Riflessioni sulla Netiquette e vita di forum

I

Iachialfa

Utente Cancellato
Salve a tutti :D

Ultimamente c'è stata un po' di "maretta" nel forum, e la cosa ha destato qualche preoccupazione allo staff e ad alcuni utenti (tra i quali il sottoscritto).

C'è stata anche qualche sanzione pesante, con tutti gli strascichi del caso.

Questo Thread (che eventualmente potrà essere spostato dallo staff in una sezione ritenuta più pertinente), vuole essere una riflessione pubblica sull'argomento, con l'unico scopo di fornire informazioni utili a migliorare.

aktion057.gif


Migliorare questo luogo virtuale di scambi e di umane passioni. E di preziose informazioni sulle nostre amate Alfa ;)

:auto003:

Oggi, al lavoro, chiacchieravo con un collega, esperto di comunicazione. Parlavo di voi, di noi, del club.

Gente come lui ha il compito, affatto banale, di organizzare e ottimizzare l'immagine di una società, il sito internet, le modalità di gestione verso l'esterno.
Sono persone laureate in scienze della comunicazione, che studiano la psicologia e l'interazione dell'uomo con la tecnologia moderna.
Alcune volte, mi ha salvato le chiappe da qualche mio errore grossolano.

Incuriosito, mi ha chiesto di fargli vedere di cosa si tratta, e io gli ho mostrato questo sito.

Dopo tre orette, si è rifatto vivo alla mia scrivania, e in cambio di un caffé aziendale (costa poco ma in compenso fa schifo) è stato prodigo di informazioni.

Nel mio piccolo, vorrei provare a condividere con voi le cose che mi sono state spiegate :: Abbraccio :.

Perdonate gli errori di chi, come me, non è avvezzo al "materiale umano"!!

:D

Riporto come lo ricordo:

- Il sito è ben fatto, struttura standard da forum, ma con alcune "personalizzazioni" interessanti (non mi ha detto quali)

- regole sostanzialmente corrette, migliorabili in alcuni punti ma fondamentalmente "sensate e non eccessive"

- c'è molta varietà di utenti, il più colto e agiato, lo sfortunato disoccupato. Mancanza di presenza femminile.

- argomenti abbastanza vari, tante ripetizioni (ma dice che è normale), filo comune condiviso e forte (il marchio Alfa) .: Clap :.

- alcuni utenti "irrequieti" (nella media). Dice che anche io sono un rompiscatole, ma che mi faccio perdonare dicendo di tanto in tanto qualcosa di sensato (!)

- nel complesso, una realtà viva e partecipata. "Una cosa che funziona", ha detto

:)

E poi mi ha riferito le sue impressioni sul problema dei litigi (e nel contempo mi ha consigliato di non prendermela...):

- moderatori un pochino troppo "coinvolti" nelle discussioni. Questo dà la percezione, non utile, che essi siano utenti "normali" con "poteri extra"

- uso talvolta eccessivo dei caratteri e dei colori. Il nero è "incisivo", il blu è "portatore di serenità", il rosso è "violento" (dal colore del sangue)

- scarsa conoscenza della "Netiquette" (io manco sapevo ci fosse), ossia del "galateo della rete": caratteri grandi e/o stampatelli per URLARE, ad esempio

In pratica mi ha spiegato che per essere un buon moderatore bisogna essere distaccati come deve esserlo un buon capo.

Che arrabbiarsi, per un capo, è una dimostrazione di umanità e debolezza che "mal si concilia con l'onere del potere".

A me, ha sconsigliato di fare il moderatore, perché "abbozzo poco" e sono un passionale...in poche parole, o partecipo al forum oppure entro nello staff!

Ha rilevato che una maggiore impressione di autorevolezza si fa non intervenendo con violenza, mostrando cioé una serenità e una obiettività "distaccata".
Alcuni hanno questa dote naturale per carattere o esperienza, altri devono maturarla con tanto esercizio.

Non mi ha fatto nomi. Però ha insistito molto sulla necessità della "modalità giusta" per intervenire...dice che spiegare l'evidenza o le regole, ed evitare caratteri cubitali ed espressioni "brusche", è un modo per non suscitare moti di ribellione nei soggetti "predisposti".

Un atteggiamento signorile e pacato, con domande invece che accuse, inviti alla riflessione piuttosto che minacce, avvertimenti progressivi e motivati invece che sbotti improvvisi, sono la strategia vincente per ottenere il risultato e mantenere l'ordine necessario (qui il nome lo faccio io: JKay :p).

