Alfa 33 1.3 boxer carb. - olio motore

Discussione in 'Boxer Carburatori' iniziata da tkappa, 21 Ottobre 2011.

  1. La gradazione dell'olio non è data dal tempo in cui lasci in sosta l'auto ma dalla temperatura esterna, due gradi sotto lo zero cambiano poco che sia 10W o 15W...

    Tieni presente che i vecchi motori (e il boxer lo è) gradivano oli abbastanza viscosi, sostituendolo con uno sintetico di gradazione diversa potresti rilevare consumi d'olio maggiori...

    Perche fino adesso è andato bene un semisintetico e forse (ma non è sempre vero) il nuovo olio potrebbe avere migliori caratteristiche di detergenza e portare in circolo un pò di schifezze ferme nel circuito di lubrificazione.

    Questo è un sintomo che quel cilindro non è in buone condizioni e potrebbe darti problemi in futuro... (ma anche no)


    :decoccio:
     
  2. grazie delle risposte
     
  3. #13bobkelso,11 Novembre 2011
    Ultima modifica: 11 Novembre 2011
    Maurizio scusami ho scritto un altro papiro e solo dopo pubblicandolo mi sono accorto che nella seconda pagina
    della discussione avevi già risposto tu..chiedo venia
    e aggiungo questa postilla :)

    Ciao,
    sull'olio,
    come ti hanno (abbiamo) accennato quello che "si dice"
    è che gli oli sintetici abbiano formulazioni con più detergenti,
    mentre i semisintetici lasciano più depositi; il problema del cambio da un tipo all'altro si porrebbe se hai un motore malconcio e su cui l'olio è stato cambiato poco spesso,
    il nuovo olio più pulente potrebbe movimentare qualche
    deposito che aiutava ad avere meno consumo di olio sigillando
    i trafilaggi tra i pezzi usurati e al tempo stesso si rischia che
    i depositi smossi ma non sciolti subito chiudano qualche forellino..in teoria il rischio esiste.

    Se hai un motore in normale stato d'uso con tolleranze meccaniche moderne, e a me avevano detto che il boxer
    della 33 ci rientra abbastanza, invece un'olio full sintetico
    credo sia sempre meglio di un semisintetico, e il cambio
    gli fa bene, è un ritrovato più moderno, semplicemente
    all'epoca non c'erano; questo per me è un altro "si dice"
    ma anche il parere di un mio amico meccanico che lavora
    con motori da competizione per moto e prototipi e
    di olii professionali o commerciali ne avrà provati almeno
    un centinaio, quelli meno buoni li riconosce anche perchè
    non gli "tengono insieme i motori" (cedono quando stapazzati);

    Secondo lui anche molti oli da supermercato purchè full sint
    sono ottimi, al limite degradano prima nel tempo di alcuni
    tra quelli più costosi (il che non è un problema se si è già
    deciso di fare cambi olio ravvicinati).
    Poi mi spiegava, se ho capito bene, che un olio con escursione
    di almeno 35 (es 5w-40w o 15w-50w) è per forza un full sintetico, perchè tale escursione ampia non la si riesce
    ad avere con semisintetico, invece un 10w-40w può
    ancora essere semisintetico.

    Premesso che su una 33 tenuta bene sto girando
    con un 5w-40w da 3 anni e ne consumo 100-150cc
    ogni 10000km, cioè poco, tutto questo è in effetti
    spaccare il capello, se hai un motore vissuto
    e non vuoi correre rischi resta su un semisintetico.
    Per il problema delle partenze a freddo (specie se
    l'auto di notte resta in strada e va a zero gradi)
    va da sè il 10-40 proteggerà leggermente più del 15-40.
    Comunque conta cambiare spesso l'olio,
    e usare filtri olio specifici per la 33 (con valvola antiritorno,
    scusami se mi ripeto ma è un problema principale di questi motori) sempre per limitare il problema delle partenze
    a freddo, che in pratica consumano il motore più
    che la marcia su strada.

    Per le candele diverse tra loro, se vuoi fare
    un po' di pratica di meccanica puoi provare
    a verificare da te possibili cause:

    - farei la prova di notte di cui ti dicevo per scoprire
    se hai qualche cavo in particolare che disperde,
    a volte sono le mancate accensioni a dare differenze
    di pulizia tra una candela e l'altra;

    - solo se l'auto mangia acqua, facile che la guarnizione
    che sta cedendo sia quella della candela più pulita..
    una modica quantità di acqua ripulisce la camena
    di scoppio e la candela dai depositi carboniosi;

    - differenze di carburazione dovute a sporcizia nei getti carburatori
    lo escluderei, visto che girando a gas i getti carburatori non lavorano :),
    al limite verificherei se i vari tubicini del recupero olio
    collegati alle basi dei carburatori sono tutti collegati e
    liberi da sporcizia allo stesso modo o se ne hai uno intasato;
    non ricordo se servono a tenere lubrificati gli assi delle farfalle??;
    - altrimenti potrebbero essere i gommini delle sedi
    valvole consumati in modo diverso da cilindro a cilindro
    che trafilano olio (se il motore è vissuto) o al limite le fascie
    elastiche dei pistoni un po' andanti (ad es. se l'auto è rimasta
    ferma a lungo e poi è stata riavviata un po' bruscamente),
    in tal caso c'è poco che si possa fare senza interventi radicali

    Ps.: ho visto le foto dell'auto rossa nel link del garage,
    sembra rimasta ferma a lungo, magari da sistemarla
    come spese non so se varrebbe la pena rispetto a partire
    da una tenuta bene, ma considerando che ti ci puoi
    impratichire di meccanica non è male, almeno io ho
    iniziato a capirci un minimo scannando e riscannando
    auto malconcie, se iniziavo con auto/motori perfetti
    mi sa che imparavo poco :)

    Saluti!
     
