Sostituire la centralina sulla 75 Turbo dopo un'elaborazione

Discussione in 'Turbo' iniziata da albco84, 3 Gennaio 2015.

  1. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    In effetti i costi ci sono e anche con il fai da te si raggiungono cifre importanti,nonostante il fatto che la Marelli IAW P8 o IAW 04..... sia un sistema sostituito anche da chi li aveva di serie con altri più performanti resterebbe il meno costoso e relativamente facile da trovare,derivato da motori turbo è pur sempre dedicato ad un 4 cilindri con caratteristiche non dissimili a livello di anticipi e pressioni di sovralimentazione,una volta installato il motore va in moto e ovviamente necessita di un affinamento,logicamente qua di autoapprendimento non vi è traccia e con una sessione su banco prova si possono ottenere grandi prestazioni con un costo tutto sommato accessibile.
     
  2. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    Per la curiosità che mi avete messo ho letto in giro per capire a cosa
    si va incontro se si usano centraline vecchio tipo in cui non puoi aggiornare
    i parametri al volo (a spanne credo quasi tutte le euro 1-2) ma
    devi cambiare fisicamente la eprom ogni volta e armarti di pazienza..
    (ci sarebbe anche una cosa chiamata emulatore per fare forse i settaggi
    al volo ma per aquistarlo verrebbe a cadere il risparmio fatto sulla centralina)
    Qualcuno usa preparare 5-10 eeprom alla volta (doppia e= riregistrabili a volontà)
    con settaggi leggermente diversificati tra loro, da scambiare nella centralina
    anche abbastanza in fretta, staccando giusto un momento la corrente dalla batteria,
    e per non lavorare con tempi limitati iniziano i test su strada prima di arrivare ai rulli,
    cercando strade con pendenze diverse per provare la resa con i diversi carichi motore..
     
  3. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    E se ci si orienta su centraline di adesso che sono mappabili da chiunque?
    ...anche meno recenti tipo l'era della 156, 147 sono centraline che con poco si recuperano, io per una 155 (Eprom come la 75) cablaggio e centralina con 170€ smontate da me dall'auto le ho montarle sulla mia 75TS più bobine a blocchetto che sono altre 50€.
    Se si prende una centralina di una Punto, Panda o anche della Lancia per gestire l'accensione e iniezione e affidarsi a una gestione meccanica sul turbo, non penso che grossi problemi ci siano...opinione mia
     
  4. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    Parlando di Marelli IAW e discendenza varia,si il procedimento è questo,se hai la fortuna di conoscere un mappatore e questi ha l'emulatore ti può settare la eprom virtuale sul momento tramite pc a bordo macchina,sul banco prova con una sessione di lanci riesci a trovare un set-up che al 90% potrebbe essere il definitivo e una volta riversato sulla Eeprom fisica si prova la vettura su strada o meglio in pista in condizioni che non sempre il banco riesce a replicare,diciamo che con una spesa tutto sommato accessibile si riesce ad avere un ottimo risultato.
    Nello specifico del bialbero è fondamentale un assemblaggio millimetrico della ruota fonica e del sensore di fase poichè basta poco per creare difficoltà di gestione,consideriamo che le catene di distribuzione creano dei giochi che praticamente sono assenti con le cinghie dentate e possono raggiungere in combinazione anche alcuni gradi.
    Il resto è solo assemblaggio di impianto e sistemazione di sensori ed attuatori,il dubbio che mi rimane per un'applicazione di questo sistema su una mia 75 da garette amatoriali è se utilizzare o meno le doppie bobine oppure mantenere il distributore in maniera da sfruttarlo oltre che come ruttore anche per il segnale di fase.
     
  5. Re: Elaborazione motore 1.8 turbo su Alfa 75

    Purtroppo le centraline Bosch sono definite praticamente 'Inviolabili' da molti mappatori e in questo caso i costi per accedere ai settaggi non sono definibili poichè servono attrezzature e accessibilità a database che paiono non essere troppo disponibili,anche le centraline Hitachi in alcune versioni hanno addirittura il processore smontabile,ma anche qui i mappatori che conosco dicono che se ne può fare poco,ovviamente sono tecnici molto capaci ma non hanno ne tempo ne voglia di cimentarsi in avventure fini a se stesse che non avranno mai un ritorno economico.
    In fin dei conti nel mondo delle corse c'è una disponibilità di centraline che con il minimo di parametri riescono a riutilizzare le componenti di serie delle meccaniche,oppure si adeguano senza difficoltà ai materiali disponibili,ci sono ricchi database per una buona parte dei motori in produzione,una volta individuato il firmware dei componenti,dato di solito dal produttore e il software dedicato,basta 'poco' per ottenere il massimo delle prestazioni,il 'poco' è rispetto al lavoro per moddare una centrale di grande serie.
    Al momento su una Peugeot 106 Gr A di un amico si è passati da una TDD ad una Marelli Sra con la semplice sostituzione del connettore e i parametri in entrata sono solamente posizione farfalla e sensore di giri ,il map è collegato ma non è montato sul collettore,poi ovviamente ci sono i sensori di temperatura acqua e olio,la possibilità di gestire dei parametri rispetto ad altri è stabilita al momento della definizione della mappa,ma in sostanza alla centrale bastano pochi imput per funzionare al meglio,non ho dimenticato il sensore di temperatura dell'aria o il debimetro,non sono proprio collegati,ma devo dire che questa unità motore è una delle più preparate e con meno 'segreti' presente sul mercato e sviscerata e eleborata dalle case costruttrici stesse,nel senso che in base alla cassa disponibile si può ordinare a Peugeot sport o a Citroen il kit di trasformazione a un qualsiasi livello di potenza.
     
