Alfa Romeo Junior ( Ex Milano )

Troppe persone confondono i sogni con le reali possibilità. Chi non vorrebbe un'Alfa disegnata e prodotta in Italia, con tutte le caratteristiche che da sempre vengono riconosciute alle Alfa... si può? Oggi come oggi no.

E allora ci troviamo di fronte a due scelte: 1) Alfa "annacquate" 2) Basta nuovi modelli e morte del marchio.
Io scelgo il male minore, sperando che in futuro (grazie alle vendite di questi modelli "annacquati" o perché Alfa cambierà proprietà) ci saranno vetture più consone al marchio.

In ogni caso bisogna comunque farsi una ragione del fatto che, come ogni azienda, anche quelle automotive devono vendere a un pubblico e se il pubblico di oggi vuole "le lucine", avrà "le lucine". Chi si può permettere di non seguire i trend? Nessuno, manco Ferrari.

A furia di dire "che schifo le lucine, che brutti i megadisplay infotainment, le elettriche sono frullatori" si finisce come gli anziani che ripetono sino alla tomba "i miei tempi erano meglio" :D
Personalmente le lucine possono anche piacermi ma se è contorno di una sostanza importante. Qui si parla di lucine che diventano sostanza... Tutto qui.
Ho sempre scelto un'auto in base ai dati tecnici ed al design. Le lucine sono per me un di più.
Il mercato va verso le lucine? Perfetto, continuerò a scegliere nel mio modo.
Non esiste un modello all'altezza dell'usato perché non la producono più e fanno solo furgoni? Andrò sull'usato garantito.
I soldi sono i miei e non mi piego a politiche che reputo sbagliate solo perché così fanno tutti.
Le mode sull'auto hanno sempre le gambe corte. Non comprò un'auto per cambiarla ogni 2 anni, ma mi devo "innamorare di lei".
La bellezza non ha tempo e non segue le mode.
Questa è la mia passione per i motori e per un mezzo che non è solo "di trasporto" ma che sa diventare arte se creato con il cuore.
 
Sarebbe, come accaduto fallita egualmente; non ci si improvvisa produttori di fotocamere digitali senza avere una grande un’esperienza
Lo stesso accadrà per le auto elettriche, non a caso la migliore (forse) è la Tesla, per il semplice motivo che é nata elettrica senza doversi adattare, ma è la concorrenza che insegue.
Parere personale, e scusate l’OT
Quelli che l’hanno fatta fallire si sono improvvisati lo stesso, visto che il digitale non esisteva ed era la novità. Semplicemente Kodak ha continuato a produrre ciò che il mercato non voleva. In ogni caso il mio era un esempio, quindi non possiamo sapere la regalata quale sarebbe stata
 
  • Like
Reactions: Ale1975 e gigalfa
Fossi nei costruttori, starei molto attento riguardo alle " lucine" perché queste impressionano molto di più la nostra generazione piuttosto che i millenial.

Mio figlio Vittorio ( 17 anni ), quando gli ho promesso la Mito per la maturità, oltre a brillargli gli occhi , mi ha chiesto se c' e' sulla Mito una presa USB.
Quando gli ho chiesto la motivazione, lui ha risposto che serve per collegare il SUO device e non gli interessavano quelli eventualmente presenti.

Questo significa che i millenial sono andati ben oltre gli alberi di Natale e cercano, nel loro mezzi, la possibilità di collegare i LORO device ; non sono interessati più di tanto a quelli presenti, tutti da studiare e da apprendere.
Molto meglio continuare con i propri.

Quindi, il futuro non è un cruscotto da Luna Park ma è la possibilità di interfacciamento con la tecnologia dell' utente, senza perdere tempo in manuali di istruzioni in stile pagine gialle.
 
Troppe persone confondono i sogni con le reali possibilità. Chi non vorrebbe un'Alfa disegnata e prodotta in Italia, con tutte le caratteristiche che da sempre vengono riconosciute alle Alfa... si può? Oggi come oggi no.

E allora ci troviamo di fronte a due scelte: 1) Alfa "annacquate" 2) Basta nuovi modelli e morte del marchio.
Io scelgo il male minore, sperando che in futuro (grazie alle vendite di questi modelli "annacquati" o perché Alfa cambierà proprietà) ci saranno vetture più consone al marchio.

In ogni caso bisogna comunque farsi una ragione del fatto che, come ogni azienda, anche quelle automotive devono vendere a un pubblico e se il pubblico di oggi vuole "le lucine", avrà "le lucine". Chi si può permettere di non seguire i trend? Nessuno, manco Ferrari.

A furia di dire "che schifo le lucine, che brutti i megadisplay infotainment, le elettriche sono frullatori" si finisce come gli anziani che ripetono sino alla tomba "i miei tempi erano meglio" :D

Beh, in fin dei conti non è mica la prima volta che Alfa Romeo si ritrova in una situazione "annacquata". Basta vedere il passato quando è stata comprata da Fiat e ci hanno fatto dei modelli che, rispetto al passato, non erano molto Alfa Romeo ma poi sono stati definiti anche loro tutti modelli da vero alfista. Mi riferisco alle varie 155, 156, 166, 147 ecc ecc ovvero tutti i modelli post acquisto da parte, appunto, di Fiat.

Non mi sono sembrati poi modelli così tanto "annacquati" anche se di vero e puro Alfa Romeo iniziavano ad avere sempre meno.

Sono sicuro che Alfa Romeo sopravviverà, purtroppo sempre più francesizzata ma sopravviverà e noi staremo li tra un paio di lustri a dire che la Tonale era l'ultima AR, poi la Milano e poi vedremo cosa accadrà a Giulia e Stelvio.
 
Quelli che l’hanno fatta fallire si sono improvvisati lo stesso, visto che il digitale non esisteva ed era la novità. Semplicemente Kodak ha continuato a produrre ciò che il mercato non voleva. In ogni caso il mio era un esempio, quindi non possiamo sapere la regalata quale sarebbe stata
lo stesso per Blackberry
 
  • Like
Reactions: VURT
Cosa c'entra? Non a caso nel post ho parlato esclusivamente di DESIGN e niente altro; attenendosi quindi al design, né l'una né l'altra somigliano a punto ed Opel vectra, ma erano e sono portatrici di una continuità stilistica di gran carattere Alfa, seppure in una naturale e giusta rilettura di design in chiave evolutiva. Idem per Giulia e perfino per Stelvio seppure SUV. Mentre ora, nei due nuovi modelli, vedo una discontinuità stilistica un'insipida deriva verso il mare dell'omologazione.
Ma il punto, a mio avviso, non è se sia francese o meno ma che abbia lo stesso motore puretech della 2008 senza alcun miglioramento così come le stesse sospensioni. Ai tempi di Fiat perlomeno avevano i multilink come sospensioni e motori migliorati apposta per Alfa (vedi twin spark, multiair di mito e giulietta da 170 cv). Qui tutto questo manca, poi che sia francese, tedesco o giapponese importa relativamente. Quello che importa è che il prodotto finale sia al livello di un Alfa
 
Che Vergogna 🤣
 

Allegati

  • Screenshot_20240415-181604.png
    Screenshot_20240415-181604.png
    91.3 KB · Visualizzazioni: 45
Pubblicità - Continua a leggere sotto
X