Pressione Gomme

Discussione in 'Schede Tecniche , Guide e Manuali' iniziata da amassari, 18 Febbraio 2018.

  1. Io 2,4 ant.
    2,5 post.
     
  2. Mi dispiace, ma non posso essere d'accordo. A parte il fatto che la pressione a freddo (fonte Motorvillage di Roma) dovrebbe essere di 2.7, l'incremento di 0,2 atm non causa nessuna modifica ne della geometria del pneumatico ne tantomeno della sua impronta a terra.
    Al contrario, diminuendo l'elasticità dei fianchi, si migliora la risposta dello sterzo e la stabilità complessiva del veicolo, oltre a scongiurare aumenti indesiderati della temperatura sotto carico e con temperature elevate che causano - quelli si - modifiche negative della stabilità e della risposta in curva.
    Immagino tu sappia che la pressione nominale di qualsiasi pneumatico è sempre dichiarata per difetto, almeno di 0,2 o 0,3 atm, per puri motivi di comfort ma il gonfiaggio corretto è ben altro: per qualsiasi veicolo.
    Immagino anche tu sappia che quando riviste internazionali provano in pista auto di serie per determinarne il comportamento al limite portano la pressione dei pneumatici a 5 atmosfere. Un motivo ci sarà, no?
    Ciao
     
  3. A 5 atmosfere m'ha . .. Ti dico la verita lavoro con auto serie in pista... a la pressione di utilizzo È 2.0 ant È 2.1 post . Partiamo in griglia a 1.35 1.40 questo su auto a trazione post È la pressione massima che utilizziamo è sul trazione ant È da 2.2 a 2.8 ant È da 2.5 3.5 bar post sempee a caldo . Sul post si usa una pressione piu alta per innescare sovrasterzo dato che le trazioni anteriori fanno fatica a girare . Ma stiamo parlando di pressione con gomme slick con un grip che le stradali non avranno mai .
     
    A kormrider piace questo elemento.
  4. Sicuramemte il vostro setup è questo, ma non posso che confermare quanto già conoscevo. Ti dirò di più: non volevo fare pubblicità occulta, ma le 5 atm sono usate da Quattroruote. Il primo esempio, ormai storico, fu quello della 128 negli anni 70.
    Comunque, questo per dire che diminuire la pressione di un pneumatico non è mai un buon affare. No?
     
  5. Comunque sul sito Michelin ho trovato queste risposte:

    Come è possibile regolare la pressione dei pneumatici su circuito?
    La pressione dei pneumatici su circuito dipende da vari fattori, come le caratteristiche della vettura, le condizioni di utilizzo e lo stile di guida. La pressione dei pneumatici aumenta in modo significativo quando guidi su circuito, a causa dell'elevata velocità. Per questo, è necessario controllare e regolare le pressioni dei tuoi pneumatici a caldo. Se la pressione dei tuoi pneumatici a caldo è troppo alta, è necessario effettuarne una riduzione, così che possa avere una buona aderenza e un equilibrio ottimale del veicolo, oltre a un'usura regolare del battistrada del pneumatico. Attenzione, però, a non effettuare una riduzione della pressione eccessiva, per non pregiudicare la sicurezza su circuito alle altissime velocità. Tra l'altro, una pressione troppo bassa riduce la precisione di guida a causa della minore rigidità del pneumatico.

    Con quale frequenza devo verificare la pressione dei pneumatici su circuito?
    Durante la fase di riscaldamento, la pressione sale di giro in giro, fino a quando il pneumatico raggiunge la temperatura di funzionamento ottimale. Di conseguenza è opportuno controllare e, se necessario, regolare la pressione dopo ogni sessione (4 - 5 giri), per cercare di raggiungere e di mantenere la pressione corretta a caldo. Durante la giornata, controlla ogni tanto le pressioni, specialmente se le condizioni cambiano.

    Qual è la pressione corretta per girare su circuito con pneumatici stradali (es. MICHELIN Pilot Sport 4 / MICHELIN Pilot Sport 4S)?
    Noi consigliamo un aumento di pressione a caldo di 0,3 bar rispetto alle pressioni a freddo raccomandate dal costruttore del veicolo per l'utilizzo stradale. Se la pressione dei tuoi pneumatici è troppo bassa, essi subiscono una eccessiva flessione ai fianchi, dando una sensazione di spugnosità, un ritardo nella risposta al volante e una usura irregolare. Se la pressione è troppo alta, riduce l'aderenza, alleggerisce lo sterzo e causa surriscaldamento localizzato.