  6. Ho separato i post che citavano solo il discorso della centralina per tenere "pulito" quella di elaborazione del motore meccanicamente, logico che con una 75 turbo non basta alzare la pressione del turbo, ma che bisogna mappare, però visto che ci sono problematiche da affrontare anche sul discorso centralina e tenere una certa linearità del discorso anche su questa, quì discutiamo pure sulla centralina e di là sul motore
     
  7. ragà scusate ma dopo due pagine di discussione sono + confuso di prima, per me trovare una qualsiasi ecu non è un problema(ho preso da poco due iaw16 a costo 0 per il mio pandino che in origine monta la iaw6) voglio soltanto sapere quale conviene trovare e magari come installarla o a chi rivolgermi (cioè faccio il meccanico, ma non è che posso conoscere tutto sull elettronica, mi basterebbe avere un manuale della centralina e non avrei problemi),
    anche se con i cv che cerco è buona già quella di serie, però ragionando su tutto mi conviene a livello di consumi ed erogazione, magari riuscissi a toccare gli 11km/l migliorando l elettronica la userei anche + spesso.
     
  8. Con questo obiettivo ti dico subito di lasciare perdere,non ci sono motori Alfaromeo della vecchia scuola in grado di fare questi chilometri a litro,tanto meno il sovralimentato.
    Con una guida poco più spinta del normale,la mia 75 con assi a camme di serie,eprom mappata e turbina ibrida T O4 non fa più di 8 km/l con guida rilassata per scendere drasticamente a 4km/l con guida poi neanche troppo spinta,quindi.......
    La IAW 16 non monta sotto alle Bravo & co?
    io sto cercando il cablaggio di una Dedra 1.8 o 2.0 ,meglio ancora se turbo,se ti capita qualcosa sotto mano fammi sapere.
    Puoi ottimizzare i condotti,il manovellismo,ma devi lasciare l'elettronica comè,ottieni un motore molto più fluido nell'erogazione,alla fine l'impegno economico per installare un'elettronica che ti faccia un'iniezione fasata,mantenendo le prestazioni all'incirca di serie non vale la resa.Ci sono delle formule che ti consentono di calcolare la quantità di carburante per i cavalli che vuoi ottenere,tenendo conto di alcuni parametri fisici del motore,che l'alimentazione sia a carburatore,iniezione full group o sequenziale fasata,la differenza è minima.
    Difatti nei motori moderni,vedi il Volkwagen TSi ci sono condotti a geometria variabile,iniezione sequenziale che ad un cero punto diventa full group,assi a camme a fasatura variabile e turbina a geometria variabile,oltre 200 cv che andando a passo d'uomo consentono di fare addirittura 20km/l per poi non superare i 10 km/l con guida appena sostenuta,con tutta la tecnologia descritta e 30 anni di progettazione meccanica più recente........
    Con i motori endotermici sovralimentati non esiste poca spesa tanta resa......................
     
  9. I wv ora li hanno l iniezione diretta, i condotti a geometria variabile sono nati inizi anni 90 niente di tecnologico, ho un motore honda b18c4 che monta una cosa simile.
    La iaw 6f era quella montata sulla panda, punto, 500 prime serie e poi si è passata al 16f montata su quelle dopo il 96, come la y elefantino, punto, 600 ecc.
    Io ho una panda per andare a lavoro ex 1000clx portata a 1.242cc gestita dalla centralina di serie, si adatta tranquillamente ma non rende come dovrebbe. Ho preso alcune iaw 16f sia di punto che di y da portare a scodificare perché sto cambiando la cammes e voglio perfezionare il tutto.
    Io sulla riduzione dei consumi con una migliore resa sono ottimista e non la vedo come un impresa impossibile, certo non si fanno miracoli, ma una buona mappa fa tanto.
     
  10. Ripeto, io lascerei tutto cosi, e per i consumi l unica è aumentare il rapporto di compressione, magari una turbina leggermente più piccola per avere una guida più godibile nell uso di tutti i giorni
     
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
sostituzione liquido refrigerante Turbo 30 Dicembre 2014