CAPS: l'auto ha imparato a frenare da sola

Discussione in 'Schede Tecniche' iniziata da Deltaoscar, 17 Marzo 2008.

  1. #1Deltaoscar,17 Marzo 2008
    Ultima modifica di un moderatore: 15 Aprile 2008
    L'Abs, il freno che pensa, ha compiuto 30 anni e se il presente è sotto il segno dell'ESP, il controllo della stabilità e della trazione, il futuro si chiama CAPS (Combined active and Passive Safety).
    Ed è, come il nome lascia intendere, il matrimonio tra la sicurezza attiva e quella passiva. Il sistema concepito da Bosch abbina, infatti, l'intelligenza di silicio e i suoi sensori con soluzioni consolidate come la centralina Esp/Abs per individuare ostacoli sulla strada e capire se c'è il rischio di una collisione.
    Il guidatore può dunque essere avvisato in anticipo in caso di situazioni pericolose, attivando un colpo di freni e pretensionando la cintura di sicurezza. Limiti legali (e sono quelli, perchè la tecnologia già lo consentirebbe) impediscono che la vettura si fermi da sola: l'arresto deve essere una scelta consapevole del guidatore.
    Il sistema non allerta solo l'uomo, ma predispone la vettura a gestire la situazione.
    L'auto si prepara, sinergicamente con i suoi sistemi elettronici, all'emergenza.
    In questo modo la potenza frenante è disponibile al 100%: riducendo gli spazi di arresto a causa dei tempi di reazione e dell'incertezza del pilota.
    Queste funzioni, denominate Predictive brake assist e Predictive collision warning, sono basilari all'interno del sistema Caps in quanto evitano, grazie al gruppo elettronico che gestisce la frenata e controlla la trazione, la collisione.
    Ma se questa è inevitabile allora l'elettronica del Caps prova a rendere meno gravi le conseguenze, attivando per esempio gli airbag con qualche secondo di anticipo e in modo mirato, attivando i "palloni" laterali oppure quelli frontali.
    Il Caps integra una funzione che aiuta ad evitare le collisioni secondarie, quelle che avvengono dopo il primo impatto. Si tratta di eventualità frequenti, causate dalla mancanza di lucidità del guidatore che, in preda al panico, può reagire scorrettamente perdendo il controllo della vettura.
    La funzione Scm (Secondary collision mitigation) sfrutta i sensori degli airbag per rilevare la collisione e i circuiti elettroidraulici dell'Esp per frenare la vettura, compensando anche l'eventuale sbandata. Si evitano così le collisioni successive o quanto meno, se ne riduce l'entità.
    Scm sarà disponibile a partire dal 2009, mentre entro quest'anno sarà offerta la funzione EPCD (Early pole crash detection) che rileva in anticipo l'inevitabilità di un incidente.
    Le funzioni Caps sono basate su sistemi e componenti off-the-self, cioè largamente disponibili anche su vetture di media categoria.
    Finora erano però piattaforme isolate che agivano in modo indipendente le une dalle altre. Sono pertanto state create interfacce per far dialogare anche i sistemi prodotti da costruttori diversi.
    L'obiettivo è, infatti , realizzare una rete di moduli integrati che lavorano per la sicurezza. Per il prossimo anno è atteso il Vehicle motion management (Vmm), un sistema capace di gestire integralmente la dinamica della vettura sfruttando in modo centralizzato tutti i sensori e gli attuatori presenti, non escludi il comando dello sterzo o il controllo dell'assetto delle sospensioni.

    Fonte Il Sole 24ore
     
  2. un giorno arriveranno addirittura a toglierci il volante!

    ci stanno provando ora... con il park assist... l'accelleratore da 20 e passa anni con il cruise control... la trazione, la sbandata, e la velocità con i limitatori...

    l'unica cosa che tollero è l'ABS...

    vogliono toglierci il piacere di guidare? che senso ha scusatemi, guidare una macchina piena di controlli ELETTRONICI, cose che 40 anni fa non esistevano e la gente non si ammazzava comunque (discorso a parte per l'ABS e l'AIRBAG)... uno diventa rimbambito per stare dietro ai mille cicalini e all'albero di natale che si accende nel quadro quando entrano in funzione quei dispositivi...

    bah!

    (scusate lo sfogo, ma a volte leggendo di come stiamo diventando BOT-ADDICT mi viene una rabbia...)
     
