Disegno di legge su codice della strada

Oppure il presunto "nullatenente" che non dichiara nulla ma ha beni intestati ad altre persone e un reddito occulto malgrado giri in supercar (ma non è sua....) paga comunque poco?
Secondo me sarebbe come dire che se sono benestante o ricco la mia pena debba essere diversa.... sarebbe anticostituzionale semplicemente per il fatto che la legge va applicata allo stesso modo per tutti i cittadini, era solo questo che volevo dire, altrimenti bisogna cambiare la costituzione Italiana.... :rolleyes:
Ciao
Mario
Quotone per Mario :) Allora seguendo il ragionamento del reddito i nullatenenti potrebbero frecciare a 200 tanto poi pagano 2 Lire... :rolleyes:
 
Oppure il presunto "nullatenente" che non dichiara nulla ma ha beni intestati ad altre persone e un reddito occulto malgrado giri in supercar (ma non è sua....) paga comunque poco?
Secondo me sarebbe come dire che se sono benestante o ricco la mia pena debba essere diversa.... sarebbe anticostituzionale semplicemente per il fatto che la legge va applicata allo stesso modo per tutti i cittadini, era solo questo che volevo dire, altrimenti bisogna cambiare la costituzione Italiana.... :rolleyes:
Ciao
Mario

Bè credo che il principio della costituzione sia che chi ha piu soldi non debba avere vantaggi, credo nessuno, tranne i ricchi protesterebbero a farli pagare di più. Ovviamente non si può ora sapere esattamente il reddito di tutti, però almeno si potrebbe applicare una multa alta per tutti, e oscena per chi è molto benestante, almeno fanno cassa con loro.
Ora non trovo l'articolo, ma qualche tempo fa un principe in finlandia si era beccato qualcosa come 700mila euro di multa per essere passato con il rosso, sai quante belle cosine ci potrebbe fare idealmente lo stato con quei soldi? (Sorvolando poi dove andrebbero a finire, qui parliamo di ipotesti :) )

Aggiungo: E allora, se beccano uno con una porche che risulta senza reddito, sequestriamogli la macchina per 1 anno :)
 
Credo che ci sia solo una pena uguale per tutti, ricchi e poveri.
A chiunque da fastidio pagare una multa ma ad alcuni molto meno, ovvio che se guadagno 5000 euro al mese che mi frega di prendere qualche multa da 1000 euro, se invece prendo 1200 euro può essere un problema sborsarne 1000 per una multa.
Quindi una pena uguale che pesa nella stessa misura a tutti è sicuramente il carcere, credo che farsi 3 o 4 giorni da reclusi non piaccia a nessuno indipendentemente dal fatto di essere ricchi o poveri.
Soluzione impossibile da adottare per ovvi motivi logistici, ma sicuramente sarebbe un buon deterrente per far rispettare il codice.
Un idea potrebbe anche essere quella di far fare lavori utili alla colletività, pulizia delle strade, assistenza a malati in ospedale, aiuto al pronto soccorso ecc
 
Parto dal presupposto che comunque sono un dipendente, con stipendio modesto e in famiglia si lavora in 2, ma con questo non condanno i ricchi perché tali se se lo meritano e lo sono onestamente, non sono geloso o invidioso ma di fronte alla giustizia penso come dice la costituzione che non esistono condizioni sociali, razziali o etimologiche, ho commesso un'infrazione e pago se non in denaro (perché magari non ne posseggo) in altri modi ma mi sa che quà stiamo, anzi stò! andando in off topic.
Excuse me :smiley_029:
Ciao
Mario
 
Mah, su questo non concordo molto, un'infrazione è uguale per tutti, almeno in teoria.... come già detto da altri ci dovrebbero essere regolamentazioni più coerenti, mi ricordo in passato sulla tangenziale che da Brescia porta al Lago di Garda che di colpo da 80 Km/h si passava a 30 Km/h :eek: con tanto di autovelox piazzato per multare, solamente per una denuncia di un avvocato che giudicava il manto stradale (nuovo!) pericoloso (peraltro fatti dei test è risultato idoneo), sono queste le cose che non concepisco, sfruttare la situazione per far cassa, da 80 Km/h passo a 30 ai voglia di tamponamenti e caos, questa non è sicurezza.
Bah, ho detto ancora una volta la mia :decoccio:
Ciao
Mario

ma io credo che le multe prima che essere un modo per far soldi siano un deterrente, per cui una sanzione per scoraggiare allo stesso modo l'utente (e quindi essere uguale per tutti, non a livello monetario ma a livello di prevenzione) deve colpire economicamente allo stesso modo: è lampante che una certa somma è enormemente diversa per uno sceicco, me o un senzatetto, per cui per non saper ne leggere ne scrivere io penso che a fronte della stessa "pena" il senzatetto è terrorizzato, io preoccupato e lo sceicco indifferente.

