Mercato auto: giusto seguirlo..ma a quale costo?

Discussione in 'Alfa Romeo News' iniziata da Miky, 12 Ottobre 2008.

  1. -mini cooper 5 porte
    -alfa suv
    -suv ferrari
    -porsche cayenne

    Ecco alcuni esempi di case automobilistiche che hanno cercato di produrre auto sicuramente più confacenti al mercato,ma rinunciando alla propria natura...
    Insomma auto snaturalizzate,sportivone come alfa,porsche e ferrari che finiscono in suv,mini che diventano ''maxi''......tutto per affacciarsi ad un mercato più ampio...
    A questo punto,la domanda che mi pongo,e che pongo anche a voi è.....
    Giusto seguire il mercato pur rinunciando alla propria natura e stile di auto?giusto perdere la propria ''particolarità'', il proprio stile adattandosi camaleonticamente alle nuove tendenze e tuffarsi in una prospettiva diversa?
     

    Files Allegati:

  2. Sto caricando...


  3. beh ogni anno quando si riuniscono in quelle mega riunioni con bilanci vendita si rendono conto che magari la casa automobilistica x o quella y vende piu modelli con linea ad es suv, cosi tutti a lavoro per disegnare il suv, poi magari dopo qualche anno le station e cosi via..
    Rispondo alla tua domanda non convinto della mia stessa risposta...si infondo per mandare avanti la produzione è giusto che si adeguini ma nello stesso tempo avrei preferito che rimanesse ogni casa costruttrice fedele al proprio design
     
  4. io dico che un casa automobilistica non dovrebbe mai abbandonare la sua natura. ma ci immaginiamo una Ferrari SUV??????:eek: la Ferrari fa solo supersportive, non può fare un SUV come non può fare un utilitaria!!!!:p ad ognuno la sua particolarità: good . :
     
  5. io penso invece che bisogna andare avanti con i tempi, non possiamo rimanere attaccati al passato bisogna innovarsi....ad esempio, se ferrari costruisse un suv, questo si distinguerebbe comunque dalle altre case automobilistiche per prestigio,qualita' prestazioni etc,rimarrebbe sempre la ferrari, non sminuirebbe il suo prestigio, basta guardare quanti porsche cayenne ci sono in giro... piuttosto penso che siano inutili quei modelli modificati tipo la mini maxi di cui Miky ci parlava, direi proprio inutile...
    anche l'alfa secondo me dovrebbe rimanere piu' in linea con i tempi, speriamo bene...
    questo ovviamente e' il mio pensiero... ciao
     
  6. Le case automobilistiche (ma ne esistono ancora in quanto tali, od è meglio parlare di gruppi o holding di respiro mondiale?) devono produrre utili. Pertanto, ad eccezione credo solo di Ferrari che si può permettere ancora una discreta libertà, tutti si devono adeguare alle ragioni di bilancio. Se quindi un certo segmento "tira" è evidente che tutti quanti ci si butteranno a capofitto, nella speranza di tirare fuori il coniglio dal cilindro che permetta di realizzare le entrate pianificate o, quantomeno, adeguate agli investimenti effettuati. :decoccio:
     
  7. Il seguire il mercato fa parte della crescita aziendale come la competizione rende lo sport interessante.
    L'azienda deve seguire la tendenza del mercato altrimenti deve crearla e questa non è cosa facile.
    Un'azienda per essere attiva deve avere degli utili da investire in prodotti di interesse e poter pagare operai e tecnologia, altrimenti sarebbe una società a scopo di beneficienza.
    Ritengo che ogni marchio possa fornire un prodotto accettato se contraddistinto, i suv, i diesel sono eresia per Alfa Romeo o un'opportunità di acquisire quote di mercato necessarie per portare avanti un marchio, i tempi cambiano, la distinzione derive dal proporre lo spirito e con la 8c Alfa lo sta dimostrando, come Lamborghini stà proponendo un'auto "familiare".............. parere personale :decoccio:
     
    A 1 persona piace questo elemento.