GPL a "iniezione liquida" per iniezione diretta tipo JTS, TBI EURO5/6

Discussione in 'GPL' iniziata da andrea-cesenat, 19 Novembre 2015.

  1. Apro questa discussione dedicata all'impianto a iniezione liquida che ha il vantaggio di non sporcasi gli iniettori che prevedono la manuntenzione di pulirli ogni tanto, sostituire il filtro per lo stesso motivo.
    Mentre con questo sistema il GPL rimane liquido fino agli iniettori e con motori che adottano l'iniezione liquida, quindi si può usare gli stessi iniettori benzina, non si usa con questo sistema la doppia alimentazione perchè fino a oggi con l'indiretta si usavano gli iniettori benzina per mantenerli altrimenti se non si usavano si ovalizzavano creando problemi seri quando si usava il motore a benzina e iniezione indiretta del GPL parzializzando entrambi i combustibili dentro determinati range, tipo al minimo e in alto dove è sempre a benzina al 100%.
    foto GPL a "iniezione liquida" per iniezione diretta tipo JTS, TBI EURO5/6 - 1
    Montando questo sistema in definitiva si ha la bombola, una pompa a immersione che manda il liquido fino gli iniettori e poi fare ritorno (ricircolo), communtando il segnale di sequenza per la benzina baypassando per il GPL, molto provabilemenela mantiene la stessa mappatura benzina evitando anche quei fastidiosi segnali di recovery.
    Di sistemi ce ne sono diversi, quindi la mia è una descrizione generica
     
  2. Sto caricando...

    Potrebbe interessarti anche: Forum Data
    Gpl a iniezione liquida GPL 10 Maggio 2017
    Impianto gpl - Iniezione multipoint GPL 7 Febbraio 2009
    Impianto GPL Iniezione liquida - Pareri GPL 22 Dicembre 2008

  3. GPL a "iniezione liquida" per iniezione diretta tipo JTS, TBI EURO5/6

    Ma questo tipo di impianto è diffuso?
    Va richiesto al posto del tradizionale?
    Costa tanto di più?


     
  4. nessuno che poi ha eseguito questa modifica?
     
  5. #4ack,24 Maggio 2017
    Ultima modifica: 24 Maggio 2017
    Su Alfa no, mai sentito nessuno ...

    I più diffusi (che comunque sono poco diffusi) sono gli olandesi Prins LPdi e Vialle Direct Liquimax

    Costano sui 3mila €, ma non sono disponibili per Alfa Romeo (alla fine li montano quasi solo su VW)

    L'impianto è semplice (non ha né polmone, né iniettori), ma è costoso per un discorso di marketing diciamo


    In italia c'è Icom che ha provato a montarlo un po' su tutto (con il risultato di essersi fatta una pessima fama)

    Poi c'è Brc che aveva fatto un accordo con Hyundai/Kia per montarlo (Ldi) sui 1.6 gdi di Sportage e ix35, ma ha smesso dopo un paio di anni perché partivano troppi iniettori (e lì c'è la garanzia di 5/7 anni)

    Il problema è che infilare il gpl negli iniettori ad alta pressione (che costano un botto) è una soluzione pericolosa, specie se si abita in zone in cui il gpl è particolarmente sporco ...

    Su vw poi hanno avuto un po' di problemi con la pompa dell'alta pressione . Con un po' di problemi di tempi di riparazione perchè non puoi comprare la pompa modificata, devi ricomprare l'originale (che costa un botto) e spedirla in olanda per la modifica (come fa l'installatore quando ti mette l'impianto)

    In sintesi, grossi costi iniziali e potenziali grossi costi successivi di riparazione

    Poi di base ti serve un Vw Tsi che come tutti sanno è già un motore che ha i suoi bei problemi di affidabilità e non ha neanche fama di reggere tanto bene il gpl in generale (usura valvole)


    Se consideriamo che il gpllista medio gasa auto usate di valore di mercato relativo e che un impianto normale costa dai 1000 ai 1400 € (al sud anche meno) capite che la diffusione di questo tipo di tecnologia è molto difficile

    Il che se vogliamo è e sarà sempre più anche un problema perché le auto stanno passando via via tutte all'iniezione diretta ...

    Rimane la soluzione della doppia alimentazione con addizione, ma ai gpllisti non piace molto consumare benzina :D
     
    A alex1975bz e kormrider piace questo messaggio.



  6.  
    A ack piace questo elemento.