al di la di questo esempio grossolano, quello che intendo dire io senza sembrare il robin hood di turno è che tutti dobbiamo pagare allo stesso modo in relazione ai guadagni. tu giustamente mi dici: ma perchè giuseppe deve pagare 100 e mario deve pagare 300? non perchè giuseppe è più bello, ma perchè per mario 300 ha la stessa incidenza di 100 rispetto a giuseppe, per cui sarebbe scoraggiato allo stesso modo a commettere una possibile infrazione.

poi se mi chiedi come fa lo stato a sapere che giuseppe guadagna 1/3 di mario... beh li è (purtroppo) un altra vicenda tutta all'italiana (anche se tutto il mondo è paese.... :D), diciamo che reputo la mia soluzione un po meno sbagliata di quella attuale, vah... ;)

basterebbe vivere in un mondo di persone oneste! :lol2: :lol2: :lol2:

comunque su una cosa credo siamo più o meno tutti d'accordo: ad alzare solo le multe senza aumentare i controlli finisce che si paga o troppo o troppo poco.....

poi si potrebbe anche parlare del perchè in autostrade come la cisa o quella vicino a genova ci debbano essere dei limiti di velocità nelle curve e non velocità consigliate, come se una ferrari possa essere paragonata a una matiz... uno viaggia in relazione alla proprie possibilità e a quelle dell'auto

:decoccio:
 
Che comunque con i soldi ci sia una sorta di "immunità" è inplicito nel fatto che basta sborsare ancora un po' di euro e si può tranquillamente non comunicare chi guidava l'auto nel momento dell'infrazione.

Tenuto conto che la non contestazione diretta dell'infrazione è molto diffusa, a partire dai Tutor, personalmente avrei più problemi nel rinunciare all'auto ad esempio per un mese che non ai 250€ (mi pare...) richiesti per "l'anonimato" visto che, nel mio caso, l'alternativa sarebbe un mese di ferie dal lavoro.
 
Purtroppo ci sono, ancora, lacune anche in questo nuovo codice...
Molte cose vanno corrette, alcune riviste, altre create ex novo... La cosa che manca, a mio avviso, è una corretta / seria / omogenea, appliocazione delle regole in tutto il territorio nazionale.Spesso basta cambiare zona per avere un'interpretazione totalmente diversa sia dei lmiti di velocità, che delle installazioni di controllo...
 
Pagare le multe in base al reddito danneggia i ricchi onesti perchè gli altri dichiarano di vivere all'estero o hanno il 95% di nero e hanno 7500 euro all'anno di reddito.
una multa alta è un deterennte per chiunque e comunque se uno prende la multa è perchè ha fatto una cosa che non doveva fare; se vado a 140 in autostrada so che posso essere multato; pertanto se sono ricco o no sempre un ***** che se la va a cercare sono.

Il controllo andrebbe fatto su limiti assurdi o inadeguati e una volta sistemati vanno fatti rispettare.

In italia c'è il buon costume del ricorso che grazie a parecchi giudici di pace compiacenti (anche qui cambia da zona geografica) tolgono le multe, o grazie alla cassazione che ha dato la possibilità di non dichiarare chi guidava il mezzo pagando una penale; ma se presto la mia macchina a un amico e questo investe delle persone uccidendole e scappa posso dire che non sapevo chi guidava la macchina cosi nessuno è colpevole????
 
...ma se presto la mia macchina a un amico e questo investe delle persone uccidendole e scappa posso dire che non sapevo chi guidava la macchina cosi nessuno è colpevole????
In Italia succede questo ed altro... Io vorrei capire come si è arrivati a questa sentenza :rolleyes: Se una persona guida la mia macchina è impossibile che io non lo sappia o sbaglio?!
Se prima sistemassero tutte queste cose poi si potrebbe parlare di 150km\h e foglio rosa a 17 anni
 
Pubblicità - Continua a leggere sotto
Pagare le multe in base al reddito danneggia i ricchi onesti perchè gli altri dichiarano di vivere all'estero o hanno il 95% di nero e hanno 7500 euro all'anno di reddito.
una multa alta è un deterennte per chiunque e comunque se uno prende la multa è perchè ha fatto una cosa che non doveva fare; se vado a 140 in autostrada so che posso essere multato; pertanto se sono ricco o no sempre un ***** che se la va a cercare sono.

Il controllo andrebbe fatto su limiti assurdi o inadeguati e una volta sistemati vanno fatti rispettare.

In italia c'è il buon costume del ricorso che grazie a parecchi giudici di pace compiacenti (anche qui cambia da zona geografica) tolgono le multe, o grazie alla cassazione che ha dato la possibilità di non dichiarare chi guidava il mezzo pagando una penale; ma se presto la mia macchina a un amico e questo investe delle persone uccidendole e scappa posso dire che non sapevo chi guidava la macchina cosi nessuno è colpevole????

Multa alta a tutti e multa altissima ai ricchi? No?
Il discorso è che tutti si devono sentire puniti in egual maniera, e amen se non possiamo beccare quelli con un reddito all'estero.
 
X