Comportamento AT8 in frenata e riaccelerata

Edoloz

Utente Escluso
19 Dicembre 2014
150
96
29
BG
Regione
Lombardia
Alfa
Giulietta
Motore
2.0 mjtd2
Ciao a tutti, ho provato a cercare nel forum ma non ho trovato risposta, faccio un esempio pratico.
Ingresso in rotonda, cambio in D, freno e rallento senza fermarmi, l'auto scala correttamente e siamo tutti contenti. Arrivo alla line di dare la precedenza e accelero per immettermi, senza fermarmi e taaaac, l'auto attende una frazione di secondo prima di accelerare. C'è un modo per evitare questo? E' un comportamento molto fastidioso e anche un pò pericoloso secondo me... Spero di essermi spiegato decentemente.
 

Rosso_620

Super Alfista
18 Settembre 2019
1,090
778
159
Regione
Veneto
Alfa
Stelvio
Motore
2.2 AT8 Q4 210CV
Non saprei, non ho mai notato un comportamento del genere ma dipende molto dalla specifica situazione. Prova a premere di più sul pedale per vedere se cambia qualcosa.
Io ho notato che dopo qualche centinaio di km di guida in stile "nonno col cappello" la macchina si impigrisce e reagisce meno prontamente all'acceleratore.
 

Edoloz

Utente Escluso
19 Dicembre 2014
150
96
29
BG
Regione
Lombardia
Alfa
Giulietta
Motore
2.0 mjtd2
Non saprei, non ho mai notato un comportamento del genere ma dipende molto dalla specifica situazione. Prova a premere di più sul pedale per vedere se cambia qualcosa.
Io ho notato che dopo qualche centinaio di km di guida in stile "nonno col cappello" la macchina si impigrisce e reagisce meno prontamente all'acceleratore.

E' come se fosse addormentato il cambio, che stesse ancora facendo freno motore, se accelero più forte semplicemente quando si risveglia è più forte la botta.
 

Rosso_620

Super Alfista
18 Settembre 2019
1,090
778
159
Regione
Veneto
Alfa
Stelvio
Motore
2.2 AT8 Q4 210CV
Se può essere utile, la scorsa estate ho fatto verificare in officina lo stato di aggiornamento delle centraline (sono tante...). E' un'operazione che le officine fanno di malavoglia e infatti solo questa dopo altre due "tuttapposto dottò..." ha rilevato una serie di aggiornamenti da fare (a carico Alfa Romeo anche oltre i 2 anni) fra i quali uno o due al cambio.
La mia è una Stelvio 210CV del 2017, ma penso che per la Giulia possa valere lo stesso discorso. Un controllo (vero) dello stato di aggiornamento delle centraline con eventuale update, magari risolve.
 

Edoloz

Utente Escluso
19 Dicembre 2014
150
96
29
BG
Regione
Lombardia
Alfa
Giulietta
Motore
2.0 mjtd2
Se può essere utile, la scorsa estate ho fatto verificare in officina lo stato di aggiornamento delle centraline (sono tante...). E' un'operazione che le officine fanno di malavoglia e infatti solo questa dopo altre due "tuttapposto dottò..." ha rilevato una serie di aggiornamenti da fare (a carico Alfa Romeo anche oltre i 2 anni) fra i quali uno o due al cambio.
La mia è una Stelvio 210CV del 2017, ma penso che per la Giulia possa valere lo stesso discorso. Un controllo (vero) dello stato di aggiornamento delle centraline con eventuale update, magari risolve.
Ok grazie della dritta.
 

stelvioinnamorato

Super Alfista
30 Gennaio 2020
590
458
109
76
Regione
Lazio
Alfa
Stelvio
Motore
benzina 280 cv
Ma sei sicuro che quando hai riaccelerato il cambio non ha scalato un'altra marcia prima di ripartire? Perché questo è senz'altro il comportamento normale col dna in d. Lui ti porta sempre intorno ai 3000 giri(attenzione parlo del benzina, non conosco i giri del diesel) per cui se alla fine del rallentamento sei sottocoppiavquando riacceleri lui scala ancora
 