  3. e dove sta il problema 40 anni fa non c'era nulla (e neanche 20 anni fa ) e la gente si ammazzava uguale se non di più. ti basta vedere il numero di autoveicoli che circolano adesso e quelli di 40 anni fa; senza contare la continua crescita incontrollata delle potenze (la 500 aveva meno di 15 cavalli adesso supera i 160).
    siamo arrivati al punto che la strada serve solo per gli spostamenti e visto l'affollamento di autoveicoli serve sempre la massima attenzione.
    se ci si vole divertire basta andare in pista, che è l'unico posto che garantisce sicurezza per la propria incolumità e sopratutto quella altrui.
     
  4. A me è capitato di stare dietro ad una mercedes che aveva il sistema di mantenimento della distanza di sicurezza dal veicolo che precede (non so come si chiama il sistema). Beh... ogni volta che la macchina rallentava per rispettare la distanza si accendevano gli stop...
    Non vi dico che stress, almeno fino a che non mi sono reso conto di cosa si trattava.
    Un colpetto di stop ogni 3 o 4 secondi, senza un apparente motivo, non ti permette di capire se anche tu devi frenare oppure no per cui sei sempre con il piede sul pedale cercando di percepire un pericolo che di fatto non c'è.

    Ciao
     
  5. camoz, relativamente 40 anni fa c'erano meno morti di adesso, un pò perchè le auto di allora erano limitate in velocità... una macchina che arrivava agli 80 era già troppo veloce...

    in città bisogna andare cauti si per il sovraffollamento delle strade. ma di certo ABS, ASR o TCS come dirsivoglia, SIPS, caxxi e mazzi vari a 30kmh non servono... difatti molti controlli si disattivano dopo un tot di velocità raggiunta.

    addirittura 30 anni fa iniziavano ad arrivare i primissimi dispositivi di sicurezza... l'ABS! nel 1978 la bosch ha inventato questo aggeggio... 30 anni fa! non mi sembra inutile come dispositivo, anzi!

    nella metà degli 85 arriva anche il TCS...

    quindi non diciamo che 20 anni fa i controlli non c'erano... stavano nascendo e progredendo pari passo alla velocità con cui le auto miglioravano nelle prestazioni... ::cop::
     
  6. non intendevo che non esistevano, ma che la diffusione era quasi a zero, adesso tutte le auto nuove sono dotate di abs(per accordo costruttori) e airbag conducende (di legge) 20 anni fa solo le auto di segmento superiore avevano tali optional.
     
  7. Se posso, semplicemente, vorrei dire che io sono a favore di un perenne controllo elettronico delle vetture. Non si può paragonare la situazione urbanistica degli anni '60 con l'attuale. All'epoca c'erano 1/3 delle vetture oggi in circolazione, le potenze in circolazione erano irrisorie e le morti erano causate da: non conoscenza del buonsenso stradale, non conoscenza del comportamento di un mezzo meccanico e assenza dei sistemi di sicurezza basilari come le cinture di sicurezza.

    Io dico solo che vorrei che il famoso progetto dei sensori stradi per la gestione del traffico fosse varato ed applicato. Io sono dell'opinione che "l'ordine riduce il tempo perso e raddoppia il rendimento".
     
  8. pienamaente d'accordo con te in piu ho appena letto su autoblog che dal 2011 l'esp sarà obbligatorio su tutte le nuove vetture.

    ESP: controllo di stabilità obbligatorio dal 2011 in Europa
     
  9. ESP, TC, ABS e tutti gli altri dispositivi di sicurezza, dovrebbero essere sempre di serie su tutte le vetture. Non metterli di serie è come dire "ti vendo un prodotto non sicuro. Se vuoi la sicurezza paghi di più". Ho semplificato il concetto ma di fondo il significato è questo.
    Poi questi dispositivi sono ausiliari, perchè il dispositivo principale è sempre il piede del guidatore ed i suoi tempi di reazione. Con le strade controllate dai sensori stradali, si potrebbe: regolare il traffico; applicare sanzioni ad eventuali infrazioni togliendo definitivamente tutti questi autovelox, tutor, T-Red e chi più ne ha più ne metta; ovviare al problema delle fughe post incidenti (il vero cancro per i pedoni).
     
  10. su questo lato allora sono d'accordo.

    si tendevano sempre a privatizzare queste cose, sempre messe come optional a pagamento.

    adesso la maggior parte delle case sfornano le auto con questi controlli inclusi nel prezzo, magari lasciando da parte cose superficiali come cruise control, navigatore, cerchi in lega, ecc ecc

    io invece non sono affatto favorevole a un totale controllo elettronico delle vetture.

    come gli esseri umani, anche le IA possono sbagliare... preferisco spappolarmi io con le mie mani contro un platano, che farmi spappolare dai controlli :rolleyes:

    questo comunque sia rimane un mio pensiero, non per forza condivisibile