Secondo lui, manca un'adeguata formazione dello staff...non si può affidarsi esclusivamente alla "buona volontà"...alcune persone, pur meritevoli, non sono in grado di gestire il potere (anche se piccolo).

"Antò", gli ho detto "non è che uno si deve laureare per gestire un forum...", ma lui ha risposto che "con i rapporti umani non si scherza", e che "una gestione non ottimale può portare rapidamente alla distruzione di una comunità".

Amici miei, che vi devo dire?
Io sono un tecnico...il caffé gliel'ho offerto...a quello non gliene frega niente dell'Alfa Romeo...

Però mi ha lasciato muto, come un fesso, a guardare la parete del corridoio :confused:

Spero di non aver turbato la sensibilità di nessuno. .: sgrat :.

Grazie

IA
 
Ultima modifica da un moderatore:
  • Like
Reactions: kormrider
Cosa dire, ............ chi ha orecchie per intendere intenda. I problemi non si risolvono con le minacce e il potere, ma con la calma e la capacità di ascoltare i consigli degli altri. L'unico obbietivo e' migliorare sempre di piu' questo forum, la nuova gestione non deve avere la presunzione di essere perfetta e di non ascoltare i consigli degli utenti per migliorare la vita all'interno del forum. .:stretta:.
 
Ti ringrazio per la mini consulenza sulla comunicazione, sicuramente ci sarà utile, molte cose già le sapevo ma alcuni punti sono sicuramente interessanti.

Sono certo che tutti insieme cercheremo di migliorare l'esperienza nel forum e i rapporti con i ns moderatori.
 
Salve a tutti :D

Ultimamente c'è stata un po' di "maretta" nel forum, e la cosa ha destato qualche preoccupazione allo staff e ad alcuni utenti (tra i quali il sottoscritto).

C'è stata anche qualche sanzione pesante, con tutti gli strascichi del caso.

Questo Thread (che eventualmente potrà ess.....................................................................................................lema dei litigi (e nel contempo mi ha consigliato di non prendermela...):

- moderatori un pochino troppo "coinvolti" nelle discussioni. Questo dà la percezione, non utile, che essi siano utenti "normali" con "poteri extra"

- uso talvolta eccessivo dei caratteri e dei colori. Il nero è "incisivo", il blu è "portatore di serenità", il rosso è "violento" (dal colore del sangue)
è possibile...i colori influenzano sulla spiche, questo lo sapevo
- scarsa conoscenza della "Netiquette" (io manco sapevo ci fosse), ossia del "galateo della rete": caratteri grandi e/o stampatelli per URLARE, ad esempio
questo l'ho appreso nei forum di linux ed elettronica, ti cacciano delle steccate!!
In un'altro di centraline che non riuscivi a seguire il discorso che si mescolava di tutto...
infatti se ti ricordi ho solo evidenziato in neretto certe parole da evitare, il resto ho lasciato correre e ho chiesto di continuare col tema...o lo chiamo tatto e rispetto, perchè penso che viaggia a doppio senso...
In pratica mi ha spiegato che per essere un buon moderatore bisogna essere distaccati come deve esserlo un buon capo.

Che arrabbiarsi, per un capo, è una dimostrazione di umanità e debolezza che "mal si concilia con l'onere del potere".

A me, ha sconsigliato di fare il moderatore, perché "abbozzo poco" e sono un passionale...in poche parole, o partecipo al forum oppure entro nello staff!

Ha rilevato che una maggiore impressione di autorevolezza si fa non intervenendo con violenza, mostrando cioé una serenità e una obiettività "distaccata".
Alcuni hanno questa dote naturale per carattere o esperienza, altri devono maturarla con tanto esercizio.

Non mi ha fatto nomi. Però ha insistito molto sulla necessi..............................................................................................................................uello non gliene frega niente dell'Alfa Romeo...

Però mi ha lasciato muto, come un fesso, a guardare la parete del corridoio :confused:

Spero di non aver turbato la sensibilità di nessuno. .: sgrat :.

Grazie

IA

beh un utente che fa vedere il forum a un tizio non indifferente di comunicazione, ci tiene che funzioni, questo è poco ma sicuro!!