  • Like
Reactions: Dany69

Edoloz

Utente Escluso
19 Dicembre 2014
150
96
29
BG
Regione
Lombardia
Alfa
Giulietta
Motore
2.0 mjtd2
Ma sei sicuro che quando hai riaccelerato il cambio non ha scalato un'altra marcia prima di ripartire? Perché questo è senz'altro il comportamento normale col dna in d. Lui ti porta sempre intorno ai 3000 giri(attenzione parlo del benzina, non conosco i giri del diesel) per cui se alla fine del rallentamento sei sottocoppiavquando riacceleri lui scala ancora

Hm... potrebbe anche essere sai ora che ci penso...
Allora, ho il vizio (per così dire...) di staccare forte e all'ultimo (mi è capitato anche di far spaventare involontariamente chi è in auto con me che teme che non ho visto uno stop) per poi riattaccare l'acceleratore immediatamente senza soluzione di continuità, per cui effettivamente potrebbe essere la latenza per il cambio marcia.
In D non mi sono mai accorto perchè generalmente uso le palette e tengo io il motore su di giri. Devo fare una prova in D senza scalare io e vedere cosa combina, oppure con una guida tranquilla.
In generale mi sembra che la gestione delle scalate in automatico, anche in D, non sia proprio eccelsa, però ripeto ho un uso parecchio aggressivo delle staccate.
 

andreanero

Super Alfista
2 Dicembre 2019
1,969
1,534
164
Regione
Piemonte
Alfa
Giulia
Motore
2.2 D 150hp AT8
Altre Auto
159 2.0 Jtdm 170 Hp
156 1.9 jtd 115 Hp
145 1.9 jtd 105 Hp
Conosco la logica degli algoritmi software e sono un sostenitore del fatto che quel cambio automatico sia mooooolto raffinato nella gestione dei rapporti. Tiene conto di una quantità di parametri sorprendente, oltre alla posizione del pedale acceleratore. Come anticipato sopra, "impara" anche lo stile di guida. è il cambio con la cambiata più veloce sul mercato: 120 millisecondi (in D e in piena accelerazione).
C'e' una cosa che nessun cambio automatico potrà mai fare: prevenire un passaggio istantaneo da una condizione (frenata) ad una opposta (accelerazione). Rileva la richiesta dal rilascio del freno e pressione dell'acceleratore, inserisce la marcia opportuna (tenuto conto che era preparato a rallentare quindi ribalta tutta la logica) ed è pronto alla ripresa. Come se segui un autocarro a 60 km/h con il pedale quasi a zero, sarai in 7^ marcia (Diesel): la corsia opposta si libera, affondi per superare devi aspettare che scenda alla 4^, un secondo ci vuole. Non sarà mai come un manuale in queste situazioni: unica soluzione aiutarlo con le palette.
Ah: se non sei convinto, prova un'auto con qualche altro cambio automatico nella stessa situazione e vedi quanto tempo passa prima che ti togli dalla rotonda.
 
  • Like
Reactions: Dany69 e Rosso_620

Rosso_620

Super Alfista
18 Settembre 2019
1,090
778
159
Regione
Veneto
Alfa
Stelvio
Motore
2.2 AT8 Q4 210CV
Confermo. Soprattutto il fatto che impara e si adatta allo stile di guida.
Per questo, infatti, consiglio di non adottare uno stile "nonno col cappello" troppo a lungo perchè poi la macchina ci metterà un po' a tornare brillante e pronta nella risposta. Io l'ho sperimentato.
Il meccanico mi ha poi confermato che i computer di Giulia e Stelvio sono di gran lunga i più veloci sul mercato (fonte TEXA, da prove su pista effettuate sul circuito di Adria).
 

vapormontey

Alfista principiante
5 Settembre 2020
49
18
9
Regione
Friuli-Venezia Giulia
Alfa
166
Motore
2.4 JTD 20V
Devo dire che questo problema lo ho sulla 166 (seconda serie) con cambio automatico: Quando freno l'auto scala ma appena accelero non cambia subito e sale su di giri perchè ha appena scalato la marcia e non capisce cosa fare per poi cambiare dopo qualche secondo, è molto fastidioso.
Con Giulia non posso dire lo stesso, anche in N la cambiata è abbastanza veloce da impedire il problema nella maggior parte dei casi, mi sarà capitato qualche volta ma non è stato così fastidioso. Credo che in D non lo faccia mai
 

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente