Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

Discussione in 'GT' iniziata da MANICOMIO, 11 Novembre 2008.

Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.
  1. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    Unico Neo: se la modifica è fuori regolamento al povero Manicomio in sede di verifica tecnica gli squalificano la macchina.
    Dunque (almeno per quello che ho capito) cercava qualcosa di nascosto....ma la vedo ardua!
     
  2. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    Ragazzi la soluzione è molto semplice: io ho un alfa 75 evoluzione e come il turbo normale e altre svariate auto ha il radiatore dell'olio.Dove cè il filtro dell'olio vi è in aggiunta una specie di distanziale con all'interno una valvola termostatica tarata a circa 80 gradi.Quando la temperatura sale oltre quel limite olio va verso il radiatore:quindi basta relerire la piastra suddetta e il radiatore nuovo o dallo sfasciacarrozze di una 75 turbo o altro.Come indicato nel libro elaboriamo il motore è inutile aumentare la pressione per vedere un bel valore sul manometro o sopperire i giochi elevati.L olio buono resiste a temperature molto alte (pensa alla turbina incandescente di un turbo che ha lubrificazione a olio.Un motore turbo ha potenze specifiche molto alte su un motore sottodimensionato e l'olio ce la fa lo stesso.La ventola se è elettrica (non ho capito se elettrica o azionata dal motore) di sicuro non porta via 3 cavalli :1 cavallo equivale a circa 800 watt e l'elettroventola sarà qualche centinaio di watt
     
    A daniskid7522 piace questo elemento.
  3. #23MANICOMIO,14 Novembre 2008
    Ultima modifica di un moderatore: 14 Novembre 2008
    Saluti a Tutti,Risp a Pietro il pistolero,considerando che la mia Giulia e con il filtro a cambio rapido ovvero sulla parte inf del monoblocco,i tubi li potrei far passare di sotto perciò poco visibili,dato che proprio questo è il mio problema,ed una volta che si è pagata l'iscrizione,trasportato la macchina sul luogo,scarrellato per le verifiche,sistemato in albergo,ma se ad un verificatore gli dovesse venire il prurito nel sedere,non mi farebbe partire,e con una possibile nota...:smiley_029:Io cerco come detto da Schuzzer ,qualcosa che c'è ma non si vede perchè una cosa che non si vede,si pensa più facilmente che non c'è..certo non salirei mai con un motore 2000,anche se un occhio esperto lo sgamerebbe a 3metri,nonostante qualcuno lo fa dichiarandosi fino a 1300..:eek:ma questo non è bello ..e come prendere sostanze chimiche per aumentare le prestazioni fisiche..il bello è,sentirsi dire:ma questo 1300..voola..:grinser005:

    Risp.Paolo L'esplosivo La ventola sulle Giulia è attaccata alla pompa dell'acqua,e già ho sperimentato in base alla grandezza della ventola,che i cavalli assorbiti possono arrivare anche a 4 pompa acqua più ventola,che tipo di olio stai usando.ti ringrazio per la risp.
     
  4. #24mauretto,15 Novembre 2008
    Ultima modifica: 15 Novembre 2008
    re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    :D se ti ricordi alcuni anni fa la Ferrari aveva sperimentato che abbassando di 1 atm la pressione dell'olio,si recuperava una manciata di cavalli,ma si parla di potenze specifiche assai elevate,dove una piccola variazione diventa significativa in termini di restituzione di cavalleria :eek:
    tornando ot. ho avuto il tuo stesso problema con una preparazione pesante su un motore 1,6 della Giulietta 116 trasformato in turbocompresso,nel quale utilizzando un olio totalmente sintetico molto fluido,a caldo la pressione cadeva drasticamente,nonostante la sostituzione della pompa con una nuova il problema persisteva,quindi per recuperare un po di pressione ho spessorato con una rondella da 2 mm la molla della valvola regolatrice che si trova nella pompa,operazione abbastanza semplice che si può anche effettuare senza smontarla dal motore,ma tantè che la coppa la devi togliere e i due dadi che la tengono assemblata al monoblocco non rappresentano più un grosso problema,la valvola è tenuta insieme da una semplice coppiglia a forcella,che consiglierei di sostituire, potresti iniziare con una rondella di spessore da 1mm,montare la coppa con pochi bulloncini e vedere con pochi attimi di motore acceso i risultati,nel mio caso a freddo e 2 mm di spessore arrivava a fondoscala,ma da caldo la pressione si assestava a poco più di 3 atm,prima scendeva a 1,5,purtroppo devi effettuare qualche prova,ma la cosa è assolutamente funzionale ed invisibile,sfido qualunque meccanico che dovesse smontare il tuo motore per una verifica a 'sgamare' la modifica :smiley_001:
    buon lavoro
     
  5. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    Ho la sensazione che stiate tagliando il capello in quattro...la pressione che scende non si ovvia aumentando la taratura della valvola regolatrice ma è necessario agire sulle cause che la provocano. Una soluzione può essere come già detto, l'utilizzo di un buon olio ma quella sicuramente più efficace è di intervenire sul motore sostituendo le vie di fuga dell'olio, perciò rettifica dell'albero e nuove bronzine!:rolleyes:
     
  6. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    Ma scusate se la superficie di dissipazione è sempre la medesima (cioè la superficie lamellata della coppa dell'olio) anche se aumento la pressione non vuol dire che l'olio mi si raffredda!
    Perchè se fosse cosi, metto 2 pompe dell'acqua e il radiatore di uno scooter e temperatura dell'acqua del mio motore rimane invariata.

    Per far abbassare la temperatura bisogna aumentare in qualche modo la superficie di esposizione (radiatore, coppa piu grande...etc..).Di solito di monta un radiatore ausiliario per l'impianto di lubrificazione, ma se il buon "Manicomio" questo non puo' farlo per "limiti da regolamento CSAI".....è un problema!
    E ribadisco il concetto che se aumenta la pressione dell'olio....l'olio se lo trova tutto nella camera di combustione, perchè (e Mauretto puo' confermare) i motori Alfa old-style trafilavano olio dai guida valvole (classica fumata bianca in rilascio) gia originali!!!!
     
  7. #27mauretto,16 Novembre 2008
    Ultima modifica di un moderatore: 16 Novembre 2008
    re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    :rolleyes: hai ragione,ma visto che al momento il motore probabilmente non ha problematiche di funzionamento e a Manicomio interessa solamente avere qualche decimo di atm di pressione in più,una soluzione sbrigativa ed economica è sicuramente preferibile,poi non è detto che sia sufficiente rettificare l'albero motore,altre perdite significative di carico si possono rilevare nelle sei sedi degli assi a camme,cosa si fa ,si sostituisce testata e assi a camme? la risaldatura e la successiva barenatura hanno dei costi elevati ,tieni conto che oggigiorno è difficile trovare ancora basamenti e testate efficenti di motori come quelli delle giulia.Di 1,3 in seguito hanno solamente fatto le Giulietta 116,e la testata era già diversa come volume delle camere di scoppio,e ovviamente come forma del cielo dei pistoni,quindi forse vale la pena di 'spaccare il capello in quattro' :p
    le soluzioni migliori e invisibili sono solo due,l'olio di caratteristiche diverse,come da te giustamente citato ,oppure l'intervento sulla valvola regolatrice :smiley_001:
    @Schuzzer è probabile che l'olio aumenti ancora la sua temperatura dopo aver aumentato la pressione,ma cio' non è necessariamente un male,l'olio più caldo ha sottratto maggior calore alle parti meccaniche nelle quali ha portato la lubrificazione,e dal punto di vista tecnico difficilmente si raggiunge il limite massimo di temperatura in cui le caratteristiche del lubrificante decadono in modo tale da perdere la loro funzione,e difficilmente una vettura del genere rimarrà ferma col motore a 7.000rpm,è vero che effettuando delle gare tutta la parte meccanica è più stressata,ma il solo movimento contribuirà al raffreddamento generale dei vari liquidi e parti meccaniche, l'aumentato flusso verso i pozzetti nella testata viene lo stesso smaltito dai generosi scarichi in coppa,la fumatina bianca è comunque inevitabile,anche dopo la sostituzione dei cortechi sui guidavalvole la depressione generata da un repentino rilascio ad elevati rpm avrà sempre la meglio risucchiando olio a causa dei giochi 'larghi' caratteristici dei motori Old Style.......... è da considerarsi di serie,considerate che da nuove era 'normale' un consumo da 0,7 a 1,5 litri di olio ogni 5000km e se anche fossero stati 2 litri andava bene lo stesso,alle volte la cosa migliorava,e altre rimaneva stabile a questi livelli.

    Una vera manna dal cielo arrivò a metà anni '80 dalla Fiat con olii come il Selenia e l'Hpx che riducevano i consumi e i trafilamenti di lubrificante grazie a delle formule specifiche,oggi è difficile trovare ancora olii di queste caratteristiche in commercio perchè sono relegati ad essere usati solo su motori 'd'epoca',su un moderno propusore farebbero solo dei danni,ma sui motori 'old' delle alfa un qualsiasi buon lubrificante sintetico moderno va benissimo,e scusate se esprimo questo pensiero........basatevi sulla simpatia che provate verso un marchio anzichè un altro, :eek: le caratteristiche dichiarate devono essere uguali per tutte,e al limite si può aggiungere qualche prodotto specifico,vedete voi i marchi
    con questo non pretendo si essere il Verbo,anzi,ho solamente espresso quella che stata un'esperienza personale,e ciò non vuole assolutamente dire che tutte le esperienze debbano essere identiche,ci mancherebbe,ma se può essere utile a qualche amico di forum :D benvengano tutti i suggerimenti possibili:grinser005:
     
  8. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    Saluto a tuttiRisp.Maurizio..riguardo le bronzine,albero mot,castelletii camme etc e tutto nuovo o rettificato,il problema è associare un olio nuovo performante ad un motore di un tempo fa un tempo esisteva il geedol ma quello di oggi non è più lo stesso..Risp.a Shuzzer hai perfettamente ragione nel dire che la superficie di raffred più è ampia è più raffredda il contenuto..pensa al cucchiaio nella tazza di the..raffredderà prima,riguardo all'olio che va in camera di comb.non è la pressione,ma è il pistone che lo **** dalle sedi di,ovvero quello che resta nel bicchierottodalle nostre parti si dice che se una Giulia non fa la fumatina bianca vuol dire che non è di razza:DRisp.a Mauretto,il consumo di olio era un litro ogni milleKm:eek:certo se una macchina moderna avesse questi consumi.:WC:per il resto concordo appieno,che olio usavi per il motore 1.6?il compressore era montato in aspiraz o allo scarico?che camme erano montate..penso le 10548 con fasatura adeguata..o altro?
     
  9. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    :puhh sisi hai ragione,ho fatto confusione ho scritto 5000 km,ma in effetti era 1000:eek:,l'olio era lo shell helix 15/50 da caldo raggiungeva una fluidità incredibile,ti parlo comunque di fine anni '80,i compressori erano dei garret T25 e T03 trafugati dalla banca di donazione organi delle gt turbo e delle thema e croma turbo 8 e 16 valvole.le camme erano fatte da un'officina che forniva di primo impianto le aziende nazionali e il profilo era pari pari a quello delle Delta gr.A '87/'88,la cilindrata era portata a quasi 1,8 rettificando le canne a 80 mm e facendo fare pistoni decompressi in rettifica,dopo una prima distruttiva esperienza si scelse di costruire
    dei pistoni con un solo segmento ed il raschiaolio e pressioni di esercizio della turbina 1,8/2 atm,all'epoca i vari guru se sapevano qualcosa lo tacevano,quindi dovetti fare diverse esperienze per conto mio,ovviamente sbagliando,ma imparai diverse cose,l'accensione era ancora a puntine :smiley_001:,la sostituii con una adattata di una 112 abarth,e l'alimentazione la trasformai in iniezione prelevando allo sfascio dapprima una Bosch K da una golf 1,8 in seguito da una saab a 5 clindri,in fine da una bmw a sei cilindri,la sete di questo motore era infinita,circa 3 km a litro,ma pure le prestazioni erano da brivido,in pista le 75 turbo e le delta 8 valvole restavano al palo,ma la gestazione di un simile mostro era difficile,cambio e turbine avevano frequenti rotture,la robustezza del basamento e dell'albero motore hanno dell'incredibile,pensa che a fine carriera la ripristinai ad aspirata, e pur battendo di banco fece ancora parecchie migliaia di km,pensai che il colpo di grazia fosse l'accavallamento dei due semigusci di una bronzina di biella,ma mi sbagliavo,passata un po di carta seppia e montata una bronzina usata il motore funzionava ancora :smiley_001:,ma la carrozzeria oramai stava cedendo e la portai allo sfascio.
    le lavorazioni effettuate su quel motore spaziavano dall'alleggerimento ed equilibratura statica e dinamica di bielle,pistoni e volani compresa la lucidatura,a mano e col disco di panno,delle bielle e dell'albero,ugelli nel basamento che schizzavano olio all'interno dei pistoni per migliorare il raffreddamento,da qui abbassamento della pressione di lubrificazione,valvole al sodio e aggiunta di stantuffo esterno per equilibrare eventuali cali di pressione olio nelle curve,installazione di paratie antisbattimento in coppa,sullo scambiatore,pure lui mutuato da una super5gt turbo vi erano due spruzzini da lavavetro che schizzavano acqua distillata per abbassare la temperatura dell'aria compressa,che nel mio caso arrivava anche a 140 gradi in ingresso allo scambiatore,in uscita scendeva a 110
    gli spruzzini funzionavano solo con acceleratore aperto al massimo,il canister conteneva 5 litri di acqua.
    Scusa la disgressione :D:D considera che era tutto esclusivamente meccanico,di elettronico c'era soalmente il modulo di accensione :decoccio:
     
  10. re: Giulia GT - Ottenere aumento pressione dell'olio con modifiche "invisibili"

    Minchia...espressione locale che indica stupore,per l'elaborazione effettuata,perchè non utilizzasti il sistema della Giulietta Turbo delta?Per l'alesaggio delle canne trovasti problemi?Purtroppo di motori turbo compressi ne capisco molto molto poco,fino ad ora mi sono solo impegnato con motori Alfa aspirati,difatti pensavo da un po di tempo,di costruire un sistema di iniezione di acqua in camera di combustione,.veniva usata in motori di aereoplani intorno agli anni 30 cosa ne pensi?:Anche io sono votato alla meccanica che comanda l'elettronica e non viceversa,non sempre ciò che viene dopo è progresso.Ritornando al discorso delle canne,te lo chiedo poichè tempo fa provai a super quadrare il motore 1290 e alesare le canne a 75mm,però prima di montarle mi accorsi che il lavoro svolto dal tornitore non corrispondeva alle mie aspettative..e lasciai perdere,..quale fu il problema?Il tornitore asino?oppure la difficolta di alesare le canne alfa che non sono totalmente cilindriche?Saluti e buone intramezzate
     
Sto caricando...
Potrebbe interessarti anche: Forum Data
Alfa Giulia Gt 2000 Veloce. Chiedo agli esperti... GT 10 Luglio 2018
Valutazione acquisto Giulia GT 1600 junior GT 28 Gennaio 2018
Motore giulia gt junior 1,3 GT 11 Dicembre 2016
Status Discussione:
Chiusa ad ulteriori risposte.