Sostituire la centralina sulla 75 Turbo dopo un'elaborazione

Discussione in 'Turbo' iniziata da albco84, 3 Gennaio 2015.

  1. #1albco84,3 Gennaio 2015
    Ultima modifica di un moderatore: 5 Gennaio 2015
    @mauretto per quanto riguarda l elettronica, si riesce a trovate uno schema per montare la marelli?
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    sostituzione liquido refrigerante Turbo 30 Dicembre 2014

  3. #2mauretto,3 Gennaio 2015
    Ultima modifica di un moderatore: 5 Gennaio 2015
  4. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    su questo argomento del cambio centralina, bisognerebbe chiedere a chi l ha già fatto, perché te dicevi di mettere quella della punto 1.2 16v, ma è un lavoro non indifferente perché la iaw lavora sul sensore di giri, ha l accensione con 2 ottime bobine, la sonda lambda e non ha la gestione del turbo, come il sensore di battito.
    certo, con l accensione in quel modo, si riuscirebbe a gestire meglio e magari anche ridurre i consumi.


    trovare una centralina tipo una efi con già il suo cablaggio sarebbe perfetto, ma troppo costoso.
     
  5. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    a me mi verebbe da consigliarti sostiuisci la ECU presente con una nuova ricevendo tutte le informazioni del cablaggio, così risparmi tempo, ripristini i vari collegamenti dei vari pin, così hai la possibilità di mappare anche in tempo reale, orecchie bene aperte, perchè mentre cambi i parametri cambia anche la musica del motore.

    Hai ricordato una EFI, intendi la Megasquirt?
     
  6. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    In ogni caso devi mettere sensore di giri,quello della Ts monta e ha la ruota fonica compatibile,sensore di fase,e quello si può adattare nello spinterogeno o montarlo in testata con un pickup sul nonio dell'asse a camme di aspirazione,i sensori di temperatura aria e acqua ci sono,con pazienza trovi un cablaggio e una centrale IAW P8 (04 etcc) di una Dedra,o Delta Turbo così hai il controllo della Pierburg,queste sono economiche ma hanno meno capacità di calcolo,e devi trovare un mappatore che sappia lavorarci su,altrimenti con circa 500 € vai di Megasquirt e ti fai la mappa a piacere poichè i parametri di base riescono a farti mettere in moto il motore.
     
  7. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    @ Andrea te dici che si può montare il processore Motorola al posto della Eeprom di serie della Bosch? nel senso che gli accessori delle 2 centraline sarebbero in grado di dare un senso alle informazioni e di dare le corrette alimentazioni per un corretto funzionamento tramite una semplice basetta di interfaccia?
    L'impianto Bosch in sostanza non fa nulla di diverso da una normale centralina base di una vettura moderna,ma è 'Cieco e sordo' nel senso che lavora secondo parametri fissi di programmazione del processore e non ha la più pallida idea su che cosa capiti realmente nel propulsore.
    Non rileva la pressione reale dell'aria in aspirazione,
    non rileva la posizione dell'albero motore e non rileva la fase di accensione.
    Rileva,come le moderne,temperatura del liquido refrigerante,
    la temperatura dell'aria aspirata,
    la massa d'aria la rileva con un freno al passaggio della stessa denominato debimetro,
    la posizione delle farfalle dell'acceleratore e taglia l'alimentazione agli iniettori in rilascio fino a 1.500 giri,
    le 75 turbo Qv e Asn Qv hanno un secondo sensore di temperatura sullo scambiatore che in realtà
    da più problemi che benefici.
    Rileva i battiti anomali tramite il sensore antidetonazione,
    nel nostro caso è molto sensibile e montato in modo inadeguato,in seguito a problemi di battito dati
    da una serie di anomalie di funzionamento impercettibili al guidatore,quali cavi che scaricano,candele usurate o inadatte,combustibile deteriorato etc
    interviene e di conseguenza la centralina lavora ritardando al massimo il segnale di accensione al modulo che alimenta lo spinterogeno,poi se l'anomalia
    persiste taglia il segnale all'elettrovalvola Pierburg,la quale si prende e si è presa le maledizione di tutti i 75nquisti sovralimentati,i quali dopo averla sostituita
    senza risultati in molti casi la hanno direttamente bypassata.
    Le centraline moderne fanno le stesse cose ma rilevano tutti i parametri in tempo reale quali:
    la posizione angolare dell'albero motore
    la posizione dell'asse/i a camme,la pressione del carburante la pressione e la temperatura dell'olio
    la pressione dell'aria nel condotto di aspirazione tramite sensore di pressione assoluta (Aps per citarne uno)
    e la massa e temperatura tramite sensore a filo caldo,
    la posizione della/e farfalla e dell'acceleratore
    più tutta una serie di parametri di gestione della vettura completa che spazia dalla pressione delle gomme alla temperatura allinterno dell'abitacolo,
    difatti le centraline da competizione non sono più afficenti,a parte la velocità di calcolo simile o superiore delle centrali di serie,sono infatti un downgrade
    poichè al di fuori dei parametri del propulsore tengono solo presente i valori di alimentazione elettrica del sistema.
    Per questo ho suggerito la Marelli 'Pippa' della Fiat Punto,nelle mani di un bravo mappatore può arrivare a gestire anche la Pierburg,per esperienza so che
    con 50 € allo sfascio trovi il cablaggio completo di sensori e sonda lambda.
    Le Marelli da Gara sfiorano i 2.000 € e le Ms si acquistano a partire da cifre attorno ai 500 €.
     
