Spia avaria sistema controllo motore, blocco cambio e spegnimenti

Discussione in 'Twin spark' iniziata da Femmina Alfa, 28 Novembre 2017.

  1. Ragazzi vi prego aiutatemi!!
    La mia amata Alfetta sta dando problemi da una settimana e io non ci dormo la notte. Vi spiego nel dettaglio tutto l'accaduto.
    Nelle ultime settimane sentivo il cambio un po' duro, opponeva molta resistenza ogni volta che inserivo le marce e settimana scorsa faceva proprio una specie di rumore cupo. Ho inizialmente pensato ad una mancanza di olio nel cambio e che sarei andata presto a farla vedere, ma lei mi ha preceduta. Marciavo alla velocità di 70 km/h e mi sono fermata per la coda, appena sono andata a mettere la prima il cambio si è bloccato e la macchina non faceva un passo. Con un po' di gioco con la frizione sono riuscita a far entrare la marcia e a rimetterla in movimento, ma è durata poco perché dopo nemmeno 1 km ha ben pensato di spegnersi completamente e la frizione non risaliva più. Poi si è spenta e non si riaccendeva nemmeno, lasciandomi completamente a piedi nel bel mezzo di una strada ad alto scorrimento. Non mi chiedete come perché non lo so nemmeno io, ma sono riuscita a tirare su la frizione e a farla ripartire per fare quei 10 km che mi separavano dal meccanico (officina autorizzata Alfa Romeo).
    L'ha guardata, ha "spurgato il tubicino che porta alla frizione perché pieno d'aria" (20 euro) e mi ha detto che le pompe della frizione si sono un po' "sedute" e quindi sono da cambiare appena possibile (preventivo: 80 euro quella sotto il pedale del freno e 400 euro quella sotto la campana del cambio). Decido che sarà la prossima spesa di dicembre e mi illudo che la mia piccola non avrà ulteriori problemi. Faccio benzina e la parcheggio tranquilla.
    La mattina dopo però, dopo nemmeno 10 km, mentre la macchina sta marciando a circa 80-90 km/h si accende quella maledetta spia del controllo motore, quindi la riporto subito dallo stesso meccanico che con la diagnostica rileva: "Sensore posizione camme ad albero - funzionamento difettoso nel circuito". Il meccanico cancella l'errore e mi dice di riportargliela subito se si ripresenta. Il giorno dopo accendo la macchina e sento che l'accensione fa fatica, rifaccio benzina (so che quando va in recovery consuma tantissimo, le sto buttando dentro 10 euro al giorno!) e quando vado a riaccenderla per ripartire la macchina mi comunica di nuovo l'avaria e si spegne del tutto. Il benzinaio la fa ripartire coi cavi e la riporto dal meccanico.
    Appena arrivo la spegne e la riaccende e mi dice subito che la batteria è sicuramente andata (era stata sostituita ad ottobre 2014).
    Mi dice che la spia dell'avaria e la batteria non sono due problemi legati tra loro e non sono nemmeno cause o conseguenze del cambio problematico, quindi la guarda e la prova lui su strada per 20 km. Esito: cambio batteria per 150 euro ed ulteriore reset dell'errore della spia del motore. Inoltre aggiunge che prima del cambio batteria la diagnostica gli ha dato un errore su un "sensore di fase" e che la sostituzione costa tra i 100 e i 150 euro. Infine mi dice "sei quasi ad 80.000 km, questa macchina deve fare la cinghia di distribuzione, perché è ancora la sua originale": 600 euro circa, termina con "se l'errore si ripresenta portala ancora."
    Ieri sera la ritiro e con molta ansia e perplessità mi metto in viaggio per fare 15 km, qui a Milano la temperatura era di -1, ma mentre andavo, con tutta calma, vedevo la lancetta della temperatura dell'acqua scendere spesso sotto i 90 (va bene il freddo che entra nel motore, ma mi sembrava troppo). La spegno e la parcheggio in strada.
    Così arriviamo ad oggi pomeriggio, la piccola si accende senza problemi al primo colpo, faccio nemmeno 9 km e la spengo. Resta ferma 4 ore in strada. Alle 18 vado a riaccenderla faccio 1 km ed ecco lì di nuovo la spia: avaria sistema controllo motore. In più, la temperatura dell'acqua oggi scendeva davanti ai miei occhi anche sotto 70 e risaliva subito dopo a 90, nonostante avessi fatto scaldare la macchina (come faccio sempre prima di metterla in marcia).