Io ad esempio mi sono accorto che non devo dilungarmi troppo ma essere abbastanza sintetizzato per non annoiarlo troppo se non è afferato di meccanica...altrimenti lo confondo
 
Ultima modifica:
Ciao Andrea!

Sulla tua buona fede e correttezza io non ho dubbi. E fatico a credere che qualcuno ne abbia.

Il tuo modo di scrivere è diretto e discorsivo, come se parlassi di persona, per questo forse non tutti riescono a seguirti se fai discorsi lunghi.
E poi c'è da dire che tu hai molta esperienza nel campo dei motori...chi ascolta non deve solo avere le orecchie, ma gli "strumenti" per capire.

Per esempio, se uno mi scrive in tedesco, o mi scrive di apicoltura, io non lo capisco...perché non ho gli strumenti per capire.

Si, è vero, ci tengo a questo forum. E dopo tante brutte litigate, credo che l'unico modo per sistemare le cose sia di ragionarci con calma e capire come migliorare. Tutti.

Il mio personale giudizio sullo staff è che sia composto da persone intelligenti. Credo, anzi ne sono sicuro, siano stati scelti anche per questo!

La cosa bella dell'intelligenza, è che essa è un' "arma" che può essere usata con profitto verso sé stessi...cosa che con le altre armi non succede (provate a spararvi ad un piede...un mio amico cacciatore l'ha fatto...).

A volte, questo è il migliore uso dell'intelligenza che si può fare.

Io sono migliorato così (ebbene si, non ci crederete, ma prima ero persino peggio :eclipsee_Victoria:) : facendo autocritiche feroci, e mettendomi in discussione.

Non è facile, solo i migliori possono farlo (a parte il sottoscritto...io sono stato fortunato).

Sono ottimista in merito a questa cosa ;).

IA
 
Ultima modifica da un moderatore:
l'autocritica aiuta molto basta che non diventi masochismo però, la via di mezzo insomma :D
 
Ahahahahaha...masochisti qui non ne vedo proprio...non penso ci sia pericolo...

;)

IA
 
Vero?!
Su quello è sicuro :D
Anch'io stasera mi sono visto preso di bersaglio..........sicche siamo tutti uguali, basta avere il senso del giudizio su quello che si scrive e poi amen
 
Purtroppo, chi dirige, deve sbagliare di meno.

Come dovrebbero fare i politici (ma non lo fanno da decenni): dare il buon esempio.

Se sbaglio io mi buttano fuori e vabbé, uno ***** in meno :p...e state tutti meglio.

Se sbagli tu, puoi fare danni (niente di grave, per carità...non muore nessuno); però il tuo stesso ruolo ti impone di essere più paziente, più comprensivo, più "psicologo". Più intelligente di quelli che ti provocano, o che non capiscono.

Non puoi essere lo stesso di prima...è anche per questo che io non ho accettato di fare il moderatore: voglio essere libero di sbagliare (pagando le conseguenze, ma solo io non altri). Ho già abbastanza responsabilità nella vita di tutti i giorni.

Chi accetta un incarico di gestione, deve cambiare il suo atteggiamento. Perché si espone a giudizi più di prima, perché è più in vista, perché ha potere.

Sei stato coraggioso, Andrea...buon lavoro, non sarà facile .:stretta:.

IA
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Purtroppo, chi dirige, deve sbagliare di meno.

Come dovrebbero fare i politici (ma non lo fanno da decenni): dare il buon esempio.

Se sbaglio io mi buttano fuori e vabbé, uno ***** in meno :p...e state tutti meglio.

Se sbagli tu, puoi fare danni (niente di grave, per carità...non muore nessuno); però il tuo stesso ruolo ti impone di essere più paziente, più comprensivo, più "psicologo". Più intelligente di quelli che ti provocano, o che non capiscono.

Non puoi essere lo stesso di prima...è anche per questo che io non ho accettato di fare il moderatore: voglio essere libero di sbagliare (pagando le conseguenze, ma solo io non altri). Ho già abbastanza responsabilità nella vita di tutti i giorni.

Chi accetta un incarico di gestione, deve cambiare il suo atteggiamento. Perché si espone a giudizi più di prima, perché è più in vista, perché ha potere.

Sei stato coraggioso, Andrea...buon lavoro, non sarà facile .:stretta:.

IA

Sapevo a cosa andavo in contro e infatti sto anche lavorando su di me....sono ai lavori:lachen001: uno pensa ma che dice?
E' vero cambiano le cose...
 
X