  8. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    Bel post, infatti io la pierburg l ho eliminata da un pezzo, era più le volte che non andava.
    Mettendo un elettronica moderna che riesci ad adattarsi, si trovano benefici nella resa e soprattutto nei consumi.
    Il problema che scriverlo è semplice, metterlo in pratica se non l hai mai fatto no.
    Eliminando lo spinterogeno e mettendo le bobine del fire è una bella idea, si toglie la rogna dello spinterogeno e sono molto piu efficenti con pressione alte. Poi si possono nascondere sotto l ic e mantenere l'estetica originale.
     
  9. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    no, forse mi sono spiegato male, intendo conoscere allo zoccoletto della ECU, ai vari pin cosa arriva (output) e cosa parte (impout), dopo di che su una scedina si saldi la ECU e on dei fili congiungi i pin che ti servono, sensore giri, temperatura acqua, temperatura aria, flusso d'aria dal dal debimetro che sarà il potenziometro vero di potenza, detonazione.
    Quì ti monti quel sensore pressione, una sua alimentazione e mandi il segnale alla ECU.
    Usi quello che offre il cablaggio che sul sensore giri c'è sicuro, quello di fase utilizzi il distributore dell'accensione se vuoi eliminare quell'accensione, altrimenti ti tieni solo il sensore giri e l'accensione volendo ti puoi tenere quella che è valida.
    Con questo sensore di devi inventare una rstistenza in serie con quella della temperatura aria, tutta da taratre...
    Utilizzi quella del debimetro.
    Quello è alla fine il vero potenziometro di potenza utilizzato anche dalle motronic e infatti ragiona su una scala da 0V a 5V.
    La megasquirt la gestise di suo per esempio, ha bisogno di conosce la posizione della farfalla che in questo caso è nel debimtro, quindi si potrebbe optare per un relè deviatore da mettere alla farfalla quando è chiusa.
    Così se apri vai in funzione il debimetro, quando è chiusa entra il relè con una resistenza variabile che ti registri e può coincidere con quello me misurerebbe il debimetro, perchè quando chiude il valore si alza anziche abbassarsi.
    butta l'occhio quì dove ho proprio descritto la differenza insieme a j.kay sul debimetro caldo e quello meccanico.
    Se da problemi allora saltalo.
    C'è predisposto se lo attivi.
    fa parte del firmware della centralina su come gestire una detonazione, spesso taglia potenza e ritarda la fasatura d'accensione.
    lo imposti ed è chiamato l'angolo del "dente grilletto", sulla mia ad esempio è a 90° anticipato rispetto al PMS, per capirlo conti i denti da sensore alla tacca "mancante" che deve stare in alto.
    Su 360° abbiamo una ruota fonica da 60 denti e ne mancano 2, quindi 6° per ogni dente.
    Infatti quello che ti serve è il propulsore, la temperatura gomme (posteriori e anteriori), temperatura olio e quant'altro serve per piantare il gas ma ti taglia la potenza perchè hai appena cambiato i pneumatici e sono ancor freddi, tipo "Le man" oppure anche la MotoGp dove partono a fionda già al primo giro, ma hanno i pneumatici freddi e qualcuno si ritrova a fare un dritto.