    Sinceramente non so più cosa pensare, i problemi mi sembrano così disparati che non trovo un nesso comune. Non vorrei riportarla dallo stesso meccanico perché non mi sembra in grado di affrontare la problematica, quindi chiedo a voi un parere su cosa possa generare tutti questi problemi uno dietro l'altro. Questi sono i dettagli della mia macchina: Alfa 147 1.6 benzina TS, 77.000 km, immatricolata a dicembre 2008, unico problema avuto fino ad ora: la terza candela che faceva le bizze e mi accendeva l'avaria del motore, ma parliamo di 2 anni e mezzo fa.

    Alfisti preparati, ho assolutamente bisogno di voi.
     
  2. Sto caricando...


  3. #2kormrider,28 Novembre 2017
    Ultima modifica: 28 Novembre 2017
    Ciao, di che zona sei??

    Se ti trovi in provincia di Milano verso Varese potrei consigliarti un Meccanico di quelli veri non come quelli in cui sei capitata perché ti hanno solamente fregato, per non dire altro.

    Altrimenti l'unica direzione é da Santino Balduzzi a Lodi.


    Alla tua 147 va fatta un po' di manutenzione niente di angosciante.

    - sostituzione valvola termostato.

    - sensore giri.


    - distribuzione quanto prima.

    Era uscita una circolare dall'Alfa che cambiava il kmetraggio per la sostituzione. Da 120.000km a 60.000km o cinque anni. Per tenditore difettoso. Se salta da un momento all'altro spacca tutto e sono 2500 euro di danni. Sei già stata molto fortunata che non hai ancora rotto la cinghia.


    - le 8 candele e un cambio olio e filtro.


    - pompa frizione e cilindretto. Purtroppo una delle due é dentro la campana del cambio e va smontato. Per cui ci si ritrova davanti la frizione, l'olio del cambio.
    i costi vanno da 250 a 400 euro come preventivato.
     

  4. Ciao e grazie mille del celere intervento, purtroppo non sono in zona Varese, ma se potessi darmi il riferimento di questo meccanico sarebbe un grande aiuto.
     
    A kormrider piace questo elemento.
  5. Ciao , l'irregolarità della temperatura dell'acqua è dovuta sicuramente alla mancanza di liquido
    nel circuito , quando il liquido copre il sensore di temperatura la lancetta indica i valori reali mentre
    quando scende significa che il sensore non rileva perchè non viene coperto dal liquido quindi
    controllerei subito il livello nella vaschetta .
    Per quanto riguarda le due pompette del servofrizione , 400€ per quella sul cambio mi sembrano
    un po esagerati , non conosco nel dettaglio i twin spark ma se come dice Kormrider si trova all'interno
    del cambio è la manodopera a far lievitare i costi .
    Anche 150€ per una batteria mi sembrano eccessivi , con quella cifra ci compri una 100 Ampere
    a lento rilascio di quelle usate per i servizi dei camper .
    Un sensore di giri può costare dai 15 ai 50 € online ma i meccanici si riforniscono sempre dai
    ricambisti che sono obbligati a vendere a cifre più alte per coprire tutte le loro spese di gestione
    attività .
    Di solito i lavori me li faccio da solo ma quando sono costretto a portare l'auto dal meccanico
    i ricambi glie li procuro sempre io ;)
     

  6. una condizione del genere é quasi improbabile che si verifica e anche se fosse possibile il motore andrebbe in surriscaldamento con la conseguente formazione di vapore ad alta pressione all'interno. In altre parole fonde.

