Consigli acquisto nuova Stelvio

ALFA perSempre

Super Alfista
26 Aprile 2019
1,468
1,125
164
Mantova
Regione
Lombardia
Alfa
Giulia 2016
Motore
200 At8 Q2
No perché io navigo un po' di qua e di là. Mi imbatto in video interessanti anche senza cercarli. Sono partito cercando il confronto di auto sulla neve poi ho visto un video forse tedesco olandese di Stelvio in fuoristrada. Navigando ho visto la prova con le ruote alzate in varie situazioni.
 

Corvara66

Nuovo Alfista
3 Febbraio 2021
8
2
4
Regione
Veneto
Alfa
non la possiedo
Ho trovato questo interessante articolo sull'evoluzione della trazione integrale Alfa: Storia, segreti e tecnica della trazione integrale Alfa Romeo .
Questo l'estratto relativo alla Q4 attuale, che descrive anche il differenziale autobloccante posteriore, incluso nel Pack Perfomance, optional a pagamento della versione Veloce di Stelvio:
" nel Marzo 2016 viene lanciata la Giulia tipo 952, progetto rivoluzionario e tentativo di svolta storica. Dal punto di vista ingegneristico la sostanza c’è: parliamo di distribuzione dei pesi 50-50, sospensioni anteriori a quadrilatero e posteriori Multilink. Ma soprattutto si riapre il sipario su quel palco ormai coperto di polvere che vede come protagonista la trazione posteriore. Lacrime per gli appassionati. A fine 2016 vengono presentate le versioni Veloce con motore benzina da 280 cavalli e diesel da 210 con trazione integrale Q4. Lente di ingrandimento in mano, partiamo con l’analisi.TRASFORMAZIONE “PERICOLOSA”Il sistema di trazione integrale cresce stavolta su fondamenta radicalmente opposte a quelle viste per tutti i modelli stradali fino ad ora analizzati. La Giulia nasce a trazione posteriore e si parte dunque da questo layout ad operare le trasformazioni necessarie per farla diventare un all wheel drive. Tuttavia il compito qui è più difficile rispetto ai modelli del passato, sapete perché? Perché sui modelli precedentemente analizzati si interveniva per correggere l’innata tendenza sottosterzante della trazione anteriore già presente sul modello di partenza. La Giulia 952 è invece un’auto che regala emozioni forti e comportamento dinamico prestigioso, ha precisione, agilità e uno sterzo fantastico. Per questo bisogna maneggiarla con cura. I componenti aggiuntivi del sistema di trazione integrale devono esser ridotti all’osso così da alterare il meno possibile la perfetta distribuzione dei pesi. Ma dal punto di vista meccanico come si fa tutto questo? Scopriamolo assieme.POSTERIORI SI NASCE, ANTERIORI SI DIVENTALa trasformazione avviene mediante l’aggiunta di una scatola di rinvio collegata tramite un albero a un differenziale anteriore dalle dimensioni compatte. Questi componenti comportano un aggravio di 60 chilogrammi. Sono questi i principali congegni attraverso i quali all’assale anteriore viene donata la spinta. La scatola di rinvio è posizionata all’uscita del cambio e contiene una frizione multidisco in umido che bloccandosi trasferisce la coppia. L’azione di bloccaggio è controllata elettronicamente ed è estremamente rapida: in soli 100 ms si passa da aperta a completamente chiusa. Alle ruote anteriori può esser inviato fino al 60% della coppia totale disponibile. Importante sottolineare che questo sistema, sviluppato in collaborazione con Maserati, non è più come in passato di tipo permanente. Questa Giulia è di default una trazione posteriore a tutti gli effetti poiché il 100% della coppia viene inviata alle ruote dietro. Le ruote anteriori ricevono coppia quando si verificano degli slittamenti.CURA AD-HOC PER IL POSTERIORE, ANCHE PER STELVIOInteressante precisare che il sistema Q4 è in grado di correggere tempestivamente le potenziali perdite di aderenza. E lo fa grazie al continuo dialogo con i sensori di angolo di sterzo, imbardata del veicolo più ovviamente accelerazioni longitudinali e trasversali. A trasferire la coppia tra ruote destra e sinistra ci pensa l’ESP in persona pinzando le ruote povere di grip, soluzione oggi largamente diffusa. Ma in Alfa Romeo sappiamo che quando si tratta di prestazioni non si scende a compromessi. Ed è per questo che sulla Veloce al posteriore viene montato un differenziale meccanico a slittamento limitato dalla risposta precisa e costante nel tempo. Questo differenziale ha percentuali di bloccaggio pari al 23% in accelerazione e 45% in rilascio ed è incluso nel Pack Performance (optional). Per quanto riguarda il SUV Stelvio, il sistema di trazione integrale è lo stesso montato sulla berlina Giulia (optional Pack Performance compreso). Ad oggi l’ESP non è disinseribile: numerosi sono gli appassionati che chiedono questo regalo alla meccanica delle emozioni, aspettiamo in preghiera la risposta dall’Alfa Romeo.CHE VIAGGIO AFFASCINANTE!".
 

viper307

Alfista Intermedio
3 Settembre 2019
521
175
44
Palermo
Regione
Sicilia
Alfa
Stelvio
Motore
2.2 Q4 Ti
Ciao....premesso che ancora non ho avuto la possibilità di provare la Stelvio su percorsi innevati/ghiacciati, per quanto la Stelvio abbia una tipologia di trazione integrale "particolare" non mi pare, purtroppo, paragonabile alla Discovery Sport che ha un sistema di trazione eccellente/raffinato e sopratutto grazie al Terrain Response 2 ha la possibilità di selezionare vari programmi per adattarsi alle più svariate condizioni di utilizzo cosa che, ahimè, alla Stelvio manca oltre a non aver i controlli disinseribili 🤦‍♂️ . A mio avviso il solo modo di verificare se la Stelvio corrisponda alle tue necessità sarebbe quella di averla in prova per alcuni gg ed utilizzarla nelle condizioni alle quali sei abituato. Io come detto in vari post l'ho addirittura noleggiata (anche se era la 160 RWD) per essere certo che corrispondesse alle mie esigenze. Avevo valutato la Discovery Sport ma avendo una guida "aggressiva" ed essendo meno "reattiva" su asfalto o preferito la Stelvio.

P.S.: Il Pandino 4x4 non si batte ;) ;) ;) ....e per mia fortuna ne ho uno in famiglia da scroccare all'occorrenza 😇!!
 

Hyper75

Alfista principiante
8 Dicembre 2020
33
19
9
Regione
Trentino-Alto Adige
Alfa
Stelvio
Motore
2.2 Q4 210cv
Ciao, ho preso una Stelvio 210 Q4 poco prima di Natale. Abito in montagna a 1000mt (Trentino) e nell' ultimo mese di neve ne abbiamo avuta parecchia e devo dire che la macchina non mi ha dato alcun problema anche in condizioni difficili (sia neve fresca che bagnata o fondo ghiacciato).
Fondamentale però gommarla bene, ma se vai spesso in montagna credo lascerai perdere estive o 4 stagioni dopo i primi di dicembre....

Ovvio che una Land sia un'altra categoria, ma secondo il mio parere la Stelvio si difende più che bene, pur essendo un bel barcone...;)
Anche i controlli di trazione lì ho trovati non così invasivi (il top sarebbe poterli disattivare).
Io ho lasciato su i cerchi da 18 con le invernali e un po' anche questo aiuta, rispetto magari a voler tenere sotto un cerchio da 20 e gomma di misura esagerata.

PS. Io i video di YT li prendo sempre con le pinze... Buona parte della performance sulla neve di una vettura la fa chi ha in mano il volante e se uno magari guida sulla neve 1 giorno all'anno non so quale attendibilità possa avere... Forse un giorno potremo farci portare a casa con l'autopilot ma resto dell'idea che il pilota qualcosa abbia ancora da dire...
 

Corvara66

Nuovo Alfista
3 Febbraio 2021
8
2
4
Regione
Veneto
Alfa
non la possiedo
Grazie per i vostri preziosi commenti e testimonianze👍. Sono appena uscito dalla concessionaria dopo aver fatto una prova con una 210 HP. Ottima auto, nulla da dire, in particolare, a parte la qualità di guida (su cui ovviamente non temevo sorprese), mi ha favorevolmente sorpreso la silenziosità e la sensazione di compattezza e solidità dell'auto, davvero notevoli. Mi applicano, sul nuovo da ordinare, uno sconto di quasi il 21%, cosa ne pensate? Sono molto indeciso sulla motorizzazione, cioè tra il diesel 210 HP e il benzina 280 HP. Percorrerò nei prossimi anni circa 20/22 mila km annui, con grande prevalenza di statali - molta montagna - e soprattutto autostrada. Il costo del carburante non è un problema, anche perchè parliamo alla fine di differenze non significative su questi chilometraggi. Ovviamente pesano ecotassa iniziale, 1.100 Euro, e il malefico superbollo, circa 600 euro anno. Cosa mi dite in termini di futura rivendibilità, tenuto anche conto che pare che a primavera 2022 uscirà un facelift con, pare, novità importanti? Il concessionario mi dice che a livello di usato è più facile vendere il benzina perchè ce ne sono pochi e sono appetiti molto dagli amatori del marchio che mediamente non fanno molta strada.
 

Chi Siamo

  • L’obiettivo primario di Club Alfa è quello di riunire, in spirito di amicizia tutti i possessori di autovetture “Alfa Romeo”, ed i simpatizzanti, dotati di autovetture anche di altra casa automobilistica.
    Nata come community ispirata ai grandi forum d’oltreoceano, Club Alfa diventa rapidamente il luogo principale di aggregazione ed informazione del mondo Alfa Romeo e FCA.
    Maggiori Informazioni.

Funzioni Utente