    Qual è la pressione corretta per l'utilizzo su circuito con pneumatici "Racing" omologati anche per uso stradale (es. MICHELIN Pilot Sport Cup 2)?
    In occasione di un "Track day" si consiglia di iniziare con una pressione da "Utilizzo Stradale", ed operare una messa in temperatura progressiva dei pneumatici MICHELIN Pilot Sport Cup 2 guidando a velocità moderata.
    - Dopo una serie di giri, controllare ed eventualmente correggere la pressione di gonfiaggio per ottenere il miglior livello di funzionamento.
    A CALDO (Pneumatici caldi, dopo la messa in temperatura progressiva)
    - La pressione di gonfiaggio ottimale di funzionamento dei MICHELIN PILOT SPORT CUP 2 è compresa tra i 2,3 bar (33 psi) e il 2,7 bar (39 psi) a caldo, funzione del tipo di veicolo e circuito.
    - Tuttavia, qualche vettura potrebbe necessitare di una pressione di gonfiaggio superiore a 2,7 bar (39 psi).
    A FREDDO (Pneumatici freddi)
    - La pressione di gonfiaggio dei MICHELIN PILOT SPORT CUP 2 non deve mai scendere sotto i 1,9 bar (28 psi).
    - Per ottimizzare la durata su circuito dei MICHELIN PILOT SPORT CUP 2, si raccomanda fortemente di gonfiarli a una pressione minima a freddo compresa tra 2,0 (29 psi) e 2,4 bar (35 psi).
    ATTENZIONE
    - Controllare regolarmente il residuo scultura (minimo 1,6 mm) e che non ci siano evidenze di danneggiamenti.
    - Controllare regolarmente l'aspetto dei fianchi esterni: se si nota un inizio di usura sui fianchi (marcature rovinate/cancellate), significa che la pressione di gonfiaggo è troppo bassa. In questo caso, aggiungere almeno 0,2 bar (+ 3 psi) per aumentare l'aderenza e massimizzare la durata dei pneumatici.
    DOPO UNA SESSIONE DI CIRCUITO (Track Day)
    Prima di lasciare la pista e guidare di nuovo sulla strada: una volta che i pneumatici si sono raffreddati, ripristinare i valori di gonfiaggio indicati dal costruttore del veicolo.

    Qual è la pressione corretta per girare su circuito con pneumatici da competizione (es. MICHELIN S9H)?
    Si consiglia una pressione a caldo di 1,9 bar per l'utilizzo su circuito dei pneumatici da competizione. Contatta un'esperto, se hai bisogno di maggiori informazioni.

    Su circuito devo regolare la pressione tra fondo asciutto e fondo bagnato?
    Sul bagnato si consiglia di regolare i pneumatici alle pressioni raccomandate dal costruttore del veicolo per l'utilizzo stradale.

    Perché è necessario un'aumento di pressione (da 0,5 a 1 bar) per pneumatici da pioggia, rispetto a pneumatici "slick" ?
    Non è sempre necessario aumentare la pressione a caldo dei pneumatici da pioggia per prestazioni ottimali.
    Tuttavia, per ottenere equivalenti pressioni a caldo, si dovrà partire da pressioni più elevate a freddo, a causa del raffreddamento dovuto alla presenza dell'acqua sulla pista. In alcuni casi, è necessario avere pressioni più alte per prevenire il fenomeno dell'aquaplaning.
     
    A kormrider, ZioDaedrico e molly65 piace questo elemento.
  6. Come già detto da me e come confermato dal articolo che ha postato Mauro che è ben spiegato dipende dalla guida e dal set up . È i valori di pressione che prima ho postato sono quelli riportati dal articolo che spiega molto bene la funzionalità delle pressioni dello pneumatico è sinceramente penso che Michelin ne sappia qualcosa di più di 4 giornalisti di 4 ruote .
     
    A kormrider piace questo elemento.
  7. La 128 anni 70 aveva una gomma da bicicletta . È una tecnica delle sospensioni ridicola . In curva le sospensioni rollavano talmente santo che lo pneumatico lavorava fuori carcassa con conseguente perdita di aderenza . È normale che gonfiandolo gli si dava piu stabilità perche la gomma rimaneva piu rigida e diminuiva il rollio perche la gomma volente o nolente è una molla .È cambiando le pressioni vai a cambiare il carico . Non puoi fare paragoni con una 128 degli anni 70 !! Che non ricordo nemmeno se è a camera d aria o già tubless con una gomma del giorno d'oggi che non c'entra proprio nulla a livello di tecnologia materiali e tecnica delle sospensioni .
     
    A kormrider piace questo elemento.
  8. È conta che senza aver letto prima l articolo io quando ho regolato le ps4 che avevo sono partito dalle pressioni della casa . A caldo sono arrivato a 2.9 bar e le ho regolate a 2.75 bar a caldo . Poi tornate fredde sono scese a 2.30 bar . È quadra perfettamente . Perché come ho detto se vado in giro piano arrivano a 2.50 55 bar ( pressione della casa ) se tiro 2.75 bar . Pressione da me trovata ottimale per la guida sportiva senza che il sottosterzo precluda la guidabilità . Però poi ogniuno fa quello che vuole . Ma la storia è questa .
     
    A kormrider, fabryvet, massimodl e ad altre 3 persone piace questo elemento.
  9. Confermo la camera d'aria (almeno in origine ;))
     
    A ZioDaedrico piace questo elemento.
  10. Ciao a tutti. Presa la Stelvio 210cv in concessionaria a fine marzo c.a. Gomme gonfiate ant 2.6 e post 2.7.
    Ripasso a 2000 km per controllo liquidi e mi sgonfiano le ruote perché ritenute troppo gonfie (le avevano gonfiate loro alla consegna). Le tarano a 2.1 davanti e 2.2 dietro. Ovviamente mi si sono accese le spie delle gomme sgonfie e ho dovuto fermarmi dal gommista. Alla fine, da quello che leggo, è preoccupante l’incompetenza di certe officine.