    La Marelli 'Pippa' della Fiat Punto, non lo metto in dubbio, se con pochi € si trova è un'affarone, il microcip di quelle si trova allimite?
    Perchè in demolizione ora mai già quando arrivano a 15 anni è già tanto, vedo io per la mia che ne ha 25...

    quì qualcosa c'è, però capire cosa serve
    http://www.kijiji.it/motori/ricambi-e-accessori/centralina fiat punto anno/
     
  10. #9mauretto,4 Gennaio 2015
    Ultima modifica di un moderatore: 5 Gennaio 2015
    Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    Per le tue esigenze come già detto assi a camme,eprom con diversa curva di accensione e regolatore di pressione registrabile,ottieni una macchinetta da sparo e a livello estetico non varia praticamente nulla a parte il regolatore,per farti un'idea di cosa si riesce a fare con questa meccanica vecchia maniera dsi un'occhio su questo sito amico.

    "http://alfaromeotransaxales.forumactif.info/t8505-la-fifoumobile-alfa-75-turbo-evoluzione"

    "http://alfaromeotransaxales.forumactif.info/t2728-la-chariote-du-diable-alfa-75-turbo-america"

    "http://alfaromeotransaxales.forumactif.info/t10312-ma-turbineuse-sur-le-banc"

    E' probabile che i problemi alle pierburg fosseno il segnale di un altro malfunzionamento,eliminandola il sistema elettronico non ha più il controllo,l'unico su questo tipo di impianto ,per salvaguardare l'integrità meccanica,ti ritrovi un motore che sicuramente detona,magari in maniera impercettibile e prima o poi ti darà rogne,anche se apparentemente funziona bene,poichè col giusto compromesso di fasatura dello spinterogeno la macchina ignora completamente la funzione 'Recovery' dove l'unica possibilità di taglio di potenza in assenza della Pierburg resta il massimo ritardo dell'accensione.
    La tua che versione è? Dalla foto si direbbe un'America
     
  11. #10bobkelso,4 Gennaio 2015
    Ultima modifica: 4 Gennaio 2015
    Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    Mauretto grazie dei link, caspita impressionante cosa ha tirato fuori con
    una centralina aftermarket, una coppia mostruosa e pure abbastanza piatta..
    (tra le varie modifiche non conservative mi pare ha tolto il debimetro a paletta
    e spostato l'intercooler) parla di una centralina sybele challenger 4+,
    mi son fatto un giro in rete, ora partono dal modello challenger 5,
    software annesso di uso semplificato e autoapprendimento mappa iniziale:
    ECUs options

    come diceva albco84 il conto finale per questi kit è tosto,
    se si prendono nuovi anche vari i sensori, attuatori,
    regolatore pressione, ruota fonica, etc, si sfiorano i 1000e..

    per un kit Megasquirt alla fine se ho capito bene siamo lì

    se invece si cannibalizza qualcosa di esistente
    (punto 75, pare venga usata per elaborazioni turbo,
    delta turbo, fiat coupè 16v turbo, etc) si risparmia
    all'inizio ma poi si spende per farsi aiutare da uno
    specialista nella scodifica blocco chiave e nella
    programmazione (farsela fare o farsi insegnare
    i passi da fare con i software), molto meno immediata..

    pare non ci siano scorciatoie economiche, anche il fatto
    che sia per una turbo restringe un po' il campo, sennò
    sui forum per adattare una serie di centraline IAW in effetti
    qualche tutorial fatto bene per autodidatti ci sarebbe..