.
     
  10. E' provabile che la sonda ce l'abbia, mi ero imbattuto a una 1.6 IE ed era catalizzata............però non credo che incida con lui, puoi usare anche delle resistenze nei bianchi e colleghi il rispettivo nero e grigio (non sono sicuro sui colori) e vedi come lavora però uesta lavora sulla carburazione.
     
  11. Di nuovo un saluto a tutti.
    Con un pò di ritardo sugli avvenimenti, scrivo ora come è andata a finire.
    Non sapendo cos'altro fare, non potendo io stesso dedicarmici perché non ho più un garage dove pasticciare, seguendo un buon consiglio proveniente da un altro sito di appassionati, ho fatto portare a Ronchi dei Legionari la mia 75 con un camioncino del soccorso stradale (650 Km).
    Ma ne valeva la pena. Il tempo di metterci le mani e Marco Naibo mi ha telefonato che la macchina era a posto: colpa dello stupidissimo relay che scambia gas e benzina!
    Purtroppo non ho lo schema elettrico della 75 1800 ie ( anzi! se qualcuno potesse passarmelo...) e senza di quello non mi riesce di spiegarmi come faceva il maledetto relay a incasinare perfino il contagiri.

    Ho approfittato dell'occasione per far fare alla 75 un super tagliando (di tutto e di più!) e quando finalmente sono andato a riprenderla sembra di guidare un'altra macchina, una macchina con un motore di una brillantezza che non ho mai conosciuto, scatta che è un piacere ed a guidarla ci si diverte.

    Avevo cominciato a fare la pratica per l'iscrizione ASI pensando di tenere la 75 ben riguardata in garage e comperare un'altra macchina ma, a questo punto, non ne ho più tanta voglia....