    A kormrider piace questo elemento.
  4. a breve farò quelle verifiche

    per quanto riguarda l'auto rossa, è stata ferma in campagna per circa 7 anni, però il chilometraggio è fermo a 60000Km (cosa probabile, visto che l'unico proprietario era un signore anziano che, al dire dei vicini, stravedeva per quella macchina);
    su quella macchina io ho immagianto alcuni progetti:
    - metterla in moto (visto che manca la bobina)
    - effettuare una modifica sulla scatola del filtro dell'aria e quindi al cofano (tipo auto americana)
    - smontare tutti i pezzi di facile e rapido utilizzo (fanali cruscotto altri accessori interni non usurati, ovvero parti di motore laddove potessero tornarmi utili (dubitavo dell'impianto gpl sulla mia auto e quindi mi son voluto coprire le spalle), ecc..)
    - infine, e forse anche il punto più utopico, che se mai lo dovessi realizzare sicuramente lo farò prima della demolizione, rischiando anche il linciaggio di qualche amico del forum: realizzare una 33 cabrio con 4 sportelli.

    p.s. l'ordine non è casuale
    circa la bobina a breve aprirò un altro topic
     
  5. #15tkappa,11 Novembre 2011
    Ultima modifica di un moderatore: 11 Novembre 2011
  6. Figurati! Anzi leggo con piacere le indicazioni che hai espresso... :)




    I tubicini a cui ti riferisci sono quelli del dispositivo antinquinamento allora in vigore e servono per far ricircolare a regime minimo i gas provenienti dal carter...


    :decoccio:
     
  7. I 15W-40 sono olii minerali, non sono adatti a motori che scaldano l'olio. I 10W-40 sono a base sintetica/semisintetici. L'olio consigliato era il semisintetico Nuovo Sint 10W-40 o lIP equivalente, il Syntiax se non ricordo male, ma fino a pochi anni prima era usato il Sint 10W-50 (degli stessi olii se ne è discsusso a lungo nei motori della 75).
    La 33 è un'auto storica (vedi lista chiusa del RIAR), e se non si vuole azzerarne il valore andrebbe conservata il più originale possibile, certe aberrazioni potrebbero esser irreversibili per scarsità ricambi originali.
     
    A kormrider piace questo elemento.
  8. Sul cofano della mia 33 1500 4x4 del 1986 c'è l'etichetta originale con i lubrificanti raccomandati e per il motore è specificato agip sint 2000 mi pare 10w-40.
    appena riesco posto una foto.....
     
    A kormrider piace questo elemento.
  9. Nella etichetta della mia Alfa 75 T.S. 2.0 1988 tra i lubrificanti raccomandati (oltre che nel libretto U/M '87, manuale officina 75 '85) c'è Agip Sint 2000 10W-50.
    Nella mia 33 1.3 i.e. L 1993 nell'etichetta e nel libretto U/M: Nuovo Agip Sint 2000 10W-40.
     
    A kormrider piace questo elemento.
  10. Se posso essere utile, mi inserisco nella discussione. La mia 33 2c boxer del '91, ha in questo momento più o meno 280000km. Sempre utilizzato il Sint 2000 10W-40. Chiarisco che è sempre stata in famiglia, prima mio padre ora da 5 anni a me, e, non so se sono stato fortunato, ma mai, mai, aggiunto olio fra un cambio e l'altro. Essendo a gpl tendo a fare il cambio olio sui 12/13000 km, in modo sistematico. Aggiungo che, 2000 km fà, per sicurezza ho fatto un bel trattamento con Sintoflon ET+ Protector, con ulteriori benefici. Sul consumo olio, credo che in parte sia anche dovuto al tipo di guida che si tende ad avere, evitare di maltrattarla, specie a freddo, aiuta molto il motore.
    A proposito, sulla targhetta riassuntiva originale incollata sul cofano motore, ad uso per tagliandi, alla voce olio si legge: Sint2000 10W-40.:decoccio:
     
    A kormrider piace questo elemento.
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
Liquido refrigerante Alfa Romeo 33 Boxer Carburatori 13 Dicembre 2016
Alfa 33 Quadrifoglio Oro boxer doppio corpo candele???? Boxer Carburatori 3 Marzo 2015
Info su compatibilità motore boxer 1.5 Alfasud Sprint e Alfa 33 Boxer Carburatori 23 Aprile 2011