    Il liquido refrigerante, anche se al minimo o sotto al minimo nella vaschetta, non lascia mai a secco o sotto il livello il bulbo del sensore.


    Sul Twin Spark, la causa é sempre la valvola termostatica guasta che rimane bloccata in posizione di apertura.


    Solitamente durano tra gli 8-10 anni e 70.000km












     
    A merk piace questo elemento.
  7. Ciao a tutti,anche secondo me e' la valvola termostatica che si sta per bloccare.
     
  8. Dico quello perchè mi è già capitato di vedere quell'oscillamento della temperatura su altre auto
    e la causa è sempre stata legata alla vaschetta più mezzo radiatore vuoti , in un'altra occasione
    l'ho notato su di un'auto a cui era partita la guarnizione della testa e creava bolle d'aria nel circuito
    scoprendo a volte il sensore ;
    il termostato lavora sulla dilatazione termica di una molla , anche se tende a rimanere bloccato
    difficilmente crea degli sbalzi così rapidi .
    Comunque controllare i livelli non costa niente ;)
     
    A merk piace questo elemento.
  9. Grazie a tutti delle vostre preziose risposte!

    Ieri ho portato la macchina in un'officina Alfa Romeo non lontana da casa per far fare immediatamente la distribuzione come vivamente consigliato dal meccanico di mio padre e da @kormrider (grazie ancora!).
    Oltre alla distribuzione con relativa cinghia servizi (790 in totale: 650 + 140), mi dicono che la mia piccola Alfetta ha da cambiare anche la bobina e tutte le 8 candele perché entrambe le cose sono bruciate, per una richiesta di altri 450 euro. Purtroppo mi dicono non possono essere sicuri che la spia dell'avaria sia data da questo è quindi che si risolva sostituendo quei pezzi.
    È possibile che debba davvero spendere 1240 euro per poter rimettere la mia bimba su strada?

    Mi sembra un incubo.
     
  10. #9kormrider,30 Novembre 2017
    Ultima modifica: 30 Novembre 2017


    Purtroppo i prezzi delle officine autorizzate sono questi. Solo di manodopera viaggiano a 62 euro l'ora.

    5-6h di lavoro per sostituire tutta la distribuzione + cinghia servizi e i prezzi volano.

    Consiglio di cominciare a fargli fare la distribuzione quanto prima.

    Poi nel caso le 8 candele originali ngk e l'intero gruppo piastra bobine bosch le prendi tu su Internet che con 287 euro te ne esci..

    Autodoc.it


    La spia avaria é relativa ad un insieme di cose.

    Il motore che gira freddo perché la valvola termostatica é bloccata aperta... Ovviamente il sensore dice alla centralina che il motore non é in temperatura e quella sballa tutti i valori di iniezione della benzina buttandola nei cilindri con il secchio ecco perché non bastano neanche 20 euro al giorno per girare 30km.

    Poi il discorso bobine che causano mancate accensioni, candele usurate e compagnia bella..
     
  11. Autodoc.it , Autoparti , Ricambi24 ecc.
    sono tutti lo stesso negozio a cui cambiano solo il nome
    Spesso e sovente ti inviano ricambi diversi da quelli che ordini con la scusa
    che quelli ordinati non erano più disponibili .
    Se leggi i codici stampati sui pezzi e fai una ricerca su Ebay li paghi anche meno
    rispetto a quei siti tedeschi .
    Personalmente Autoparti lo uso solo più per identificare certi ricambi che poi cerco
    su Ebay ed Amazon per primi o direttamente su Google .
    Giusto per fare un esempio riguardo ad Autoparti , avevo ordinato 4 ammortizzatori
    a gas per la Toyota , me ne hanno inviati 2 a gas di una marca e 2 ad olio di un'altra
    ma non accoppiati per asse , l'anteriore sinistro dello stesso tipo del posteriore destro
    e l'anteriore destro dello stesso tipo del posteriore sinistro poi ti propongono un vaucher
    di rimborso se li tieni dicendo che sono compatibili e li puoi montare ugualmente .
    Che fenomeni :eek::eek::eek: